Skip to main content
Tradimento

sedotta e sfruttata

By 28 Gennaio 2024One Comment

ciao mi chiamo juliana,
rumena 21 anni sposata da due con una bimba di nome vica di un anno.
ci siamo stabiliti con mio marito Costantin in una piccola provincia del centro Italia.
lavoro in un supermercato come cassiera,mentre mio marito è autotrasportatori.
Certo non navighiamo nel oro ,nel compenso non ci manca nulla.
ci siamo stabiliti da tre anni in italia in cerca di fortuna,
Dopo un primo anno di grosse dificolta economiche,perché ero in attesa di vica ,non potevo lavorare ,facevo qualche legero lavoretto tipo stirare ,per non mettere ha rischio la gravidanza.
in quel periodo conosco Mario un 59 novenne divorziato,
gli stiro è lavavo i suoi vestiti.
Devo dire che è un bel uomo,
se li porta bene i suoi anni,
Dopo la nascita di vica riesco ha iscriverla in un asilo materno dalle 7 alle 19,
così ho la possibilità di cercare un lavoro stabile.
Mario mi è stato di grande aiuto,mi fa assumere da un suo amico in un ósupermercato ,
con un contratto ha termine.
Dopo mesi di abbientamento ho una stabbilita economica,
Mi posso permettere qualche sfizio ,
come andare dal parrucchiere..
Mario mi chiede di continuare ad stirare e fare le lavatrici.
Ci accordiamo una volta alla settimana,nel mio turno di riposo.
Mio marito inizia con le linee internazzionali ,costringendolo ha mancare anche per settimane.
le nostre entrate aumentano che ci porta ad alzare l’asticella.
.Mario sembra avere interesse su di o me mi fa regalini mi copre di attenzioni.
non avrei mai pensato che nutriva interessi sessuali nei miei confronti.
Anche il mio datore mi fa delle avans
che io respingo educatamente.
Sottovalutando il corteggiamento si fa sempre più pesante,
Mi ero scordata che avevo il contratto ha termine.
Una sera rientro in casa e trovo una lettera,
Mio marito è ingnaro appena partito per una trasferta che lo terrà fuori una settimana.
Lego la lettera mi prende un colpo non mi rinnovano il contratto.
Chiamo mio marito dicendogli la novità ,lui mi tranquillizza dicendomi che non c’era problema potevo cercarmi un’altro lavoro con calma,
che con il suo stipendio potevamo tirare avanti.
mi addormento serena abbracciata alla mia bimba.
vado al lavoro tranquilla sicura di me.
Anzi dico al datore che si è comportato male nei miei confronti,
Lui ridendo mi dice vedrai che sorpresina,
e ti garantisco che ti farò passare quel aria di superiorità che hai.
Finisco il turno vado a casa ,e mi arriva una telefonata dall estero,
rispondo è mio marito che mi comunica che è in stato di fermo per aver fatto un incidente ,ed era stato trovato positivo al test Dell alcool.
ritorna dopo una settimana,viene licenziato e in più ha la patente sospesa,
D’incanto ci troviamo nella merdate
Lui licenziato io con il contratto in scadenza.
Mi recò dal mio datore per cercarlo di convincerlo di farmi un’altro contratto,
Senza avere una risposta,
Mi recò da Mario spiegandogli la situazione,
Lui serio mi dice che se sono carina e disponibile potrei convincerlo,
sgrano i occhi ribadisco che non tradirei mai mio marito,piuttosto dormo sotto i ponti.
Lui serio mi fa notare che ho una bimba e me la toglieranno se non ho una situazione instabile,
il giorno dopo ,chiedo un colloquio con il datore,
verso il pomeriggio mi accoglie.
Allora cosa ha da dirmi urgentemente?
ho riflettuto parecchio su la sua proposta
E ALLORA CHE MI DICE,
è spaparanzato sulla poltrona,
vedo che ha un bel rossetto rosso levalorizza quelle sue labra,
mi ispirano sai
so bene cosa voleva intendere,
si gira verso di me allora cosa sta aspettando non ho molto tempo da dedicargli,
rossa in volto con una lacrima che scorre sul mio volto,mi inginocchiò difronte e con un magone,libero il suo cazzo che svetta dritto duro e lucido,
Non sono amante dei pompini,
gli do bacetti sulla cappella ,
Mi dice di guardarlo mentre lo succhio,
Mi sento umiliata ma son costretta di esaudire il suo desiderio,
Mi chiede di non usare le mani solo lingua e labra,
Mi sto impegnando per finire il prima possibile quel supplizio,
Finalmente è stato al calolinea,mi serra dalla nuca dicendo di non sprecare neanche una goccia,
era talmente tanta che mi andò per traverso, nel tossire mi esce lo sperma dalle narici,
umiliata mi alzo esco di corsa da quel ufficio,
mi chiudo in bagno e quello che vedo riflesso dallo specchio mi fa comprendere il mio degrado morale.
Ho tradito mio marito per necessità,e me ne vergogno,
avrei dovuto rifiutarmi,la situazione per noi era disperata,cerco mille giustificazioni per quello che ho fatto,
Mi riprendo e ritorno al mio posto,
per tutta la mattina mentre passavo i prodotti alla cassa mi riveniva in mette quello che avevo fatto.
Torno ha casa con un magone nel cuore,trovo mio marito depresso per la nostra situazione,
cerco di rincuorallo dicendogli che avevo convinto il mio datore di non licenziarmi,
vedrai che con pazzienza anche lui troverà una occupazione.
Andiamo ha dormire e mi riviene in mette l’atto osceno col il mio datore,
Stranamente mi porta un eccitazione,
provo ha smuovere la situazione con mio marito ,cerco di animali il cazzo con un pompino senza grossi risultati,
ci addormentiamo con un uomo grosso problema,
vedendo la non attività di mio marito ho rimpianto di non avere il cazzo del mio datore.

15
55

One Comment

Leave a Reply