i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy webcam Chat  | ChoCam Mature webcam  |  Live18 |

[ - ] Stampante
Indice
- Text Size +
Il primo squirt di mia sorella

Con mia madre non ci riesco. Mia sorella ha un fisico da fotomodella e la prima cosa che le ho fatto ho baciato i piedi, poi tutto il resto: me la sono gustata tutta! Adesso è lei che mi chiede di baciarla e leccarla tutta, guai se non l'accontento. Per fortuna è pulita ed emana sempre un buon odore. Mi piace un casino il suo sapore intimo, è diverso dalla mia ragazza, non so perchè ma a mia sorella non comporta nessun problema leccargliela. Una volta quasi mi fece paura tornando a casa si era eccitata non so per quale motivo, visto che in casa non c'era nessuno mi ha preso per le palle e trascinato in camera sua. Mi ha fatto sdraiare sul letto e poi si è seduta sopra la mia faccia strusciandosi: era come stare in paradiso, quell'odore e quel calore mi eccitavano e piacevano da sballare la mente. Mi diceva con voce vogliosa: dai lecca! Su dai lecca, succhia... scansavo le mutandine ma trovavo difficoltà, allora le tolse lei. Dalla foga cademmo dal letto ma lei non mi mollava! Con la fighetta attaccata al mio viso, pretendeva leccate e succhiate! Io stavo come un affamato, gustavo quella rugiada che secerneva con delizia. Ad un certo punto mentre le ficcavo la lingua come se volessi scoparla, prese ad avere degli spasmi mai visti prima. Muoveva il bacino su e già, mugolava e godeva. Ad certo punto venne giù come una fontana sulla mia faccia, inondandomi. Pensavo fosse pipì invece non aveva odore ma aveva un sapore strano, non era urina, la magnifica zoccoletta aveva squirtato per la prima volta in vita sua e sulla mia faccia!
Ho gradito ed esultato come un maiale, continuavo a baciarla mentre colava e godeva, una spettacolo della natura, mai visto prima.Meraviglia di tutte le meraviglie che un maschio possa vedere sentire e assaggiare, la figa che si apre in spruzzi di nettare da gustare.
Da quel giorno mio sorella mi dice che sono suo, che posso scopare la mia ragazza ma se non mi dedico anche a lei mi castra! Io le ho detto che non è necessario, a me piace leccarle la farfallina per gustarmela più della mia ragazza.

***
La storia di mia madre e mio fratello

Lasciata da mio padre all'età di 44 anni per una ragazzina poco più grande di me, mia madre cadde in depressione, soffrimmo con lei per quasi due anni, sembrava non avesse più stimoli nella vita, ma poi ad certo punto la vidi diversa, più soave, gioiosa e giocosa. Pensai che stesse uscendo dalla depressione grazie ai farmaci e cure del medico, invece scoprii che aveva una relazione sessuale con mio fratello di 23 anni, quasi mi cadde il mondo addosso, volevo urlare e sfogarmi con tutte e due, provai schifo nausea stavo impazzendo. Ma poi riflettendo, trovai delle giustificazioni, cosa poteva fare mia madre ligia al dovere della famiglia, educatissima donna incapace di rifarsi una vita con un altro uomo? Perchè si dava le colpe del fallimento matrimoniale? Viveva uno stato d'animo quasi autolesionista, ma poi la vidi ritornare serena come lo era sempre stata uscire da quel tunnel malefico e deleterio della depressione, una donna mortificata umiliata abbandonata a se stessa con due figli uno maggiorenne e io ancora 16enne, mio fratello comprese la situazione e si diede da fare, per non farci mancare quel tenore di vita che nostro padre ci permetteva. Lavorava (per fortuna) portando a casa i soldi necessari, per certi aspetti si era sostituito a quello stronzo di nostro padre che ci lasciò in mare di guai e qualche debito, dunque chissà cosa successe tra lui e mia madre, forse un attimo di debolezza la voglia d'essere amata per sentirsi donna a meno di 50 anni? Ancora bella, una strana attrazione che la portava a cercare stabilità emotiva? Oppure poteva esser stato mio fratello, visto il fascino della donna matura ma ancora attraente, pretendendo da lei quel che un uomo desidera dalla donna di casa? Lo saprò e non voglio nemmeno saperlo, anche se la curiosità e tantissima, so soltanto che mia madre era rinata, ritrovai quella madre e donna in salute forte e simpatica come sempre, così dissi tra me e me, non me ne frega nulla se mio fratello si scopa mia madre o viceversa visto che anche lei se lo godeva come un semidio sceso in terra, quindi se del normale e naturale sesso tra due adulti consenzienti aveva ristabilito la tranquillità la salute della famiglia non me ne poteva fregare nulla di quella stupida regola morale chiamata incesto.

