;

Benvenuto nei racconti erotici di milu

Otre 38000 pagine di erotismo, racconti erotici di ogni genere creati dalla fantasia o dalla esperienza di vita di tanti autori. Un enorme database di storie erotiche a vostra disposizione. Vi troverete, oltre a tante storie erotiche, le fantasie e le confessioni erotiche dei nostri autori... le più sensuali del Web!

Buona lettura...

Situazioni erotiche – cap. 3

Lidia da diverso tempo aveva scoperto il piacere solitario della masturbazione a casa sua ma provava ancora più piacere erotico nel farlo a casa di Silvana. Questa dolce operazione la faceva anche tre volte o più volte al giorno. Quando era a casa sua le ore preferite erano al mattino prima di levarsi dal letto, dopo pranzo e poi la notte quando la mente può sognare.

Leggi il racconto..
47 0

270 – Francesca e i giochini mattutini

Una domenica del mese di novembre Francesca si è svegliata e pensava di levarsi dal letto non avendo più sonno. Era casa sua ed aveva dormito sola. Quella notte non aveva avuto amanti e non era una condizione abituale per lei. La settimana appena conclusa era stata stancante tra sesso e lavoro. La sua giovane età le consentiva di recuperare rapidamente ma sentiva anche la necessità di riposarsi per effettuare i recuperi di forze.

Aperta la finestra l’ha richiusa subito. Il freddo dell’aria l’ha ricacciata indietro. Era fresco e non aveva voglia di fare niente ma solo rimanere a casa a rilassarsi nel letto.

Leggi il racconto..
43 0

263 – Francesca: Il nuovo appartamento

Francesca e Rebecca sono amiche da un po’ di tempo. Si erano conosciute casualmente e la loro amicizia si è rafforzata quando sono iniziate le sfilate di intimo femminile dove Rebecca lavorava come aiutante nel backstage.
Ciò ha permesso a tutte e due di fare una vita diversa rispetto a quella che facevano prima anche se le loro strade si sono separate ed ora Francesca è la ragazza di Alberto che la stessa Rebecca le ha presentato.
Nonostante Alberto abbia una sua casa, Francesca sente la necessità di uscire dal nido dove i due si ritrovano dopo il lavoro.
E’ facile capire che Francesca sente la necessità di un periodo di riflessione per capire se con Alberto le cose possono proseguire.
Lei non ha lasciato il lavoro e si vede sempre con lui. La loro separazione non definitiva è seguita alla vacanza con Luciano,

Leggi il racconto..
38 0

Giulia. “Mamma” (Capitolo II)

Giulia è nuda.
Di fronte allo specchio.
Il corpo è cosparso di sabbia e polvere di sabbia.
Ha addosso ancora il pareo, avvolto alla bell’e meglio a tal punto che porzione delle natiche deve essere rimasto scoperto anche nella fuga dalla spiaggia. Dall’amica di sua figlia. Giulia guarda i suoi occhi neri dentro allo specchio. Le lacrime le rigano il viso e spostano la polvere di sabbia dalle guance. Gli occhi sono arrossati. Ogni tanto si china nel lavandino a sputare ancora sabbia. Si sente violata. Umiliata. Da una amica della sua insopportabile figliastra. Di fronte alla sua figliastra. E alle sue amiche. Giulia piange, di fronte allo specchio, con il corpo molle, vuoto.

Leggi il racconto..
171 0

Il cuoco – Capitolo 4: “Marco prepara la piadina a sua sorella” – Epilogo

Marco realizza che, oltre a far riaffiorare delle antiche passioni e palesare il proprio odio verso la sua ex compagna di classe, lo spiacevole scontro con Cinzia ha portato alla luce anche la sua attrazione sessuale verso la propria sorella Chiara. Incapace di accettare un simile fatto, anzi sconvolto da ciò, il ragazzo medita vendetta nei confronti di Cinzia.

Leggi il racconto..
213 0

Mi hai rapito

Quei rigagnoli di schietto piacere scaturiscono e scorrono emancipati bagnandole le cosce, scivolando abbondanti per lavarle le dita. Con una mano impugna il flacone e lo preme con forza verso quell’ingresso inviolato, mentre le pelvi iniziano a muoversi oscillando martellanti verso quel cazzo falso e illusorio. La punta forza l’entrata, dilata la fica e s’incastra nella stretta della carne vergine, Simona attualmente si muove ondeggiando sul fallo, facendolo uscire e successivamente rientrare con dei movimenti lenti e costanti ritmati da quella voce, mentre a occhi chiusi lo immagina sotto di lei descrivendone ogni gesto, ogni movimento, ogni fremito con la voce diventata più acuta, febbrile e scostumata.

Leggi il racconto..
135 0
Mostra altro
I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNTE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.