;

I racconti erotici di

Idraulico1999

Contattami

Benvenuto nei racconti erotici di milu

Otre 38000 pagine di erotismo, racconti erotici di ogni genere creati dalla fantasia o dalla esperienza di vita di tanti autori. Un enorme database di storie erotiche a vostra disposizione. Vi troverete, oltre a tante storie erotiche, le fantasie e le confessioni erotiche dei nostri autori... le più sensuali del Web!

Buona lettura...

Narrami di te

Il mio cazzo s’ingrandì in modo flemmatico, sapientemente accompagnato dalle mani di Ludovica, innegabilmente gelatinose e mollicce dovute all’effetto del bagnoschiuma, in compagnia delle sue unghie che seguivano con accortezza e con precauzione la piegatura del cazzo. Dopo lei lo lasciò per un attimo, sodo e gagliardo qual era.

Leggi il racconto..
34 0

Colorita e venale partecipazione

Per tutto il tempo che Arianna si contorceva su di me, io le tastavo le tette, mentre udivo il suo vizioso respiro aumentare, diventando nel contempo concitato e sofferente, finché strepitò il suo passionale orgasmo dimenandosi, bloccandosi e ricominciando febbrilmente a spingere. Dopo spossata si è accasciata sopra di me, io l’ho lasciata riposare qualche istante.

Leggi il racconto..
69 0

Prestanza occulta

Beatrice, per la circostanza, ben gioiosa e aizzata si dispose nella posizione della smorza candela, con la schiena rivolta verso la faccia di Biagio, lui le posizionò le mani sui fianchi sollevandola e abbassandola gradualmente, su quel cazzo eretto che si conficcava dentro quella nera e pelosissima madida fenditura.

Leggi il racconto..
186 0

Ghiotta riscossa

Così che mi sento, in altre parole un giocattolo incapace di smettere di giocare con se stesso. Io ho cominciato per orgoglio, per presunzione e per rabbia, per il fatto che non reggevo e mal sopportavo di vederle quell’espressione a tal punto compiaciuta, derisoria e ironica, mentre mi diceva in quanto non ero poi un gran che come amante.

Leggi il racconto..
195 1

Raffinata e superlativa impronta

Un tassì al presente li attendeva, Rosalba si sentiva in pieno impaccio, eppure quell’individuo le piaceva, le aggradavano le modalità affabili e garbate e in aggiunta a ciò, gli atteggiamenti cortesi e di belle maniere con cui s’approcciava, in verità oggi poco paragonabili e riscontrabili senz’ombra di dubbio nei maschi contemporanei.

Leggi il racconto..
168 0

Puro richiamo

Non c’è nulla di male, poiché io non ho cercato quella situazione, perché dopo la riferirò a Floriano, fingendomi schiettamente e misuratamente imbarazzata. L’espressività e l’eloquenza del viso di Umberto coinvolto nel sonno è qualcosa di fanciullesco, perché quello che distintamente noto è la sua cerea carnagione. La sua respirazione costante innalza in modo ritmato il petto ben sagomato.

Leggi il racconto..
197 0

Inarrestabili e martellanti istanti

Io frattanto mi denudo a rilento, mentre lui s’avvicina mormorandoti di non angustiarti, di lasciarti andare che è lì con te, io lo osservo mentre si china per accarezzarti la chioma, baciandoti in conclusione in maniera flemmatica e affettiva. In seguito, ignudo, mi dispongo di fronte a te, il sapere d’essere fasciata è come se ti magnificasse i sensi.

Leggi il racconto..
200 0

Zelante apprensione

Quel comando, quella specie d’inattesa, d’incalcolata, di quantificata e di supplichevole direttiva, fu per me invero come una tremenda e vorticosa scossa, che bruscamente e fatalmente t’invadeva in maniera convulsa e irrefrenabile, giacché quell’insperato ordine m’aveva agguantato pienamente il cervello scompigliandomi interamente.

Leggi il racconto..
175 0

Opinione che intimorisce

Miguel faceva scorrere accuratamente quel cazzo facendola gemere all’inverosimile, lungo tutta quella deliziosa e pelosissima fenditura scompaginandole le membra. L’amplesso sennonché variò subito dopo, perché Miguel la fece voltare a rilento, conficcandole successivamente il cazzo contro l’ano e accedendo nella porta secondaria di Vittoria.

Leggi il racconto..
320 0

Siamo una cosa sola

In conclusione quelle bianche mutandine scivolano al suolo come un fiocco di neve, cadono giù liberando quella preziosa farfalla incastonata della sua arroventata, lucente e odorosa intimità di donna. Lei scavalca in maniera rapida e senz’indugi il bordo della vasca, perché adesso siamo nudi, insieme sotto l’acqua della nostra doccia d’amore. I nostri corpi nudi si cercano, si toccano, s’abbracciano.

Leggi il racconto..
266 0

Cupezza e tripudio

Quante pagine ha mangiato voracemente la mia ammaccata e acciaccata, ma preziosissima, insostituibile e unica macchina Underwood Standard, quante magiche esposizioni ha sviluppato. Questo aveva di speciale la mia fedele amica: non poteva portare a termine una narrazione, che non avesse il potere di suonare vibrando adagio nella notte, di sfolgorare primeggiando con quella luce amica per i nottambuli.

Leggi il racconto..
196 0
I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.