i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy webcam Chat  | ChoCam Mature webcam  |  Live18 |

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +
Sara, giovane donna che vive a Livorno, ventotto anni, carina, non alta ma con un visino decisamente intrigante tanto da non passare mai inosservata, sposata da due anni con Alberto dopo dieci anni di fidanzamento, lavora in uno studio legale associato con sede anche a Pisa e, occasionalmente, anche a Firenze presso un importante uomo d’affari, riceve una telefonata nel corso della quale la fidanzata di suo fratello Gabriele le annuncia che hanno deciso di sposarsi entro breve tempo; Sara le manifesta la sua gioia e nelle settimane successive aiuta la futura cognata in tutte le incombenze connesse alla realizzazione del loro sogno, la aiuta nelle scelta dell’abito, della chiesa e in tutto quello che può essere utile … Sara e Silvia, oltre che future parenti sono anche amiche, suo fratello Gabriele è di appena tre anni più piccolo, ha venticinque anni e Silvia è di appena un anno più piccola, ha solo ventiquattro anni e con una differenza d’età tutto sommato minima, Silvia vede in Sara un punto di riferimento, Sara vuole molto bene a Silvia, ne apprezza la qualità morali, le capacità, Silvia si laureata molto giovane in informatica con il massimo dei voti e ha trovato subito un lavoro, ed è molto, ma molto, carina e anche elegante anche se l’abbigliamento usuale è quasi sempre costituito da jeans o minigonne che può indossare con naturalezza grazie al fisico longilineo … e la mania di indossare minigonne è colpa sua in quanto Silvia è timida e abbastanza riservata e solo l’insistenza di Sara l’ha convinta ad indossare un abbigliamento più intrigante … con grandissima soddisfazione di suo fratello che sprizza gioia e desiderio ogni qual volta esce con una ragazza così carina e che tutti gli invidiano.
Silvia spesso nel passato dovendo andare in discoteca con tutta la comitiva ha chiesto consigli su come agghindarsi e Sara, sfruttando le doti delle ragazza che è alta, longilinea, con uno strepitoso sederino a mandolino e con un seno non grande , appena una seconda, l’ha indotta a indossare minigonne sempre più corte, top sempre più arricciati fin sotto il seno, …. Silvia è veramente strepitosa e tutti la ammirano … tanto che la stessa Sara, che non passa mai inosservata, si è accorta di provare quasi un senso di invidia per il fatto che la sua futura cognatina sembra attirare gli sguardi più di quanto ne attiri lei stessa … una sensazione che ha ovviamente respinto … Sara vuole troppo bene a Silvia, anzi in cuor suo è contenta che la futura cognata sia ammirata più di lei … ma le donne sono femmine e qualcosa si insinua nel suo animo …
I preparativi vanno avanti, l’abito è in corso di scelta, la futura casa degli sposini è stata individuata, anche la chiesa e il posto dove avverrà il rinfresco .. su un aspetto Sara s’interroga e quasi litiga con se stessa avanti lo specchio; qualche tempo prima in un atelier Sara ha accompagnato Silvia ad una prova di un abito … un abito classico, lungo … che sembrava fatto apposta per la ragazza … quando le è venuto in mente di solleticarla su quale intimo avrebbe indossato per l’occasione ricevendo la più ovvia delle risposte: in slippino bianco di merletto in carattere con l’abito … :
“ ma come … per quel giorno ti metti un paio di mutande che saranno certamente molto carine ed eleganti … ma vuoi mettere se tu indossassi qualcosa di diverso … dai Silvia … lo so che tu e Gabriele fate l’amore già da qualche anno … ma è proprio per questo che …. una sorpresina sarebbe particolarmente gradita … “
Silvia guarda Sara con una espressione perplessa …. sa che la sua futura cognata , a volte, è particolarmente estroversa e sa anche che è molto brava nel mettersi in tiro … insomma è consapevole che Sara sa eccitare gli uomini … anche Sara è, come lei, sostanzialmente timida e anche riservata ma … ma certe volte si è spinta un po oltre le righe e sa che diversi loro amici l’hanno … e forse la stanno desiderando … e queste sensazioni Sara le sa indurre anche per come si veste … nulla di peccaminoso ma … quindi restando un po guardinga :
“ … Sara …. ma le mutandine che ho scelto sono molto belle … ma tu che avresti in mente … un tanga …”
“ … un tanga … ma no quello … figurati se non te l’ha già visto … no io pensavo a qualcosa di più intrigante … a qualcosa che farebbe mio fratello più eccitato ma non pensavo all’eccitazione di mio fratello ma alla tua ….”
“ … alla mia …”
“… si alla tua … sai qualche giorno fa, sono rientrata a casa un po prima e sapevo che Alberto sarebbe arrivato più tardi … allora siccome ho intenzione di comprare delle nuove mutandine e reggiseni sono entrata nei siti dell’intimo e sono andata a vedere le novità … ne ho visti di molto belli e di tutte le tipologie poi sono finita su un sito dedicato alle serate eleganti … diciamo così … e ho visto dei capi che non immaginavo nemmeno che esistessero, fatti in quella maniera … c’erano dei reggiseni, probabilmente per abiti da sera che sostenevano le tette solo sotto … lasciavano scoperti i capezzoli … poi, e qui la cosa si fa molto intrigante … delle mutandine semi trasparenti che a prima vista sembrano normalissime salvo un cordolo che le traversava interamente … ma non è una cucitura … ”
Sara si ferma e guarda Silvia ammiccando …:
“ … non è una cucitura ma i bordi delle due parti … le mutandine sotto sono aperte … se devi fare pipì non c’è bisogno di calarle …. se ti inchini i bordi si allargano e sotto è tutto libero …”
Silvia diventa rossa … e Sara se ne accorge …:
“ … appunto … vedi … sei diventata rossa solo al pensiero … pensa, le indossi … nessuno lo sa che sotto sei … aperta … nuda … disponibile, eccitante .. nò … e pensa alla faccia di tuo marito quando ti volesse alzare il vestito per toccarti … pensa la faccia o pensa a quanto si ecciterebbe … anche mio fratello è un uomo …
“ … Sara lo sai che sei proprio perversa … ma come ti viene in mente di farmi indossare quelle mutandine … e poi .. proprio quel giorno … ma dai … io mi vergogno solo a pensarlo …”
Ma Sara sente che ha colpito nel segno … Silvia è sempre rossa e la pelle delle braccia è diventata pelle d’oca … segno che anche lei si è eccitata … e non le dice che per se stessa ha già acquistato sia il reggiseno che le mutandine e di li a qualche giorno le arriverà in ufficio un pacchetto anonimo … a casa non avrebbe mai potuto riceverlo, chissà che avrebbe fatto o pensato Alberto … le ha comprate d’istinto … senza nemmeno sapere se e quando le avrebbe mai indossate … o in quale occasione …
Sara in quel momento non immagine nemmeno lontanamente quanto quell’acquisto cambierà la sua vita e quella della sua futura cognata …