i racconti di Milu
racconti erotici per adulti
Pseudonimo: Idraulico1999 [Contatto]
Nome: Salvatore
Stato: Membro
Autore dal: 10/05/2016
Sito web:
Beta-reader:
Preferisco aggiungere due osservazioni, che forse valgono per ogni racconto, ma in special modo per il genere erotico. La prima è che
non si scrive per se stessi, ma per il lettore. Nel racconto erotico, questo significa che non si scrive per eccitarsi, ma per eccitare.

La seconda osservazione è che l’erotismo è particolarmente a rischio di forme e di modelli già acquisiti: immaginiamo per esempio
l’influsso del porno sull’immaginario non solo maschile. La presumibilità, la prevedibilità e la scontatezza sono di frequente in agguato
così come i termini ripetuti e le situazioni ovvie. Anche il “finale”, pur essendo sesso, non è detto che debba essere “quel finale”.

In conclusione, l’eros è come corteggiare una donna: lentamente, fatela impazzire. Lasciatevi desiderare e giocate con lei, non fatele
capire dove volete arrivare, anche se lo sapete benissimo entrambi. Dominatela fin dall’inizio e portatela dove volete, esattamente
come in un racconto erotico. “Chi scrive domina, chi legge ne subisce il fascino”.

In questi resoconti, sono elencati e descritti vari scenari attraverso fatti e vissuti che spaziano dal sesso, al piacere, ai peccati,
alle rivincite, ai capricci, ai tradimenti, alle passioni nascoste, alle sofferenze, ai tormenti, alle manie, alle curiosità morbose,
alle esaltazioni, alle stravaganze, ai tabù, alle ironie, alle perversioni e alle ossessioni.

Per mezzo di queste descrizioni erotiche, mi rivedo a raccontare fatti della quotidianità di molte persone, di storie vissute, d’argomenti
e di trame che fanno parte del bagaglio intimo e nascosto di ognuno di noi. Le persone sono differenti, si mescolano e si combinano in
modo diverso, così come le storie e le vicende erotiche lo sono altrettanto; raccontano trame, storie, episodi, partecipazioni, impulsi
e passioni travolgenti.

Certamente e indiscutibilmente è un tema delicato e sensibile, di storie e di persone che si aprono, narrano, si relazionano, che
decidono e che scelgono di raccontarsi manifestando e svelando i loro retroscena. Il sesso per quanto possibile e prevedibilmente si fa, mentre l’erotismo si coglie, si percepisce.

Per me, senza dubbio è meglio “parlarne” di meno e “farne” di più, (sia in termini di quantità sia di qualità), in quanto è già un bel
segno; un segno d’apertura culturale e di libertà.

La scrittura è libertà, ognuno di noi esprime le proprie idee, così come anch’io esprimo e rivelo le mie, e tutto ciò vale anche per quelli che non la pensano come me.

Idraulico1999

===================================================================================================================================================================================
***Osservazioni per tutti voi che leggete i miei racconti erotici***

Io non sono né un romanziere né uno scrittore. E’ complesso e difficile parlare dello scrivere, e molto più difficile è dire in proposito qualcosa d’innovativo e d’originale. Le storie che racconto, appartengono alla mia vita e alla vita di persone che ho amato, ascoltato, conosciuto e sentito, che ancora adesso mi circondano e che mi hanno sempre circondato. E questo vale anche per la vita normale, a volte dolorosa e a volte divertente che ho trascorso e vissuto.

Sono un uomo che ha studiato poco e male, che per tutta la vita ho lavorato e che al presente (per fortuna) lavoro.

Scrivo per raccontare le cose belle che ho avuto, per confortarmi consolandomi per le cose brutte che mi sono capitate e chiedere scusa delle cose incresciose e spiacevoli che ho eventualmente involontariamente causato.

Mi è sempre piaciuto giocare con le parole, le virgole, i punti, i silenzi e le frasi così come un gioco, come una continua messa in scena, con le parole che svelano emozioni e le frasi che raccontano situazioni, che informano d’una persona, d’una storia, d’un evento, d’un periodo, d’una situazione, di un’occasione e perfino d’un sogno che ognuno di noi vorrebbe realizzare.

