i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy Video Chat | Gay Cam | Messenger - NEW |

[ - ] Stampante
Indice
- Text Size +

 

Mi chiamo Ketty che è il diminutivo di Caterina, nome troppo serio per una donna come me.

Quanto stò per raccontarvi è accaduto circa due anni fà ed ha condizionato la mia vita per un anno intero, lasciandomi, poi, segnata per il resto della mia vita.

Sono una giovane donna di 35 anni, sposata con un uomo parecchio più grande di me, e madre di un figlio che oggi ha 18 anni.

Sono quella che la gente definisce una bella donna e gli uomini una gran figa

Il seno ed il culetto sono i punti di forza del mio corpo, ancora giovane e tonico come quando avevo vent'anni, risultato di una vita piena di attenzioni, rinunce  e movimento

Sessualmente sono pluriorgasmica e fortemente attratta dal sesso in ogni sua forma e maifestazione.

L'educazione, molto rigorosa, ricevuta da ragazza, ha fatto sì che la prima esperienza sessuale completa l'abbia avuta la prima notte di matrimonio, con il catastrofico risultato di scoprire che il mio partner, dotato al di sotto della norma, soffriva di eiaculazione precoce .

Lascio a voi immaginare cosa tutto questo abbia voluto dire per una ragazza che del sesso aveva solo una conoscenza teorica, ma con una voglia ed una determinazione  di imparare tutto e subito degna di miglior causa

Sempre per la mia educazione rigorosa, mi son guardata bene dal circondarmi di amanti o presunti tali, per cui, a parte qualche piccola trasgressione giusto per assaporare e coltivare quello che giudico il più grande piacere esistente sulla terra, ho passato la mia vita sessuale tra giocattoli ,vibratori, membri di gomma e tanta, tanta masturbazione.

I problemi sessuali di mio marito non mi hanno impedito di rimanere in cinta dopo pochi mesi dal nostro matrimonio, così, a soli 17 anni, mi son ritrovata mamma di un bel maschietto

Questa maternità precoce non mi ha permesso di intraprendere una carriera lavorativa, per cui , visto che non lavoro, faccio la mamma e la casalinga a tempo pieno, ma con tanto tempo a mia disposizione.

Dati questi presupposti,uno dei miei passatempi preferiti per arrivare a sera,è quello di viaggiare in internet , specialmente nelle chat a sfondo erotico, dove, in perfetto anonimato, intreccio spesso qualche relazione virtuale, giusto per trovare la giusta eccitazione per poi ricorrere , anche più volte al giorno,alla masturbazione, per soddisfare il mio continuo bisogno di godere.

Solo per inciso chiarisco che il computer per me è un animale sconosciuto, del quale conosco poco, solamente come entrare in google e, da qui, in una chat erotica,scegliere la stanza in cui voglio entrare , chattare, uscire, cancellare tutto e chiudere il computer.

Tutto il resto per me è un mistero

Per tutto quello che non è strettamente personale e di cui posso avere bisogno, ricorro a mio figlio che, da quando aveva 14 anni, sembra un laureato in informatica

E qui incomincia la mia storia

Circa due anni fà, mentre giravo in una chat erotica, in una stanza improntata alla sottomissione che ero solita frequentare, venni contattata da uno tale che nel nick si definiva un “ mentalista “

Era una persona gentile , educata, non volgare, che ebbe tutta la mia attenzioe, perchè in nessun momento di questa nostra prima “ chiacchierata “ cercò, in alcun modo, di conoscere i miei dati personali, a parte quellli fisici, come il numero di telefono o la citttà in cui vivevo, e , tantomeno, di proporre un incontro.

Lui si limitò a parlarmi dei suoi studi , dei suoi interessi , del tipo di rapporti che gli piaceva instaurare con la persona con cui stringeva amicizia

Lui mi disse che il suo interesse principale, quando instaurava un rapporto d'amicizia con una persona, stava tutto nel cercare di conoscere la mente della persona che gli stava di fronte , e, nel momento in cui avese ritenuto di aver capito quali fossero i sui i pensieri, i desideri nascosti , le ambizioni , i suoi freni inibitori, molte volte sconosciuti anche dalla persona stessa, cercare di condizionare la sua mente, quindi, il suo comportamento, allo scopo di raggiungere il miglior e più soddisfacente tipo di vita.

Non dimenticate che eravamo in una chat erotica, per cui era logico e sottinteso che i nostri discorsi avessero comme punto di riferimento il sesso,  per cui è facile immaginare il contenuto dei nostri discorsi, e quale aspetto della mia personalità interessasse approfondire a quella persona, ma il dialogo mi sembrò corretto , non volgare, e sufficientemente eccitante da far sì che la mia mano induggiasse, per la maggior parte del tempo, sulla mia fighetta, al punto che , nel momento di salutarci, ci scambiammo un appuntamento per ritrovarci l'indomani alla stessa ora, nella stessa stanza, di quella stessa chat.

 

 

Note finali:

per commenti o critiche

 

 

ketty7566@gmail.com