i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy Video Chat | Gay Cam | Messenger - NEW |

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +
Note:
Se volete contattarmi potete farlo all'indirizzo:
cigno2017@gmail.com
Note dell'autore:
Commentate liberamente su cigno2017@gmail.com |

Capitoli in anteprima su veneresole.tumblr.com |

Nuovi capitoli ogni lunedi, Mercoledi, Venerdi!
Un risveglio


Sei solo uno stupido idiota pervertito.
Sei solo uno stupido segaiolo che passa le giornate a farsi le seghe.
Le seghe. Questo tu fai e farai per il resto della vita.
Questo sei diventato. Dopo essere stato in grado di rovinare l'ennesima relazione della tua vita, di questo ti nutri: Sborrate espresse.

Si, lo so. Il termine sborra ti fa eccitare. E' volgare e lo usi per avere l'erezione imponente. Con quella parolina lì e un video di Jynx Haze che apre il culo nascosta nel carretto delle limonate, la sborrata è garantita.
Quanto? 2 minuti? 1 minuto? 20 secondi?
5 secondi!
Escludiamo il tempo fisiologico per slacciarsi i jeans. Sempre che tu porti ancora i jeans... sempre che tu non ti sia ridotto alla tenuta casalinga del “Pantaloncino se sto in compagnia, mutanda se sto in stanza, uccello di fuori se in casa non c'è nessuno”.

Questo sei diventato. Un uccello svolazzante e annoiato.
Un pisello che sborra quattro volte al giorno senza davvero godere.


Un lavabo


Guardati allo specchio.
No, non la turgida erezione mattutina con il glande lucido. Guardati in faccia.
Hai le occhiaie.
Hai fatto tardi anche oggi, eh?
Non sei uscito, perché hai preferito farti le seghe davanti quel video sulle donne che parlano sboccato.
Per questo io, che sono la tua voce interiore, ho questo linguaggio.

Mi hai volutamente insegnato le parole sborra, culo, pompino. Vuoi che le ripeta per te costantemente in modo da fartelo venire duro e smettere di pensare.

Pensare a cosa?
A cosa pensi tutte le mattine? Quale categoria esplorare? A quale depravazione arrivare? Come raggiungere l'orgasmo in modo più rapido?

Questo sei diventato. Un pompino.
No aspetta. Non è una parola che c'entra tanto col contesto.
Culo.
No aspetta, qualcosa non va. Ah beh, certo. Stai di nuovo pensando al sesso. E io, che sono la tua coscienza interiore, sono riempito da queste parole random nonostante stia cercando di rimproverarti.
Riempito come il culo di quella tipa li che hai visto in quella GIF animata.
Ok basta.
Fermati. Stai concentrato.
Sei davanti lo specchio.

Guarda bene. Sembri stanco. Lavati i denti.
Hai un cattivo alito. Usa quel dentifricio antibatterico. Non quello sbiancante. Non osare rovinarti lo smalto già precario.
Non spazzolare così veloce. Concentrati sulle parti difficili da raggiungere.
No, quel rivolo bianco non somiglia alla sborra che cola durante una succhiata di cazzo.
No. Non lo ripeterò.
Succhiata di cazzo.
Cazzo.


Una colazione


Hai fame. Avverti l'esigenza di mangiare qualcosa. Anche il tuo stomaco sembra avvertirlo.
Sega. Una sega. Hai bisogno di farti una sega.
No, hai bisogno di carboidrati.
Vai in cucina. Fatti una ciotola di cereali con il latte.
Il bel latte fresco dal gusto intenso, che meraviglia! Il crunch dei cereali misto a quel sapore che ricorda le belle ciotole di latte di altri tempi.
Il latte bianco e corposo, che scende giù per la gola.
Fermati. Stai esagerando. Siediti e mangia.
Così, ecco. Mangia e gusta. Pensa ad altro. Pensa al fatto che oggi ti sei finalmente svegliato presto ed è una bella giornata.
Una bella giornata per guardare una compilation di culi neri grondanti d'olio.
No. Una bella giornata per fare una passeggiata.
Non ci pensare.
No.
Non iniziare a toccarti l'uccello.
No.
Ok, ma solo per una volta.
L'hai fatto di nuovo. Smettila. Non guardare nel vuoto e smettila.
Giusto, guarda la patta del pantaloncino. Perché indossi i pantaloncini? Non c'è nessuno in casa.
Dovresti stare a cazzo libero.
No. Dovresti fare altro. Basta sesso. Basta porno. Rimani vestito, finisci la colazione e guarda un film. Oppure studia. Ricordi? Lo studio? Quello che ti sei ripromesso che ti sarebbe servito?
Per l'esame? Gli esami? Ricordi gli esami? Quelli dove se non studi te la prendi nel culo?
Nel culo come quella grande bonazza di Remy Lacroix. Come lo prende bene lei...
Basta! smettila di pensare a Remy Lacroix. Stai ancora mangiando.
Ah, no. Hai finito. Li hai divorati. Bravo. E ora che farai? Non pensarci. Non farlo.
Alzati, invece. Segui me.
Note finali:
Commentate liberamente su cigno2017@gmail.com |

Capitoli in anteprima su veneresole.tumblr.com |

Nuovi capitoli ogni lunedi, Mercoledi, Venerdi!