i racconti di Milu
racconti erotici per adulti
Pseudonimo: Idraulico1999 [Contatto]
Nome: Salvatore
Stato: Membro
Autore dal: 10/05/2016
Sito web:
Beta-reader:
Preferisco aggiungere due osservazioni, che forse valgono per ogni racconto, ma in special modo per il genere erotico. La prima è che
non si scrive per se stessi, ma per il lettore. Nel racconto erotico, questo significa che non si scrive per eccitarsi, ma per eccitare.

La seconda osservazione è che l’erotismo è particolarmente a rischio di forme e di modelli già acquisiti: immaginiamo per esempio
l’influsso del porno sull’immaginario non solo maschile. La presumibilità, la prevedibilità e la scontatezza sono di frequente in agguato
così come i termini ripetuti e le situazioni ovvie. Anche il “finale”, pur essendo sesso, non è detto che debba essere “quel finale”.

In conclusione, l’eros è come corteggiare una donna: lentamente, fatela impazzire. Lasciatevi desiderare e giocate con lei, non fatele
capire dove volete arrivare, anche se lo sapete benissimo entrambi. Dominatela fin dall’inizio e portatela dove volete, esattamente
come in un racconto erotico. “Chi scrive domina, chi legge ne subisce il fascino”.

In questi resoconti, sono elencati e descritti vari scenari attraverso fatti e vissuti che spaziano dal sesso, al piacere, ai peccati,
alle rivincite, ai capricci, ai tradimenti, alle passioni nascoste, alle sofferenze, ai tormenti, alle manie, alle curiosità morbose,
alle esaltazioni, alle stravaganze, ai tabù, alle ironie, alle perversioni e alle ossessioni.

Per mezzo di queste descrizioni erotiche, mi rivedo a raccontare fatti della quotidianità di molte persone, di storie vissute, d’argomenti
e di trame che fanno parte del bagaglio intimo e nascosto di ognuno di noi. Le persone sono differenti, si mescolano e si combinano in
modo diverso, così come le storie e le vicende erotiche lo sono altrettanto; raccontano trame, storie, episodi, partecipazioni, impulsi
e passioni travolgenti.

Certamente e indiscutibilmente è un tema delicato e sensibile, di storie e di persone che si aprono, narrano, si relazionano, che
decidono e che scelgono di raccontarsi manifestando e svelando i loro retroscena. Il sesso per quanto possibile e prevedibilmente si fa, mentre l’erotismo si coglie, si percepisce.

Per me, senza dubbio è meglio “parlarne” di meno e “farne” di più, (sia in termini di quantità sia di qualità), in quanto è già un bel
segno; un segno d’apertura culturale e di libertà.

La scrittura è libertà, ognuno di noi esprime le proprie idee, così come anch’io esprimo e rivelo le mie, e tutto ciò vale anche per quelli che non la pensano come me.

Idraulico1999

===================================================================================================================================================================================
***Osservazioni per tutti voi che leggete i miei racconti erotici***

Io non sono né un romanziere né uno scrittore. E’ complesso e difficile parlare dello scrivere, e molto più difficile è dire in proposito qualcosa d’innovativo e d’originale. Le storie che racconto, appartengono alla mia vita e alla vita di persone che ho amato, ascoltato, conosciuto e sentito, che ancora adesso mi circondano e che mi hanno sempre circondato. E questo vale anche per la vita normale, a volte dolorosa e a volte divertente che ho trascorso e vissuto.

Sono un uomo che ha studiato poco e male, che per tutta la vita ho lavorato e che al presente (per fortuna) lavoro.

Scrivo per raccontare le cose belle che ho avuto, per confortarmi consolandomi per le cose brutte che mi sono capitate e chiedere scusa delle cose incresciose e spiacevoli che ho eventualmente involontariamente causato.

Mi è sempre piaciuto giocare con le parole, le virgole, i punti, i silenzi e le frasi così come un gioco, come una continua messa in scena, con le parole che svelano emozioni e le frasi che raccontano situazioni, che informano d’una persona, d’una storia, d’un evento, d’un periodo, d’una situazione, di un’occasione e perfino d’un sogno che ognuno di noi vorrebbe realizzare.

