i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

[ - ] Stampante
Indice
- Text Size +
Tutto cominci˛ in una fredda serata D'inverno nel solito centro sportivo frequentato da barboni dal pene lungo e fino,portatori di malattie immani..

e da chi,come Andrea..cercava una valvola di sfogo per divertirsi.

la storia di Andre Ŕ breve,lui ragazzo stolto di 30 anni ancora in cerca di una sistemazione..e di una ragazza fissa,ragazza che probabilmente non troverÓ mai per via della sua bruttezza e scarsa virilitÓ.

Andrea si presentava alla gente con un culo sodo anche se peloso e labbra carnose..nascoste da una sottile barbetta da adolescente..

In quella fredda serata per˛,Andrea volle osare..rimanendo a giocare a pallone..ma il povero stolto non sapeva che sarebbero state ben altre le palle con cui doveva fronteggiarsi!

Infatti,successivamente..Andrea stremato,and˛ in bagno dove trov˛ l'Audace Tommaso...
Tommaso,un ragazzotto di 19 anni muscoloso e pieno di cicatrici,l'unico difetto era il suo braccio destro..bloccato da una malformazione e costretto a tenerlo sempre in un'angolazione di all'incirca 90░ gradi..

Tommaso vedendo lo stolto Andrea,inizia ad avvicinarsi..chiedendogli cosa ci facesse a quell'ora in un posto come quello...

Andrea,con il suo fare spavaldo..misto tra stoltezza e timore,gli rispose che era venuto solo a bere un po d'acqua...

Tommaso a quel punto esclam˛ con fugace malizia che era ben altro il liquido di cui si sarebbe dissetato il povero Andrea.....

cosý,Tommaso partiý in 4░ come un Puma leccandogli l'orecchio ad Andrea e sussurrandogli che se fosse stato un vero amico..avrebbe dovuto fargli un Pompino col risucchio...

Era ormai chiaro,gli occhi di Tommaso erano inniettati di sangue,il suo braccio gli rendeva difficoltosa la masturbazione..nonostante avesse un naso che gli spuntava dalle mutande!

Andrea,impaurito..non si rese conto della gravitÓ della situazione..e in un battibaleno si trov˛ in bocca 18 cm di cazzo moscio di tommaso!!!!

Andrea all'inizio disgustato,non potŔ opporsi..nonostante fosse anagrafigamente + grande di Tommaso,il suo corpo gracile lo tradiva..

i baffetti di Andrea entravano a contatto con l'asta di Tommaso che diventava sempre + grande allargando la mandibola di Andrea.

Andrea non aveva mai provato tali sensazioni,la sua dignitÓ era ormai compromessa..dal grosso cazzo duro di Tommaso..come se non bastasse dopo rapidi colpi di bacino nella bocca di Andrea,tommaso strapp˛ letteralmente di dosso al suddetto la sottile tuta di materiale scadnete..del povero Andrea...

Andrea,eri ormai diventato un finocchio..il tuo sfintere inerme,e la verga scura di Tommaso pronta a fare del tuo culo una buca da golf...

cosý,non pensandoci su 2 volte..Tommaso trapan˛ lo sfintere del ricchioncello..allargandogli le pareti muscolari..Andrea emise un urlo degno del miglior pavarotti..insieme alla sua verginitÓ anale Adrea stava perdendo ormai le ultime reminescenze di mascolonitÓ.

grazie alla prestanza fisica di Tommaso,potette prendere Andrea come un bambolotto e penetrarlo di conseguenza con agilitÓ,Andrea si lasciava andare sotto un ritmo Ancestrale.

Tommaso gli esclam˛ + volte di non stringere il retto,sarebbe stato ancor + doloroso per l'romai nn + giovane Adrea!!!

a Questo punto,Tommaso dopo rapide trapanate..cacci˛ il suo pene fuori da quell'ormai caverna mucosa..ridotta ad un porto di mare.....

Tommaso venne copiosamente sul viso e nei capelli dell'inerme Andrea,sottolineando ancora una volta la sua superioritÓ fisica e morale.

Da quel giorno in poi,il retto di Andrea fu chiamato il Nido,eh si il nido..perchŔ il nido Ŕ un posto caldo dove riposano molti uccelli.