Idraulico1999 (Salvatore)






[Segnala questo]
 
 
 
Stories by Idraulico1999
Sommario: Lei in quel frangente mi sbottonò decisa senza preamboli i pantaloni, perché voleva che anch’io stessi bene, io non ero ancora eccitato per bene, eppure mi ritrovai dentro di lei senza neppure rendermene conto. Avevo quasi paura di danneggiare quella figura esile e snella, dato che lei era così avvenente e graziosa con la bocca semiaperta e gli occhi serrati.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 803 n° Letture: 545

[Segnala questo] Pubblicato: 17/02/2018 Aggiornato: 17/02/2018


Sommario: Il fascino della sua pazzia m’intrappolava irretendomi e in un certo senso raggirandomi, non mi lasciava tregua accalappiandomi. Io la guardo e ci scappa una risata senza tempo, ci abbracciamo baciandoci così come se fosse la prima volta, con la mia lingua intrecciata alla sua con passione, con voglia sfrenata di sesso, con un desiderio licenzioso e sregolato di ricevere subito un orgasmo, lì sulla porta di casa.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1689 n° Letture: 486

[Segnala questo] Pubblicato: 16/02/2018 Aggiornato: 16/02/2018


Sommario: Il lampo di concordia e l’ispirazione d’intesa che scoccò tra i miei occhi e quelli di Paola fu immediato. Avremmo mai potuto rinunciare a una festa di compleanno? Diciannove improbabili anni pensai, mentre vedevo Paola correre lungo il viottolo che conduceva alla sua abitazione. Un ragazzino come tanti altri dall’aspetto molto più giovane, con un ciuffo biondo che si sparpagliava sulla fronte punteggiata da foruncoli, un viso largo e regolare sul quale si spalancavano due occhi castani grandi e rotondi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3358 n° Letture: 474

[Segnala questo] Pubblicato: 15/02/2018 Aggiornato: 15/02/2018


Sommario: Erano istanti carichi e vivaci quelli che precedevano l’azione, giacché eravamo un’anima e una vitalità sola in quel momento. Un’armonia d’intenti, l’offerta e la domanda, che venivano precisamente a coincidere combinandosi in silenzio, dato che le parole avrebbero sciupato deformando e spiegazzando la magia del suo precedermi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 642 n° Letture: 274

[Segnala questo] Pubblicato: 14/02/2018 Aggiornato: 14/02/2018


Sommario: Adesso astieniti, mollami, rinuncia, lasciami stare, smettila, desisti acciocché diventi essere senza di te, perché io ti voglio, ma tu non volermi. Dimmelo tu di lasciarti stare, di concederti in ultimo spazio, di lasciarti definitivamente andare e poi le tue mani sulla pelle, sulla mia pelle.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 298 n° Letture: 352

[Segnala questo] Pubblicato: 13/02/2018 Aggiornato: 13/02/2018


Sommario: Succhio e spingo forte, avverto le sue mani che mi premono sulla testa accompagnando quel lussurioso atto, lo sento che vuole godere, capto il suo desiderio di trattenersi per non sborrare subito, giacché lui mi vuole fermamente scopare. Ricordo attualmente d’essere completamente nuda, allora sfila quel cazzo meravigliosamente duro dalla bocca, mi gira e me l’infila di prepotenza.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1378 n° Letture: 1337

[Segnala questo] Pubblicato: 12/02/2018 Aggiornato: 12/02/2018


Sommario: Io mi disposi dietro di lei e tenendomi ai suoi fianchi per paura di scivolare puntai la cappella contro le natiche, lei m’anticipò e con guizzo impugnò il cazzo guidandolo dritto dentro di sé con un ben assestato colpo di reni, infilandoselo completamente con un unico movimento ed emettendo un profondo gemito di piacere. Ci accordammo per un ritmo ben sincronizzato, anche se il livello dell’acqua rendeva i miei movimenti piuttosto disagevoli. La sua fica morbida aderiva strettamente, provocando uno straordinario massaggio lungo l’asta, risucchiandomi al suo interno con un suono liquido.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3109 n° Letture: 1282

