i racconti di Milu
racconti erotici per adulti
Pseudonimo: Idraulico1999 [Contatto]
Nome: Salvatore
Stato: Membro
Autore dal: 10/05/2016
Sito web:
Beta-reader:
Preferisco aggiungere due osservazioni, che forse valgono per ogni racconto, ma in special modo per il genere erotico. La prima è che
non si scrive per se stessi, ma per il lettore. Nel racconto erotico, questo significa che non si scrive per eccitarsi, ma per eccitare.

La seconda osservazione è che l’erotismo è particolarmente a rischio di forme e di modelli già acquisiti: immaginiamo per esempio
l’influsso del porno sull’immaginario non solo maschile. La presumibilità, la prevedibilità e la scontatezza sono di frequente in agguato
così come i termini ripetuti e le situazioni ovvie. Anche il “finale”, pur essendo sesso, non è detto che debba essere “quel finale”.

In conclusione, l’eros è come corteggiare una donna: lentamente, fatela impazzire. Lasciatevi desiderare e giocate con lei, non fatele
capire dove volete arrivare, anche se lo sapete benissimo entrambi. Dominatela fin dall’inizio e portatela dove volete, esattamente
come in un racconto erotico. “Chi scrive domina, chi legge ne subisce il fascino”.

In questi resoconti, sono elencati e descritti vari scenari attraverso fatti e vissuti che spaziano dal sesso, al piacere, ai peccati,
alle rivincite, ai capricci, ai tradimenti, alle passioni nascoste, alle sofferenze, ai tormenti, alle manie, alle curiosità morbose,
alle esaltazioni, alle stravaganze, ai tabù, alle ironie, alle perversioni e alle ossessioni.

Per mezzo di queste descrizioni erotiche, mi rivedo a raccontare fatti della quotidianità di molte persone, di storie vissute, d’argomenti
e di trame che fanno parte del bagaglio intimo e nascosto di ognuno di noi. Le persone sono differenti, si mescolano e si combinano in
modo diverso, così come le storie e le vicende erotiche lo sono altrettanto; raccontano trame, storie, episodi, partecipazioni, impulsi
e passioni travolgenti.

Certamente e indiscutibilmente è un tema delicato e sensibile, di storie e di persone che si aprono, narrano, si relazionano, che
decidono e che scelgono di raccontarsi manifestando e svelando i loro retroscena. Il sesso per quanto possibile e prevedibilmente si fa, mentre l’erotismo si coglie, si percepisce.

Per me, senza dubbio è meglio “parlarne” di meno e “farne” di più, (sia in termini di quantità sia di qualità), in quanto è già un bel
segno; un segno d’apertura culturale e di libertà.

La scrittura è libertà, ognuno di noi esprime le proprie idee, così come anch’io esprimo e rivelo le mie, e tutto ciò vale anche per quelli che non la pensano come me.

Idraulico1999

===================================================================================================================================================================================
***Osservazioni per tutti voi che leggete i miei racconti erotici***

Io non sono né un romanziere né uno scrittore. E’ complesso e difficile parlare dello scrivere, e molto più difficile è dire in proposito qualcosa d’innovativo e d’originale. Le storie che racconto, appartengono alla mia vita e alla vita di persone che ho amato, ascoltato, conosciuto e sentito, che ancora adesso mi circondano e che mi hanno sempre circondato. E questo vale anche per la vita normale, a volte dolorosa e a volte divertente che ho trascorso e vissuto.

Sono un uomo che ha studiato poco e male, che per tutta la vita ho lavorato e che al presente (per fortuna) lavoro.

Scrivo per raccontare le cose belle che ho avuto, per confortarmi consolandomi per le cose brutte che mi sono capitate e chiedere scusa delle cose incresciose e spiacevoli che ho eventualmente involontariamente causato.

Mi è sempre piaciuto giocare con le parole, le virgole, i punti, i silenzi e le frasi così come un gioco, come una continua messa in scena, con le parole che svelano emozioni e le frasi che raccontano situazioni, che informano d’una persona, d’una storia, d’un evento, d’un periodo, d’una situazione, di un’occasione e perfino d’un sogno che ognuno di noi vorrebbe realizzare.