Idraulico1999 (Salvatore)






[Segnala questo]
 
 
 
Stories by Idraulico1999
Sommario: Lo giuro, un orgasmo intenso e sbaragliante vissuto così è per me la prima volta che lo sperimento, giacché me lo assaporo fino in fondo godendomi le nuvole nella testa e il fuoco tra le gambe. Io lo guardo, è bellissimo, lui sorride disteso e tranquillo, m’accarezza dolcemente i seni composto e soddisfatto della sua opera. Adesso vuoi vedere che è così ligio e rispettoso da non chiedere nulla per sé? Io gli dico due frasi amorevoli di ringraziamento per tastare il terreno.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2258 n° Letture: 1551

[Segnala questo] Pubblicato: 29/03/2017 Aggiornato: 29/03/2017


Sommario: Io mi sentivo offesa, di nuovo abbattuta e umiliata nell’intimo, non riuscivo però a comprendere, perché lui non spiegava null’altro. Non poteva rifiutarmi così, senza motivo apparente, dopo tutto quel tempo, perché io gli chiesi delle spiegazioni, però invano, in quanto i suoi modi determinati, netti e virili m’avevano nuovamente bloccato. Lui si voltò e scomparve senza dire altro, io rimasi lì di nuovo da sola senza indicazioni né spiegazioni.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 2893 n° Letture: 1467

[Segnala questo] Pubblicato: 28/03/2017 Aggiornato: 28/03/2017


Sommario: Marinella non era ancora però appagata, ricominciò a leccare il cazzo dell’amico a seguito di quella densa sborrata sopraggiunta in maniera repentina, fino a farlo ridiventare della consistenza adeguata e compatta per montargli sopra e scoparselo nuovamente, pertanto iniziò a cavalcarlo proprio com’era successo nel sogno anche se attualmente le dimensioni del cazzo e l’erezione erano abbastanza discordanti in confronto alla visione bramata.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1803 n° Letture: 1498

[Segnala questo] Pubblicato: 27/03/2017 Aggiornato: 27/03/2017


Sommario: Io ti rivedo irrigidita nella tua posizione percorsa immancabilmente da una miscela d’emozioni, visto che non staccavi lo sguardo dallo schermo. La donna, afferrato il cazzo tra le labbra lo ingoia fino alla base, per poi rilasciarlo uscire lentamente succhiandolo come un appetitoso gelato. In quel preciso momento tu sobbalzasti, il primo movimento invero è decisamente inatteso, fermamente insospettato dovuto alla tua austera, contegnosa e spoglia rigidità.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2013 n° Letture: 1723

[Segnala questo] Pubblicato: 26/03/2017 Aggiornato: 26/03/2017


Sommario: Non ero in crisi né in dissesto, non disprezzavo né odiavo nessuno, non dovevo dimenticare né amori finiti né fallimenti né sconquassi, niente di tutto ciò, avevo però voglia solamente di libertà assoluta, d’essere privo d’impegni e spoglio da doveri, oneri e responsabilità, senza lo scampanellio del postino, senza l’obbligo di rispettare le scadenze, lontano da qualsiasi incombenza e rottura di scatole inventata dalla società per martirizzarti e per torturarti ulteriormente.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1849 n° Letture: 2266

[Segnala questo] Pubblicato: 25/03/2017 Aggiornato: 25/03/2017


Sommario: Io ammiro osservare mentre scende la sera e l’apprezzo assai, vado incontro alla notte tra le lenzuola candide, giacché esse sono una macchia di colore e pure d’attesa. Non so perché, però il corridoio silenzioso sembra annunciarmi segnalandomi una presenza, i suoi capelli scuri, il suo corpo asciutto, l’essenza odorosa dabbene di chi si è immediatamente sbarazzato dalla fatica quotidiana del lavoro sciacquandosi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1341 n° Letture: 1049