[Segnala questo] Pubblicato: 11/02/2018 Aggiornato: 11/02/2018


Sommario: Il piano di Fausto aveva funzionato alla perfezione: invitò le proprie ospiti ad andare in quella che lui definirebbe la sala giochi, o per meglio dire la propria camera. Le ragazze s’avviarono verso la camera nuziale scambiandosi vicendevolmente appassionati baci, Fausto le raggiunse alcuni minuti più tardi, non prima d’aver avviato le telecamere nascoste nella sala giochi per riprendere ogni minuto di quell’animalesco quanto libidinoso e incontrollato amplesso.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2790 n° Letture: 1969

[Segnala questo] Pubblicato: 10/02/2018 Aggiornato: 10/02/2018


Sommario: Io prendo in esame ogni singola parola, che cosa mi succederà? Me lo chiedo di continuo, in quanto i pensieri fanno a pugni in questa sorta d’esclusione e d’isolamento forzato che m’ha imposto. Poi avverto un colpo, un dolore intenso alla schiena mette pace conciliando i crucci nella mia testa. Il gioco è cominciato, lei è entrata nella parte, io sono qui a sua completa disposizione, la frustata non viene seguita da altre, dato che è difficoltoso capire che tipo di oggetto abbia usato.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1919 n° Letture: 635

[Segnala questo] Pubblicato: 09/02/2018 Aggiornato: 09/02/2018


Sommario: A Helene piace ammaliare, estasiare e sedurre le persone con un’arte innata e può permettersi qualsiasi comportamento desideri, visto che con me ha un conto in sospeso anche se è passato del tempo. E poi lei è una musicista che io ammiro, stimo e rispetto moltissimo, forse altresì l’invidio, ma questa cosa non gliel’ho mai detta. In quell’istante squilla il telefono e Helene risponde in russo, visto che è la sua madrelingua.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2292 n° Letture: 811

[Segnala questo] Pubblicato: 08/02/2018 Aggiornato: 08/02/2018


Sommario: I gradini della scala di pietra della casa semi diroccata di Alice, sono il più compassionevole e tenero letto che abbia conosciuto, sente le mani di Gianni sulle natiche che la stringono e le ginocchia nude contro la pietra. Nell’aria aleggia avvertendo ancora la fragranza del vino, Alice non è mai stata così vicina a un uomo e la sensazione di sentirlo eccitato l’emoziona commuovendola. Gianni questo lo sa molto bene, perché acciuffa la mano di Alice e se l’appoggia sui pantaloni aiutandola nel renderlo felice, una mano esplora Alice sotto le mutandine candide, giacché la sente bagnata, attualmente ne odora il suo profumo virginale.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 907 n° Letture: 833

[Segnala questo] Pubblicato: 07/02/2018 Aggiornato: 07/02/2018


Sommario: L’eccitazione aumentava man mano che l’ora predestinata s’avvicinava, la chiave nella serratura, i suoi passi nel corridoio e il mio respiro già divenuto corto si bloccava non appena lo sentivo avvicinarsi. Sapevo che si sarebbe fermato, che avrebbe guardato e che non avrebbe potuto resistere al desiderio di toccarmi. Il mio giovane corpo di donna, offertogli invero su d’un piatto d’argento era una tentazione irresistibile e trascinante, in verità un piacevole capriccio.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1166 n° Letture: 806

[Segnala questo] Pubblicato: 05/02/2018 Aggiornato: 05/02/2018


Sommario: Doveva essere un accennato quanto velato accordo il nostro, poiché lei comprendeva perfettamente ciò che s’agitava dentro di me, forse anche più di quanto potessi linearmente capirlo io, dal momento che la mia giovane età doveva rappresentare un concetto per lei sconveniente approfittando di quella passione, ma al tempo stesso non volendo comunque rinunciarci, giacché se ne avvaleva così segretamente così come un’innocente intimità che ci univa nel nostro reciproco piacere.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 5635 n° Letture: 879