Idraulico1999 (Salvatore)






[Segnala questo]
 
 
 
Stories by Idraulico1999
Sommario: La sua fica è come il rivestimento d’un mollusco penso fra me, poi con la coda dell’occhio vedo confusamente quei folti peli pubici come fuggevoli mazzetti d’alghe, cosicché assaggio il gusto salmastro ma gradevole di quella deliziosa e lussuriosa fica, laddove la sua proprietaria è distesa attualmente in un armonioso, placido e soave dormiveglia. Non molto distante c’è un uomo, lì c’è il suo proprietario, lui la possiede, perché ha diritto sul suo corpo, come su d’un qualsiasi oggetto da lui comprato.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1147 n° Letture: 3100

[Segnala questo] Pubblicato: 27/08/2016 Aggiornato: 27/08/2016


Sommario: Dopo, le loro bocche si sono incontrate nei baci profondi, con le lingue avviluppate come se volessero divorarsi, mentre i corpi strisciavano l’uno sull’altro abbracciati dalle mani ingorde e vogliose. Le loro labbra si staccavano solo per trarre respiri intervallati da parole d’indecoroso e d’inopportuno splendore, appresso lui si è girato sopra il corpo di Ausilia, cercando con la bocca la sua fica e di nuovo le ha leccato il clitoride pulsante, le labbra gonfie e il perineo, giungendo fino al suo buchetto, infilandoci infine la lingua.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2121 n° Letture: 2303

[Segnala questo] Pubblicato: 26/08/2016 Aggiornato: 26/08/2016


Sommario: Io ero carica, piena di quello sconosciuto, un fiume scorreva fra di noi, forte, impetuoso e veemente, così imperioso e prepotente da perforare quasi le mie membra, io ardevo oltremisura, c’era un fuoco dentro e attorno a me, passione e voglia, desiderio e vergogna, per il fatto che come in un’altalena trovammo quel ritmo, la cadenza insperata che ci univa, che ci faceva danzare, che preannunciava il godimento.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1115 n° Letture: 2281

[Segnala questo] Pubblicato: 25/08/2016 Aggiornato: 25/08/2016


Sommario: Io rivivo e sento rinascere dentro di me la sensazione irruente e veemente di quanto affondi e di quanto vibri a tal punto il mio desiderio di stringermi attorno a lui, di succhiarlo anche con quella profondità come ho fatto prima con la bocca, perché è come un’autentica magia, una delizia e un incanto che si ripete, visione effettiva e reale quanto lo è stata quella fisica, perché avverto limpidamente il suo sesso che scivola e ancora mi bagno al semplice pensiero.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1239 n° Letture: 2537

[Segnala questo] Pubblicato: 24/08/2016 Aggiornato: 24/08/2016


Sommario: L’orgasmo stava per arrivare fulmineo e inatteso, il mio viso s’illuminò, poiché il mio corpo fremeva ribollendo tutto, io muovevo le cosce con insistenza, lanciai in conclusione un urlo d’intenso piacere giammai sperimentato prima d’allora.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1087 n° Letture: 3204

[Segnala questo] Pubblicato: 23/08/2016 Aggiornato: 23/08/2016


Sommario: Io piansi al suo rifiuto, anche se alla fine riuscii ad accettare quelle parole, poiché comprendevo la sua crisi e non volevo abbandonarlo, lui mi raccontò diverse cose, anche della sua infanzia, dei rapporti con i suoi genitori, arrivando perfino a dirmi “grazie d’esistere”. Il giorno dopo venne a raccontarmi d’un rifiuto sessuale ricevuto dalla moglie e delle offese che lei gli aveva rivolto, io cercai di tranquillizzarlo, eppure per me fu come ricevere il colpo di grazia. Io desideravo ancora quell’uomo, che però mi vedeva ormai come un essere asessuato, lui cercava l’amica, però una parte di me non riusciva a dimenticare d’essere la donna che lui per anni aveva desiderato. Una parte di me voleva continuare a sentirsi ammirata e desiderata, continuare a dargli e ricevere piacere.
 