***
Il buon odore di mamma

E chi non ha mai pensato di scoparsi la madre o la sorella? Solo i gay!!!! Io mi sono segato con la biancheria intima di mia madre per anni, il suo odore mi faceva impazzire, la volevo più di ogni altro cosa, quando tornavamo dal mare metteva il costume ad asciugare nel bagno io andavo e ci inzuppavo labbra e in certi casi la lingua in quelle pieghette che erano state a contatto con la sua figa. La più bella del mondo, non mi faceva per niente schifo anzi era come fosse roba mia ma molto molto più eccitante e buona, in fin dei conti ero uscito da li di che cosa mi dovevo schifare? Infatti mi schifavo un po' con le prime amiche, tentennavo a baciarle e leccarle, non avevano lo stesso sapore piacevole che lasciava mia madre sulle mutandine, ma che figata pazzesca annusarle, morivo di invidia per mio padre che se la scopava quando e come voleva.
A regà quando le madri so bone è un delirio, un mio amico ci provò con la sua, prese uno schiaffo ma non diede per vinto e dopo mesi ci riuscì a scoparla, beato lui!!!!!

***
L'unico parametro con cui le madri misurano la vita è l'amore

Mia madre non è proprio una bella donna, nemmeno brutta, una donna come tante, carina con un suo fascino.
Da sempre, da quando ero ragazzetto a oggi noto il tempo che passa ma rimane nel suo complesso una bella e brava donna. Rimase sola da quando io avevo 9 anni, se l'è sempre cavata da sola, lavorando e crescendomi nel migliore dei modi, senza farmi mancare nulla, dall'inesauribile affetto materno al dialogo aperto senza falsi pudori. Vivendo da soli in casa, la nostra vita si svolgeva abbastanza liberamente, vedevo lei svestita con delle forme carnose accentuate, non grassa ma rotonda e morbida, come lei vedeva me seminudo. Sicuramente d'estate al mattino, passando per forza davanti alla mia camera mi vedeva a letto con l'erezione nelle mutande. Sapevo che aveva avuto dopo mio padre delle relazioni durate poco, uomini che non ha mai portato a casa, almeno quando c'ero io, in poche parole la nostra vita si svolgeva liberamente con rispetto reciproco. Proprio la libertà concessa da lei mi procurava desideri, curiosità erotiche e sessuali fin dall'età di 14 anni. La spiavo, quando potevo frugavo tra le sue cose per sapere cosa fossero le mestruazioni, se portasse con se profilattici, come si rasava le gambe e le ascelle oltre al pube. Furono belle esperienze intriganti e formative. Facendomi più grande, poco dopo aver compiuto 18 anni e fatte le prime esperienze sessuali, presi coraggio da uomo e sentendomi autorizzato non so come e perché, desiderai mia madre. La corteggiavo con veri e propri approcci passionali con abbracci e baci, non come figlio ma come maschio arrapato dalla sua femminilità.
Come dicevo non è una bella donna ma ha un fascino erotico e sensualità molto evidente, essendo ben curata ben vestita e nonostante i suoi chili in eccesso, risulta molto attraente, dunque nei primi approcci si smarcava da me con molta educazione. Io non insistevo, non volevo rovinare tutto, lei capiva e con qualche smorfia glissava, ma poi venne quella sera in cui anche lei non seppe resistere alle mie avance. Fu l'esperienza più forte e meravigliosa che mi è mai accaduta fino ad oggi, era per me come un dovere ricambiarla con tutto ciò che potessi darle per avermi cresciuto, educato e amato più di chiunque altro.
Quella sera fu maestosa, sublime creatura che non si è mai più negata. In qualunque momento ancora oggi si concede a me naturalmente, come se fosse suo dovere concedermi ancora la sua essenza di madre. Non saprei spiegarlo meglio, mi ha detto una volta, potrei dire di no a mio marito se lo avessi ma a te non so negarmi e negarti la voglia di me.
Credo d'aver capito o forse no, ma l'amore di una madre credo oltrepassi qualunque regola etica e morale, credo che l'unico parametro con cui le donne/madri misurano la vita sia l'amore.