[Segnala questo] Pubblicato: 04/02/2018 Aggiornato: 04/02/2018


Sommario: L’abbraccio fu immediato, indomabile e partecipe, sicuro di non sbagliare, la mano nella mano, la sua bocca fra i capelli e il suo respiro calmo e regolare, in netto contrasto con l’anima che stava per scoppiare. Consuelo era in ogni angolo della luce soffusa della stanza, nelle pieghe della lana soffice di cachemire blu, negli sguardi degli amici che capivano e tacevano.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2047 n° Letture: 827

[Segnala questo] Pubblicato: 03/02/2018 Aggiornato: 03/02/2018


Sommario: Armando si era addormentato al tuo fianco con la bocca su un tuo seno, mentre gli accarezzavi delicatamente la schiena e dopo un tempo interminabile Lina era crollata al mio fianco. In quel momento, con una mano ancora tra le cosce di Lina io pensai a te, perché mai e poi mai avrei pensato in un’unica giornata d’averti per la prima volta e subito dopo di poterti tradire, sicché mentre tu dormivi tranquillamente con il ragazzino, io me l’ero spassata con la madre, in quanto era stato tutto naturale, perfetto, senza sensi di colpa né di lamentele.
 

Categoria: Orgia, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3708 n° Letture: 1508

[Segnala questo] Pubblicato: 02/02/2018 Aggiornato: 02/02/2018


Sommario: Il suo cazzo sta esplodendo dalla voglia, prorompe dalla bramosia di saggiarmi, io m’avvicino con i seni all’altezza della sua bocca, lui m’agguanta i capezzoli, li mordicchia sino a farmi scappare dei lamenti di dolore e di piacere messi insieme. Decido in quell’istante di prendere in mano le regole del gioco, lo faccio sdraiare sul letto e inizio a baciarlo e a leccarlo dappertutto.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1823 n° Letture: 1101

[Segnala questo] Pubblicato: 01/02/2018 Aggiornato: 01/02/2018


Sommario: Accarezzandosi le natiche ripensò al fastidio iniziale provocato dalle mani di Paolo, che tante volte l’avevano deliziosamente frugata in quell’intimità concessa soltanto a pochi, alla sua lingua che l’aveva penetrata a lungo fino a farla diventare cedevole e morbida, al suo cazzo che le aveva mostrato una via del piacere alternativa e inedita talmente intensa e inconsueta da rivaleggiare con quella tradizionale.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 4598 n° Letture: 1092

[Segnala questo] Pubblicato: 31/01/2018 Aggiornato: 31/01/2018


Sommario: Ci sediamo sul letto e subito lei avvicina le mani alla mia camicia, me la sbottona con calma lanciandomi sguardi affettuosi, io la bacio, lei ci sta e ci assaporiamo entrambi il gusto delle nostre tenere labbra, poiché è una sensazione indefinibile, inenarrabile, ci terrei a dire unica. Nessun’ossessione, ma solamente un’ebollizione che aumenta espandendosi ed elevandosi per ogni attimo che passa.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1153 n° Letture: 959

[Segnala questo] Pubblicato: 30/01/2018 Aggiornato: 30/01/2018


Sommario: Tutti questi, sono un insieme di comportamenti e di maniere che s’affliggono disperandosi dentro me alla ricerca di te, della tua risata profonda, del tuo corpo elegante, della tua camminata sciolta, del tuo sguardo che fulmina come i fari nella notte. Io non vedo l’ora che quei cenni m’illuminino come succede per gli animali del bosco, dal momento che starei fermo per farmi investire e poi travolgere.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 482 n° Letture: 416

[Segnala questo] Pubblicato: 29/01/2018 Aggiornato: 29/01/2018


Sommario: Dallo specchio lo riconobbi con una mano dentro il camice mentre si masturbava furiosamente. Era alquanto eccitato e rosso in viso, tenuto conto che non è facile infilarsi velocemente un paio di stivali specie per me che ho i polpacci un po’ grandi. In quel frangente lo adocchiai squadrando quel cazzo dritto e grande in mano che sborrava liberamente sul pavimento. Mentre inginocchiato lui puliva il pavimento, nel contempo si scusava rimanendo con il fazzoletto in mano per contemplarmi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1356 n° Letture: 1300