Categoria: Sensazioni, Etero, Gay
Capitoli: n° Parole: 2928 n° Letture: 4461

[Segnala questo] Pubblicato: 22/08/2016 Aggiornato: 22/08/2016


Sommario: Il suo pube premeva sulla mia già poderosa reazione, volendo quasi fondersi senza penetrazione con dei movimenti circolari, in quanto ne aumentavano innegabilmente l’inturgidimento e la sua voglia bramosa d’essere posseduta. Ogni suo gesto manifestava in realtà una voglia di maschio disattesa e insoddisfatta da lungo tempo, quasi come per voler riconquistare acchiappando sensazioni ed emozioni perdute, svanite nella forzata astinenza e nella solitudine impostale dal fato avverso.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1258 n° Letture: 3304

[Segnala questo] Pubblicato: 21/08/2016 Aggiornato: 21/08/2016


Sommario: Lei è manifestamente annoiata, è disgustata e piuttosto scocciata dalla festa, perché non si trova a suo agio. Il suo sguardo amabile e malinconico al tempo stesso s’accende lentamente, lo vedo tangibilmente mentre parlo, visto che mi guarda le labbra, faccio qualche battuta, ha un sorriso bellissimo che t’incanta. Sulle note di samba, sommessamente m’appoggia la testa su d’una spalla, adagio ed educatamente le tocco la mano intrecciando le mie dita con le sue.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1773 n° Letture: 6148

[Segnala questo] Pubblicato: 20/08/2016 Aggiornato: 20/08/2016


Sommario: Attualmente in quest’occasione la mia fica è rasata, sebbene ha me piaccia senz’ombra di dubbio tenermela molto pelosa, con una bella striscia larga bene in vista, perché anche al mio ragazzo le aggrada in tal modo, tenuto conto che lui mi divulga spiegandomi in modo risoluto quando siamo insieme in modo animoso e focoso, che lui ci sborra sopra più che volentieri, facendolo sennonché folleggiare e scatenandolo oltremisura.
 

Categoria: Autoerotismo, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 901 n° Letture: 4478

[Segnala questo] Pubblicato: 19/08/2016 Aggiornato: 19/08/2016


Sommario: La fica sembrava in preda alla furia e alla pazzia più animalesca, lui la sentiva contrarsi e rilassarsi sfrenatamente in continuazione, le sue mani lo tenevano forte e con decisione, dato che non voleva lasciarlo scappare, perché era troppo delizioso e magnifico ciò che provava, e lui voleva farla godere e spassarsela con tutto sé stesso.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1855 n° Letture: 4264

[Segnala questo] Pubblicato: 18/08/2016 Aggiornato: 18/08/2016


Sommario: Lei mi sbatte volontariamente contro il giaciglio, abbassa velocemente la chiusura lampo dei pantaloni e già avverto che lo tiene premurosamente al caldo dentro la sua cavità orale, lo ingoia, ci gira intorno con la lingua, sale e scende con le labbra. Io non capisco più niente, sono fuori di senno, lei lo lecca flemmaticamente imprimendo con la lingua peraltro tenuta rigida e spingendola sulla punta del frenulo, stimolando ulteriormente la mia virilità, poi di nuovo digrada giù nel calore accogliente e ospitale delle sue labbra.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 826 n° Letture: 3164

[Segnala questo] Pubblicato: 17/08/2016 Aggiornato: 17/08/2016


Sommario: In un attimo, come un animale crudele e selvaggio che trasporta la sua preda nella tana per cibarsene, Venâncio mi strattonò fino al capannone, dove un tempo venivano puniti gli schiavi e con una spinta mascolina e virile io caddi sul pavimento. Lì per terra giacevano vari strumenti e d’utensili differenti adoperati per le torture, lui era lì in piedi davanti a me, si sfregò bene il cazzo, ci sputò sopra ed ebbe un’istantanea e poderosa erezione.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1031 n° Letture: 7038

