i racconti di Milu
racconti erotici per adulti
Pseudonimo: Idraulico1999 [Contatto]
Nome: Salvatore
Stato: Membro
Autore dal: 10/05/2016
Sito web:
Beta-reader:
Preferisco aggiungere due osservazioni, che forse valgono per ogni racconto, ma in special modo per il genere erotico. La prima è che
non si scrive per se stessi, ma per il lettore. Nel racconto erotico, questo significa che non si scrive per eccitarsi, ma per eccitare.

La seconda osservazione è che l’erotismo è particolarmente a rischio di forme e di modelli già acquisiti: immaginiamo per esempio
l’influsso del porno sull’immaginario non solo maschile. La presumibilità, la prevedibilità e la scontatezza sono di frequente in agguato
così come i termini ripetuti e le situazioni ovvie. Anche il “finale”, pur essendo sesso, non è detto che debba essere “quel finale”.

In conclusione, l’eros è come corteggiare una donna: lentamente, fatela impazzire. Lasciatevi desiderare e giocate con lei, non fatele
capire dove volete arrivare, anche se lo sapete benissimo entrambi. Dominatela fin dall’inizio e portatela dove volete, esattamente
come in un racconto erotico. “Chi scrive domina, chi legge ne subisce il fascino”.

In questi resoconti, sono elencati e descritti vari scenari attraverso fatti e vissuti che spaziano dal sesso, al piacere, ai peccati,
alle rivincite, ai capricci, ai tradimenti, alle passioni nascoste, alle sofferenze, ai tormenti, alle manie, alle curiosità morbose,
alle esaltazioni, alle stravaganze, ai tabù, alle ironie, alle perversioni e alle ossessioni.

Per mezzo di queste descrizioni erotiche, mi rivedo a raccontare fatti della quotidianità di molte persone, di storie vissute, d’argomenti
e di trame che fanno parte del bagaglio intimo e nascosto di ognuno di noi. Le persone sono differenti, si mescolano e si combinano in
modo diverso, così come le storie e le vicende erotiche lo sono altrettanto; raccontano trame, storie, episodi, partecipazioni, impulsi
e passioni travolgenti.

Certamente e indiscutibilmente è un tema delicato e sensibile, di storie e di persone che si aprono, narrano, si relazionano, che
decidono e che scelgono di raccontarsi manifestando e svelando i loro retroscena. Il sesso per quanto possibile e prevedibilmente si fa, mentre l’erotismo si coglie, si percepisce.

Per me, senza dubbio è meglio “parlarne” di meno e “farne” di più, (sia in termini di quantità sia di qualità), in quanto è già un bel
segno; un segno d’apertura culturale e di libertà.

La scrittura è libertà, ognuno di noi esprime le proprie idee, così come anch’io esprimo e rivelo le mie, e tutto ciò vale anche per quelli che non la pensano come me.

Idraulico1999

===================================================================================================================================================================================
***Osservazioni per tutti voi che leggete i miei racconti erotici***

Io non sono né un romanziere né uno scrittore. E’ complesso e difficile parlare dello scrivere, e molto più difficile è dire in proposito qualcosa d’innovativo e d’originale. Le storie che racconto, appartengono alla mia vita e alla vita di persone che ho amato, ascoltato, conosciuto e sentito, che ancora adesso mi circondano e che mi hanno sempre circondato. E questo vale anche per la vita normale, a volte dolorosa e a volte divertente che ho trascorso e vissuto.

Sono un uomo che ha studiato poco e male, che per tutta la vita ho lavorato e che al presente (per fortuna) lavoro.

Scrivo per raccontare le cose belle che ho avuto, per confortarmi consolandomi per le cose brutte che mi sono capitate e chiedere scusa delle cose incresciose e spiacevoli che ho eventualmente involontariamente causato.

Mi è sempre piaciuto giocare con le parole, le virgole, i punti, i silenzi e le frasi così come un gioco, come una continua messa in scena, con le parole che svelano emozioni e le frasi che raccontano situazioni, che informano d’una persona, d’una storia, d’un evento, d’un periodo, d’una situazione, di un’occasione e perfino d’un sogno che ognuno di noi vorrebbe realizzare.

