La sorpresa (1)

Claudio è il classico uomo che si è fatto da se. Nato in una famiglia modesta, con dedizione e sacrificio, è riuscito a costruire una carriera brillante. Da qualche anno però, complice la monotonia e la sicurezza derivate dalla sua posizione, si sentiva spento ed annoiato. Sì era sempre visto costretto a lottare per ottenere i risultati sperati, ed ora che poteva farne a meno ne sentiva improvvisamente la mancanza. Aveva bisogno di nuovi stimoli, nuove emozioni, qualcosa che avrebbe potuto dargli una nuova scarica di adrenalina, una botta di vita. Per alcuni mesi si cimentò in varie attività, ma [...]

La mia fidanzata disinibita telefona ai suoi ammiratori

Eccomi. Sono di nuovo qui a raccontarvi di C., la mia compagna ultimamente diventata un po’, per così dire, disinibita. Dopo l’ultimo racconto le immagini delle sue tette hanno viaggiato fra voi lettori in lungo e in largo. Vi vedo segarvi con in mano il telefono, guardando le foto che lei stessa ha fatto girare. Vi vedo mentre immaginate di palparle, di leccarle. So che lo vorreste. E avete ragione, perché le tette di C. sono magnifiche (e morbide). Vedo anche voi, amici cornuti che sognate (o avete) una donna come la mia, disinibita, zoccola. E vedo anche voi, fidanzate [...]

Quando ho capito di essere sfigato – la ragazza di Caserta conosciuta in chat – settima parte

Che c'è da dire? Ormai Francesca aveva quasi completato di ridurmi nello sfigato verginello che desiderava, ma le mancava ancora qualcosa voleva sia il definitivo e totale controllo sulla mia sessualità sia quello sulla mia vita economica e lavorativa e di questi due argomenti ne parlammo il mattino seguente. Francesca fu di parola, mi lasciò dormire e, tra l'altro, ci svegliammo insieme verso le 11:00. Io le dissi: "buongiorno, padrona". Rispose: "buongiorno, schiavetto". Le chiesi: "soddisfatta per ieri, padron?". Rispose: "tu non immagini quanto, sfigatello. Mi sono fidanzata con un alto, bello, ricco, palestrato e dotato. Mi sono praticamente sistemata!". [...]

Lorenza, la vacanza da incubo parte 2

Capitolo 2 La Notte ripenso a quello che era successo, non capiva come mai la cosa l’aveva eccitata, lei che è sempre stata cosi pudica, che si vergognava perfino col suo fidanzato, lei che voleva sempre il buio con lui per non sentirsi in imbarazzo, perché si era bagnata? Mentre rifletteva scese con la mano a controllare la sua amichetta, lei non si masturbava mai, la considerava una cosa volgare, d’altronde era cresciuta in una casa dove il sesso era un tabù, ovviamente non era depilata, quando la mano si fece strada arrivo la conferma, si stava di nuovo bagnando, [...]

Torna in cima