[Segnala questo] Pubblicato: 16/08/2016 Aggiornato: 16/08/2016


Sommario: Lui la sommerse di piacere eppure lei ghiotta e ancora vogliosa lo spinse via, il suo corpo scivolò lontano prosciugato e privo di sensi, proprio come un relitto in mezzo all’oceano di quelle lenzuola azzurre. Lei lo guardò e s’accorse di quanto era stato bello, una sua parte si rammaricò, mentre un’altra parte sorrise gioiosa, spensierata e trionfante, perché adesso quella bellezza sarebbe vissuta dentro di lei e in lei avrebbe avuto nuova forza.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1281 n° Letture: 3041

[Segnala questo] Pubblicato: 15/08/2016 Aggiornato: 15/08/2016


Sommario: Incancellabile è il ricordo della nostra meravigliosa e sublime intimità che rivivo adesso intensamente, le mie mani sul tuo corpo cercano i tuoi seni, accarezzano le tue gambe, scendono lungo la schiena, si soffermano sui tuoi glutei divaricandoli ogni tanto per mostrare alla mia vista la tua fica timidamente nascosta dalla tua arrapante, foltissima e nera peluria, sennonché bagnata, gonfia d’eccitazione e desiderosa febbrilmente di me.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1569 n° Letture: 2438

[Segnala questo] Pubblicato: 14/08/2016 Aggiornato: 14/08/2016


Sommario: In conclusione ci salutiamo, perché lui corre in bagno a pulirsi i pantaloni dopo aver sborrato segretamente e silenziosamente sotto la scrivania, sprecando quel favoloso nettare di vita, viceversa, a me rimane un concetto astratto e un senso di cedevolezza, d’inconsistenza e di vuoto evidente, perché tutta questa vicenda in ultimo m’annulla invadendomi e graffiandomi l’anima, azzerandomi sennonché interamente tutta l’eccitazione che si era nel frattempo a ragion veduta accumulata e creata.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1116 n° Letture: 2995

[Segnala questo] Pubblicato: 13/08/2016 Aggiornato: 13/08/2016


Sommario: Al presente era giunto il periodo di ricambiare, dato che lui allontanò i loro visi dal suo membro duro e si distese fra di loro. A turno cominciò a baciarle e ad accarezzarle anche se la sua attenzione era rivolta in special modo verso Prisca, la sua armoniosa e deliziosa amante. Amore, passione e tenerezza per lei, ambizione, bizzarria e curiosità invece per l’altra.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1737 n° Letture: 3748

[Segnala questo] Pubblicato: 12/08/2016 Aggiornato: 12/08/2016


Sommario: Enzo era all’apice del piacere, giacché lo ero pure io, così nitidamente senz’accorgermene, dato che era passato il tempo massimo di connessione, i led sennonché si spensero, io continuai ancora per qualche minuto fino a che, spossata e completamente bagnata tolsi in fretta i fermagli estraendo i due falli dagli orifizi.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1219 n° Letture: 5169

[Segnala questo] Pubblicato: 11/08/2016 Aggiornato: 11/08/2016


Sommario: Adesso spetta a lui, gradualmente riprendo con ardore e con efficacia il mio galoppo verso il suo orgasmo, giacché lo stesso arriva istantaneo accompagnato dalla sua sborrata liberatoria, per il fatto che m’inzuppa ricoprendomi la pelosissima e nera fica. Pure Roberto, in maniera frettolosa, senz’aspettare che Nicole raggiungesse l’acme del piacere, l’imbratta sulle chiappe e sulla schiena cospargendole addosso tutto il suo liquido seminale.
 

