68 – Elisa: effetto dell’insonnia

Era tardi e l'insonnia che precede gli esami aveva colpito Elisa la quale si è sdraiata sul fresco divano in pelle mentre l'aria calda proveniente dall’esterno soffiava sulle sue braccia e gambe nude. Le voci provenienti dalla TV, pur a basso volume, riempivano il soggiorno passando da maschio a femmina nel passare da un canale all'altro mentre lei cercava di alleviare la noia. Alla fine ha rinunciato a vedere qualcosa perché lo zapping non aveva prodotto se non che porcherie o film molto vecchi visti e rivisti. Spenta la Tv Elisa si è diretta nella sua camera e non il [...]

Francesca: racconto n.328

328 - L'arrivo di Lina Era da molto che non avevo un rapporto sessuale con una donna. Stefano sapeva molto bene della mia bisessualità, con lui Francesca ne aveva parlato fin dall’inizio della loro storia ma nei primi tempi non erano scesi nei particolari. Però un giorno le ha chiesto di raccontargli qualcosa di più. Lui voleva sapere delle esperienze, delle sensazioni che lei provava e come si svolgeva tecnicamente un rapporto lesbo. Ciò che è parso strano alla ragazza è stato l’interesse notevole di Stefano all’argomento, lui lo giustificava come una conoscenza maggiore per fare degli scatti fotografici artistici. [...]

Di |2022-06-21T10:50:54+02:0022 Giugno 2022|Racconti Erotici, Racconti Erotici Lesbo|

Francesca: racconto n. 329

329 - Lina ed i suoi amanti clandestini Lina ha ascoltato attentamente il quasi monologo di Francesca. A metà del racconto si è levata la gonnellina e poi anche il reggiseno, ha infilato una mano sotto delle mutandine brasiliane di gran classe e Francesca ha notato che si stava sgrillettando. Alla ragazza non è restato che levarle proprio le mutandine e toccarla ovunque facendola arrapare più del solito mentre le dita giravano e sfregavano freneticamente sul clitoride. Infine Lina è venuta irrigidendosi, restando a bocca aperta anche lei, per fare dei profondi respiri e, nel momento del massimo piacere dell’orgasmo, [...]

Di |2022-06-07T01:41:40+02:008 Giugno 2022|Racconti Erotici Etero, Racconti Erotici Lesbo|

Il Vecchio Torchio – 4

Capitolo 4 di 6 Per contattarmi, critiche, lasciarmi un saluto o richiedere il racconto in PDF, scrivete a william.kasanova@hotmail.com Sembra essere passata una vita da quando Sara mi ha vista dal giardino ed è scomparsa sotto la finestra al momento in cui la porta della mia stanza ha cominciato ad aprirsi lentamente. I cardini non cigolano mentre ruotano sotto la spinta delicata della rossa, ma il mio cuore batte troppo violentemente perché io possa comunque sentirli. Stordita dalle emozioni degli ultimi minuti, non ho potuto fare altro che sedermi sul letto, stanca come se avessi passato l’intera giornata a camminare [...]

Lorenza, la vacanza da incubo parte 10

Era li nuda sul balcone, dentro di se aveva ancora quel doppio dildo, non ebbe il coraggio di levarlo per paura di disobbedire, si guardò attorno impaurita, per farsi vedere meno decise di sedersi, anche se cosi facendo la pressione di quel fallo si faceva sentire di più , è rimasta li un oretta buona, finche Roberta non la fece rientrare, erano tutte li in salotto che già ridevano divertite, Roberta prese le manette appena acquistate e le blocco le mani dietro la schiena, i commenti non si sprecavano, tra le amiche c’erano due bisex, che non vedevano l’ ora [...]

Di |2022-05-15T14:11:43+02:0017 Maggio 2022|Racconti di Dominazione, Racconti Erotici Lesbo|

Silvye

Mi chiamo Silvye, sono francese e in questo racconto vi parlo della mia esperienza in Italia che risale a circa 20 anni fa. L'Italia mi ha sempre affascinato per la sua bellezza, la cultura, la storia e la gente. Ho frequentato la scuola alberghiera in Francia, ho studiato la lingua italiana e ho sempre sognato di andare via di casa e di essere autonoma e indipendente. Ero vergine, sentivo il fuoco dentro ma non avevo ancora fatto sesso in maniera completa. Venni contattata da un hotel con cucina vicino al mare, che lavorava tutto l'anno perché vicino ad una statale [...]

Francesca: racconto n.44

44 - Sono lesbica? Francesca si è chiesta se fosse lesbica o no e non ha ancora dato risposta a questa domanda ma forse lo ha fatto apposta perché non vuole saperlo. A lei sembra di essere una donna normale nel rapporto con gli uomini, normalissima, anzi, si potrebbe dire che sicuramente a lei piacciono molto così come le donne, soprattutto se queste ultime sono giovani e belle di cui si accorge subito se hanno quel quid che le rende speciali e che possono essere sue amanti. Lei non sa se sia un bene o un male essere ‘normale’; forse [...]

Di |2022-04-27T15:26:04+02:0028 Aprile 2022|Racconti Erotici Lesbo|

Federica – In viaggio verso il mare

Cominciò a sentire la sua mano scendere giù tra le sue gambe, sfiorando il suo corpo caldo e imperlato di sudore. Le dita percorsero l’ultimo tratto che dall’ombelico portava all’orlo delle mutandine. Il suo caldo aumentò. Si sentì bagnare completamente. Impaziente di sentire quella mano infilarsi tra il tessuto e la sua pelle, a malapena sentiva il vociare dei suoi amici lì di fianco che guardavano. Volse il suo sguardo verso Erika e Chiara, sedute su di una sedia si godevano la scena, come fosse uno spettacolo, una performance di cui attendevano l’inizio. Intanto la mano frugava e sfregava tra [...]

Di |2022-04-23T01:19:56+02:0027 Aprile 2022|Racconti Erotici, Racconti Erotici Lesbo, Voyeur|

Francesca: racconto n.321

321 – Francesca: storia di un trio di amiche Francesca ha un appuntamento con due amiche, sono due colleghe di lavoro, una mora e una bionda e fisicamente si somigliano molto. Entrambe sono sulla trentina, sono magre, con un torace piccolo e sodo e un fisico abbastanza atletico. Si conoscono da anni e sono abbastanza complici. Una delle due, Anna Laura, l’ha invitata a bere un caffè a casa sua e ci va molto rilassata nel caldo opprimente dei primi di luglio. Arrivata a casa sua Francesca trova la loro comune amica Lucia che indossa un bel vestito multicolore ma [...]

Cartomanzia – 19a parte – Imprevisti sviluppi

Centellinando un whisky invecchiato 30 anni, rifletteva sogghignando: la bottana ormai si era assuefatta alla minchia e voleva interrogarla su questo aspetto, la prossima volta che l’avrebbe ipnotizzata: probabilmente aveva superato tutti gli stupidi pregiudizi da brava mogliettina fedele e quindi, tra l’altro, si sarebbe anche sentita in debito con lui! Fece una grassa risata solitaria. Poi Vito, che aveva agganciato un’altra e faceva il misterioso… Quel chiappesecche gli aveva detto al telefono che aveva una ripresa che sarebbe piaciuta molto ai loro “amici”: di una legata ad una ringhiera fottuta da chiunque passi… “Bah… vedremo! -pensò- Metti che trovi [...]

Torna in cima