Leggi qui tutti i racconti erotici di: Carletto63

Quel medico aveva proprio un caratteraccio….nervoso, spesso si incazzava con le infermiere anche per sciocchezze….32 anni, bell’uomo, neo padre di due gemelle, il dottore in questione era giunto in Italia dall’Africa in tenerissima età.. a parte il colore della pelle era italianissimo….A Daniela piaceva come uomo naturalmente. .bel fisico, sempre curato….e, particolare non irrilevante, i pantaloni della divisa evidenziavano un pacco notevole: forse quello che si dice degli uomini di colore non era proprio solo una leggenda….I primi turni con lui erano stati difficili proprio per il suo carattere irascibile…poi però le cose erano migliorate un poco e Gianni si era un pò aperto….quelle due bimbe a casa lo facevano dormire poco e questo lo rendeva nervoso.. lo aveva confessato a Daniela che, da biricchina quale era, aveva aggiunto il pensiero che forse anche una scarsa attività sessuale dovuta sempre alla situazione familiare aveva il suo peso….In reparto Gianni era l’unico medico che faceva l’ecodoppler, e quando Daniela ebbe necessità di quell’esame per valutare lo stato della sua safena, dovette per forza chiederlo a lui…” Vieni in ambulatorio che ho un’oretta libera e facciamo esame….” si rivolse a Daniela appena entrata in turno….La fece accomodare sul lettino … Daniela aveva indosso un bel perizoma nero che copriva proprio lo stretto indispensabile…Casualmente, ma per fortuna, il giorno prima si era sistemata i peli della sua fica…corti, ben curati come piacevano a Carletto ed anche a Giulio con cui continuava a sollazzarsi settimanalmente…Presentarsi così a Gianni un pò la imbarazzava ma la necessità dell’esame le fece mettere da parte ogni timore….Gianni iniziò l’esame massaggiando la coscia di Daniela con un tocco morbido, delicato…”Oddio, cominciamo bene” pensò la furbetta percorsa da un brivido….Nella manovra preparatorie, Gianni si poggiò proprio con l’inguine sulla parte sterna della gamba di Dani…”Cavolo che pacco!!!”Dani lo percepì benissimo …un cazzo sontuoso, di una dimensione eccezionale….La cosa la turbò….la fica iniziò ad agitarsi….e mente Gianni procedeva all’esame lei non riuscì più a liberarsi da quel pensiero…ad occhi chiusi, immaginava quel cazzo duro prendere possesso del suo corpo, penetrarla con forza…..immaginava di impugnarlo,leccarlo,succhiarlo…la cosa ebbe un effetto devastante….La fica iniziò a bagnarsi e, senza che lei se ne rendesse conto, sul perizoma apparve una grossa macchia …..Gianni stava finendo il controllo ed era giunto proprio all’interno coscia…Doveva scostare leggermente il perizoma per controllare la zona inguinale: vide la macchia…la cosa lo imbarazzò: penso di aver esagerato con il gel che utilizzava anche se non glie era sembrato…”Scusa Daniela…ti ho macchiato mutandine con il gel” Daniela si riprese dai sui pensieri…si rese subito conto che era tutt’altra cosa rispetto al gel ma provò a tenere la parte” Tranquillo, poi vado a cambiarmi, non preoccuparti….”cercò di mascherare anche lei l’imbarazzo che la situazione aveva creato….Ma quando Gianni scostò il perizoma, la situazione gli fu ben chiara: altro che gel….l’interno del perizoma era zuppo dei succhi di Daniela…proprio Daniela, solitamente fredda e distaccata.. mai una battuta, una allusione….