[Segnala questo] Pubblicato: 28/01/2018 Aggiornato: 28/01/2018


Sommario: Adesso Sofia, questo è il suo nome, è stesa sul tavolo supina. L’uomo ha sparecchiato, ha raccolto le briciole, ha ripiegato la tovaglia con cura, ha lasciato le stoviglie dentro il lavandino, si è asciugato le mani ed è ritornato da lei. Le cosce appena aperte, le gambe che ciondolano nel vuoto, la collina del pube gonfio, le labbra nude e il ciuffo di quegli accattivanti, foltissimi ed eccitanti peli bruni che imprigionano le tracce dei suoi fluidi.
 

Categoria: Dominazione, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1082 n° Letture: 1410

[Segnala questo] Pubblicato: 27/01/2018 Aggiornato: 27/01/2018


Sommario: Il silenzio che tanti biasimano e detestano dopo il sesso, per noi è invece un momento altamente spirituale, purissimo, direi incorrotto, perché anche una singola parola sarebbe di troppo. Ci conosciamo così bene da rispettare pure gli spazi sul letto, poiché ognuno possa lasciare andare la propria sazietà d’emozioni e la pienezza d’impressioni, lasciandola libera di proiettarsi scagliandosi liberamente nella stanza.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 523 n° Letture: 554

[Segnala questo] Pubblicato: 26/01/2018 Aggiornato: 26/01/2018


Sommario: Esisteva soltanto il desiderio d’avere quell’attimo, di provare quell’astrusa e curiosa sensazione di varcare la soglia del piacere più infinito e puro, di misurare quel patimento, soppesando quella sofferenza che mi porterà al presente senz’altro alla pazzia, ma alla quale ormai non so più rinunciare. Attualmente sto guidando, giacché i miei pensieri ritornano con forza a quella serata, al mio abitino nero, alle mie scarpe, ai miei capelli, al suo aspetto, al suo viso e al suo sguardo così incredibilmente coinvolgente e intrigante.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1600 n° Letture: 932

[Segnala questo] Pubblicato: 25/01/2018 Aggiornato: 25/01/2018


Sommario: Lei aveva guardato in quegli occhi come faceva da sempre, aveva azzardato e tentato di capire fin dove potesse arrivare, così come un filo conduttore sottile che assegna dividendo un certo depurato e salubre bisogno di prevaricazione, dai sempre ermetici, indecifrabili e misteriosi buchi neri dove s’annida rifugiandosi quasi sempre l’animale che è rintanato in ognuno di noi.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2775 n° Letture: 1249

[Segnala questo] Pubblicato: 24/01/2018 Aggiornato: 24/01/2018


Sommario: Quella, era solamente una parola mormorata con noncuranza, quasi come se le avesse detto ho sete, eppure non ammetteva esitazioni né repliche, ma esigeva e pretendeva solamente un’inespressa e sottintesa obbedienza. Con cura lei ripose i suoi abiti, perché sentiva una certa tensione che le faceva fremere il corpo, l’attesa di ciò che poteva accadere, visto che si traduceva in un senso d’eccitazione sessuale. Lei s’accorse d’avere delle contrazioni e si domandò se non fosse bagnata, senza tuttavia osare toccarsi per verificarlo, visto che lui non glielo aveva ordinato.
 