***
Il mio primo approccio con mio fratello

Non concepisco il sesso tra madre i figlio o figlia e padre, non rientra proprio nelle mia cultura, ma tra fratelli non trovo nessun problema, perchè il mio primo approccio fu proprio con mio fratello maggiore, con me si dimostrava carino accondiscendente mi regalava tante cose e giocando con me mi riempiva di complimenti, baci graziosi e abbracci tenerosi. Mi piaceva e non obiettavo quando lo faceva, a volte desideravo io che mi stringesse a lui e mi parlasse a bassa voce come se mi stesse corteggiando, mi lasciavo andare alle sue coccole. Così successe di avere con lui il mio approccio sessuale orale, mi praticò in assoluto il mio primo cuneilingus. Sapeva che ero vergine e desiderava essere il primo ad assaporarmi, così mi disse! Cambiò la mia vita da ragazzina poco più che sedicenne a donna, scatenò in me sensazioni indescrivibili, perchè non voleva deflorarmi ma solo gustarsi la sua giovane vergine, come se fossi una essere speciale, e mi ci faceva sentire speciale! Quasi diventavo gelosa domandando con chi era uscito, se aveva fatto le stessa cosa ad altre, se io ero la sola per lui. Lui mi dichiarava amore assoluto in quel senso, mi tranquillizzava dicendomi che non cercava altre che l'unica ragazza a cui inginocchiarsi con riverenza e passione ero io. Mi ha gratificato per quasi un anno con la sua bocca procurandomi piaceri particolari e irripetibili, perchè poi avvenne che mi innamorai di un ragazzo, persi la verginità e mio fratello non volle più, disse che ero impura, che mi voleva bene lo stesso ma non mi avrebbe più deliziato e amato con i suo baci.


***
Sono stato l'antidepressivo di mamma

Io spero che la gente si svegli qui in italia: nel paese della corruzione, patria di mafia camorra e n'drangheta non ci si dovrebbe scandalizzare più di nulla, mentre ciò che andrebbe regolarmente depenalizzato o legalizzato a beneficio di tutti fa scandalo.
Voglio dire che negli altri paesi la prostituzione è legale, si pagano le tasse, c'è sicurezza per donne e clienti e si annulla la malavita che gira intorno e lo stesso dicasi per le droghe leggere. Inutile vietare ciò che non si può combattere....sesso e droga.
Stessa cosa per l'incesto, secondo me andrebbe depenalizzato tranne solo casi di violenza o con minori ma non si può vietare per legge l'amore tra due persone, se vale per omosessuali e lesbiche, perché vietarlo a due consanguinei che non violino nessuna limitazione?
Parlo in prima persona, ho avuto una storia di solo 4 mesi con mia madre da giovane, era depressa forte dopo il tradimento di papà e la separazione tra grida e insulti quotidiani e si calmava solo con me. Un pomeriggio si è lanciata diretta su me a pregarmi di amarla e fu una cosa che ricorderò per sempre. Mai avuto una simile esperienza, simili emozioni, simile eccitazione. Per giorni mi consideravo un miracolato, andavo persino in chiesa a ringraziare Dio come avessi ricevuto un miracolo e dire che mai prima avevo avuto pensieri su mia madre in quel senso. Per due mesi fu sesso continuo e non ero io a volerlo, ma lei e più volte al giorno, poi la testa ha "ricominciato a funzionare" come diceva lei e iniziò con "ma no che stiamo facendo, è sbagliato...." e di lì in poi è stata la fine. Ero io a pregarla di farlo ancora un'ultima volta per chissà quante volte fino allo stop definitivo.
In quei mesi finì la depressione per la separazione e cominciò quella per cosa aveva fatto con me. Arrivava ad accusare me di averla costretta e persuasa, quando ha iniziato lei a chiedermelo in faccia di farlo.
Non si dava pace per quello che era successo tra noi e io per la fine di quella storia, se solo certe convinzioni non fossero esistite sarebbe potuta continuare, eravamo felici entrambi, mia madre era la prima a voler far sesso senza preoccuparsi di nulla e poi gli è venuto il rimorso dopo....ma cazzo!!! Aveva 43 anni in quel periodo e una forma fisica incredibile e se lei stava con la testa fuori, io ero completamente pazzo di lei e di quella storia.
Note finali:
Per questi ed altri racconti, visitate il miglior blog sull'incesto d'Italia: amoreinfamiglia.blogspot.it