[Segnala questo] Pubblicato: 24/03/2017 Aggiornato: 24/03/2017


Sommario: Il mio, invero, non è soltanto fuoco di passione, è piuttosto un’appassionata, una decisa e una vibrante voglia d’amore che si traduce immancabilmente quasi in una preghiera, perché è un bisogno di credere nell’amore, nella sua bellezza, nella sua desolata e talvolta selvaggia tenerezza, dato che è dolce e asprigna insieme, come taluni frutti di bosco profumati al di là dei sensi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 490 n° Letture: 848

[Segnala questo] Pubblicato: 22/03/2017 Aggiornato: 22/03/2017


Sommario: Il tocco morbido delle sue labbra le annebbiò la vista oscurandole la mente, rendendola conscia soltanto del bisogno fisico di possederlo che la dominava. Piegò la testa di lato e permise alla sua lingua di penetrare nell’oscura umidità della sua bocca, esplorandola, frugandola e confondendone il suo sapore con quello del fumo.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1561 n° Letture: 1356

[Segnala questo] Pubblicato: 21/03/2017 Aggiornato: 21/03/2017


Sommario: Io m’aggrappai al canapè con le mani e iniziai a cavalcare quel fantastico stallone che mi reggeva per i fianchi e mi guidava in una danza carnale, ispirata e senza fine. Eravamo entrambi tesi a sentirci svisceratamente l’uno dentro l’altro, in perfetta sintonia, perché in nessun caso mi era successo d’avere un simile trasporto verso una persona nel fare l’amore. I movimenti erano lenti e ugualmente studiati, leggeri e altrettanto forti, perché ascoltavamo ogni pulsazione, ogni soffio, poi successe tutto così affrettatamente.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3602 n° Letture: 2441

[Segnala questo] Pubblicato: 20/03/2017 Aggiornato: 20/03/2017


Sommario: Questa sua fiducia, questo suo abbandonarsi e tranquillizzarsi è per me il vero premio, la mia soddisfazione, l’autentico compenso, perché in conclusione è tutto quello che volevo. Questa donna ha capito parecchie sfumature di me pur non conoscendomi, dalle mie intenzioni, dai miei gesti e dalle mie mani, al di là delle difficoltà di comunicazione, perché io sono “entrato in lei”, ma non in quel senso, in quel significato, perché sono “entrato” nel suo cervello con la forza delle mie mani, giacché è avvincente, coinvolgente e interessante sapere che sono ancora capace di farlo.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3374 n° Letture: 2159

[Segnala questo] Pubblicato: 19/03/2017 Aggiornato: 19/03/2017


Sommario: Io mi sento al di là d’ogni dubbio arruffata, confusa ed eccitata, mi giro, ci guardiamo dritti negli occhi interrogandoci che cosa al presente proviamo, però gli occhi ormai non vedono più, implicitamente velati ormai da un incosciente e lucido desiderio, che sembra scritto nei nostri geni e che ci parla solamente d’una voglia primordiale ben radicata d’assaporare.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1599 n° Letture: 1629

[Segnala questo] Pubblicato: 18/03/2017 Aggiornato: 18/03/2017


Sommario: Io sorrisi al ragazzo russo del poster che mi guardava partecipe e giulivo, cominciai ad abbandonarmi a quella sensazione nuova d’abbondanza e d’insolita pienezza, poi quando Mino si mosse inaspettatamente imprecò, in quanto lui stava già abbondantemente sborrando sopra la mia pelosissima fica. In quell’istante mi sentii finalmente bagnata con lo sperma che sparpagliato accarezzava in qualche modo alleviando e sedando la fresca ferita della mia accalorata fica appena violata.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1670 n° Letture: 1888

[Segnala questo] Pubblicato: 17/03/2017 Aggiornato: 17/03/2017


Sommario: Dopo avermi condotto per i fianchi sul letto mi colloca sotto di lui, prima in maniera tradizionale, perché so che gli piace godere da femmina e successivamente mi scopa alla sua maniera, in modo diretto, schietto e senz’ulteriori fronzoli. Nel momento in cui lo sento chiaramente sborrare dentro di me, vengo anch’io urlando il mio appassionato orgasmo, affrancata e liberata da quelle grida che portavo sparse nei polmoni.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1977 n° Letture: 2545