Categoria: Dominazione, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2522 n° Letture: 939

[Segnala questo] Pubblicato: 23/01/2018 Aggiornato: 23/01/2018


Sommario: A ben vedere è un’effettiva e verace professionista, mi dice di chiamarsi Licia proponendomi alla spiccia mezz’ora in privato con lei per la cifra di cento euro: è disposta e propensa a tutto, infine aggiunge affermando che se sarò cortese e di belle maniere con lei, m’assicurerà indubbiamente che farà più del dovuto. Il mio cazzo s’impenna, sbraita, sta lacrimando dall’emozione, avverto che mi farà sborrare soltanto al pensiero, come potrò resistere?
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1671 n° Letture: 1310

[Segnala questo] Pubblicato: 22/01/2018 Aggiornato: 22/01/2018


Sommario: Con la lingua iniziò a baciarla avvolgendola sapientemente in quel turbinio dal delirio erotico così intenso. Lei si sentiva succhiata, portata via dal vento in riva al mare, le vennero in mente immagini di conchiglie, del sole, del calore che man mano saliva su per le gambe. Giacinta la baciava penetrandola simultaneamente, perché i flutti dell’orgasmo arrivarono quasi subito, ardenti, armoniosi e immensi e Ottavia si sentì sconvolta dal piacere.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 986 n° Letture: 924

[Segnala questo] Pubblicato: 21/01/2018 Aggiornato: 21/01/2018


Sommario: Quelle mani così avvedute e competenti stavano risalendo le mie cosce, quando a un tratto con decisione e con dolcezza al tempo stesso, mi allargarono le natiche e le spinsero in su, poi nel medesimo istante sentii qualcosa di caldo, morbido e umido percorrere la fessura così aperta. In quel preciso istante ero paralizzata dalla sorpresa, impedita dalla vergogna, ma soprattutto neutralizzata dal piacere.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 710 n° Letture: 1205

[Segnala questo] Pubblicato: 20/01/2018 Aggiornato: 20/01/2018


Sommario: Le uscite per un motivo o per l’altro finivano sempre in una circostanza rapida, che non mi lasciava soddisfatto per il fatto che non afferravo né capivo il perché, forse era per il senso di colpa. Ero sposato da più di vent’anni e il nostro rapporto aveva raggiunto il punto più abietto, inadeguato e meschino della relazione. I nostri figli avevano raggiunto un’età adulta, in quanto essendo già autonomi quando io tornavo da un viaggio magari di qualche settimana d’assenza, l’unico che mi faceva concretamente e realmente festa era il cane.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3419 n° Letture: 800

[Segnala questo] Pubblicato: 19/01/2018 Aggiornato: 19/01/2018


Sommario: Giorno dopo giorno sei cresciuta dentro di me, diventando ossigeno per i miei polmoni malati e adesso dopo soltanto pochi minuti dalla tua partenza mi sento di morire. Pensavo d’essere forte, preparato e resistente, ero sicuro di riuscire a gestire e a reggere questo distacco, questa situazione, invece eccomi qui in piedi al bordo della pensilina a guardare la coda del treno scomparire in lontananza, dato che un vortice d’emozioni, d’impressioni e di sensazioni assieme a quel pensiero che torna a stanotte e alle notti passate insieme in questo distante e freddo inverno.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 968 n° Letture: 406

[Segnala questo] Pubblicato: 18/01/2018 Aggiornato: 18/01/2018


Sommario: Tu riprendi subito il comando, mi fai sedere sul bordo della vasca e allarghi con forza le mie gambe, la tua lingua e le tue dita esaminano ed esplorano accuratamente il mio sesso con abilità e con maestria sopraffina, lo specchio frattanto riflette lo spettacolo dei nostri corpi uniti in questo accattivante, nuovo, piacevole e seducente gioco.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 322 n° Letture: 806

[Segnala questo] Pubblicato: 17/01/2018 Aggiornato: 17/01/2018


Sommario: Date le circostanze io arrivo in un pomeriggio di sole con un giglio bianco nella mano, lei m’abbraccia baciandomi lievemente sulle guance, invitandomi per entrare. Lei indossa la sottoveste nera, tutt’intorno appaiono candele, vino rosso e dei gusci di noci sul tavolo, lei mi racconta di sé, di quanto crede ancora nell’amore e nella famiglia e di quanto la mia presenza la faccia pensare alla gioia d’un ballo, a un abbraccio di purezza e a quanto le mancasse la Francia e particolarmente la città di Bordeaux.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 930 n° Letture: 823