Idraulico1999 (Salvatore)






[Segnala questo]
 
 
 
Stories by Idraulico1999
Sommario: Ripensiamo in seguito a quei colpi di tosse talmente chiari che sembravano provenire dalla nostra stessa camera e al baccano fatto da noi, infine scoppiamo a ridere. Io penso che dall’altra parte del muro, al massimo ci sarà stata un po’ d’invidia e poco importa se quell’uomo ci abbia sentito scopare e parlare di sesso estremo. Abbiamo riposato un paio d’ore abbondanti e adesso siamo pronti a scendere per la cena ad assaggiare la gustosa cucina della nostra ospite.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3566 n° Letture: 4725

[Segnala questo] Pubblicato: 04/08/2016 Aggiornato: 04/08/2016


Sommario: Io mi ritrovo vistosamente gocciolante di sudore per tutte quelle scenografie sconvolgenti appena vissute, perché puntualmente lo squillo improvviso, inatteso e potente della sveglia mi riporta alla realtà quotidiana, rammentandomi che devo iniziare la giornata. Apro bruscamente gli occhi, il sudore è freddo sulla mia pelle, in quel preciso momento mi guardo attorno arruffata, confusa e incerta, squadro la mia stanza, il mio letto e la mia vita, meno male il sogno è svanito dico a me stessa rincuorandomi.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1167 n° Letture: 2768

[Segnala questo] Pubblicato: 03/08/2016 Aggiornato: 03/08/2016


Sommario: La situazione era al momento intrigante, misteriosa e particolare, le sensazioni erano contrastanti, diffuse e minuziose, impetuose e travolgenti, giacché era così tutto emozionante, magico e provocante. I pensieri s’addossavano sovrapponendosi insanabilmente nella mente, dato che le venne il dubbio che quell’uomo lì accanto fosse in realtà lui stesso, visto che faceva finta d’essere il suo amico.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 2046 n° Letture: 2912

[Segnala questo] Pubblicato: 02/08/2016 Aggiornato: 02/08/2016


Sommario: Se ami una donna, se adori e difendi il suo pensiero e lo manifesti con la giusta finezza e l’appropriata grazia, una donna potrà a suo modo offrirti mettendoti a disposizione su d’un vassoio d’argento piccole e svariate gemme del suo mondo, perché t’afferrerà per mano facendoti percorrere ed esplorare i suoi giardini, ed è lì, che tu uomo dovrai cercare di non impazzire, perché vedrai se hai occhi per guardare cose che la tua mente fatica e stenta a comprendere e per paura di non esserne all’altezza beffeggia, deride ed evita.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1136 n° Letture: 2232

[Segnala questo] Pubblicato: 01/08/2016 Aggiornato: 01/08/2016


Sommario: Arriviamo finalmente a destinazione e soltanto nel momento dei saluti di rito io scopro di non volere realmente che te ne vada, mentre assisto in modo palese osservando che tu non riesci realmente a scendere. I nostri sguardi prima schivanti e sfuggenti s’incrociano, ben presto i miei occhi si soffermano lungo il tuo giovane corpo, io indugio sul tuo prosperoso seno, dal momento che i brillantini lo fanno risplendere nella notte come in un sogno.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 402 n° Letture: 2915

[Segnala questo] Pubblicato: 31/07/2016 Aggiornato: 31/07/2016


Sommario: Sono in verità spinte lente che i miei fianchi riconoscono e che seguono attentamente attraverso una danza che ustiona, giacché mi rammenta in modo preciso quella carnagione che si strofina addosso alla mia, avverto marcatamente il mio addome che si contrae solerte raggrinzendosi, mentre lui erompe sborrandomi contro la mia pelosissima fica rossiccia tutta la sua densa linfa vitale, mescolando il mio piacere al suo.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1252 n° Letture: 2956