[Segnala questo] Pubblicato: 16/03/2017 Aggiornato: 16/03/2017


Sommario: Tu mi guardi andare via in maniera desolata e un poco sconfortata, leggermente affranta, ma anche notevolmente eccitata e stravolta da quel brevissimo, appassionato e vibrante contesto, quella scena pienamente vissuta, in fin dei conti tutta nostra. Ti senti spossata e svigorita alla maniera d’un tornado come se t’avesse investito e travolto, però divertita ed euforica come non ti sentivi né t’accorgevi da parecchio tempo.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 811 n° Letture: 1222

[Segnala questo] Pubblicato: 15/03/2017 Aggiornato: 15/03/2017


Sommario: La serata proseguì un po’ noiosa, lui era qualche tavolo più indietro, elegante e impeccabile che parlava certamente di lavoro, eppure non mi degnò d’uno sguardo, io tornai nella mia stanza con un senso d’amarezza, di delusione e di tristezza stampata addosso. Quell’uomo possedeva ormai ogni parte di me, dato che tendeva e tirava i fili della mia volontà e soprattutto del mio desiderio. Io mi giravo e mi rigiravo nel letto, non riuscivo nemmeno a toccarmi, non potevo, non volevo accontentarmi di quel mesto e dolente piacere solitario.
 

Categoria: Etero, Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 5057 n° Letture: 2387

[Segnala questo] Pubblicato: 14/03/2017 Aggiornato: 14/03/2017


Sommario: I nostri respiri diventano esplicitamente più frenetici, i nostri corpi si muovono all’unisono, in quanto s’accarezzano esplorandosi in modo avido. Io scendo nuovamente sul tuo corpo e inizio a baciarti la guancia, le orecchie, la tua gola, dato che capto spiccatamente i tuoi fremiti i quali mi eccitano ancora di più.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 857 n° Letture: 1302

[Segnala questo] Pubblicato: 14/03/2017 Aggiornato: 14/03/2017


Sommario: Sovente succede, che dopo svariati anni tu la riveda, assimili, capisci e identifichi chiaramente che niente e in alcun modo è cambiato nella tua pelle attraversata e vissuta da brividi e da emozioni, anche quando vi sfiorate per salutarvi, perché spiccatamente ti ritrovi ad appurare, a decretare e infine a stabilire che forse è lei a essere cambiata, migliorata, oppure che si sia trasformata nei tuoi confronti.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 658 n° Letture: 1834

[Segnala questo] Pubblicato: 13/03/2017 Aggiornato: 14/03/2017


Sommario: Io ti risposi con dileggio, con pieno sberleffo, dicendoti e rammentandoti che probabilmente l’agendina della giovane, che avevi al tuo fianco la sera della cena era strapieno, a svantaggio del mio, in quanto era esageratamente e disperatamente vuoto. Tu cogliesti la palla al balzo e mi chiedesti d’uscire, poiché io con vivo entusiasmo e con un inatteso slancio accettai quell’invito.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1424 n° Letture: 1538

[Segnala questo] Pubblicato: 13/03/2017 Aggiornato: 13/03/2017


Sommario: Io t’ho detto e t’ho infine raccontato di Lucio, rivelandoti per dispetto, per rabbia e per ripicca, talvolta per farti anche schifo, sì, non lo nego né lo smentisco oggigiorno, per farmi dire puttana da te, con la collera e con lo sdegno d’uomo afflitto, ferito e travagliato nella fierezza e nell’orgoglio, nel senso dell’onore, da concubino amareggiato, inappagato e tradito. Un giorno, a bruciapelo, io mi sono apertamente e semplicemente chiesta alla sprovvista: si può ingannare e tradire l’amante raggirandolo?
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1234 n° Letture: 1602