[Segnala questo] Pubblicato: 16/01/2018 Aggiornato: 16/01/2018


Sommario: Lui leggeva e s’informava, guardava e ogni tanto girava la testa quasi fischiettando, come se quello che stesse facendo non fosse affatto adatto alla sua età. Fantasticava accortamente nel sorvegliare l’anatomia umana femminile, quel mistero d’organi curvi, familiarizzava con parole nuove come utero, vagina, perineo, grandi e piccole labbra, clitoride, uretra e guardava la trasformazione di quelle strane parole nella nascita di un essere chiamato femmina.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2441 n° Letture: 1298

[Segnala questo] Pubblicato: 15/01/2018 Aggiornato: 15/01/2018


Sommario: Al presente è uguale, se sei qui comunichi non soltanto che t’offri, ma che vuoi essere occupata così come un bagno o un territorio con qualunque mezzo. Non ci scambiamo una parola, non un cenno di saluto, ci fissiamo, ci tratteniamo, ci studiamo, come due pugili all’inizio dell’incontro. Tu appoggi le spalle e la nuca alla parete dietro di te e alleggerisci impercettibilmente il mento, per dare inizio alle belle quanto armoniche e conflittuali ostilità. Tu vuoi essere domata e incanalata, ma è come se m’avvertissi informandomi che non basta, che io imponga la mia forza, perché per abituarti devo usare i gesti e i riti giusti.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 887 n° Letture: 684

[Segnala questo] Pubblicato: 14/01/2018 Aggiornato: 14/01/2018


Sommario: Spesso io ho gioito delle tue risate sincere e spontanee, d’uno scherzo, di un’occhiata complice, sovente ho persino sofferto angosciandomi ulteriormente nel vederti inarrivabile e irraggiungibile. Ho capito di dovermi muovere come un artigiano, che soffiando in una sottile cannuccia produce fragilissime bolle di vetro colorato: basta solamente che non si fermi all’istante giusto e la bolla va in mille briciole.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 916 n° Letture: 802

[Segnala questo] Pubblicato: 13/01/2018 Aggiornato: 13/01/2018


Sommario: Pino continuava a filmare e vederla così lo eccitava tantissimo; avrebbe voluto dirglielo, avrebbe voluto fare i commenti che faceva prima Tore, nonostante ciò non ci riusciva. Lui filmava quelle bocche e quelle lingue senza quasi più curarsi delle mani.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2020 n° Letture: 1446

[Segnala questo] Pubblicato: 12/01/2018 Aggiornato: 12/01/2018


Sommario: Lei aveva la certezza che sarebbe stata così, perché quell’idea disubbidiente, provocatoria e ribelle stava anche in questo, invero nel premeditare e nel tramare tutto. Pensava a tutto questo, intanto che il treno percorreva mezza Italia per raggiungerlo, mentre sussultava tremando all’emozione di quell’incontro con un uomo tanto conosciuto mentalmente, però così assente ed estraneo fisicamente. Quale sapore e quale odore poteva avere la sua pelle? Che cosa avrebbe provato baciandolo, sfiorandolo e toccandolo? Com’era il suo cazzo? Che cosa avrebbe provato cercandolo con la mano, portandoselo alle labbra, succhiandolo, ingoiandolo e infilandoselo dentro?
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1316 n° Letture: 656

[Segnala questo] Pubblicato: 11/01/2018 Aggiornato: 11/01/2018


Sommario: Per quanto riguardava il sesso orale invece nulla, uno zero spaccato, perché lei affermava sostenendo in maniera convinta e determinata che quest’ultima era una materia, una mercanzia e una sporca pratica eseguita in special modo unicamente dalle puttane. Di scopare poi, neanche a parlarne, dato che il sedere era una zona proibita, inaccessibile e inaccettabile secondo i suoi canoni personali.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 4438 n° Letture: 1035

