i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy webcam Chat  | ChoCam Mature webcam  |  Live18 |

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +
Mi fece vedere la foto, lei era nuda e con peli sul pube. Era bruna, non molto bella per la verità, un pò di pancia e tette grosse, ma come stava seduta era molto arrapannte-
- Bella tua moglie - gli dissi.
- Tu non hai una foto della tua?
- No ,ma te la mando. Dovrò convincerla , è difficile.
- Faglielo immaginare; è il modo migliore per vincere la sua resistenza. Un piccolo passo alla volta. Con te fa tutto?
- Si, tutto.
- Anche il culetto?
- Si, le piace.
- Ascolta, scambiamoci le foto. Poi studieremo come fare. Vi invitiamo a cena, facciamo amicizia e poi lasciamo che le cose maturino.


Non so come durante il viaggio fossimo finiti a parlare di mogli e di sesso. Lui era sui 55, un bell'uomo, certo. E mi aveva chiesto se avevamo un rapporto "aperto" nel matrimonio. Poi mi aveva detto del desiderio di sua moglie e suo di avere qualche avventura. Ci sapeva fare, mi aveva portato a rivelargli cose intime. Mi aveva anche eccitato con le sue parole, indebolendo le mie difese. Sarebbe piaciuto anche a me uno scambio, ma non sapevo come cominciare con mia moglie.

Aspettai che lei dormisse; faceva caldo, dormiva solo con gli slip. Pianisimo, senza svegliarla, glieli tolsi e pianissimo allargaii suoi piedi e la fotografai col telefonino.
Scaricai la foto sul computer, aprii la casella di posta e trovai un messaggio; erano loro. Tre foto allegate; una con lei che glielo prendeva in bocca, un'altra di lei seduta con le cosce aperte per far edere tutta la fica e la terza loro due nudi e sorridenti davanti all'obiettivo. Guardai il suo cazzo, mi colpì per la sua grandezza.
Il messagio diceva: "Eccoci. Se ti masturbi guardandoci non farlo, vieni a trovarci."
Gli mandai la foto di mia moglie, era bella davvero con la bella fica depilata. Lui mi aveva dato un biglietto da visita con indirizzo, numero di telefono ed e-mail.
Lo chiamai il giorno dopo. Era contento della foto e mi chiese:
- Ti siamo piaciuti?
- Tutti e due - risposi - Lei ha una bella fica.
- Anche la tua, viene voglia di leccarla. Vi invitiamo a cena: stai tranquillo, una cena normalissima e nella quale non parleremo di ciò che vogliamo, nessuna allusione. Fidati.
- Lella , è un dottore che ho conoisciuto in treno e siamo diventati amici, una bella persona. Lui e la moglie ci hanno invitati nel migliore ristorante della città. Voglio che sei elegantissima e bellissima: il posto è importante...
- .....e tu vuoi portarti dietro tua moglie bellissima.....va bene, amore...saremo bellissimi.

Ci accolsero fuori dal ristorante con grande cordialità. Sua moglie da vicino era molto meglio che in fotografia, mi piaceva.
Ci sedemmo al tavolo e lui, Luigi, disse:
- Aboliamo le formalità, diamoci del tu. Siete due bei ragazzi, che bella coppia, vero Miriam?
- Si, caro. Sono bei ragazzi davvero.
La cena era sontuosa e durante il pasto, parlammo molto; loro volevano sapere tutto di noi, soprattutto Miriam. Luigi era proprio simpatico, il classico tipo che incanta le donne e Lella lo seguiva con attenzione. Loro erano i miei complici per portarla a fare ciò che volevamo. Furono molto accorti, molto delicati, molto garbati.
Lella indossava degli orechini che mi erano costati un occhio, di topazio giallo. Miriam li notò, accosto il suo anello all'orecchio di Lella:
- Ma è la stessa pietra, guarda Luigi, la stessa. E come ti stanno bene, Lella. Beh, volgio fare una cosa per festeggiare la nostra conoscenza. Si tolse l'anello e lo mise al dito di Lella. Avevo un'idea di quanto scostasse quella pietra.
- Te lo regalo, così fai la parure, e non permetterti di rifiutarlo o mo offendo.
Lella era imbarazzatissima; poi si scosse, si avvicinò a Miriam e la baciò sulla guancia.
- Non posso accettare - le disse
- Invece no, voglio che lo tieni. - fu lei a baciare Lella sulla guancia.- Vienimi a trovare, vediamoci, mi piace stare con te - le disse - noi siamo sempre da soli, ci fareste molto piacere se ci vediamo.
Ci salutammo al parcheggio, prima di salire in auto. Miriam mi tese le braccia.
- Che dici, Lella, gli posso dare un bacio? - e ridemmo -
Luigi salutò Lella baciandola sulla guancia, un bacio leggermente lungo. Poi mi salutò abbracciandomi.
- Non vi fate desiderare - disse.

Due giorni dopo stavo per uscire e vidi Lella anche lei pronta per uscire.
- Dove vai? - le chiesi
- Da Miriam, quella donna mi piace molto. Quanto costerà quell'anello?
- Quanto due automobili. Si deve essere innamorata di te a prima vista.
- O di te - disse lei - visto che ti voleva baciare in bocca.