[Segnala questo] Pubblicato: 12/03/2017 Aggiornato: 12/03/2017


Sommario: Le sue dita cominciarono a sfiorare l’interno della coscia e con cautela s’avvicinarono alla sua pelosissima e rossiccia fica: al presente era meravigliosamente bagnata, Emanuela fece scivolare le dita all’interno delle grandi labbra e dopo un massaggio circolare si auto esplorò gemendo in modo energico. A quel punto si tolse la benda e si guardò nel grande specchio, tenuto conto che lo stesso rifletteva al momento addirittura la figura dell’uomo, notò il desiderio negli occhi d’entrambi, cominciò sennonché a penetrarsi con le dita sfiorandosi lievemente il clitoride mentre continuava a esaminarsi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2300 n° Letture: 1800

[Segnala questo] Pubblicato: 11/03/2017 Aggiornato: 11/03/2017


Sommario: Io t’ho coscienziosamente e diligentemente usato, probabilmente ti ho accuratamente sfruttato, ma dentro di me tu non saprai mai quanto ti vorrei, perché io so molto bene quando ti mettevi in moto e spingevi come nessuno ha mai realizzato, tu, un’intelligenza abbinata e identica che alimenta e che sostiene i medesimi sogni, connivente indiscusso e partner inoppugnabile d’un momento che non posso rappresentare di compiere.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 917 n° Letture: 1190

[Segnala questo] Pubblicato: 10/03/2017 Aggiornato: 10/03/2017


Sommario: Io lo faccio sedere sulla mia sedia, mi chino su di lui, poiché le mie mani lo cercano, lo sfiorano, perché come ali di farfalla sono dappertutto su di lui. I suoi brividi sono i miei, il suo sapore è il mio afrodisiaco e assieme raggiungiamo vette lucenti, poi salgo sulla sedia, appresso salgo su di lui, il suo cazzo penetra in me, la sua bocca è sul mio seno mentre i miei capelli sfiorano le sue spalle.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1138 n° Letture: 2121

[Segnala questo] Pubblicato: 09/03/2017 Aggiornato: 09/03/2017


Sommario: Adesso che ho potuto finalmente abbracciarti, guardarti negli occhi e baciarti, diventa fastidioso e insopportabile vivere senza di te, per il fatto della cognizione che tu esisti davvero e non sei soltanto il frutto della mia fantasia, che amplifica e ingrandisce maggiormente il mio senso di solitudine. Io cerco di non pensare al passato, ma di guardare al nostro prossimo incontro, tuttavia ieri è più vicino del nostro domani e la mia mente scivola facilmente nei dolci ricordi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2384 n° Letture: 1604

[Segnala questo] Pubblicato: 08/03/2017 Aggiornato: 08/03/2017


Sommario: Io lo guardavo negli occhi mentre la mia lingua scorreva sull’asta per inghiottirne la punta gonfia, lucida e umida, lo succhiavo lentamente, poi indugiavo, in seguito mi scostavo per poi ritornare, perché volevo portarlo al culmine della libidine trattenendomi in tempo per non farlo sborrare così presto, anche perché adoro assai vedere quando l’uomo eiacula sul mio corpo esternando il suo arcaico e semplice piacere, in questa circostanza però volevo farlo durare più tempo possibile.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1708 n° Letture: 1808

[Segnala questo] Pubblicato: 07/03/2017 Aggiornato: 07/03/2017


Sommario: I seni liberati dal leggero tessuto sono sodi e i capezzoli duri manifestano attualmente l’eccitazione che mi penetra, dolcemente me li accarezzo sognando le mani d’un uomo che da troppo tempo mi manca. L’altra mano adesso sta accarezzando le cosce che ho allargato per offrire la mia pelosissima e bionda fica alla piacevole brezza del fiume e quasi inavvertitamente le dita s’insinuano lentamente sotto il pizzo delle mutandine.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2029 n° Letture: 2140

[Segnala questo] Pubblicato: 06/03/2017 Aggiornato: 06/03/2017


Sommario: Lei lo chiama, esce dalla vasca e si lascia avvolgere dall’asciugamano che lui regge, per ora con le mani dietro la schiena, ancora quel dannato e smisurato sguardo talmente diretto e limpido da far del male. La sera è calata sulla stanza, sono passate ore nel silenzio, in quanto lui si è sentito sciogliere più volte dalla voglia di coccolarla e di scuoterla, perché vuole solamente essere con lei.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 680 n° Letture: 1599