[Segnala questo] Pubblicato: 30/07/2016 Aggiornato: 30/07/2016


Sommario: Il mio orgasmo è strepitoso, è un fiume in piena, io perdo completamente la nozione del tempo e il concetto dello spazio, avverto solamente una diffusa e particolareggiata pace mentale, come se la mia mente fosse stata svuotata da tutto il resto dei miei affanni e delle mie personali angustie. Il bello è che l’orgasmo è seguito a distanza di pochi secondi da altri due, dirompenti e vorticosi anch’essi, così come succede dopo un terremoto che è seguito da perenni scosse d’assestamento.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3192 n° Letture: 4621

[Segnala questo] Pubblicato: 29/07/2016 Aggiornato: 29/07/2016


Sommario: Il mio corpo era impressionato e turbato da innumerevoli scosse simili all’elettricità, nel tempo in cui godevo sotto i colpi di quell’oggetto di plastica e sotto le carezze della tua lingua. Io ho continuato a baciarti ancora fino a quando ti sei scostato da me, facendomi sentire poco dopo la tua intima e densa sborrata sul mio seno infine riempiendolo, poi senza liberarmi dalle bende m’hai coccolato non permettendomi di dire nulla, mettendo il tuo dito davanti alle mie labbra ogni volta che provavo a conversare.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1949 n° Letture: 2895

[Segnala questo] Pubblicato: 28/07/2016 Aggiornato: 28/07/2016


Sommario: Dunque, la prima impressione non era stata per nulla fraintesa né si era rivelata sbagliata, io avevo inevitabilmente e irreparabilmente interrotto spezzando di proposito il piacere della sua lettura e impedendo non solamente quello, perché al presente il fruscio dei vestiti che avevo udito poc’anzi, trovava una definizione e una sistemazione molto più marcata, precisa e ragionevole dell’accaduto.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 3020 n° Letture: 3207

[Segnala questo] Pubblicato: 27/07/2016 Aggiornato: 27/07/2016


Sommario: Appresso mi sollevò in alto le gambe proseguendo a spingere, affondando il suo prestante cazzo nella mia nera e pelosissima fica, strappandomi strepiti d’inaudito e d’inconcepibile piacere a ogni pressione esercitata. Di nuovo colsi lucidamente quel sussulto, giacché avvertii spiccatamente la sua eccitazione scalpitare, spruzzandomi in conclusione il suo liquido vitale e perdersi dentro di me.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2819 n° Letture: 2966

[Segnala questo] Pubblicato: 26/07/2016 Aggiornato: 26/07/2016


Sommario: In quel momento avvertivo il suo essere, coglievo nettamente il suo corpo su di me, perché lui si muoveva ritmicamente, dal momento che lo sentivo introdursi nel profondo: le sue dita sembravano incunearsi nella mia pelle, come assorbirsi inglobandosi. Lui non parlava, affondava i denti nella carne, mi stringeva, io ero in suo potere, sempre più soggiogata e sottomessa dalla sua forza, dalla paura.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 855 n° Letture: 2668

[Segnala questo] Pubblicato: 25/07/2016 Aggiornato: 25/07/2016


Sommario: Questa volta l’attento spettatore era però Francesco, già completamente privo d’ogni indumento, giacché stava in piedi innanzi a quel letto accarezzandosi compiaciuto il suo cazzo eretto ed eccitato. Quella scena piacque molto ad Adelasia a tal punto da sciogliere ogni inibizione e a stimolare ogni spirito d’iniziativa: a questo proposito s’inginocchiò al cospetto di Pietro invitando Lara a fare lo stesso.
 

Categoria: Orgia, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 4336 n° Letture: 5151

[Segnala questo] Pubblicato: 24/07/2016 Aggiornato: 24/07/2016


Sommario: In quell’occasione, in effetti, lei si era abbondantemente lasciata andare bevendo, si era discusso peraltro ridendo di tanti argomenti e di svariate questioni piccanti, d’ambizioni, di desideri, di rivendicazioni, perfino d’assilli e di paure che l’immaginario complessivo generico addossa e attribuisce al mondo femminile, per esempio nel farlo con uno sconosciuto, magari d'essere agguantate con la forza.
 

