Archivi giornalieri: 25 Gennaio 2022

Giorgia la manager schiava 3

chi mi vuole contattare può scrivere a padronebastardocontatti@gmail.com Mancavano due giorni al ritorno a casa e al momento in cui Giorgia avrebbe subito la punizione per aver violato la castità forzata e dagli sms che mi scambiavo di tanto in tanto con lei si capiva l'ansia e l'inquietudine di non capire come avrei utilizzato quel strumento comune e anche banale con cui si pulisce lo sporco più ostinato per punirla. Ritornata dalle vacanze che le avevo reso un inferno con l'obbligo della castità forzata, Giorgia viene a casa mia con la spugna di ferro delle pentole per subire la punizione [...]

Da vergine a troietta in pochi giorni- terza e ultima parte

Quell’interruzione gli aveva permesso di rinviare l’orgasmo e per non rischiare una improvvisa sborrata lo tolse subito dalla bocca. Le chiese e si fece leccare lungo il tronco del pene e poi invitandola con la mano e con le parole la fece dedicare ai suoi testicoli. Cristina li leccava uno alla volta e li succhiava. Ogni tanto sollevava il viso per vedere la reazione di lui sino a quando lui le disse: continua così che mi sento gonfiare tanto, è tutto da mettere nella tua topina. Voglio farti fare tanta cremina da metterti dentro. Non pensavo potesse essere così delicato [...]

Di |2022-01-25T11:11:56+01:0025 Gennaio 2022|Racconti Erotici, Tradimento, Voyeur|

Le disavventure di uno schiavo – puntata 1

PUNTATA 1 - Sei stato bravo -, seguito da uno sputo in faccia, è stato il ringraziamento fatto da Giacomo nei miei confronti, per avergli leccato i piedi. Mezz’ora di piedi sudici lavati e rilavati, ho la bocca che odora come i suoi calzini e tutto questo per ricevere in cambio un mezzo ringraziamento e uno sputo che ora mi sto leccando come fossi un cagnolino. E’ incredibile, ma tutto ciò mi sta anche bene. Giacomo lo conosco da quando siamo piccoli, eravamo in classe insieme alle scuole elementari e alle medie. Alle superiori le nostre strade si sono divise, [...]

La mia professoressa di italiano capitolo 1

*attenzione questo racconto è totalmente inventato* Mi chiamo Alessandro e questa è la storia di come ho iniziato una relazione con la mia professoressa, al tempo avevo 18 anni e frequentavo la quinta superiore, ero un ragazzo abbastanza alto sul metro e 90, avevo dei capelli ricci neri buttati in avanti ed erano piuttosto lunghi, occhi castani con sopracciglia sottili e curate, labbra abbastanza piene, naso un po' grande ma non troppo e per finire non avevo un gran fisico ma ero abbastanza in forma. Era venerdì mattina ed ero a scuola, avevo italiano alle ultime due ore e di [...]

Di |2022-01-25T10:21:01+01:0025 Gennaio 2022|Erotici Racconti, Racconti Erotici Etero|

La moglie dell’ingegnere – 1. Sola, nella villa sul lago

Un anno fa mio marito era qui, a casa con me a festeggiare, perché 25 anni di matrimonio (quelle che chiamano nozze d’argento) sono una ricorrenza importante e poi ci teneva a consegnarmi personalmente il suo regalo, a tagliare di persona il nastro di quella che io chiamo “la palestrina”. Sì, mi ha regalato una minipalestra (step, tapis, cyclette, spalliera, panca, pesi e ammennicoli vari) completa di spogliatoio, doccia e sauna. L’ha fatta costruire ricavandola da un rustico che sta proprio davanti alla piscina… forse si voleva far perdonare quel diploma dell’ISEF che misi a invecchiare in cornice quando, a [...]

Di |2022-01-25T09:51:29+01:0025 Gennaio 2022|Racconti Erotici Etero, Sensazioni, Tradimento|

L’educazione della fanciulla

L'EDUCAZIONE DELLA FANCIULLA Per contattarmi, critiche, lasciarmi un saluto o richiedere i pdf dei miei racconti, scrivete a william.kasanova@email.it Gli anni trascorsi a leggere testi davanti a schiere di bambini ti hanno donato una voce ferma ma piacevole, capace di sviscerare significati nascosti di cui forse solo il subconscio dell’autore poteva essere a conoscenza quando aveva scelto un termine particolare piuttosto che un altro, una sfumatura celata da un peculiare aggettivo o il ritmo armonioso in un gioco di allitterazioni o assonanze. Ma in questo momento non è necessario il tuo talento, perché l’autrice del racconto che compare sul tablet [...]

Lorenza, la vacanza da incubo parte 7

Il tatuaggio era ormai asciutto, cosi chiese il permesso alla zia di mettersi almeno il reggiseno, non se ne parla neanche te lo puoi scordare, ma zia ti prego almeno fammi indossare qualcosa quando ci sono ospiti, decido io come devi vestirti chiaro!! E non fare la finta santarellina con me, ho capito cosa sei realmente, anzi sarà meglio che ti tengo d’occhio altrimenti rischi di tornare a casa incinta, anzi farò venire qui una mia amica ginecologa a darti un occhiata prima che sia troppo tardi, il pomeriggio arrivò in casa Luisa accompagnata dalla figlia Roberta, era l’amica della [...]

Di |2022-01-24T17:19:57+01:0025 Gennaio 2022|Racconti di Dominazione|
Torna in cima