Leggi qui tutti i racconti erotici di: pinabarb

Il desiderio sessuale è stato sempre forte in me fin da piccola, tanto da spingermi oltre certi limiti già nella mia infanzia. Nonostante ciò mi ritrovavo a 19 anni senza aver avuto un rapporto completo con un ragazzo. Molto petting, e nonostante da un anno facessi una nuova vita, dove l’indipendenza la faceva da padrone, non si era ancora materializzata più o meno l’occasione affinché ciò avvenisse. Dal mio arrivo nella grande città, la mia prima volta arrivò quasi un anno dopo. Non é di questo che voglio parlarvi però. Ma di come, comunque, ci diedi dentro con tutto il resto durante quel primo anno.

Dopo quella prima sera di autoerotismo, divenne un abitudine darmi a qualsiasi forma fallica mi si presentasse per la casa. Ma nonostante potessi rifare affidamento ai tanto cari ortaggi, ripensare alla mia coinquilina annusare inconscia i miei umori, mi aveva portato a condurre un giochino spinto tra me e l’ignara coinquilina.
Non riservai mai questo “trattamento” all’altra ragazza della casa, anche perché viveva la convivenza in maniera distaccata, spesso pranzava e cenava da sola, utilizzando delle cose tutte sue.
La compagna di mille serate all’insegna della buona cucina, mi aveva portato pian piano a profumare dei miei umori ogni qualsiasi oggetto sapevo avrebbe portato da li a poco tra le sue labbra e il suo naso.
Così cominciai a sentire dentro di me ogni sorta di bottiglia, anche la meno indicata, anche senza potermi penetrare. La birra che tanto amava sorseggiare direttamente dalla bottiglia, aveva per lei ormai un più volte dichiarato aroma insolito. Ma pian piano strofinavo sul mio sesso di tutto, le posate, forchette, cucchiaini, tazzine del caffè..
Andavo in estasi quando ciò accadeva, più che la penetrazione,mi scuoteva il pensiero e lo strofinarmeli. Anche a tavola a volte il solo pensiero mi portava ad uno stato di eccitazione pre-orgasmo.. Certe volte finivo per scappare in bagno ancor prima di sparecchiare..

Autore Pubblicato il: 22 Agosto 2012Categorie: Racconti sull'Autoerotismo0 Commenti

Lascia un commento