Categoria: Orgia, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2566 n° Letture: 4737

[Segnala questo] Pubblicato: 10/08/2016 Aggiornato: 10/08/2016


Sommario: Che cosa ci facevo lì? Tutto questo per vivere realmente e per nutrirmi di quegli amplessi finora soltanto raccontati per telefono o tramite una frustrante, mortificante e penalizzante sfilza di messaggi sul cellulare con un uomo mai visto, ma soltanto conosciuto, anzi, scoperto nella chat. Chi era quest’uomo, che ha saputo conquistare raggiungendo e toccando le corde giuste e precise del mio animo, che ha saputo fin da subito con bravura che cosa io volessi o avessi bisogno, che mi parlava con quella voce chiara, lenta e profonda, cadenzando e scandendo le parole, quest’uomo che rievocava giochi erotici, riuscendo a farmi sentire come se li stessi realmente vivendo?
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1197 n° Letture: 2437

[Segnala questo] Pubblicato: 09/08/2016 Aggiornato: 09/08/2016


Sommario: E’ davvero inatteso e sorprendente, fatto sta che viviamo il nostro momento di grazia e ci diamo dentro fino a notte fonda, in seguito però diventa difficoltoso dormire. Sarà il silenzio? Sarà lo sciabordio del mare? Saranno la camera e il lettone inconsueti? E sarà anche che fa caldo, insomma non riusciamo a dormire e così recuperiamo qualcosa da metterci addosso, saliamo alla piattaforma dell’ultimo piano per fumarci una sigaretta e per guardare la luna e le stelle.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1691 n° Letture: 3255

[Segnala questo] Pubblicato: 08/08/2016 Aggiornato: 08/08/2016


Sommario: Lei sa assennatamente dove toccarmi, sa come palpeggiarmi, conosce l’intensità del tatto, l’unicità del tocco, però il suo dito va persino oltre, perché penetra in me gaudente e libertino, così come un piccolo pene delizioso e deciso nella mia fica, fin tanto che non esce colmo delle mie secrezioni, che Oriana lecca tra l’altro con un’approfondita golosità.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1074 n° Letture: 2621

[Segnala questo] Pubblicato: 07/08/2016 Aggiornato: 07/08/2016


Sommario: Io rimango nuovamente disorientato e stupefatto, apertamente scombussolato per quell’insperata e gradita apparizione, lei si era abilmente sfilata gli slip, mostrandomi adesso quel foltissimo e nerissimo pelo che nascondeva a ragion veduta le labbra, che spettacolo e che visione, non vedo realmente l’ora di tastarla là di sotto, perché il mio cazzo al solo pensiero si dimena come un forsennato dentro i calzoni.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1954 n° Letture: 7632

[Segnala questo] Pubblicato: 06/08/2016 Aggiornato: 06/08/2016


Sommario: Lei ritirò le dita, cambiò di posto obbligando il cazzo granitico del ragazzo con un’accorta stimolazione a erigersi, poi introdusse la mano nelle sue braghe, siccome lo distinse ben presto tornare sodo e la sua voglia come d’incanto ammaliata risalì nuovamente. In quel momento s’introdusse all’interno dei suoi slip, s’accorse della cute del cazzo stiracchiata, rasentò per un attimo la punta, successivamente lo afferrò tutto per sé.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1574 n° Letture: 2574

[Segnala questo] Pubblicato: 05/08/2016 Aggiornato: 05/08/2016


Sommario: Ripensiamo in seguito a quei colpi di tosse talmente chiari che sembravano provenire dalla nostra stessa camera e al baccano fatto da noi, infine scoppiamo a ridere. Io penso che dall’altra parte del muro, al massimo ci sarà stata un po’ d’invidia e poco importa se quell’uomo ci abbia sentito scopare e parlare di sesso estremo. Abbiamo riposato un paio d’ore abbondanti e adesso siamo pronti a scendere per la cena ad assaggiare la gustosa cucina della nostra ospite.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3566 n° Letture: 4409

[Segnala questo] Pubblicato: 04/08/2016 Aggiornato: 04/08/2016


Sommario: Io mi ritrovo vistosamente gocciolante di sudore per tutte quelle scenografie sconvolgenti appena vissute, perché puntualmente lo squillo improvviso, inatteso e potente della sveglia mi riporta alla realtà quotidiana, rammentandomi che devo iniziare la giornata. Apro bruscamente gli occhi, il sudore è freddo sulla mia pelle, in quel preciso momento mi guardo attorno arruffata, confusa e incerta, squadro la mia stanza, il mio letto e la mia vita, meno male il sogno è svanito dico a me stessa rincuorandomi.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1167 n° Letture: 2398