------------------------------------------------------------------------------------------
Quando Lella entrò MIriam la abbracciò e la baciò con affetto. Lìultimo bacio glielo diede sulle labbra.
Si sedettero accanto sul divano.
- Lella, che bella ragazza che seie che piacere averti qui.
- Beh, Miriam, non proprio ragazza, ho 32 anni.
- E lui?
- 34, ma ne mostra meno.
- Vi amate molto? Come va il vostro matrimonio?
- Beh, bene direi.
- Non ti sento molto convinta; avanti parlamene.
- Beh, sai Miriam....
- Coraggio, siamo fra amiche e fra donne.
- I rapporti fisici, non mi lasciano del tutto soddisfatta. Non mi fa venire; oh scusa Miriam, ho usato una parola...
- La parola è quella. Ma non posso chiederti di più.
- Va bene, chiedi; forse tu mi puoi dare qualche consiglio.
- Voi siete una coppia chiusa vero? ancora con questa storia della fedeltà in materia di sesso. No, piccola, ascolta. Io e Luigi stavamo appassendo e allora ci siamo aperti e siamo ridiventati amanti felici.
- Spiegami.
- Se lo ami e se è solo il sesso che ti manca, allora non devi lasciarlo, devi solo cercare......ahaa perchè non dovrei dirlo? un altro, un altro uomo che ti soddisfi senza che entri nella vostra vita. Ma forse anche lui avrebbe bisogno di questo. Non basta amarsi, bisogna far vivere il corpo. E che male c'è a farlo?
- Miriam, tu e Luigi?
- Ci amiamo follemente dopo tanti anni perchè ci siamo rinnovati cercando ciascuno ciò che gli dava piacere e poi magari facendolo insieme. ti scamdalizzo? Molte coppia per rinnovarsi ricorrono allo scambio con un'altra coppia. E' solo un gioco di sesso, l'amore non c'entra; ma quando lo hanno fatto si amano di più perchè in loro c'è anche la complicità. Pensaci, non è affatto brutto, anzi.....
- E come trovate i vostri...compagni?
- Lella capita di incontrare persone che ci attraggono. La vita è così varia. Io a 53 anni ho ancora rapporti bellissimi di sesso.
Mentre le parlava, Miriam le carezzava un braccio con la punta delle dita, le sollevava i capelli, la carezzava.
- Miriam, dimmi, ci avete scelti?
- Amore mio, ci piacete molto, tu e lui insieme,, a me ed a Luigi. Che c'è di male a dirvelo? E adesso che me lo hai fatto dire, voglio una cosa da te, non negarmela.
- Cosa?
- Un bacio, nella bocca. Me lo hai fatto desiderare per una intera serata. - non aspettò risposta, baciò Lella in bocca e lei si lasciò baciare.
-------------------------------------------------------------------------------------------
- A Miriam sei piaciuto molto, Sandro. (io) ed anche Lella le è piaciuta molto ed anche a me lei è piaciuta molto. Ascolta, io non voglio solo lei, voglio anche te.
- Per Miriam?
- Si, ma anche per me.
-------------------------------------------------------------------------------------------
- Sandro, amore; quei due sono un pò originali, ci hai fatto caso?
- Si, amore, però finisci di spogliarti.
- Vuoi chiavare, amore? Lo sai che lo faccio per te.
- Lella, la mia disperazione è che ti vedo insoddisfatta.
- Oramai ci siamo abituati a farlo così, ma io sono stanca di masturbarmi. Sai che mi ha detto Miriam? Che anche loro stavano..."appasendo" ma che hanno ritrovato la loro felicità con....ha detto...una coppia...aperta.
- Che significa, Lella?
- Se ho capito bene, lo fanno insieme ad un'altra coppia e diceva Miriam, che è perciò che si amano ancora così fortemente, perchè sono diventati complici. Tu lo sapevi?
- Va bene, vieni. ti faccio vedere una cosa sul pc.
Lei stava nuda e mi seguì nello studio. Trovai quel messaggio e le feci vedere le foto.
- Sono belle, amore, anche lui è bello. Ma perchè te le hanno mandate?
- Perchè vorrebbero farlo con noi.
Stavo per chiudere ma Lella mi fermò. Mise sullo schermo la foto in cui stavano tutti e due nudi e si vedeva che Luigi aveva un cazzo molto grosso.
- Amore. mi eccita guardare il suo pene duro. Ti dà fastidio? A me non dà fastidio se tu guardi la sua fica.
- No, non mi dà fastidio, guardalo ancora.
Quella sera chiavammo come forsennati; la chiavai a pecorina e la feci venire e poi ancora. Mi fece venire due volte e la seconda volta la chiavavo mentre lei si masturbava il clito: ebbe un orgasmo fortissimo.

- Sai perchè é successo , amore? La foto di Luigi e Miriam ci ha eccitati, forse abbiamo desiderato dic farlo con loro, vero?
- Lella, pensaci e decidi tu. Faccio tutto quello che può darti felicità.
- Ti amo e ti amerei anche se stessi sotto un altro uomo, ti amo. Stanotte sei tornato ad essere il mio amante; che succederebbe se lo facessimo insieme a loro? Ah, non ci voglio pensare.

- Si,Luigi, questa è la sua mail. Mandale foto del tuo cazzo. Fallo appena puoi.
- Si, e tu mandale a Miriam. Oramai ti vuole proprio.
(continua)