Archivi giornalieri: 13 Agosto 2022

Bestiame

Il Re era stanco e infreddolito, la tempesta di neve si abbatteva senza tregua, da due giorni, su di lui e la sua piccola carovana. Non vedeva l’ora di ritornare a casa dalla sua cara moglie, oltre che dai suoi due viziati figli, ma anche quel giorno non ce l’avrebbe fatta. Sarebbe andata bene se prima del buio fosse giunto alla fattoria di Oleg. Lui e i suoi due luogotenenti montavano dei cavalli possenti, alti e forti, non molto veloci, ma adatti per quelle latitudini. Altri quattro cavalli trainavano, stremati, un carro. Sopra il pianale c’era una grande gabbia in [...]

Capriccio perverso

Da quando ha scoperto la mia relazione con Roberto, Lisa non ha smesso di parlarne. "Sta diventando un'ossessione! Non è possibile! Lasciami in pace, per favore!" le dico un po’ alterato per la sua insistenza e gli risponde "Sai che mi piace vederti. Non ci posso fare niente, è più forte di me!". I giorni passano, poi un sabato, Lisa chiede a sua madre di fare da babysitter alla loro piccola figlia. Intorno alle 15 dello stesso giorno suona il citofono. "Vieni su! Ti aspettiamo!" dice lei. Lui chiede "Chi è?" "Vedrai!" è la risposta di Lisa e subito dopo [...]

Di |2022-08-12T22:50:39+02:0013 Agosto 2022|Racconti Gay, Trio|

Daria e Michele

“Oggi mi tocca”, disse Daria mentre in piena notte eravamo in acqua in piscina io nudo mentre lei si stava levando il reggiseno ed il tanga. Non certo una affermazione incoraggiante (anche se detto in modo canzonatorio e scherzoso) ma meglio contestualizzare facendo un veloce flash back. Mi chiamo Michele, ho lavorato per circa 30 anni in una multinazionale e Daria che ha una dozzina di anni di meno di me, è stata assunta nella stessa azienda ed assegnata al team del quale ero referente. All’epoca lei 27 anni arrivò alle 8 il primo giorno in ufficio in minigonna non [...]

Di |2022-08-12T22:50:26+02:0013 Agosto 2022|Erotici Racconti, Sensazioni, Tradimento|

GRAZIA E L’INCONTRO PICCANTE CON MATTEO E LA SUA LISA

Era un sabato di metà Aprile; io e Grazia eravamo andati a piedi a fare una passeggiata in centro. Il tempo era clemente e il primo sole iniziava già a dare all’aria un’impronta primaverile. Usciti da un negozio di jeans, sento una voce di uomo che mi chiama. Mi giro e riconosco Matteo, un amico di gioventù (anche se lui era più piccolo di me di circa 8-9 anni). Sorpreso e felice di vederlo, lo saluto entusiasta …era una ventina di anni che non lo vedevo. Finiti i saluti, gli presento Grazia mia moglie e lui fa altrettanto con Lisa [...]

Torna in cima