[Segnala questo] Pubblicato: 03/08/2016 Aggiornato: 03/08/2016


Sommario: La situazione era al momento intrigante, misteriosa e particolare, le sensazioni erano contrastanti, diffuse e minuziose, impetuose e travolgenti, giacché era così tutto emozionante, magico e provocante. I pensieri s’addossavano sovrapponendosi insanabilmente nella mente, dato che le venne il dubbio che quell’uomo lì accanto fosse in realtà lui stesso, visto che faceva finta d’essere il suo amico.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 2046 n° Letture: 2454

[Segnala questo] Pubblicato: 02/08/2016 Aggiornato: 02/08/2016


Sommario: Se ami una donna, se adori e difendi il suo pensiero e lo manifesti con la giusta finezza e l’appropriata grazia, una donna potrà a suo modo offrirti mettendoti a disposizione su d’un vassoio d’argento piccole e svariate gemme del suo mondo, perché t’afferrerà per mano facendoti percorrere ed esplorare i suoi giardini, ed è lì, che tu uomo dovrai cercare di non impazzire, perché vedrai se hai occhi per guardare cose che la tua mente fatica e stenta a comprendere e per paura di non esserne all’altezza beffeggia, deride ed evita.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1136 n° Letture: 1970

[Segnala questo] Pubblicato: 01/08/2016 Aggiornato: 01/08/2016


Sommario: Arriviamo finalmente a destinazione e soltanto nel momento dei saluti di rito io scopro di non volere realmente che te ne vada, mentre assisto in modo palese osservando che tu non riesci realmente a scendere. I nostri sguardi prima schivanti e sfuggenti s’incrociano, ben presto i miei occhi si soffermano lungo il tuo giovane corpo, io indugio sul tuo prosperoso seno, dal momento che i brillantini lo fanno risplendere nella notte come in un sogno.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 402 n° Letture: 2553

[Segnala questo] Pubblicato: 31/07/2016 Aggiornato: 31/07/2016


Sommario: Sono in verità spinte lente che i miei fianchi riconoscono e che seguono attentamente attraverso una danza che ustiona, giacché mi rammenta in modo preciso quella carnagione che si strofina addosso alla mia, avverto marcatamente il mio addome che si contrae solerte raggrinzendosi, mentre lui erompe sborrandomi contro la mia pelosissima fica rossiccia tutta la sua densa linfa vitale, mescolando il mio piacere al suo.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1252 n° Letture: 2652

[Segnala questo] Pubblicato: 30/07/2016 Aggiornato: 30/07/2016


Sommario: Il mio orgasmo è strepitoso, è un fiume in piena, io perdo completamente la nozione del tempo e il concetto dello spazio, avverto solamente una diffusa e particolareggiata pace mentale, come se la mia mente fosse stata svuotata da tutto il resto dei miei affanni e delle mie personali angustie. Il bello è che l’orgasmo è seguito a distanza di pochi secondi da altri due, dirompenti e vorticosi anch’essi, così come succede dopo un terremoto che è seguito da perenni scosse d’assestamento.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3192 n° Letture: 4262

[Segnala questo] Pubblicato: 29/07/2016 Aggiornato: 29/07/2016


Sommario: Il mio corpo era impressionato e turbato da innumerevoli scosse simili all’elettricità, nel tempo in cui godevo sotto i colpi di quell’oggetto di plastica e sotto le carezze della tua lingua. Io ho continuato a baciarti ancora fino a quando ti sei scostato da me, facendomi sentire poco dopo la tua intima e densa sborrata sul mio seno infine riempiendolo, poi senza liberarmi dalle bende m’hai coccolato non permettendomi di dire nulla, mettendo il tuo dito davanti alle mie labbra ogni volta che provavo a conversare.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1949 n° Letture: 2614

