;

A Giuliana le fanno la 🎊 🍾🌭🎀

11 0

Giuliana con un magone aprì la porta 🚪 si ritrovo in un locale pieno di uomini

un farò la innlumina e parti un applauso 👏 

venne annunciata ai ospiti come la regina👸 della serata

 tutti indossavano la maschera da maiale 🐷 ognuno aveva la maglietta numerata da 1 a 100 

tremai sapendo cosa poteva 😵succedere era inpietrita venne presa distesa su un letto inmobilizandole i polsi dietro alla testa  con le gambe che uscivano dal materasso gli misero dei occhiali 😎 

non capiva ma era eccitata e spaventata nello stesso momento

si accese un farò 🔦che miinnlumina tutti si tolsero i pantaloni e rimanendo con la maglia

tutti passarono a mostrargli i cazzi erano di tutte le missere e forme che li struciarono sul viso 

strizzandomi i capezzoli mi divincolavo

ma ero legata

tutti mi dietero una leccata alla fica portandomi ad avere la fica UMIDA E GOCCIOLANTE 

un tratto sulla parete uscì un numero 32 si presento un uomo che mi mostro il suo cazzetto🌶️ partirono i buuu

  lui mi allargo le gambe e mi scopo’ venne subito

uscì il 19 mi trovai davanti un cazzo corto ma con  una cappella sproporzionata larga mi entro anche lui venne quasi subito

nessuno si curava di farmi godere ero un buco da riempire

al 10 numero mi si presento sul viso finalmente un bell cazzo🌭 e un bel ragazzo mi porto finalmente all orgasmo lo gridai lo avinghiai con le caviglie

lui vedete come si fa godere una donna imbranati

ora i cazzi erano più🌭 possenti grossi 🌭ne avevo presi già 17 ero tutta infiammata 🔥 dicevo basta vi prego

smisero pensavo finalmente mi schiolgono

ma mi  inludi

mi scomparsero creme per affiolire il bruciore 🔥 

sotto al culo avevo una pozza di sborra 

nel frattempo mi succhiavano I capezzoli

mi senti rilassare ma non so dopo quanto tempo ricominciano i numeri venni scopata da altri 15 prima che smisero

ero svuotata priva di forze ero sfinita con le braccia intorpedite con le gambe che non rispondevano provate dai continui allargamento

la fica era un forno 🔥da lo sfregamento dei 50🌭 cazzi

  non sapevo da 🕠quanto tempo ero lì

uno disse dai facciamogli il culo alla troia

gridai no no vi prego I 50 che non mi avevano scopata

dicevano si organizzatore disse continuiamo domani la signora sarà lieta di concedervi la fica

per il culo non è arrivato l’ora 🕤tutti riserro venni slegata e accompagnata 

 in una stanza con idromassaggio le gambe non mi regevano

Ero troppo provata  uno straccio

avevo fame sete

fatto l idromassaggio mi tirarono fuori ancora non ero ben ferma sulle gambe

se vuole mangiare deve fare pompini a 7 uomini e bereli

Lofeci con poca voglia ma ero affamata mangiato mi portarono a farmi massaggi per rimettermi in forza

ero spaventata sono solo 2 giorni che sono qui

ho in mente tutti quanti che mi ==anno scopata e quanti orgasmi ho avuto

mi addormentai venni svegliata ancora rimbambita dal sonno 😴 mi ritrovai sul materasso legata come ieri

non persero tempo i numeri uscivano e venivo scopata da cazzi grossi piccoli

c’era un tabellone con i numeri spenti erano quelli che mi avevano usata

si senti una sirena e il tizio che mi aveva appena penetrata usulto gridando siiii sii siii e miaaa la regina e miaa uahhh

era grasso pelato ma aveva un cazzo grosso delle palle grosse come mele mi slego mi bacio 😘 amore e da una vita che ti sogno

non capivo su su vieni mi trascino letteralmente arrivammo in un ufficio

allora ora ti spieghiamo cosa sta succedendo per i prossimi tre mesi appartieni a lui 

 ma ma che cazzo dici ok se non ci stai devi continuare ad aprire le restanti pirte🚪

oggi e domenica non vuoi tornare a casa dalle tue bimbe

io abbasai la testa dissi si altrimenti continui il percorso vedendo come sei ridotta credo che per finire il percorso ti ci vorranno un mese

  e l unica opportunità che ai pensaci mise una penna e un contratto  aveva ancora la maschera   

con le lacrime ai occhi firmati il contratto

non avrei resistito ero già distrutta lui tranquilla signora Giuliana non ha nulla di preoccuparsi starà con la sua famiglia ma quando la chiamo correrà da me

firmato il contratto mi dietro una scatola qui c’è il suo compenso lo apri ci trovai un assegno di 50000 

lui li meriti tutti si tolse la maschera era il bidello della scuola della mia figlia maggiore

non dirà nulla a mia figlia rise tranquilla sig Juliana sarà il nostro segreto 🤐 certo non pensavo mai che fosse così troia ahahah

mi passo il cell su su chiami il cornuto  e digli che stasera a cena ci sono io ahahah  che ci sia tutta la famiglia che voglio conoscervi bene 😁 😁 attacai

rimasi o soli aspettando giancarlo che venisse a prendermi 

mi fece sedere sul divano mi baciava il porco ci sapeva fare sapeva bene che punti toccare

in poco tempo ero partecipe tranquilla signora vedrà che si troverà bene con me non è la prima mammina che adomestico mi squillo’ il cell era mio marito che era quasi arrivato

chiesi il permesso di sistemarmi mi truccati cercai di mascherare i segni delle battaglie che avevo fatto mi avvisi all uscita

mi fermo signora ha fatto bene a fermarsi si e risparmiato il culo se continuava  rise

ci vediamo stasera  mi fermai tornai indietro lo baciami dicendogli grazie entrai in macchina c’erano tutte le bimbe baciami his Carlo gli dissi ti amo ora era un’altra persona raccontai mille cavolate di quei tre; giorni

(tornai con la fica in fiamme 🔥 ma con un assegno di 50000 che il giorno dopo deposita o nel conto delle bimbe. 

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.