Categoria: Sensazioni, Saffico
Capitoli: n° Parole: 2091 n° Letture: 4862

[Segnala questo] Pubblicato: 23/07/2016 Aggiornato: 23/07/2016


Sommario: Io sono dispettosa, fredda e scontrosa con te, però in realtà sono arrabbiata e furibonda con me stessa, in quanto ho accolto e infine acconsentito quest’incontro in assenza di luce, eppure candidamente tu non mi vai a genio, dato che vorrei essere alquanto distante e fuori mano da questo luogo.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1303 n° Letture: 2536

[Segnala questo] Pubblicato: 22/07/2016 Aggiornato: 22/07/2016


Sommario: Io non me lo feci ripetere due volte, assatanata e bramosa com’ero lasciai cascare il mio vestito e lui fu quasi in preda a uno spasimo, perché si sedette a gambe divaricate sulla prua e mi donò il suo bel remo di carne. Quel cazzo era ben sagomato, non enorme, eppure ben proporzionato e ameno da vedere, maturo al punto giusto, con le vene bene in rilievo pulsanti come i suoi testicoli gonfi pronti per esplodere tutta la sua densa e candida linfa.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 840 n° Letture: 3285

[Segnala questo] Pubblicato: 21/07/2016 Aggiornato: 21/07/2016


Sommario: Ti sembra di poter cantare di gioia, tu pensi d’amarmi? Non illuderti, non dare false speranze, perché presto scoprirai che anche questa volta il tuo cuore si è sbagliato e se così non fosse sta’ pur certa che esiste sempre la morale, il principio. Io t’allontano con dolcezza, incapace d’andare oltre, perché sei sempre tu, la mia amica, la mia anima. Il tuo corpo ha riempito con il suo calore, anche se per poco la solitudine di questa serata, la tua bocca con un sorriso dolce e triste mi ricorda che presto saremo di nuovo separate.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1759 n° Letture: 2787

[Segnala questo] Pubblicato: 20/07/2016 Aggiornato: 20/07/2016


Sommario: Io accolsi il calore della sua sborrata nella bocca masturbandomi sul clitoride velocemente, però senza venire, risalii sul suo corpo divaricando le gambe sul suo viso e lasciai che completasse l’opera che io avevo dapprima iniziato. Lui aprì le labbra della mia pelosa fica e cominciò a masturbarmi giudiziosamente il clitoride con la lingua, girando attorno ed eseguendo cerchi rapidi e ristretti.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1951 n° Letture: 4950

[Segnala questo] Pubblicato: 19/07/2016 Aggiornato: 19/07/2016


Sommario: Non saprei attualmente dire con quanti accorgimenti lui mi sfiorò, però come con mille lingue mi baciò tutte le parti sensibili: il primo risaliva lentamente verso la mia coscia, mentre gli altri mi coccolavano in viso o seguivano il profilo dei miei fianchi, alcuni m’accarezzarono il collo e le spalle, altri ancora mi massaggiavano i seni in un modo così delicato, con tale intensità mai provata prima.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1727 n° Letture: 2974

[Segnala questo] Pubblicato: 18/07/2016 Aggiornato: 18/07/2016


Sommario: Io stavo raggiungendo agevolmente la porta, quando Marinella con l’accappatoio indosso mi venne a salutare ringraziandomi per il passaggio in automobile che le avevo cavallerescamente offerto. Fu allora, che come per incanto, con un gesto amabile e pacato si liberò dell’indumento, dato che le scivolò ai piedi rivelandosi in tutto il suo completo splendore: che autentica meraviglia avevo di fronte a me.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 698 n° Letture: 3216

[Segnala questo] Pubblicato: 17/07/2016 Aggiornato: 17/07/2016


Sommario: Tu mi fai notare d’abitare lì da solo, poi accendi lo stereo e la musica di Phil Collins invade la stanza con le delicate note del brano “Don’t Let Him Steal Your Heart Away” che io tra l’altro adoro. Tu in quell’occasione mi prendi fra le braccia e mi fai ballare gentilmente, le tue braccia mi stringono forte, io mi ritrovo in ultimo con le mie labbra attaccate alle tue in un lungo bacio penetrante e tenero.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1533 n° Letture: 2743