[Segnala questo] Pubblicato: 05/03/2017 Aggiornato: 05/03/2017


Sommario: Il loro amplesso fu un ondeggiare appassionato, frenetico e vibrante, abbellito e condito dai morsi che Patrizio prese sulla mano mentre tentava di metterle le dita in bocca, cercando di placare Ramona in quanto emetteva chiassosi e continui strepitanti gemiti. Trascorsero pochi attimi, poiché esigui e intensissimi furono i minuti di passione e di trasporto, che esplosero manifestamente marchiando Ramona a dovere, a seguito del flusso abbondante della sborrata finale di Patrizio sopra la pelosissima e deliziosa fica della donna.
 

Categoria: Etero, Dominazione, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1831 n° Letture: 2187

[Segnala questo] Pubblicato: 04/03/2017 Aggiornato: 04/03/2017


Sommario: Piccolo appunto, questo ovviamente è il mio pensiero: ancora oggi non disdegno d’avere la fica molto pelosa, in quanto è una componente che mi è sempre piaciuta possedere fin da ragazza, perché là di sotto, secondo me, deve rimanere in tal modo, a protezione e a riparo in un certo senso di quel frutto sugoso da scoprire.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 861 n° Letture: 2239

[Segnala questo] Pubblicato: 03/03/2017 Aggiornato: 03/03/2017


Sommario: Cerco di fare in modo di tenerci alla pari, infine quando siamo entrambi al punto giusto, mi scateno su di lui, mi sfogo su di me e godiamo entrambi. Io strepito per aria il mio gagliardo clamore, urlo il mio orgasmo lanciando in mare aperto le mie vigorose grida dimenandomi, Tony mi sborra squisitamente addosso la sua candida essenza, cospargendomela sulle tette e sull’addome, mio marito ghigna acutamente compiaciuto per la scena che gustosamente assiste.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2735 n° Letture: 2386

[Segnala questo] Pubblicato: 02/03/2017 Aggiornato: 02/03/2017


Sommario: L’orgasmo arriva come un’onda irrefrenabile e travolgente, è davvero indicibile e inenarrabile quello che provo, perché sono pure sensazioni viscose che s’espandono dal basso ventre giungendo fino allo stomaco, dal cervello alla sua bocca squassandomi il corpo, poi tutto si placa. Attualmente siamo sudati, i nostri battiti sono accelerati, il respiro è affannoso, però non sazi del tutto di godere né d’usufruire dei nostri corpi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1357 n° Letture: 1579

[Segnala questo] Pubblicato: 01/03/2017 Aggiornato: 01/03/2017


Sommario: In quell’istante mi sembrava di volare, tenuto conto che io sborrai poco dopo con esuberanza, in completa e in perfetta delizia, cospargendole tutto il mio bianco e denso seme sulle sue tette, intanto che lei m’osservava entusiasta ed enormemente ammaliata e sedotta per quell’incontinente e sregolata scena.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1379 n° Letture: 3346

[Segnala questo] Pubblicato: 28/02/2017 Aggiornato: 28/02/2017


Sommario: Siamo sul mio posto di lavoro e può entrare chiunque, in qualunque momento, nonostante siano appena andati via tutti per l’ora di pranzo. Le mie parole sono inefficaci e cadono nel vuoto: tu sei troppo coinvolto, eccitato e pieno di voglia, dato che ti è bastato sentire il mio profumo e tenere tra le mani il mio braccio per farti prendere dalla tua stessa bramosia, dalla tua avidità di me.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1619 n° Letture: 1716

