i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +

Mi chiamo Luca ed ho compiuto 18 anni sei mesi fa.

Sono il frutto precoce di una ragazzina rimasta in cinta a 15 anni che ora, i conti sono presto fatti, , ne ha 33

Mia madre è un donna bellissima , ancora giovanissima, , un corpo perfetto, bellisimo, gran seno , forme armoniose e curve procaci.

Al mio concepimento seguì un matrimonio riparatore , tirato avanti alla meno peggio per 10 anni, sino a quando mio padre decise che non ne poteva più degli impegni e del peso che comportava avere una famiglia sulle spalle, ed, ad un certo punto, se n'è andato abbandonandoci entrambi.

Mia madre non s'è scoraggiata e, con l'aiuto dei nonni che le sono sempre stati vicini, ha trovato un occupazione che le ha permeso di raggiungere l'unico scopo della sua vita, che era quello di crescere il suo unico e solo vero amore,  cioè il sottoscritto.

Come, credo, la maggior parte dei maschi, io sono follemente innamorato di mia madre e non solo di un amore puro e filiale, ma, da quando ho provato i primi impulsi sessuali , io l'ho sempre desiderata anche sessualmente.

Le prime seghe me le son fatte, da ragazzino, pensando a lei e poi , crescendo, spiandola dal buco della serratura quando andava a fare la doccia, o da quello della camera da letto quando si cambiava.

Io non so se se ne sia mai accorta, ma non ha mai fatto nulla per impedirmi quella vista meravigliosa di lei nuda.

Molte volte abbiamo dormito assieme e, credo, che in più d'una occasiome io l'abbia sfiorata con il mio cazzo duro, ma lei non ha mai permesso che tra noi accadesse qualcosa , ma, allo stesso tempo, non mi ha mai rimproverato e non ha mai potuto impedirmi di desiderarla.

Tra di noi c'è sempre stata tanta complicità, non ci siamo mai nascosto e non ci nascondiamo nulla , ma il sesso è sempre stato un argomento difficile da affrontare sia per lei che per me.

Io non so esattamente quale sia stata la sua vita sessuale in questi 8 anni di vedova bianca, ma non ho ricordo che lei abbia dormito una notte fuori casa o abbia ritardato nel rientrare dal lavoro.

Logicamente le occasioni non le saranno mancate.

Troppo bella e sensuale per non scatenare una tempesta dei sensi negli uomini , ma non escludrei che, dopo la separazione, lei abbia rinunciato di vivere la sua sessualità, almeno con gli uomini, visto che di amiche ne ha avute sempre tante, ma di amici pochi

Non so cosa lei pensasse di me e della mia vita intima, , ma , vista la mancanza di ragazze nella mia vita, il mio attaccamento morboso per lei, e la certezza che non fossi gay, non mi stupirebbe se lei fosse convinta che io fossi ancora vergine.

Questa la situazione

Qualche giorno prima del mio 18esimo compleanno, mi chiese come lo avrei tracorso., intuendo che non l'avrei passato a casa con lei.

Giocai d'azzardo sperando di metterla a disagio ed in difficoltà

Le confessai che da anni avevo in animo un desiderio ed un progetto per festeggiare la mia raggiunta maggiore età . Le dissi che avevo intenzione di passre la nottata del mio compleanno in un club-privè in Croazia , appena oltrepassato l'ex confine e di cui gli amici mi avevano tanto parlato come di un luogo frequentato da singoli e da coppie e dove incontrasi non era un problema .

Vidi un sorriso amaro disegnarsi sulla sua bocca. ed un velo di preoccupazione e di tristezza stamparsi sul volto

Non so cosa le passasse per la testa in quell'istante, ma credo che la turbasse e la rattristasse il pensiero che in quel momento mi stavo allontanando da lei, che, sicuramente, un'altra donna sarebbe entrata nella mia vita ed avrebbe preso il suo posto, com'era giusto e naturale che fosse, e che, poco a poco , mi avrebbe perduto.

Il giorno dopo eravamo in salotto a guardare la Tv ed , all'improvvviso. mi ha chiesto se andavo in Croazia con la mia ragazza.

Le risposi che non avevo nessuna ragazza e che, se l'avessi avuta, lei sarebbe stata la prima a saperlo.

Lasciò passre appena 5 minuti d'orologio e poi m i disse:

 

“ Mi porti con te? “

Note finali:

Per commenti

 

aristarco718@gmail.com