[Segnala questo] Pubblicato: 16/07/2016 Aggiornato: 16/07/2016


Sommario: Io corro per la strada affrettandomi nel cercare il portone e intanto sono fedelmente invasa da un’angoscia e da un’ansia travolgente, giacché tutto si raddoppia intensificandosi: il tempo, la strada, poiché un secondo assomiglia all’eternità, in tal modo non capisco più nulla, tenuto conto che ho in mente solamente lei, dato che non riesco a percepire nient’altro. Finalmente trovo il portone, è aperto, entro, cerco di ricordarmi il piano, faccio le scale di fretta, ho il cuore in gola, perché sono certa che fra un po’ la vedrò nella realtà.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 729 n° Letture: 3059

[Segnala questo] Pubblicato: 15/07/2016 Aggiornato: 15/07/2016


Sommario: Lei mi sorrise negando, però confutando, smentendo sennonché con il dito indice della mano destra, successivamente s’alzò al centro della sala, mi venne davanti e sollevò la gonna per mostrarmi il candore delle cosce con quelle calze velate di colore bianco tirate in alto da un reggicalze di pizzo.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1977 n° Letture: 3271

[Segnala questo] Pubblicato: 14/07/2016 Aggiornato: 14/07/2016


Sommario: Io, d’altro canto, accolgo e gradisco assistere con molto piacere mentre l’uomo sborra, perché mi ha perennemente attratto e conquistato osservare la faccia deviata e stravolta dal piacere al momento dell’orgasmo, quando con quegli spruzzi mi bagna del suo intimo piacere, annaffiandomi il corpo con la sua più intima e vitale sostanza.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1542 n° Letture: 3638

[Segnala questo] Pubblicato: 13/07/2016 Aggiornato: 13/07/2016


Sommario: Lui era dentro di me, visto che in quel potere di spinte burrascose e di urti convulsi, io mi lasciavo placidamente innaffiare e interamente inzuppare da quella rugiada della sera, in conclusione facendomi cospargere completamente dal suo sperma denso e aromatizzato sulla mia pelosissima fica rossiccia, così proprio come adorava lui e dai suoi saporiti baci.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 783 n° Letture: 3104

[Segnala questo] Pubblicato: 12/07/2016 Aggiornato: 12/07/2016


Sommario: Oggi, precisamente in questa tarda mattinata, le lenzuola sono al momento imbevute dei loro fluidi, mescolati al sudore e all’aroma della vaniglia delle candele, lei tentenna su di lui, ruota il bacino e lo stringe, intanto con le braccia dietro la schiena gli afferra le cosce, affondando con le unghie e sorridendo. Lei capta nettamente quel piacere crescerle dentro, potenziarsi febbrilmente come un’onda che viene da lontano che sta per infrangersi pronta per travolgerla, perché questi sono momenti d’incoscienza, di leggerezza e di scioltezza della mente ormai svuotata e fluttuante, d’un piacere profondo e totale.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1021 n° Letture: 3997

[Segnala questo] Pubblicato: 11/07/2016 Aggiornato: 11/07/2016


Sommario: Il suo benigno e intenso grido ruppe il silenzio che le circondava, mentre si lasciava andare all’orgasmo che intanto l’investiva, perché quando sentì il corpo di Serena calmarsi e il respiro rallentare tolse la mano, s’avvicinò nei pressi di Serena e appoggiandole la mano calda e umida sul viso la baciò soave in maniera. Stanca ma appagata, Serena si lasciò andare sul tappeto fino a quando il suo respiro non ritornò regolare, sapendo che l’amica l’attendeva senza fretta, una volta che poi si ricompose penetrò Eva con il suo sguardo, come per anticiparle ciò che le avrebbe fatto.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2477 n° Letture: 4434

[Segnala questo] Pubblicato: 10/07/2016 Aggiornato: 10/07/2016


Sommario: Inaspettatamente cominciai a provare un inconsueto piacere, in quanto il suo calore stava diventando il mio, la mia fica s’inumidiva sempre di più, alzai i fianchi per accoglierlo meglio per fagli capire che mi piaceva, sì, gradivo tanto, perché stavo per arrivare all’orgasmo, eppure lui m’impedì intenzionalmente di godere interrompendo il coito. Estrasse il suo cazzo un istante prima con la sua consueta pacatezza, lasciandomi lì fremente e smaniosa in ebollizione.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1837 n° Letture: 3651

