i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy Video Chat | Gay Cam | Messenger - NEW |

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +
Note dell'autore:
Se anche voi siete impazziti con l'ultimo aggiornamento di Windows 10, bhè, spero che questo vi metterà di buon umore.

Buona sega a tutti :-*
Il nostro piccolo espertino, dopo la sverginazione, giaceva come troia morta in terra, con un'espressione ebete e la bava alla bocca. Vivide e nitide, davanti ai suoi occhi, scorrevano le immagini della perfetta vagina schiusa di quella valchiria indomita che a lui si era concessa. Immaginava il suo culo, così perfetto, così tondo e morbido, che gli sembrava quasi di toccarlo, come se stesse indossando uno dei suoi visori per la realtà virtuale. I driver del suo cervello, fino ad allora sempre funzionanti e metodici, avevano riscontrato un errore che, nella sua mente, si configurava come una schermata blu il cui messaggio di errore riportava UNEXPECTED_PUSSY_POWER.
Era tempo di aggiornare la sua vita ad una nuova build; era finita l'era delle seghe in Mixed Reality e dei video porno in Miracast su grande schermo, era iniziata l'era di chiavare.
Già! La figa può cambiare il mondo.
Dal canto suo invece, la bella valchiria, dopo essere stata domata, si riposava le gambe, in attesa di aprirle nuovamente e presto. Non avrebbe mai pensato che l'avrebbe data a uno sfigatello cazzo-moscio come quello, ma dovette ammettere di essersi divertita, e quindi, viziosa, decise di richiamarlo. I due si diedero nuovamente appuntamento a casa di lui per un'altra sessione, Il nostro nerd sverginato non poteva credere di star organizzando un vero appuntamento; stava parlando davvero al telefono con una che avrebbe fottuto di li a poco. Fino a quel momento, le sue conversazioni più erotiche erano state quelle con Cortana, la quale rispondeva "Scusa, ma temo di non aver capito".
Suonano alla porta. Lui, cazzo già duro e mani sudate, apre la porta; lei appoggiata contro lo stipite della porta, ciancica la sua gomma americana. Tacco 10, minigonna e top rosso, se lo guarda e ride.
Lei, capendo che lui è imbarazzato, lo guarda e dice:" Ehi bello, mi devi scopare, mica decifrare". Lui è perso; finalmente si sta rendendo conto che le build insider non sono le uniche a farglielo venire duro.
Lui la guarda tentando di fare uno sguardo più macho possibile e le dice:" Informatica e figa me l'hanno sempre fatto venire duro. Oggi, finalmente, unirò le due cose".
Lei, perplessa, lo guarda e dice:" Ma quindi si scopa oppure continui a farti le seghe?". Lui le risponde:"Vieni con me".
Arrivano davanti ad una stanza con la porta chiusae iniziano a baciarsi; la lingua di lei invade la bocca di quel nerdazzo che ancora non aveva imparato a baciare. Lei lo capisce e da brava nave scuola, lo istruisce sull'arte del bacio, profondo e sensuale, mentre nel frattempo gli prende una mano e se la infila in mezzo alle gambe. Al tocco della sua figa appena depilata, liscia e bagnata, la sua erezione schizza alle stelle ed il cazzo, già bagnato in cima, fa capolino dai suoi pantaloni oversize.
Lu, a cazzo duro, la mette da parte dicendole :"Andiamo in camera mia". Detto ciò, appoggia il suo cazzo turgido su una specie lettore digitale e sulla porta si illumina uno schermo sul quale appare un messaggio che recita "Windows (Pis)Hello sta riconoscendo il tuo pre-sperma", e poi "Riconoscimento riuscito. Buona scopata".
Entrano nella stanza del piacere del nostro nerd; un letto al centro ed intorno allo stesso, è disposta una telecamera, la quale riprende l'amplesso per trametterlo ad un Surface Laptop che, utilizzando una nuova funzione chiamata "Chiavata in prossimità" trasmette la scopata nei 6 schermi disposti in cerchio intorno al letto.
Lei, alla vista di tutto quel armamentario, si eccita ancora di più, e lo getta sul letto fiondandosi sul suo cazzo che ormai sembra esplodere. Lecca la cappella, soffermandosi sul buchino, scendendo poi lussuriosa lungo l'asta e circumnavigando le palle, per poi tornare su, senza mai perdere il contatto visivo. Immerge quel palo carnoso nella gola e lui, dotto di film porno, inizia sbadatamente a scoparle la gola, togliendolo di tanto in tanto per darglielo in faccia. Sazia di cazzo (si fa per dire), la vogliosa porca si alza e gli sbatte la sua figa in faccia, affondandogliela in bocca, e muovendo il bacino avanti e indietro, in modo da fargli leccare anche il buco del culo. Mentre lui affoga nella bontà degli umori vaginali, lei divertita e arrapata, si guarda la sua pisella spalmata in HDMI ad alta risoluzione su grande schermo.
È lei a comandare: si mette a pecorina e con le mani si allarga le natiche. Lui, sbadatamente, la infila e dopo un po' inizia a prenderci gusto. Le schiaffeggia le chiappe mentre le affonda nella figa, per poi passare al buco del culo, montandola come fosse una puledra da ingravidare. La sente gemere, strillare, graffiargli le chiappe e le gambe e allora si eccita ancora di più. Con una mano la afferra per una spalla e con l'altra si afferra il cazzo, ormai più duro di una Surface Pen, e lo alternanei due orifizi, ormai talmente larghi da sembrare uno solo. Dopo una bella montata, la cavalla si alza in tutta la sua bellezza. Calda, porca e con la figa che gocciava umori e saliva.
"Cosa sono quelli", chiede, indicando qualcosa nell'angolo della stanza. Lui, con fare saccente, rispone:" Sono visori per la realtà vituale". Nemmeno il tempo di dirlo. Indossano un visore per uno e lei si impala allo spiedo sul cazzo del nerd, ormai sulla strada per diventare un piccolo e chiavoso pornostar. Inizia ad infilzarsi a ritmo regolare, in una regolare armonia di velocità e decelerazione; con il visore sul viso, vedeva quello che lei voleva vedere. Una montagna di cazzoni tutti intorno a lei, pronti a fotterla all'inverosimile fino a farle avere più buchi di uno scolapasta. E lui? Anche lui vedeva ciò che aveva semrpe voluto vedere: una mandria di fighe in calore pretenziose di essere soddisfatte.
Ad un tratto tutto si annebbia, le immagini diventano sfocate mentre loro gemono e gridano. Lui le stringe le tette, lei gli graffia il petto. Messaggio di errore "CRITICAL_VIRGINITY_DIED". Tutto si ferma. Tornano alla realtà. La porca ormai riempita come un'involtino primavera, si alza e si sieded sulla faccia della sua vittima, lasciandogli la faccia smerdata di sborra. Lei si alza e se ne va. Lui rimane li, accasciato al sul letto con lo sguardo fisso sul suo Surface Laptop che riporta la scritta "Hardware Incompatibile. Ritorna alla versione precedente". Quasi se ne sbatte, perché, effettivamente, aveva già sbattuto quella che voleva sbattersi.