i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy webcam Chat  | ChoCam Mature webcam  |  Live18 |

[ - ] Stampante
Indice
- Text Size +
La mia storia è molto semplice.

Nato a Salt Lake City, nello Utah, per i primi diciottanni della mia vita non ho fatto altro che fare tutto quello che veniva chiesto ad un buon figlio.
Non mettersi nei guai, avere buoni voti a scuola, praticare sport e rispettare i genitori. Per carità, non credo mi sia mai mancato niente. Vivevo in una bella casa, in un buon quartiere, che si sviluppava sue due piani e aveva un giardino tutto per se. Insomma, esattamente come quella accanto, quella accanto ancora e così via. Una serie di vite monotone, nella più completa pace, senza mai niente di nuovo, niente che scuotesse tutte queste vite non vissute.
Dopo l'orario di scuola tornavo a casa, mi mettevo sui libri e studiavo. Finito di studiare uscivo a giocare con gli amici del quartiere. Quindi tornavo a casa, recitavo una preghiera davanti alla tavola insieme alla famiglia e poi andavo a dormire, riposandomi per un giorno che sarebbe poi stato uguale a quello precedente.

Cos'è cambiato poi?

Internet. Sembrerà strano ma per quasi tutta la vita non avevo neanche mai pensato di perdere tempo davanti ad uno schermo. La vita si vive fuori di casa, all'aria aperta, così mi hanno insegnato.
Quando poi, per esigenze scolastiche, ho dovuto approcciarmi a questa realtà, tutto è cambiato.
Inizialmente usavo il computer solamente per ricerche, magari qualche gioco, quelli di cui tutti parlavano fra i banchi di scuola.
Poi ho scoperto il porno. Certo, qualche fumetto hentai, qualche rivista per adulti ogni tanto girava per le aule, ma in camera, con un click, potevo vedere tutto quello che l'immaginazione poteva solamente farmi assaggiare.

Iniziai ad uscire sempre di meno di casa. La sera scappavo da tavola per chiudermi in camera mia e perdere gli occhi davanti ad innumerevoli video. Potevo avere donne di qualsiasi tipo. Magre, grasse, bionde, scure. Due donne alla volta, addirittura tre, o quante più volessi. Potevo dar vita ad ogni fantasia che mi venisse in mente, tutto digitando qualche parola in una barra di ricerca.
Il porno divenne il mio più grande sfogo.

Nel frattempo mi diplomai e venni preso in un'ottima università. Lontano da casa. Nell'Illinois, precisamente. Ne parlai con i miei genitori che, ovviamente, mi spinsero ad andare. In quell'università avevano studiato alcune delle più brillanti menti degli stati uniti, gente che ha poi sfruttato i propri studi per aprire aziende milionarie, gente che ha vinto premi nobel addirittura. Perché non potevo essere una di quelle?

Così decisi di partire.

Devo essere sincero? Beh, perché no. Dopottutto se sto scrivendo queste parole è perché voglio raccontare la mia storia e non ho motivo di mentire.

Non decisi di allontanarmi così tanto da casa, dalla sicurezza del mio quartiere, dagli amici e dalla famiglia per via degli studi. Andai fin laggiù perché avevo conosciuto, tramite qualche sito in cui si gioca di ruolo, una persona.
Una ragazza, della mia età, che studiava già da un paio d'anni in quella stessa università. Lei mi convinse a fare richiesta per entrare all'università Urbana-Champaign.
Con questa ragazza mi ci sentivo da parecchi mesi oramai. Lei sapeva tutto di me, mi ero aperto con lei come forse non mi ero mai aperto con nessuno al mondo.

Ad oggi, che di anni ne ho ventisei, non ho ancora idea se andare laggiù sia stata una buona scelta o meno. Ma devo dire che la mia vita è cambiata molto. Ho vissuto cose che probabilmente la maggior parte di voi neanche possono immaginare.

Ovviamente non ho finito gli studi. Dopo il primo anno mi sono ritirato e ho continuato la mia vita a Chicago. Ma arriveremo anche a questo.

Per ora credo che mi dovrò fermare. Lei sta arrivando e non sarebbe contenta di trovarmi davanti al computer intento a scrivere queste parole.
Note finali:
Questo vuole essere solamente un capitolo introduttivo.
La storia ancora non è completa e non so quando finirò di scriverla, pronti ho già un po' di capitoli che però pubblicherò col passare del tempo.
Per qualsiasi cosa potete scrivere al mio indirizzo mail: Jaakob.Buster@gmail.com