[Segnala questo] Pubblicato: 10/01/2018 Aggiornato: 10/01/2018


Sommario: Lei è uno spettacolo innaturale e d’altronde manifestamente studiato: il vezzo eccentrico e stravagante artefatto della protesta e bislacca della vocazione da una parte, assieme all’interesse voluto per l’esplosività e per la sensazionalità caricata dall’altra. Bruno si protende in avanti e costringe Annunziata a compiere un movimento che gli fa indurire il cazzo maggiormente, cosicché a quel contatto Annunziata avverte una specie di fuoco lambirle i fianchi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 754 n° Letture: 828

[Segnala questo] Pubblicato: 09/01/2018 Aggiornato: 09/01/2018


Sommario: Joaquim non la fece certo aspettare per molto: il suo cazzo anelava la stessa soddisfazione, così appena lei aprì le gambe s’infilò dentro con un colpo deciso. Joaquim quasi vacillò per quella sensazione, la testa gli scattò indietro e la bocca gli si schiuse in un gemito. Afferrò il busto di Maria João con entrambe le mani e la tenne ferma mentre si spingeva dentro di lei con affondi lenti e misurati, centellinando il piacere per farlo durare.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 5092 n° Letture: 1249

[Segnala questo] Pubblicato: 08/01/2018 Aggiornato: 08/01/2018


Sommario: Quei penetranti pensieri non l’abbandonavano un attimo, perché lei cenava di fretta e scappava in camera per godersi nell’intimità della sua stanza le sue fantasie assieme alle sue deliziose quanto viziose e licenziose inventive. Il ragazzo dei sogni non era molto bello né tanto alto, però era robusto con le braccia forti e le spalle larghe, giacché aveva i jeans e una maglietta che lasciava intravedere un corpo atletico.
 

Categoria: Autoerotismo, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1231 n° Letture: 550

[Segnala questo] Pubblicato: 07/01/2018 Aggiornato: 07/01/2018


Sommario: Sì, certo, come se assopirmi e alla fine dormire fosse attuabile e per di più serenamente possibile per me, in quanto tutte le sante notti il mio organismo m’accusa, si lamenta, protesta, si ribella e mi sgrida insorgendo alla dimenticanza, all’immobilità e al silenzio, aspettando e desiderando soltanto di poter essere accarezzato ancora con ardore, con slancio e con passione.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1852 n° Letture: 388

[Segnala questo] Pubblicato: 06/01/2018 Aggiornato: 06/01/2018


Sommario: Con la testa fra le sue gambe io inizio a leccarla, a baciarla e giocare con lei, il suo sapore non è poi molto diverso dal mio, gioco con il suo clitoride, ci giro intorno con la lingua, lo succhio, la penetro con la lingua finché non sento il suo orgasmo. A quel punto lei s’avvicina e nell’abbraccio d’un altro bacio inizia a toccarmi, io colgo le sue mani che scorrono sul mio corpo, lo percorrono, indugiano nei punti più sensibili e quando finalmente raggiungono la mia parte più intima è come una scossa potentissima.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 897 n° Letture: 1170

[Segnala questo] Pubblicato: 05/01/2018 Aggiornato: 05/01/2018


Sommario: Sfioro la tua pelle e mi gratifico baciandoti dove pochi possono: io adoro il tuo sapore, succhio goloso il nettare che lento mi scende sul viso, le mani cercano le tue rientranze cresciute, te le tocco delicatamente nel modo che t’aggrada intanto che la mia voglia sarebbe di stringerli bruscamente e rudemente.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 619 n° Letture: 483

[Segnala questo] Pubblicato: 04/01/2018 Aggiornato: 04/01/2018


Sommario: Lei era così, terribilmente bella, avvenente da guardare, incantevole da sognare, malgrado ciò impossibile d’afferrare e complessa da domare. Come il vento andava e tornava, intercalando velocità e lentezza quasi in modo tormentoso e struggente, finché un giorno arrivò lui alla fine delle maree, sopraggiunse senza parlare sprovvisto di racconti che fanno diventare apprezzabili e rilevanti i naufragi dei velieri pirati.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 746 n° Letture: 500

[Segnala questo] Pubblicato: 03/01/2018 Aggiornato: 03/01/2018