;

Giuliana al prive cresce la voglia di cambiare

471 3

Messe a dormire le bimbe date le ultime raccomandazioni alla babysitter,

usciamo per andare al locale di pasquale e Giuseppe, io misi un vestito nero attillato di pelle con la chiusura lampo che partiva dal collo sino alla fine

autoreggenti tacco 10 pery rosso, capelli raccolti a cipolla,

mio marito quando mi vide disse cazzo sei troppo bella voleva baciarmi lo fermai mi rovini il rossetto anche esso rosso.

Arrivati al locale c’era una fila enorme ma loro mi dissero di andare direttamente dal butta fuori,

ci fecero entrare subito ci portarono al prive c’erano 2 ragazze e una dicina di uomini tutti sui 50 60 anni

me li presento uno a uno riempendomi di complimenti

uno di loro mi propose di seguirlo per farmi vedere il locale  mio marito mi guardo,

io sorrisi caro torno subito il porco mi mise una mano sul culo e mi parlava,

Pascuale e Giuseppe mi anno parlato bene di te

senti la zip risalile sino alla vita

mi aveva scoperto il culo mentre caminavamo per il locale,

Mi disse qui a una certa ora il locale si cambia e i ospiti che vogliono rimanere

la zip sali sino al collo ero scoperta sino alle spalle eravamo saliti su un sol pacco con la vetrata,

lo vede suo marito laggiù vede sta inmezzo alle due ragazze

io si lo vedo

ero eccitata lui era dietro e mi faceva sentire che era eccitato, suo marito sa che è una zoccola

io menti non sa nulla si fida ciecamente di me,

pascquale e Giuseppe mi anno  spiegato visto il vestito che ha messo

Mi senti spostare il pery e una cappella appoggiarsi alle grandi labbra

la sento che bagnata per risposta allargati gambe e mi piega a 90 appoggiata al vetro il vestito calo davanti al vetro e copriva quello che succedeva dietro

mi entro tutto

Azzo e un lago signora non ho mai visto una troia bagnarsi così

nel frattempo vidi giancarlo allontanarsi con le due ragazze

vede signora suo marito si va a scopare le nostre puttane

io ansimavo ero felice per giancarlo si meritava anche lui un premio mi sboro in fica

mi lascio così senza dirmi più nulla non riuscivo a tirare giù la zip ero inpacciata mi serviva qualcuno che mi aiutasse,

vidi il signore che mi aveva scopa to parlare con tre e guardarono su

li vidi salire su mi ragiunseroci ha detto che volevi noi io e che mi senti prendere dalla cipolla e spinta sulla sua patta, dai troia succhiami la minchia sbotonai Il pantalone e trovai un cazzo in tiro Giuseppe mi ha detto che fai dei bocchini da paura

mi senti spostare ancora il pery cazzo la riempita sta zoccola  prese una bottiglia di prosecco la strappo e l’aggito e mi spruzzo sulla fica e dentro,

ecco ora posso scoparmela stavo ciucciando il cazzo l’altro mi scopava stasera c’è da divertirsi con sta puttana

senti come succhia cazzo aveva ragione Giuseppe l’altro spicciati che me la voglio inculare mi senti riempire un’altra volta la fica, non male la mammina,

spostati che mo le spacco il culo io volevo protestare ma mi teneva dalla cipolla spinta sul cazzo che mi arrivava in gola,

mi entro in culo di botto non potei urlare dal ingombro del cazzo avevo i occhi di fuori mi uscirono 😢 lacrime

certo che sei stronzo gli ai fatto male la spacco cazzo il marito si sta sccopando le mie ragazze e io gli spacco la moglie

Guarda che la troia sta piangendo di gioia Giuseppe dice che nella giostra se la sono inculcata e gli piace

dai andiamo a casa che c’è la scopriamo per bene ridevano il marito già e andato dai raggiungiamo i altri mi chiusero la zip e mi portarono a casa loro erano in 4

lo stronzo di mio marito si stava scopado le due 20 enni

entrai e lo vidi con le 2  loro bravo maritino gli piacciono le ragazzine noi andiamo di sopra con la tua moglie ci vediamo domattina

mi fecero fare doppie I continuazione godevo con spasmi dai ragazzi diamoci dentro che questa ce. Spompasi fecero 3 giri a testa,

ero in uno stato pietoso riuscirono a mettermi due cazzi in culo e poi lo fecero in fica mi slabrarono per bene

l’orologio segnava le 5 del mattino quando mi riempirono il viso di sperma si segnarono tutte e 4 sulla mia faccia mi dietro 100 euro peruno e mi buttarono fuori di casa

presi un taxi per tornare in albergo mio marito non era rientrato chiesi alla beby siter di rimanere che io ero stanca e volevo riposare.

3 commenti

  1. Certo non sei monotona, sempre storie interessanti è un piacere leggerti

  2. Giuliana, non solo questo ma per me tutti, sinceramente non vedo l’ora di poterti scrivere ma non so come contattarti

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.