i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +
Lei rientra in macchina, chiude lo sportello.
Silenzio.
Colpo di tosse e mi faccio coraggio.
Io:"Allora?"
Lei mi guarda esterrefatta.
Lei:"Allora che?!"
Silenzio.
Io:"Dico...com'è andata?"
Lei:"Avevamo un accordo, di non parlarne."
Silenzio.
Io:"Sì ma.."
Lei:"Andata. Punto"
Io:"Ok,ok. "
Silenzio.
Io:"Volevo solo sapere se stai bene o se è stato un incubo come pensavi!"
Lei:"Sto bene. Ora voglio solo andare a casa"
Io:"C'è un bel traffico, ci vorrà almeno mezz'ora per arrivare a casa"
Lei:"Cavolo.."
Silenzio per 2 minuti.
Io:"E' stato gentile?"
Lei:"Basta! non ne voglio parlare!"
Io:"Volevo solo sapere se ti ha messo a tuo agio, mi preoccupo per te"
Lei:"Ascolta: quando abbiamo deciso di coinvolgere una terza persona per avere un figlio, le premesse erano.."
Io:"Sì sì lo so, discrezione e parlarne il meno possibile. Mi sembri arrabbiata. Ti ha trattata male?"
Lei:"No, anzi. Gentilissimo."
Silenzio.
Lei:"Speriamo non sia stato per nulla"
Io:"Ma come?! Non avevi detto che era il giorno giusto? Che eri in calore ecc..?"
Lei:"Certo ma non è matematica..."
Silenzio.
Io:"Com'è stato?"
Lei:"Ancora?!"
Io:"Insomma, ti è piaciuto?"
Lei:"Cosa!? Il piacere non c'entra nulla con tutto questo"
Io:"Sì sì lo so. Ma ciò non toglie che sei una donna..."
Lei:"Certo non posso dire che non me ne sono accorta..."
Lei:"Ora però dobbiamo sbrigarci"
Io:"Che succede?"
Lei:"Sento come se...sì insomma dobbiamo far presto"
Io:"Come se?"
Lei:"Come se..sta uscendo, mi bagnerò!"
Io:"Uscendo? Cosa?!"
Lei:"COME COSA?! Cosa dovrebbe uscire secondo te?!"
Io:"Non ti sei pulita per bene?!"
Lei:"Lo sai che così ci sono più possibilità! Ma pensavo di arrivare presto a casa! Accidenti..."
Io:"Sei rossa in viso. Non mi hai detto nulla di lui. Era dotato?"
Lei:"Sei un ragazzino!"
Silenzio.
Lei:"Poco più della norma..Ma ora basta domande. Pfff non smette...Sento che mi sto sporcando tutta."
Io:"Il traffico peggiora..."
Lei:"Guarda qui! Anzi no, mi vergogno."
Io:"Che chiazza! Si vede eccome!"
Lei:"Non dovevi guardare! Domani dovrò lavare tutto."
Silenzio.
Io:"Hai goduto? Ormai ne stiamo parlando..."
Lei:"Ma sei matto?"
Io:"No?! Non ci credo. Siete stati quasi un'ora"
Lei:"Ci è voluto un po' perchè lui, nonostante abbia ammesso che sono molto attraente, era imbarazzato. Quindi abbiamo aspettato un po'."
Io:"L'hai aiutato?"
Lei:"Cioè?"
Io:"L'hai aiutato con 'qualcosa'?"
Lei:"Ma che dici!?...Giusto una carezza! Altrimenti avremmo fatto notte!"
Silenzio.
Lei:"Non certo una sega!"
Io:"Sì sì ho capito."
Io:"Ma non mi hai ancora detto se sei venuta"
Lei:"Non è giusto quello che mi stai facendo. Lo sai che mi vergogno"
Io:"E dai! Non mi dà fastidio. Giuro. Devo solo dare un freno alla mia fantasia e solo tu puoi aiutarmi"
Lei:"Non lo so. Dopo un po' che non veniva mi sono decisa a sbottonarmi il reggiseno..."
Io:"Ah"
Lei:"E lui ha preso in bocca un capezzolo. Credo di averlo aiutato ma è stato allora che forse ho perso un po'... di lucidità..."
Io:"E sei venuta..."
Lui:"pfff"
Io:"Non c'è nulla di male se hai avuto un orgasmo. E' umano!"
Lei:"Ma io amo te!"
Io:"Sì ma avevi un cazzo nella pancia!"
Silenzio.
Mi faccio coraggio e le tocco i jeans tra le gambe.
Io:"Wow è decisamente sperma! E tutto l'abitacolo ne ha l'odore ormai"
Lei:"Fermo! Mi vergogno! E non accenna a smettere di uscire!"
Io:"Magari sei anche tu che lo stai 'alimentando'"
Lei:"Cosa?! Vuoi insinuare che mi sto eccitando?!"
Io:"Ma ne aveva così tanto?!"
Lei:"E io che ne so? Mica l'ho visto!"
Io:"Certo"
Lei:"Anche se.."
Io:"Anche se?"
Lei:"Anche se forse mi sbaglio ma credo di aver sentito il momento esatto in cui veniva."
Io:"Sentito?!"
Lei:"Sì, internamente. Lo sperma che usciva da lui e mi riempiva. Con te non l'ho mai avvertito."
Io:"Siamo arrivati, siamo a casa."
Lei:"Finalmente! Vado a lavarmi!"
Sospiro. Coraggio.
Io:"NO. VIENI CON ME..."