i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy Video Chat | Gay Cam | Messenger - NEW |

[ - ] Stampante
Indice
- Text Size +
Note:
ATTENZIONE: È un racconto di fantasia. Nomi, personaggi, luoghi e avvenimenti sono frutto dell’immaginazione dell’autore o sono usati in maniera fittizia. Qualsiasi somiglianza con persone, vive o morte, accadimenti o località realmente esistenti è puramente casuale.
Un pomeriggio inoltrato di luglio. Matteo, ventiquattrenne, studente di chimica all’università Statale di Milano, gli venne in mente di organizzare una serata diversa dal solito. Pensò di andare al cinema in compagnia della sua fidanzata Arianna.

Lei, studentessa universitaria di medicina, solamente un anno più grande di Matteo, taglia trentotto, capelli lunghi neri, seconda di seno abbondante, labbra carnose, ma non troppo. Entrambi si conobbero per caso al bar dell’università, ove Matteo le offrì la colazione. Da quel giorno nacque una storia amorosa tra loro due.

Verso la metà di luglio, Matteo chiamò Arianna per dirle della serata al cinema. Immediatamente, lei rispose
“Ciao! Sì, mi andrebbe di andare al cinema, ma a vedere cosa?”
“A vedere un bel film. È appena uscito un nuovo horror, dicono che è bello” – disse Matteo.
“Stai scherzando spero. Lo sai che a me non piacciono gli horror.” – rispose Arianna
“E dai. Ci si diverte un po’, almeno fa fresco”
“No, non voglio venire. Troviamo altro da fare.” – disse Arianna.

Qualche minuto più tardi, Matteo pensò di contattare Daniela e Marika. La prima, venticinque anni, taglia quarantadue, un culo perfetto a mandolino, terza di seno, studentessa di biologia all’università Bicocca di Milano, single, ma con una voglia matta di divertirsi. Il suo orientamento sessuale fu sempre bisessuale. Quest’ultima le nacque ai tempi delle superiori, quando una sua compagna di classe le diede un bacio in bocca con la lingua e le sfiorò la vagina con le dita della mano destra. In quell’attimo, pensò dentro di sé “Si ok. Anche un rapporto saffico ci può stare. Sono di ampie vedute.”.

Da quel giorno, iniziò a frequentare locali gay ed ebbe diverse esperienze sia con ragazze sia con ragazzi. Non storie serie di lunga durata, ma molte avventure di sesso.
Marika, coetanea di Daniela, migliore amica di Arianna. Lei ha un seno più piccolo rispetto alla sua migliore amica, porta una prima, ma con tutte le curve al posto giusto. Si diplomò al liceo classico, e fortunatamente trovò lavoro come giornalista per un quotidiano sportivo. A differenza di Daniela, lei ebbe solo un rapporto saffico, con una sua collega di lavoro al giornale, ma la cosa non la eccitò molto. In passato ebbe una storia, per lo più di sesso occasionale con un suo amico intimo, ma terminò dopo due anni, in quanto il egli si trasferì in un’altra città per motivi personali. Marika e Arianna conobbero Daniela un venerdì sera in un locale in zona Porta Ticinese a Milano. Da quella sera tutte e tre diventarono amiche e conobbero anche Matteo.

Dopo che Vanessa declinò l’invito del suo fidanzato. Matteo contattò Marika chiedendole del cinema, lei acconsentì immediatamente. Più tardi si unì anche Daniela. Quest’ultima accettò di andare al cinema solo per un motivo, voleva baciare in bocca Marika. Poiché dal primo giorno che la conobbe, Daniela pensò intensamente a Marika, più volte andò nei bagni dell’università e si masturbò pensando intensamente a lei ed immaginò quanto fosse bello portarsi a letto la migliore amica di Arianna.

Arrivò venerdì sera, tutti e tre presero posto nell’ultima fila della sala. Fu veramente pieno. Matteo si sedette in mezzo alle due ragazze. Il film anche se era horror, ci fu una scena di sesso lesbo, due giovani ragazze che si misero nella posizione 69, entrambe leccarono la figa dell'altra, due vagine super depilate. In quel momento Matteo era eccitato e tirò fuori il suo cazzo già in erezione, ben ventuno centimetri di cazzo. Daniela ninfomane se ne accorse subito e lo prese con la mano sinistra. Successivamente si abbassò e prese quel bastone nella sua bocca calda. Marika vide tutto, ma non le diede fastidio, anzi la cosa le fece bagnare le mutandine e fu così che andò col viso verso destra e prese in bocca il cazzo di Matteo. Lui non poté credere ai suoi occhi, due amiche di Arianna, gli stavano facendo un pompino. Daniela e Marika si alternarono: mentre la prima prese in bocca l’asta di Matteo, l’altra gli leccò le palle, queste ultime piene di sborra calda. Dopo qualche secondo lui prese iniziativa e domandò a Daniela “Che ne dici di andare in macchina?”.