[Segnala questo] Pubblicato: 27/02/2017 Aggiornato: 27/02/2017


Sommario: Quest’ultima categoria, infatti, molto apprezzata e sovente gradita da me, di media diffusione, costituita principalmente da esemplari con alcune caratteristiche specifiche - bel seno, bel sedere o altro - però in ogni caso d’aspetto e di portamento piacevole, di discreta disponibilità e d’apertura al dialogo con una grande elasticità e versatilità morale, voleva fare sfoggio e vanto a tutti di qualcosa che in realtà non era, perché non le apparteneva per nulla.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1221 n° Letture: 2853

[Segnala questo] Pubblicato: 26/02/2017 Aggiornato: 26/02/2017


Sommario: In verità, mia cara, sono trascorsi più di vent’anni dal nostro primo incontro, ed è proprio al primo incontro che ho fermamente e saldamente capito intuendo appieno che non eri una stella cadente qualsiasi. Per me eri bellissima, al di là dell’aspetto fisico esteriore, anche se non eri né sei una bellezza da copertina, questo però non importa, perché lo vedevo e lo coglievo unicamente io, dato che eri così incredibile nel tuo modo di camminare, di comportarti, di ridere, di parlare e di tutto quello che facevi o non facevi.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 850 n° Letture: 1420

[Segnala questo] Pubblicato: 25/02/2017 Aggiornato: 25/02/2017


Sommario: Io sento i suoi occhi seguire il movimento delle mie mani sul mio corpo, sui miei seni, scendere verso il ventre, scivolare lungo il solco dell’inguine e giocare con i miei fluidi, percepisco e ascolto distintamente il calore del suo respiro, lui sta toccando la mia anima, visto che riesce a sfiorare con delicata prepotenza il mio desiderio. I miei fluidi continuano a colare tra le gambe piegate e leggermente divaricate grazie al lavoro accorto delle mie mani.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2339 n° Letture: 2778

[Segnala questo] Pubblicato: 25/02/2017 Aggiornato: 25/02/2017


Sommario: Lui è senza dubbio un affezionato calcolatore, è gretto, spilorcio e ottuso, perché cerca molto più impersonalmente e piattamente l’amante, può darsi che esegua quest’angosciosa e spasmodica ricerca sapientemente in modo camuffato via computer, in tal modo qualche mattacchione al momento sbircia sorvegliando nell’istante esatto che io digito qualcosa sulla tastiera, perché sta allegramente e felicemente giustappunto incassando le mie segrete nefandezze e decifrando i miei misfatti per di più spassandosela in maniera gioiosa.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1449 n° Letture: 1341

[Segnala questo] Pubblicato: 24/02/2017 Aggiornato: 24/02/2017


Sommario: Lui nel frattempo era già nudo, finché una frenesia esagerata e spropositata lo assalì. In quell’occasione lui la tirò verso di sé, lei si mise cavalcioni, afferrò il suo cazzo e lo strinse forte. Lei al momento era nella posizione di controllo, eppure era veramente incontenibile e inarrestabile, in quanto era impellente, irrimandabile e prepotente il desiderio d’essere impalata dal cazzo di Corrado, sì, perché lei era alla ricerca d’altri stimoli che potessero investirla e travolgerla, tuttavia non tardò molto.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1875 n° Letture: 2136

[Segnala questo] Pubblicato: 23/02/2017 Aggiornato: 23/02/2017


Sommario: Devesh è il suo nome, mi confessa che il mistico tempio è però troppo severo per lui, poiché si sta al presente recando per conoscere un maestro di chiara celebrità a Roma, che lo metta sulla giusta e opportuna strada. Il suo problema è la castità, in quanto non riesce proprio a figurarsi una vita morigerata o quantomeno sessualmente contenuta, giacché nel momento in cui mi squadra io noto che la sua contemplazione sprofonda nella mia scollatura splendente, cosparsa per l’occasione con del balsamo profumato.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2449 n° Letture: 1747

[Segnala questo] Pubblicato: 22/02/2017 Aggiornato: 22/02/2017


Sommario: Io m’aspetto da te francamente una risposta negativa, però tu mi sorprendi, mentre con il viso illuminato da uno splendido sorriso, mi confidi che se mi fossi fermato in un posto diverso da un albergo ti saresti ricreduta all’istante su di me. Io sono ancora sbigottito, sennonché imbocco immediatamente la scorciatoia al lato della strada provinciale e in circa quindici minuti ci ritroviamo dinanzi all’ingresso dell’hotel.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1538 n° Letture: 1895