Gianni era stupito, ancora più imbarazzato ma piacevolmente sorpreso…Daniela trattenne il fiato.. non sapeva che dire, he fare…chiuse gli occhi ….Fu Gianni a toglierla dall’imbarazzo: il maschio prese il sopravvento…senza pensarci, iniziò ad accarezzare la fica fradicia….cercò il clito….lo trovò ed iniziò a massaggiarlo delicatamente….Dani allargò le cosce e si lasciò andare…Gianni continuava ad accarezzarle clito e fica…poi la penetrò con un dito.. due dita….il rumore della fica fradicia penetrata era assordante….sembrava il rumore prodotto da chi cammina nell’acqua….la mano di Dani corse al pacco di Gianni…trovò un cazzo gigantesco, duro….senza indugio gli calò i pantaloni della divisa…scoprì che il dottore nemmeno indossava mutande.. aprì gli occhi e si ritrovò davanti il primo cazzo nero della sua vita: lungo, largo, duro, nodoso…un bastone enorme…lo impugnò.. le servirono due mani tanto era grosso….Non parlò…ma si portò quel cazzo alla bocca…golosa, iniziò a succhiarlo ,leccarlo, massaggiarlo…Gianni era in estasi…quella cinquantenne ci sapeva fare….sentiva la sua bocca sul cazzo, la lingua.. sentiva le sue mani accarezzargli i coglioni gonfi…Daniela mentre pompava ,sembrava soppesare quelle palle per valutarne il contenuto…Gianni si tolse dalla bocca affamata dell’infermiera…ora era lui a leccare il sesso della troietta….ciucciava il clito, mordicchiava le grandi labbra ,penetrava con la lingua quella fica incredibilmente bagnata.. altro che secchezza vaginale delle cinquantenni…quella fica era un lago che esondava….percepiva chiaramente il sapore della sborra di Daniela.. non aveva mai trovato una fica così.. Daniela non capiva più nulla….una serie di orgasmi la sconquassava…nemmeno riusciva più a contarli…altro che Carletto, altro che Giulio…quel cazzo nero l’aveva eccitata da morire.. Lo voleva dentro non resisteva più…”Penetrami adesso ,dai…” Come al solito non usò nessuna parola spinta e la cosa sorprese un pò Gianni…Ma fu solo un attimo…..scivolo sopra Daniela, le allargò le cosce, poggiò il cazzo duro alla fica ed entrò..la trovò calda, profonda.. sentì la cappella stretta da quella fica affamata…Daniela, dal canto suo, aveva trattenuto un attimo il fiato quando aveva sentito la cappella poggiarsi alla fica.. lo voleva dentro quel cazzo così grosso ma temeva per le dimensioni…invece la sua fica lo accolse con piacere, lo avvolse tutto….aveva imparato a contrarre i muscoli vaginali così che il maschio godesse ancora di più….Si ritrovò la lingua di Gianni in bocca..la baciava al ritmo della chiavata…entrava il cazzo in fica, entrava la lingua in bocca…Daniela sentiva anche i coglioni sbattere sulla fica….quel cazzo la faceva sentire riempita come mai era successo…Gianni godeva come un porco…da tempo non scopava con sua moglie e quella fica di una cinquantenne arrapata era proprio quello che ci voleva…La fece girare, la mise alla pecorina…scese a leccare anche il culo di quella troietta.. leccava il culo e le chiavava la fica con due dita….Dani fu scossa dall’ennesimo orgasmo devastante… quando Gianni le puntò il cazzo sul buco del culo fradicio di saliva e succhi di fica sapientemente convogliati dal dottore, si ritrasse :”No, nel culetto no…”A Gianni quel linguaggio così pudico fece tenerezza e ,malgrado la voglia, si ritrasse dal culo, puntò la fica e riiniziò a chiavarla…Daniela godeva a sentirsi prese così….Quando Gianni sentì l’orgasmo avvicinarsi, correttamente uscì dalla fica di Daniela ,pronto ad offrirsi alla sua bocca…”Tranquillo, vienimi dentro…non ci sono