“Sì. Si potrebbe fare, ma avrei preferito passare qualche minuto da sola con Marika. Puoi restare a guardare se vuoi” – rispose Daniela.

Successivamente tutti e tre uscirono dal cinema. Una volta in macchina, Matteo tirò fuori nuovamente il suo cazzone, entrambe le ragazze ripresero il pompino. Daniela si tolse la maglietta aderente, non si mise il reggiseno quella sera, lui ebbe davanti delle meravigliose tette, subito si mise a succhiarle, i capezzoli di Daniela erano duri ed eccitati. Marika era sempre sul cazzo di Matteo. Lei sembrò la regina del pompino, lo fece meglio di una troia, lingua intorno alla cappella, successivamente l’intero cazzo in bocca, poi la lingua calda di Marika percorse l’asta del cazzo. Continuò così per qualche minuto.

In un secondo momento, Matteo urlò alle due ragazze “Sto per venire!”. Subito Daniela si precipitò sul cazzone ed aprì la bocca, litri di sborra calda uscirono e riempirono il viso e la bocca della ragazza. Marika rimase impressionata, non aveva mai visto un ragazzo venire con tutti quei litri di sborra calda. Dopo qualche secondo, Marika avvicinò la sua bocca al viso di Daniela, quest’ultima le ordinò di leccarle il viso e di assaporare il nettare di Matteo. In quel momento Marika si rese conto di trovarsi in uno stato di choc. Daniela aveva preso il controllo della situazione e lei obbediva supinamente ai suoi ordini, inoltre baciò anche con la lingua la sua amica. Fu un bacio veramente passionale. In quel preciso momento, Daniela infilò la mano destra all’interno dei jeans della sua amica, poté sentire che le mutandine erano bagnate. In una frazione di secondo, Daniela decise di infilare due dita nella vagina della sua preda. Marika rimase incantata, ma era super eccitata, ed urlò dal piacere.

Ormai era da poco passata l’una di notte, tutti tornarono nelle rispettive case. Tutto questo successe all’insaputa di Arianna.
Passarono tre giorni, il quarto la migliore amica di Arianna, le inviò un messaggio
“Ciao! Sai il buon Matteo ha un cazzo fantastico, beata te che scopi con lui. Venerdì sera andammo al cinema e fu divertente!”
“Come siete andati al cinema? Chi? Cosa c’entra il cazzo del mio ragazzo?” – rispose Arianna.
“Allora Matteo non te l’ha detto. Bene siamo andati al cinema, io, Marika ed il tuo fidanzato.”
“Sul serio?” – chiese Arianna, con l’aria incazzata.
“Sì”
“Ok. Ascolta, cosa vuoi dire molto divertite?” – domandò Arianna.
“Sai, sia io che Marika gli abbiamo fatto un pompino che difficilmente dimenticherà”. – disse Daniela
Immediatamente Arianna telefonò ad Matteo. Gli chiese spiegazioni, e lei si incazzò fortemente ed aggiunse
“Questo genere di cose non mi piacciono! Non sono una troia! Non ti basto io? Non scopiamo abbastanza?” – domandò Arianna, gridando.
“Calmati Arianna. Non ci vedo nulla di male. Amo te non loro.” – rispose Matteo.

In quel momento Arianna era incazzata nera. Era molto gelosa e la cosa le diede molto fastidio. Contattò Marika per chiederle spiegazioni. Le spiegò che fu in un attimo, era come ipnotizzata e siccome non aveva un ragazzo da mesi, allora prese iniziativa e fece un pompino ad Matteo.

Successivamente Arianna passò intere settimane a litigare con le sue amiche dell’accaduto. Si prese del tempo per pensare. Per diverse settimane non pensò a nulla, fu anche indietro con gli esami in università. Verso fine agosto, prese coraggio e decise di parlare con Matteo. Egli in quel momento non ebbe colpe, per lui fu la cosa più normale del mondo. La sua ragazza, non nascose la gelosia e prese una decisione. Mollò il suo ragazzo. Spiegò che un tradimento non si può perdonare.
Dopo qualche mese, Arianna, riprese contatto con Matteo. Decise che gli avrebbe dato una seconda opportunità e se fosse andato con un’altra ragazza, poteva andarci, ma solo se lei gli avrebbe concesso il permesso.
Cambiarono entrambi, ora frequentarono un night club di lusso in zona Milano centro, ove ogni venerdì e sabato notte vi era la serata per lo scambio di coppia.
Note finali:
Eventuali commenti. Tramite messaggio privato. Grazie