[Segnala questo] Pubblicato: 28/07/2016 Aggiornato: 28/07/2016


Sommario: Dunque, la prima impressione non era stata per nulla fraintesa né si era rivelata sbagliata, io avevo inevitabilmente e irreparabilmente interrotto spezzando di proposito il piacere della sua lettura e impedendo non solamente quello, perché al presente il fruscio dei vestiti che avevo udito poc’anzi, trovava una definizione e una sistemazione molto più marcata, precisa e ragionevole dell’accaduto.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3020 n° Letture: 2898

[Segnala questo] Pubblicato: 27/07/2016 Aggiornato: 27/07/2016


Sommario: Appresso mi sollevò in alto le gambe proseguendo a spingere, affondando il suo prestante cazzo nella mia nera e pelosissima fica, strappandomi strepiti d’inaudito e d’inconcepibile piacere a ogni pressione esercitata. Di nuovo colsi lucidamente quel sussulto, giacché avvertii spiccatamente la sua eccitazione scalpitare, spruzzandomi in conclusione il suo liquido vitale e perdersi dentro di me.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2819 n° Letture: 2580

[Segnala questo] Pubblicato: 26/07/2016 Aggiornato: 26/07/2016


Sommario: In quel momento avvertivo il suo essere, coglievo nettamente il suo corpo su di me, perché lui si muoveva ritmicamente, dal momento che lo sentivo introdursi nel profondo: le sue dita sembravano incunearsi nella mia pelle, come assorbirsi inglobandosi. Lui non parlava, affondava i denti nella carne, mi stringeva, io ero in suo potere, sempre più soggiogata e sottomessa dalla sua forza, dalla paura.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 855 n° Letture: 2299

[Segnala questo] Pubblicato: 25/07/2016 Aggiornato: 25/07/2016


Sommario: Questa volta l’attento spettatore era però Francesco, già completamente privo d’ogni indumento, giacché stava in piedi innanzi a quel letto accarezzandosi compiaciuto il suo cazzo eretto ed eccitato. Quella scena piacque molto ad Adelasia a tal punto da sciogliere ogni inibizione e a stimolare ogni spirito d’iniziativa: a questo proposito s’inginocchiò al cospetto di Pietro invitando Lara a fare lo stesso.
 

Categoria: Orgia, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 4336 n° Letture: 4774

[Segnala questo] Pubblicato: 24/07/2016 Aggiornato: 24/07/2016


Sommario: In quell’occasione, in effetti, lei si era abbondantemente lasciata andare bevendo, si era discusso peraltro ridendo di tanti argomenti e di svariate questioni piccanti, d’ambizioni, di desideri, di rivendicazioni, perfino d’assilli e di paure che l’immaginario complessivo generico addossa e attribuisce al mondo femminile, per esempio nel farlo con uno sconosciuto, magari d'essere agguantate con la forza.
 

Categoria: Sensazioni, Saffico
Capitoli: n° Parole: 2091 n° Letture: 4322

[Segnala questo] Pubblicato: 23/07/2016 Aggiornato: 23/07/2016


Sommario: Io sono dispettosa, fredda e scontrosa con te, però in realtà sono arrabbiata e furibonda con me stessa, in quanto ho accolto e infine acconsentito quest’incontro in assenza di luce, eppure candidamente tu non mi vai a genio, dato che vorrei essere alquanto distante e fuori mano da questo luogo.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1303 n° Letture: 2123

[Segnala questo] Pubblicato: 22/07/2016 Aggiornato: 22/07/2016


Sommario: Io non me lo feci ripetere due volte, assatanata e bramosa com’ero lasciai cascare il mio vestito e lui fu quasi in preda a uno spasimo, perché si sedette a gambe divaricate sulla prua e mi donò il suo bel remo di carne. Quel cazzo era ben sagomato, non enorme, eppure ben proporzionato e ameno da vedere, maturo al punto giusto, con le vene bene in rilievo pulsanti come i suoi testicoli gonfi pronti per esplodere tutta la sua densa e candida linfa.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 840 n° Letture: 2997