[Segnala questo] Pubblicato: 21/02/2017 Aggiornato: 21/02/2017


Sommario: Con il passare del tempo però, questi nostri potenziali incontri erano diventati sempre più frequenti, eppure ci mancava qualcosa per poter suggellare il tutto, perché sentivamo che ormai il congetturato non ci bastava più, in quanto era giunto il momento d’incontrarci e vivere dal vero una storia che ci aveva dato capriccio, infatuazione e piacere per un periodo di tempo.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1262 n° Letture: 2243

[Segnala questo] Pubblicato: 20/02/2017 Aggiornato: 20/02/2017


Sommario: Io ti sento mormorare allorquando tu mi tocchi di sfuggita la fica e picchietti il clitoride con la punta della lingua. Un fiotto di fluido cola nella tua bocca, al momento tu deciso assedi e foderi le labbra con la lingua, le prendi tutte dentro la tua bocca e succhi, per il fatto che mi stai bevendo con diletto facendo rumore ed eccitandoti.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 963 n° Letture: 1558

[Segnala questo] Pubblicato: 19/02/2017 Aggiornato: 19/02/2017


Sommario: La tua amica mi trasmette addirittura una sensualità sconosciuta, dal momento che mi fa provare una sensazione nuova e totalmente coinvolgente, io poso il cazzo tra i tuoi grandi seni e faccio la cosa che avevo desiderato da tanto tempo: li stringo sopra di esso e lo faccio scivolare in mezzo. Anche questa, invero, è per me una sensazione nuova e bellissima, poiché le tue grandi tette sono vivide, i capezzoli sono gonfi, perché anche tu li stringi, le nostre mani si toccano, le dita s’intrecciano e gli occhi sorridono.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2209 n° Letture: 2875

[Segnala questo] Pubblicato: 18/02/2017 Aggiornato: 18/02/2017


Sommario: Neanche lei sapeva né s’accorgeva a tal punto bene d’esserlo, molto probabilmente e innegabilmente per di più a causa del patrigno, che le aveva ininterrottamente compromesso e indebolito per tutto il tempo la sua già fragile, instabile e vacillante autostima, eppure io sapevo e mi rendevo conto che lei era incantevole e grandiosa con delle enormi potenzialità e delle risorse nascoste tutte da far emergere.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1143 n° Letture: 2232

[Segnala questo] Pubblicato: 17/02/2017 Aggiornato: 17/02/2017


Sommario: La mia respirazione è diventata più scarsa, percepisco un bollore rabbioso sollevarsi verso l’addome, io comprimo d’impulso le gambe e accosto la cavità pelvica alla tua, giacché sono totalmente intrisa, tu mi stringi più forte e mi fai spogliare, io mi sfilo rapidamente gli indumenti, visto che non c’è abbastanza occasione per delle azioni erotiche, perché tutto implora e strepita dentro di noi, la polpa invita, giacché l’ardore e la bramosia esplodono in ambedue i nostri genitali.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2234 n° Letture: 1912

[Segnala questo] Pubblicato: 16/02/2017 Aggiornato: 16/02/2017


Sommario: Io non l’ho toccato, non gliel’ho mai preso in bocca e nemmeno l’ho mai masturbato. Lui però sa che sarebbe pretendere troppo, non me lo ha in effetti mai chiesto, o forse non ha bisogno, siccome gli piace scopare da femmina e godere da femmina, dal momento che non esige altro che un cazzo che gli allarghi adeguatamente il pertugio. Io ho ancora le orecchie piene dei suoi gemiti da troia e delle parole immorali, lussuriose e sporche che gl’infilavo nel cervello a ogni spinta.
 

Categoria: Gay, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3786 n° Letture: 4663

[Segnala questo] Pubblicato: 15/02/2017 Aggiornato: 15/02/2017