problemi.. voglio sentirti….”Daniela allargò le cosce.. Gianni la penetrò a fondo tornando a baciarla in bocca….La sborrata fu enorme….Daniela sentì la cappella gonfiarsi e poi fu inondata da una serie infinita di schizzi…Gianni ,dal canto suo, sborrò l’anima spingendo il cazzo a fondo di quella fica calda….Quando Daniela terminò di godere, si rese conto che, malgrado l’orgasmo, il cazzo di Gianni restava duro…e non calava l’erezione….a Carletto non capitava più e neppure a Giulio in modo così marcato…La cosa la eccitò ancora di più…lei cinquantenne sapeva far tirare così il cazzo ad un giovane maschio….Lo fece uscire dalla fica ed iniziò a pomparlo e ripulirlo con la lingua.. ormai era senza freni e faceva cose come raramente le era successo….gustò il sapore della sborra di Gianni mischiato a quello dei suoi succhi vaginali e, quasi senza accorgersene ,si ritrovò a 69 col dottore… Gianni tornò a leccarle il buco del culo e, messe da parte tutte le remore, si dedicò anche alla fica sborrata…la ripulì come mai gli era capitato di fare senza porsi il problema di leccare anche la propria sborra….Anche Carletto lo faceva e a Daniela la cosa piaceva parecchio…pensare che a farlo fosse anche un maschio quasi sconosciuto, la fece andare fuori di testa ancora di più….e si lasciò andare completamente come raramente le capitava di fare….la troia che era in lei, aveva avuto il sopravvento…si scostò da Gianni, si mise alla pecorina di nuovo ma quando il maschio le puntò il cazzo duro sulla fica, lo fermò:” nel culetto.. piano ma nel culetto…” Daniela aveva il culo sensibile.. le piaceva quando glielo leccavano, quando Carletto o Giulio lo massaggiavano col dito o entravano un poco.. Quando Carletto l’aveva penetrata, pochissime volte, le era piaciuto…aveva anche avuto un gran bell’orgasmo…ma aveva paura a prenderlo nel culetto.. temeva danni, che il suo bel fiorellino non tornasse come prima…gli sussurrò .”Gianni, non è che me lo rompi?” il Dottore la tranquillizzò: “sarò delicato…tu spingi mentre io entro… sarà come fare un esame medico…poi il tuo muscolo tornerà come prima, chiuso….”La voglia e queste parole la convinsero…Gianni iniziò con un dito, poi due…piano piano….E Daniela godeva …..”Ora ti penetro”…Dani chiuse gli occhi…spinse come se dovesse scaricarsi e si sentì riempita….prima la cappella, poi meta cazzo poi, finalmente sentì i coglioni di Gianni contro le chiappe…Lui sapientemente ,,una volta dentro, non iniziò subito a montarla….attese che fosse lei a muoversi….la staticità non durò molto…Quando Dani si rilassò, fu lei stessa ad iniziare a muoversi.. piano, poi sempre più…Gianni la assecondò e ben presto iniziò a pomparle il culo come aveva fatto con la fica….senza difficoltà o dolore, il cazzo entrava in quel buco stretto facendo godere Daniela che ben presto, provò un orgasmo inimmaginabile….”Cosa mi succede ???”sussurrò all’amante…”mi scappa la pipì” …Gianni capì subito…” stai per squirtare Daniela…non è pipì…lasciati andare…” Dani lo assecondò e schizzi caldi di liquidi femminili spruzzarono dalla sua fica….La cosa scatenò Gianni che eruppe nel culo di Daniela con una seconda immensa sborrata….Restarono fermi a godersi l’un l’altro… si ripulirono alla bella e meglio ,si ricomposero…Daniela con uno specchio si controllò il buco del culo…Il Dottore aveva ragione. .era tornato perfettamente a posto tutto…Si salutarono con un sorriso…Daniela andò a cambiarsi…Chissà quando avrebbe di nuovo squirtato…

Autore Pubblicato il: 23 Maggio 2022Categorie: Tradimento0 Commenti

Lascia un commento