i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy Video Chat | Gay Cam | Messenger - NEW |

[ - ] Stampante
Indice
- Text Size +
Capodanno 2018 Mancava poco alle tre di notte, ormai era diventata quasi una tradizione festeggiavamo alla mezzanotte il nuovo anno e poi tutti in soffitta a guardare film horror, eravamo io, mia sorella il suo ragazzo e gli amici, seduti sui divani o per terra al buio tutti intorno alla tv a continuare a bere e a pominciare di nascosto, un urlo dalla tv mi sveglia, mi guardo intorno quei pochi che sono rimasti si sono addormentati, resto tranquillo riprendendo a guardare la tv in attesa di riaddormentarmi quando sento mia sorella dire sottovoce al ragazzo `dai smettila, se ci vedono che figura di merda facciamo` `ma chi vuoi che ci veda, dormono tutti e poi guarda come sono eccitato` dice lui cercando di convincerla `Sei pazzo! rimettilo subito nei pantaloni!` `Dai toccamelo un pò, poi lo rimetto nei pantaloni promesso` continua ancora lui sempre sottovoce `uff, va bene ma solo per pochi minuti, controlla che non si svegli nessuno` dice mia sorella che sembra essersi finalmente convinta, loro sono esattamente sul divano alle spalle della poltrona dove sono seduto io, sento il tintinnio del braccialetto che mia sorella porta al polso, inizia a diventarmi duro all'idea che gli stia facendo una sega `vai più veloce` commenta lui sottovoce confermando la mia teoria, lentamente mi volto provando a spiarli, fortunamente la luce della tv li illumina abbastanza, mia sorella sta con il pisello del suo fidanzato in mano intenta a segarlo, lui le mette una mano dietro la nuca cercando di farla chinare tra le sue gambe `dai, lo sai che non mi piace!` dice sottovoce mia sorella ponendo resistenza a fargli un orale `almeno a capodanno` mia sorella sbuffa ma lo accontenta, si avvicina al suo pisello tira fuori la lingua leccandoglielo, vederlo fare a mia sorella mi stranamente mi eccita sento il mio pisello duro, lentamente lo metto fuori anche io toccandomi lentamente, inizia a prenderglielo in bocca poco a poco sempre di più fino alla base, mi sto segando vedendo mia sorella che sbocchina il fidanzato, forse con troppa foga da fare inavvertitamente rumore, lei si rialza subito guardando nella mia direzione, io resto immobile `dai non era niente, stanno dormendo tutti` sussurra il fidanzato per farle riprendere il lavoretto di bocca `no dai, qui non mi sento a mio agio andiamo di là` i due si alzano e vanno nella stanza che di tanto in tanto usiamo quando abbiamo ospiti, ho ancora il cuore che mi batte fortissimo per poco non mi scopriva, eppure sono troppo eccitato per smettere di spiarli, aspetto diversi minuti poi come un ladro intento a non farmi scoprire vado verso la stanza, mi fermo a metà del tragitto nel corridoio, in quella stanza non c'è la luce hanno lasciato la porta aperta per vederci un minimo, vedo il suo fidanzato di spalle in piedi davanti al letto, lei probabilmente sarà davanti a lui a quattro zampe, la tiene per i fianchi iniziando a scoparla, li sento gemere sottovoce, `cazzo, il preservativo` dice lui spostandosi e controllando nel portafogli `li hai lasciati in auto stupido! sbrigati ti aspetto qui` dice mia sorella stizzita, lui si ricompone sta venendo verso di me, faccio appena in tempo a nascondermi, lui passa ed esce dalla stanza socchiudendo la porta, torno verso di lei, la porta è ancora aperta, lei è ancora lì a quattro zampe sul letto con il culo verso la porta, mi sto segando sul culo di mia sorella, lei si china un pò riesco a vederle anche le labbra della figa non potevo chiedere di meglio, sto pensando a quando sarebbe bello andare lì e scoparla quando mi ricordo di avere un preservativo nel portafogli, eccitato controllo e scopro di avere ragione, guardo il preservativo poi il culo di mia sorella, è rischioso ma non riesco a resistere, lo apro e lo indosso poi lentamente mi avvicino a lei, entro in stanza `dai sbrigati che si sta asciugando` dice lei senza nemmeno voltarsi, mi avvicino a lei, sento la sua mano aiutarmi lentamente inizio ad entrare centimetro dopo centimetro, lei geme ed io mi eccito ancora di più, il mio bacino poggia vicino al suo culo finalmente è tutto nella sua figa `dai muoviti, non fare lo stronzo!` sussurra lei iniziando ad andare avanti e indietro facendosi scopare dal mio cazzo, le metto le mani sul culo iniziando a palparglielo non mi sembrava vero, andiamo più veloce ed io ho in mente una sola cosa le tette! devo toccarle le tette! allungo le mani sotto la sua maglia e passo sotto il reggiseno ed ecco che finalmente mi trovo a palparle i suoi meloni, erano anni che fantasticavo sulla sua quarta ed ora finalmente erano nelle mie mani, le dita le toccano i capezzoli duri `sembri un ragazzino arrapato` commenta lei alle mie azioni, senza sapere che era proprio così, il preservativo si rompe, sento il calore della figa di mia sorella avvolgere il mio cazzo, `non uscire, non uscire! sto per venire!` dice lei affannata andando più veloce, cerco di trattenermi resto praticamente immobile mentre lei spinge avanti e indietro facendosi impalare dal mio pisello, geme a voce normale un paio di volte e inizia a rallentare, lentamente si stende in avanti facendo uscire il mio pisello, non ci credevo avevo appena fatto godere mia sorella con il mio cazzo, non ci credevo volevo esserne sicuro, allungo la mano fra le sue cosce, le tocco la figa sento i peli sulla sua patata ne aveva parecchi non credevo l'avesse così `devo raderla` sussurra lei notando la mia curiosità nel toccargliela. Mi allontano da lei prima che mi scopra torno sulla poltrona vicino alla tv giusto in tempo qualche secondo dopo vedo la porta aprirsi è il suo fidanzato comparire, chiudo gli occhi fingendo di dormire, sono così stanco che mentre fingo di mi addormento per davvero. Mi risveglio che è ancora notte, sono ancora sulla poltrona, sto con il cazzo da fuori e vedo la mano di mia sorella che stando dietro di me mi sta segando, riconosco il bracciale ma ancora di più la sua voce `queste te la sei meritata` mi sussurra all'orecchio mentre continua a muovere la mano segandomi fino a quando non resisto più iniziando a venire, mi sorella mi aveva appena fatto una sega, ancora assonnato mi riaddormento per svegliarmi il mattino dopo di soprassalto, ho i pantaloni abbottonato ma la macchia su di essi indica che sono venuto, mi guardo intorno non c'è più nessuno anche la tv è spenta, sono andati via tutti, anche mia sorella? mi guardo intorno cercando qualche indizio magari il preservativo che non trovo, non capendo così se quello che è successo è accaduto veramente oppure è stata solo una fantasia di capodanno.
Note finali:
Ti è piaciuto questo racconto? Viene a leggere gli altri su https://www.black-ink.it