[Segnala questo] Pubblicato: 09/07/2016 Aggiornato: 09/07/2016


Sommario: Nessuna di noi due aveva il coraggio di fiatare, perché restavamo lì in piedi appoggiate al legno lucido della parete, una di fronte all’altra, prigioniere di qualcosa che non sarebbe mai accaduto. Gli arrivi nel locale si susseguivano inevitabilmente e la speranza d’entrare in uno dei salottini svaniva notevolmente con il passare dei minuti. Noi sapevamo che una volta fuori da lì tutto sarebbe svanito e forse proprio per questo assaporavamo il desiderio di quel momento.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 864 n° Letture: 3792

[Segnala questo] Pubblicato: 08/07/2016 Aggiornato: 08/07/2016


Sommario: Io lo sottomisi subito, soggiogando il suo cazzo bello sodo e per di più aromatico, affabilmente ed erudita così come solamente avevo la forza di coordinare conducendo quell’amabile e rispettoso atto, sennonché in ginocchio tra le sue gambe alla maniera d’una devota orazione, giacché posso senz’altro garantire senza dubbio alcuno, per i più circospetti e guardinghi, che quel suo personale “cannolo” di carne fra le gambe era colmo d’energia e di forza, stante che era ripieno di quel suo delizioso succo di mandorle, che mi saziò anzitempo prima che lo potessi totalmente avvertire dentro di me ancora intensamente carico di vigore.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 844 n° Letture: 2769

[Segnala questo] Pubblicato: 07/07/2016 Aggiornato: 07/07/2016


Sommario: Lui divenne sennonché impaziente, irrequieto e manifestamente intollerante, poiché non tardò molto ad erompere, per il fatto che quasi come uno studiato movimento meccanico eiaculò, scaricando rabbiosamente la sua quantità determinata di sperma affannosamente con evidente stizza dentro la fica di Rossana, dal momento che lei rimase a bocca asciutta osservando costernata e sbigottita senz’aver peraltro potuto raggiungere l’orgasmo.
 

Categoria: Etero, Dominazione, Altro
Capitoli: n° Parole: 774 n° Letture: 7041

[Segnala questo] Pubblicato: 06/07/2016 Aggiornato: 06/07/2016


Sommario: Captava lentamente che l’orgasmo le stava invadendo progressivamente il cervello, era arrivata quasi al punto di non ritorno, però non voleva venire subito, poiché aveva voglia di giocare ancora un po’ con il suo corpo, per ottenere e per trarre il massimo piacere da quella non cercata, eppure piacevolissima e confortante situazione. Ritirò anche se a fatica le due dita dalla fica, si fermò per un attimo, si sistemò meglio sullo sdraio, diede un’altra occhiata rapida intorno per accertarsi ulteriormente di non essere osservata, quindi ritornò a manipolarsi i capezzoli.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 6953 n° Letture: 4778

[Segnala questo] Pubblicato: 05/07/2016 Aggiornato: 05/07/2016


Sommario: Mentre io l’accompagnavo con l’automobile la gelosia dissimulata m’aggredì assalendomi bruscamente, poiché l’antagonismo e la rivalità che qualche altro individuo avesse potuto vedere quello che io avevo intravisto qualche ora prima, mi suscitava astio e fastidio cagionandomi un inatteso malanimo. Sì, è vero, lo ammetto, anche se a distanza di anni, io sono stato sempre geloso e sospettoso di lei fin da piccolo, perché ho visto in lei sempre l’amante perfetta, la partner eccezionale.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1997 n° Letture: 6600

[Segnala questo] Pubblicato: 04/07/2016 Aggiornato: 04/07/2016


Sommario: Lui l’aveva conosciuta quand’era ancora di nessuno e l’aveva fatta sua nel segreto per sempre, l’aveva addomesticata, educata e istruita al piacere, drogata e viziata tanto da renderla dipendente e vincolata da quelle labbra da cui pendeva, tant’è che pure lui innegabilmente drogato e intossicato della sua carne si era totalmente annullato e in ultimo radicalmente cancellato.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1398 n° Letture: 3254

