i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy webcam Chat  | ChoCam Mature webcam  |  Live18 |

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +
Ciao sono Lara, la classica brava ragazza. Ho 32 anni, sono alta e formosa, ma nello stesso tempo anche abbastanza atletica. Pratico sport e palestra in mo do costante.
Mai uno spinello, bevo quanto basta e un solo fidanzato, bravo ragazzo anche lui.
Lavoro in una media azienda di provincia da molti anni, mai un problema e mi dò da fare per il bene dell'azienda.
Tutto normale, direte voi, se non fossi pervasa dentro da un'innata voglia di trasgredire e provare nuove esperienze.

Nel corso degli anni il rapporto con il mio ragazzo si è stabilizzato, il sesso avviene ormai ogni tanto e sempre in modo tradizionale.
Nel frattempo si è creato nei confronti del mio capo un certo feeling. Lui ha 47 anni ed è sposato.
In realtà non ho mai preso in considerazione il fatto che potesse nascere qualcosa tra di noi, in quanto sia io che lui credevamo nella fedeltà e nel rispetto dei nostri ruoli.
Per anni abbiamo avuto solo ed esclusivamente rapporto di tipo lavorativo. Mai uno sgarro, mai una mano o una parola fuori posto. Sempre molto rispetto e professionalità.

Nell'ultimo periodo, però, qualcosa è cambiato..
Gli sguardi si sono fatti più intensi e profondi, e ci troviamo spesso a parlare molto e confidarci. Anche su questioni più profonde riguardanti i notri rispettivi rapporti privati.

Un giorno, mentre eravamo seduti vicini per completare un lavoro importante, mentre gli stavo passando un foglio, inconsciamente le nostre mani si sono sfiorate. E' stato un secondo, ma tanto è bastato per sentire un brivido partire dai piedi ed attraversarmi tutta.
D'istinto ho ritirato la mano e l'ho guardato negli occhi. Occhi verdi, che mi fissavano come non avevano fatto prima.
Quel giorno indossavo un abito bianco, era estate e faceva molto caldo. Era scollato al punto giusto.

Lui continuav a fissarmi, ed io imbarazzata:
"cosa c'è?"
"niente, è solo che... oggi sei cosi bella..." dice lui

abbasso lo sguardo e mi rendo conto di arrossire. Ed ecco che accade l'imprevisto.
La sua mano accarezza il mio viso e mi fa alzare lo sguardo che incontra il suo.
Il suo viso si avvicina al mio e mi bacia.
Io rimango senza fiato, e mi tiro indietro. Lui subito:
"scusami, non so cosa mi sia preso, non sono riuscito a resistere"

in quel momento mi sono resa conto che non avrei desiderato altro che stare con lui e vivere a pieno quella situazione. Cosi gli rispondo:
"sai.. non riesco a resistere nemmeno io"..
mi avvicino a lui e lo bacio.
Inizialmente in modo timido e titubante. Le nostre labbra si sfiorano, poi ecco che fanno capolino le lingue che si incontrano. Ormai la passione è partita.
Prendo io l'iniziativa. Mi alzo e mi siedo sopra di lui continuando a baciarlo.
la sua mano mi accarezza i capelli, poi il viso... e piano piano scende sfiorandomi il seno.
Sento un brivido....
Mi abbassa lentamente la spallina dell'abito baciandomi la spalla.
Io nel frattempo inizio a slacciargli la camicia, e ogni bottone slacciato, mi abbasso sempre di più baciandogli il petto e leccando il suo torace.
Arrivo ai pantaloni che vado prontamente a slacciare e a sfliargli... ecco che fa capolino il suo sesso. Bello e duro.

lo prendo tra le mani ed inizio ad accarezzarlo, partendo dal basso verso l'alto.
Inizio il lavoro di lingua dalla base alla cima, soffermandomi a stuzzicare la sua sensibilità. Stefano apprezza. Ora non ho più freni.
Lo prendo in bocca e inizio a muovermi su e giu succhiandolo avidamente.
Sento che sta per venire, ma mi fermo... non è il momento.
Ora tocca a me...

Lui si alza e mi fa alzare di fronte. Mi bacia ancora e nel frattempo lascia cadere a terra il mio abito bianco.
Sono in perizoma e reggiseno di pizzo.
Slaccia il reggiseno, e inizia a leccarmi il seno.
Si sofferma sui capezzoli che mi succhia.
Io godo e fremo, non ce la faccio più.
Libera la scrivania e mi fa sdraiare sopra.
Continua la sua discesa leccandomi dal seno, la pancia e l'ombelico.

Mi invita ad aprire le gambe e si sofferma ad annusare i miei profumi da sopra il perizoma che si appresta a sfilarmi.
Ormai sono completamente nuda davanti a lui. Le mie lunge gambe sono allargate, e Stefano si inginocchia davanti a me.
Finalmente la sua mano mi accarezza e le sue dita iniziano a penetrarmi.
Un fremito di piacere..
Intanto ecco la sua lingua che mi stuzzica il clitoride. Sto impazzendo.
Sento che sto per arrivare anche io, ma si ferma.
Vogliamo arrivare insieme.
Si alza, uno sguardo d'intesa ed ecco che in colpo deciso il suo sesso mi riempie.
Restiamo qualche secondo cosi, poi ecco che Stefano inizia a muoversi, sempre più forte e sempre più deciso.
Che esperienza meravigliosa!!
Io impazzisco di piacere.
Continuiamo a baciarci, ed ecco che stiamo raggiungendo entrambi l'apice del piacere.
Gli dico che prendo la pillola.
Mi continua a baciare e mi penetra sempre più forte, raggiungendo insieme l'orgasmo.

Si lascia andare sopra di me, siamo sfiniti ma felici.
Abbiamo scoperto un'intesa mai raggiunta prima.
In quel momento penso al mio fidanzato, a sua moglie... a quello che abbiamo fatto..

accenno qualcosa a lui che mi zittisce:
"scchhh... godiamoci il nostro momento, poi ci penseremo".
E sollevata e più serena mi abbandono tra le sue braccia.