i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy webcam Chat  | ChoCam Mature webcam  |  Live18 |

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +
Note dell'autore:
come sempre un racconto di pura fantasia fatti e personaggi sono inventati
Il principiante

Sono mesi che mi ritrovo a girovagare su siti porno non ho una preferenza particolare mi piace tutto quello che si chiama porno, e cosi girando mi sono ritrovato su un sito di cuckold, ho cominciato ad essere curioso, leggendo racconti di persone che asserivano che loro scambiavano la moglie con altre persone sconosciute, siccome anche io molte volte ho sognato che mia moglie potesse essere corteggiata da qualcuno ho approfondito la cosa.
Scusate mi chiamo Giacomo ho quasi 40 anni mamma natura non è stata tanto benevola con me, mi ha dato una altezza di quasi 170 cm un attributo di soli dieci cm, pochi capelli e fisico non tanto bello, in compenso sono riuscito a conquistare una femmina bellissima, è purtroppo più alta di me, quasi 33 anni un fisico da modella un paio di gambe lunghe e affusolate un culetto che è tutto da guardare e da sfondare quando indossa i tacchi è ancora più alta di me ma ne sono orgoglioso perché tutti si girano a guardarla e qualche volta fanno commenti molto coloriti che io non ascolto, facendoli morire di invidia per la femmina che mi cammina affianco ed è tutta mia. Ma…….rimane il fatto che mi piacerebbe vederla corteggiata da uno stallone più alto di lei bello a vederlo con un fisico ben scolpito e un attributo di almeno 23 cm, rimanevano sogni che volevo a tutti i costi farli diventare realtà. Senza dire niente a Vanessa (cosi si chiama mia moglie) cominciai a leggere quello che scrivevano dicendo che erano realtà e la cosa mi intricava molto, leggevo racconti su racconti vivendo le situazioni che si venivano a creare, immaginandomi in prima persona il marito eccitandomi in modo pazzesco, cosi un giorno mandai una e-mail ad uno scrittore chiedendo consigli e in che modo lui agiva, mi fece capire che ci metteva dei giorni per contattare un potenziale bull, mi disse che ci voleva un incontro iniziale come e dove farlo il modo e mi chiese se avevo delle foto di mia moglie per fargli vedere se era potenzialmente belle da attirare qualcuno, ingenuamente gli mandai una foto ma la cosa mi sembrava strana che lui volesse vedere mia moglie per dare consigli cosi pensai che era solo un collezionista di foto e lo lascia perdere.
Continuai a leggere racconti, mi iscrissi a vari siti di incontri o ricerca bull, contattai altri mariti che condividevano la moglie ma…..rimanevo sempre deluso ognuno aveva un approccio differente e nessuno dava informazioni precise, però mi sorgeva un pensiero, leggevo che molti mariti erano succubi delle moglie, che dopo aver provato un nuovo cazzo a loro o non li facevano più chiavare oppure dovevano servirli, e la cosa non è che mi piacesse molto, io volevo mantenere un contatto sempre con Vanessa, non volevo che lei godendo con un cazzo due volte il mio potesse un giorno dire che anche se mi amava non voleva più chiavare con me, quindi come fare?
Rimaneva sempre il dubbio che mi sarebbe piaciuto provare, ovviamente contro la sua volontà, perché lei diceva sempre che si accontentava di quello che facevamo e non voleva avere contatti con altri. Pensa e ripensa andai in ufficio e in un momento di pausa andai sul sito, vidi un giovane aveva 35 anni era alto possente e diceva che era molto resistente nell’amplesso, preso dalla smania lo contattai neanche pochi minuti e mi rispose chiedendo informazioni, senza che gliele avessi chieste mi mandò delle foto del suo cazzo, anche se sono maschio etero quel cazzo mi affascinò era bello lungo almeno 25 cm di una forma stupenda, gli dissi che era la prima volta e che mia moglie non sapeva niente di tutto questo, mi assicurò che era una persona per bene, e che era un manager di una grossa azienda, mi mandò anche una foto della sua faccia, era biondo aveva gli occhi azzurri insomma fatto bene sia sopra che sotto e che era interessato alla cosa, gli sarebbe piaciuto corteggiare Vanessa, gli scrissi che c’erano delle regola da rispettare, gli avrei fatto vedere mia moglie ma non presentandoli sarebbe stato lui a farla cadere e se lei anche il primo giorno mi avesse raccontato dell’incontro tutto sarebbe finito, senza più incontrarci, a quella richiesta la risposta mi arrivò più tardi delle altre (forse rifletteva) mi rispose che l’idea gli piaceva e che la cosa poteva andare in porto, gli dissi che lo avrei ricontattato tra qualche giorno, ma lui mi mandò anche il suo cellulare spiegando i giorni e l’ora che sarebbe stato libero per rispondere e prendere un appuntamento per incontrarci da vicino.