[Segnala questo] Pubblicato: 03/07/2016 Aggiornato: 03/07/2016


Sommario: Lui si trattene sennonché appena in tempo fermandosi sull’orlo dell’eiaculazione, arginandone l’esplosione, rimandando di poco quello strapiombo dove si era con difficoltà esposto, perché adesso si ritrovava marcatamente in precarietà sia con il fisico sia con la ragione. La prima colazione oggi gli sembrava attualmente più appetitosa, forse era cagionato dal piede disadorno di lei, complice quella lunga tovaglia che si strofinava amorosamente sopra il suo, mentre fuori nulla si rivelava.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 1139 n° Letture: 2662

[Segnala questo] Pubblicato: 02/07/2016 Aggiornato: 02/07/2016


Sommario: Ci sediamo in un locale a poche centinaia di metri, consumiamo entrambi un cocktail, dato che mi stupisce ancora una volta l’accordo che c’è tra di noi. Dopo svariati minuti, siamo ancora seduti lì per dialogare, come se fosse una cosa normalissima, tenuto conto che siamo due persone che non si conoscono per nulla, tuttavia una cosa collima subito, poi un’altra, infine un’altra ancora combacia.
 

Categoria: Sensazioni, Etero
Capitoli: n° Parole: 1200 n° Letture: 2953

[Segnala questo] Pubblicato: 01/07/2016 Aggiornato: 01/07/2016


Sommario: Adesso spettava a me sfilare quegli slip, in quanto fu un’attraente e una piacevole visione, dato che saranno stati circa venti centimetri di piacere issati lì davanti a me, per il fatto che era particolarmente elegante e leggiadro da vedere, benché il suo pube fosse interamente depilato, s’incastonava abilmente svettando a meraviglia in quel corpo esile e delicato.
 

Categoria: Gay, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1324 n° Letture: 5476

[Segnala questo] Pubblicato: 30/06/2016 Aggiornato: 30/06/2016


Sommario: La prenderei a schiaffi. Te lo dico io, dove potresti mettere il tuo fottuto tè. Dove sbaglio, dove? Il fatto è che lei non mente e non fa “la di più”, solamente per farmi infuriare. La verità è che lo sento che non gode, non viene, non può fingere né mentire in quel modo l’orgasmo, perché me ne accorgerei. Non è certo la prima donna che scopo, in quanto mai nessuna prima si era lamentata di me come amante brontolando, anzi.
 

Categoria: Dominazione, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1570 n° Letture: 4508

[Segnala questo] Pubblicato: 29/06/2016 Aggiornato: 29/06/2016


Sommario: In quel frangente mi voltai quasi di scatto, cercai il rumore dei passi che mi seguivano risoluti e lentamente ripensai al volto che non riconobbi, fino a quando non riuscii a incrociare e a sovrapporre opportunamente lo sguardo. A dire il vero non fu necessaria alcuna spiegazione né alcuno sforzo di memoria, era lei, quel pensiero, quel proposito provvisoriamente cancellato e rimosso che adesso prodigiosamente appariva e riesplodeva alla mente in tutta la sua pienezza.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 792 n° Letture: 2563

[Segnala questo] Pubblicato: 28/06/2016 Aggiornato: 28/06/2016


Sommario: Lui sapeva molto bene che con un solo colpo profondo avrebbe potuto farmi totalmente sua, eppure fece un prodigioso sforzo di volontà per contenersi limitandosi, tuttavia non ce la fece, perché mi penetrò: io in quell’occasione gridai di dolore, giacché fu un istante seppur breve, ma per me lungo quasi quanto una vita. Lui angosciato e tormentato dal desiderio continuò con dolcezza, però i suoi movimenti e i suoi gesti erano decisi, profondi e continui.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1583 n° Letture: 3837

[Segnala questo] Pubblicato: 27/06/2016 Aggiornato: 27/06/2016


Sommario: Le tue mani si muovono su di te in cerca d’attestazioni e di conferme, giocherelli con la collana, ogni tanto osservi il paesaggio là di fuori, lì, dove la tua immagine è perfetta, dato che quasi stenti a riconoscere. Sì, cara amica, tu stai giocando la parte di donna seduttiva, quella che adesca nel modo disinvolto e naturale come sai fare, però di fronte a te hai una donna che mette sul tavolo le tue stesse carte. Ti sembra inconsueto e inverosimile, lo immagino, eppure stai cedendo all’innata e all’istintiva bizzarria che io ho intravisto nei tuoi occhi assieme alla complicità di quest’inaspettata intimità e del vino, tenuto conto che t’aiutano a rilassarti e infine a lasciarti andare.
 