[Segnala questo] Pubblicato: 21/07/2016 Aggiornato: 21/07/2016


Sommario: Ti sembra di poter cantare di gioia, tu pensi d’amarmi? Non illuderti, non dare false speranze, perché presto scoprirai che anche questa volta il tuo cuore si è sbagliato e se così non fosse sta’ pur certa che esiste sempre la morale, il principio. Io t’allontano con dolcezza, incapace d’andare oltre, perché sei sempre tu, la mia amica, la mia anima. Il tuo corpo ha riempito con il suo calore, anche se per poco la solitudine di questa serata, la tua bocca con un sorriso dolce e triste mi ricorda che presto saremo di nuovo separate.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1759 n° Letture: 2538

[Segnala questo] Pubblicato: 20/07/2016 Aggiornato: 20/07/2016


Sommario: Io accolsi il calore della sua sborrata nella bocca masturbandomi sul clitoride velocemente, però senza venire, risalii sul suo corpo divaricando le gambe sul suo viso e lasciai che completasse l’opera che io avevo dapprima iniziato. Lui aprì le labbra della mia pelosa fica e cominciò a masturbarmi giudiziosamente il clitoride con la lingua, girando attorno ed eseguendo cerchi rapidi e ristretti.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1951 n° Letture: 4569

[Segnala questo] Pubblicato: 19/07/2016 Aggiornato: 19/07/2016


Sommario: Non saprei attualmente dire con quanti accorgimenti lui mi sfiorò, però come con mille lingue mi baciò tutte le parti sensibili: il primo risaliva lentamente verso la mia coscia, mentre gli altri mi coccolavano in viso o seguivano il profilo dei miei fianchi, alcuni m’accarezzarono il collo e le spalle, altri ancora mi massaggiavano i seni in un modo così delicato, con tale intensità mai provata prima.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1727 n° Letture: 2598

[Segnala questo] Pubblicato: 18/07/2016 Aggiornato: 18/07/2016


Sommario: Io stavo raggiungendo agevolmente la porta, quando Marinella con l’accappatoio indosso mi venne a salutare ringraziandomi per il passaggio in automobile che le avevo cavallerescamente offerto. Fu allora, che come per incanto, con un gesto amabile e pacato si liberò dell’indumento, dato che le scivolò ai piedi rivelandosi in tutto il suo completo splendore: che autentica meraviglia avevo di fronte a me.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 698 n° Letture: 2958

[Segnala questo] Pubblicato: 17/07/2016 Aggiornato: 17/07/2016


Sommario: Tu mi fai notare d’abitare lì da solo, poi accendi lo stereo e la musica di Phil Collins invade la stanza con le delicate note del brano “Don’t Let Him Steal Your Heart Away” che io tra l’altro adoro. Tu in quell’occasione mi prendi fra le braccia e mi fai ballare gentilmente, le tue braccia mi stringono forte, io mi ritrovo in ultimo con le mie labbra attaccate alle tue in un lungo bacio penetrante e tenero.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1533 n° Letture: 2500

[Segnala questo] Pubblicato: 16/07/2016 Aggiornato: 16/07/2016


Sommario: Io corro per la strada affrettandomi nel cercare il portone e intanto sono fedelmente invasa da un’angoscia e da un’ansia travolgente, giacché tutto si raddoppia intensificandosi: il tempo, la strada, poiché un secondo assomiglia all’eternità, in tal modo non capisco più nulla, tenuto conto che ho in mente solamente lei, dato che non riesco a percepire nient’altro. Finalmente trovo il portone, è aperto, entro, cerco di ricordarmi il piano, faccio le scale di fretta, ho il cuore in gola, perché sono certa che fra un po’ la vedrò nella realtà.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 729 n° Letture: 2629

[Segnala questo] Pubblicato: 15/07/2016 Aggiornato: 15/07/2016


Sommario: Lei mi sorrise negando, però confutando, smentendo sennonché con il dito indice della mano destra, successivamente s’alzò al centro della sala, mi venne davanti e sollevò la gonna per mostrarmi il candore delle cosce con quelle calze velate di colore bianco tirate in alto da un reggicalze di pizzo.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1977 n° Letture: 2893

[Segnala questo] Pubblicato: 14/07/2016 Aggiornato: 14/07/2016