Passò una settimana e ogni tanto chiedevo a Vanessa ma….se qualcuno ti corteggiasse tu come ti comporteresti? E lei mi rispondeva sempre che lo avrebbe allontanato in malo modo e mi avrebbe raccontato tutto, ma io non ne ero tanto sicuro, perché le femmine sono femmine e non si sa mai in quel momento che intenzioni hanno.
Il mattino seguente telefonai a Gianni (così si chiamava ) e prendemmo un appuntamento in un bar per il giorno dopo alle 12, ci arrivai con almeno dieci minuti di anticipo il cuore mi batteva all’impazzata e non so perché mi sentivo un imbecille a chiedere ad un bel giovane di corteggiare mia moglie, preso dalla paura cercai di andare via ma mi fermò Gianni appena arrivato all’ingresso del bar chiedendomi dove andassi, non riuscii a trovare nessuna scusa e gli dissi la verità, “mi sento uno stupido io che ho una bella moglie ed è tutta per me chiedere a te di farla corteggiare per arrivare al sesso”, non si scompose mi disse che era normale perché per me era la prima volta e lui accettando le regole che gli avevo imposto mi disse che sarebbe anche potuto finire tutto in un giorno senza arrivare a nessun contatto fisico, e io sarei stato contento di avere una femmina che veramente mi amava per quello che ero e si accontentava di tutto quello che facevo.
Restai nel dubbio che avesse ragione lui, da vicino era almeno quindici cm più alto di me e sicuramente di Vanessa era muscoloso, si vedeva che curava il corpo con la palestra, e……lo vidi anche molto autoritario, anche perché era abituato a comandare così accettai di continuare quella situazione, mi disse che per lui era un gioco che lui faceva da molto tempo, ma quello che gli avevo proposto io era diverso e gli piacevano le sfide, ed era certo di poter conquistare e chiavare Vanessa, io lo guardavo lo ammiravo perché era il mio contrario, io molto titubante ingenuo mentre lei molto forte di carattere e una carisma eccezionale.
Mi ero portato delle foto e gliele mostrai, le guardò intensamente facendo apprezzamenti su di lei molto buoni, che era splendida e che sicuro di se l’avrebbe conquistata, gli dissi dove lavorava e gli orari che faceva, volevo anche che mi mantenesse al corrente di quando ci sarebbe andato il primo giorno anche per sapere e vedere come si sarebbe comportato mia moglie.
Passarono almeno due settimane e di Gianni non ebbi più notizie, non lo contattai anche perché mi aveva raccontato che molte volte si doveva assentare dal lavoro per recarsi all’estero per sbrigare delle pratiche burocratiche, poi un pomeriggio mi contattò dicendo di scusarlo perché era stato fuori e che mi avrebbe fatto sapere quando si sarebbe mosso per incontrare Vanessa, dopo ancora una settimana mi scrisse che nel pomeriggio sarebbe andato dove lavorava mia moglie ma non l’avrebbe fermata voleva prima vedere un po’ come si doveva comportare con lei.
Pensai subito che era veramente una persona intelligente era come se doveva andare in guerra pianificava prima un contatto e poi sarebbe saltato fuori, io questo non lo avevo neanche pensato ma io non sono molto perspicace io l’avrei affrontata subito, ma rimasi in attesa di ulteriori novità.
Note finali:
per commenti e se volete consigli contattatemi baffone52@live.it