Categoria: Saffico, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1790 n° Letture: 2729

[Segnala questo] Pubblicato: 26/06/2016 Aggiornato: 26/06/2016


Sommario: Io le parlo da coetaneo e lei gradualmente s’avvicina, finché un giorno sembra arrendersi e desistere in modo alquanto impensabile, a tal punto in modo inatteso con la sua espressione e la sua innata sfrontatezza in una dimensione incredibile, insperata e per lo più surreale, poiché d’improvviso lei m’interpella.
 

Categoria: Sensazioni, Altro
Capitoli: n° Parole: 706 n° Letture: 3705

[Segnala questo] Pubblicato: 25/06/2016 Aggiornato: 25/06/2016


Sommario: Al presente quell’eccitazione cominciava a crescere a dismisura e la voglia di farla sua quasi prendeva il sopravvento, però lei non voleva ancora concedersi dissuadendolo e trattenendolo oltremodo. Lo afferrò per la mano e lo trascinò davanti a quell’enorme specchio, s’adagiò pigramente sul tappeto appoggiando i gomiti e divaricando le gambe, intanto che lui rimase in piedi nudo dietro di lei.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 827 n° Letture: 2746

[Segnala questo] Pubblicato: 24/06/2016 Aggiornato: 24/06/2016


Sommario: Quante conversazioni avvenute insieme per telefono, quante confidenze e numerose rivelazioni, ciononostante pochi accenni ai desideri fisici sia dell’uno sia dell’altro. Il problema non era che non ci desiderassimo, bensì era un qualcosa che scorreva ugualmente dalle nostre conversazioni delle quali non si parlava apertamente, eppure entrambi avvertivamo cogliendo in modo poderoso quell’attrazione e quel coinvolgimento che subito emergeva, quando raramente ci ritrovavamo nell’intimità.
 

Categoria: Trio, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 2577 n° Letture: 3145

[Segnala questo] Pubblicato: 24/06/2016 Aggiornato: 24/06/2016


Sommario: Lei era una ragazza stupenda, l’unica donna con la quale mi sia trovato realmente a mio agio, l’unica che pretendesse cose straordinarie dalla mia vita, il successo con le canzoni, la fama, la gloria. A lei bastavo io per quello che sono, con i miei capricci, con tutti i miei difetti, con le mie debolezze, con le mie distrazioni e con le mie leggerezze, poi un giorno, quando abbiamo preso questa casa, ha deciso che potevo anche cavarmela da solo ed è partita. Lei m’ha lasciato in ultimo quella foto e non l’ho più rivista. Tu che sei una donna, me lo spieghi?
 

Categoria: Saffico, Gay, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 4003 n° Letture: 3924

[Segnala questo] Pubblicato: 23/06/2016 Aggiornato: 23/06/2016


Sommario: Lui tentava goffamente e maldestramente d’infilarsi, come fa quasi smodatamente il cavallo che tenta di montare la sua giumenta, sì, proprio così, come in una febbrile monta equina lei con foga afferrò il cazzo e lo guidò verso la sua pelosissima e profumata fica. L’opera non riuscì al primo tentativo, eppure neanche il tempo di riprovarci che io già scorrevo dentro di lei, mentre ansimava e gemeva, anzi, quasi piangeva per l’emozione così energica e risoluta, cagionata e suscitata da quell’attimo esclusivo e universale.
 

Categoria: Etero, Sensazioni
Capitoli: n° Parole: 1548 n° Letture: 3262

[Segnala questo] Pubblicato: 23/06/2016 Aggiornato: 23/06/2016