Sandra che mi cavalca

Dopo un fermo non voluto riprendo a raccontare la mia vita, purtroppo non trovo più l'accesso al primo racconto e quindi devo riprendere con un nome nuovo, Dopo quel pompino ricevuto dalla misteriosa autostoppista rimasi per un certo periodo "fermo". Ero combattuto tra il mio essere prete e l'essere uomo e maschio. Mi svegliavo la mattina con il cazzo che mi faceva male, bastava vedere un corpo femminile che mi si rizzasse di colpo, creando grandi bozzi sui pantaloni. Era una fortuna che fosse arrivato l'inverno e tra giacche e cappotti indossati da me e vestiti pesanti che mettevano le [...]

Di |2021-10-19T09:02:09+02:0019 Ottobre 2021|Erotici Racconti, Racconti Erotici Etero, Sensazioni|

Bestiale 1

Quell’uomo mi voleva far sua. Era evidente. La scorsa estate, fra i vari impegni, ci eravamo ritagliati con mio marito, un breve periodo di ferie in Calabria, in un villaggio turistico dall’organizzazione a dir poco approssimativa, situato su una collina a circa cinque chilometri dal mare. Mi chiamo Stefania, ho quasi cinquant’anni, molto ben portati, quattro o cinque chili in più del mio peso forma, ma - mi dicono - mirabilmente distribuiti. Svolgo mansioni manageriali presso una società di servizi. Sono stata spesso oggetto di desiderio, ma mi son sempre considerata tutta d’un pezzo, con una solida morale e certa [...]

Di |2021-10-17T23:13:09+02:0017 Ottobre 2021|Erotici Racconti, Racconti di Dominazione, Tradimento|

Il massaggio a Michela

In una fresca mattinata di ottobre sto passeggiando distrattamente per la mia città. É sabato, il mio giorno libero e ho deciso di prendermi un caffè senza impegno. Entro al solito bar, senza pretese con la sola intenzione di stare tranquillo. Uno sguardo distratto tra i tavoli del locale fino a quando incontro lo sguardo di Michela. Non ci vedevamo quasi da 10 anni. “E' lei ?”mi chiedo un po' titubante. La guardo, mi riconosce. “Sì è lei, ora non ho più dubbi”. E' sola, sorride. Si sposta quel tanto per permettermi di accomodarmi al suo fianco. Il suo profumo [...]

Di |2021-10-13T13:57:36+02:0013 Ottobre 2021|Erotici Racconti, Racconti Erotici Etero|

Profumo speciale

I miei, a causa di un impegno improrogabile, hanno organizzato all’ultimo minuto un viaggio a Torino. Si sarebbero assentati per due o tre giorni e non volevano lasciarmi solo a casa. Così mia madre ha pregato mia zia di ospitarmi: loro hanno una casa grande e non hanno figli, quindi problemi di spazio certamente non ne hanno ed hanno accettato di buon grado. Quando mia madre mi ha comunicato la notizia, ho dovuto faticare a nascondere la mia contentezza e la mia libidine che già riempiva i miei pantaloni. Così, mi precipito a casa dei miei zii e…. din don… [...]

Che bello toccarti…

È sera, siamo stanchi dopo una giornata di lavoro faticosa… non sappiamo se accendere la TV o andare direttamente a letto. Ti aspetto seduto nel centro del letto appoggiato alla testata del letto: arrivi con il tuo solito pigiama estivo, quello che mi fa impazzire solo a vederlo. Pantaloncino corto e largo e canottiera molto larga. Ti prendo per gioco e ti faccio appoggiare con un po’ di forza, la tua schiena al mio petto. Voglio farti godere… Ti chiedo di allargare le gambe per far intrufolare le mie mani nelle tue mutande, ubbidisci all’istante. Le divarichi aspettando che io [...]

NUDA T’APPARVI

Nuda t'apparvi discinta con i veli aperti sull'epilato corpo polito; i seni, un tempo di muscoli tesi, ora s'offrono morbidi allo smanioso occhio di libidine denso; e mossi un lento balletto ancheggiando come attraente femmina che adesca. E tu, seduta sul letto nel tuo caschetto nero rimuginavi mille ardite posizioni sul talamo che, in attesa, ardeva. Da lì guardasti, il tuo strumento teso nello sforzo di trattenere il moto che a me ti spingeva, a cercare il piacere che io adocchiavo, fiera. Le terga ti mostrai, civettando, scuotendo i glutei sotto il naso; e tu tendesti la mano quasi a [...]

La Notte di San Lorenzo – Capitolo 6

“Finalmente posso godermi il mio porco preferito un po’ da sola” disse Claudia mentre mi faceva strada “Ti porto su una spiaggetta che non è proprio il massimo ma non c’è mai nessuno, ci staremo solo io e te…” “Ti facevo più esibizionista” “Lo sono, ma per quello che voglio fare, in pubblico, c’è l’arresto” Ridemmo. Dopo 10 minuti finalmente raggiungemmo la spiaggetta ma non eravamo soli. Già una coppietta era stesa a prendere il sole al centro della piccola spiaggetta. Io e Claudia ci guardammo complici. Era il momento di dare scandalo. Stendemmo gli asciugamani poco distanti. Me li [...]

Il Vibratore di Francesca

Ogni genitore si è ritrovato nella situazione di rimproverare un figlio colto in fragrante per una cazzata, e quella mattina, uscendo anticipatamente dal lavoro, vidi mio figlio, che doveva essere a scuola, passeggiare con un compagno di classe come se nulla fosse. Venni a sapere poi che il motivo per il quale non era entrato era che voleva saltare il compito di in classe di latino per il quale , ovviamente, non si era preparato. Lo riportai immediatamente a casa e gliene urlai di tutti i colori, E, come al solito, oltre alla classica ramanzina gli andai a ricordare quanto [...]

La Certificazione Energetica – parte 1

“Sono le 15, accidenti, mi devo dare una mossa”. Questo è il pensiero di Luca in questo venerdi uggioso di novembre. Fuori fa freddo, tira vento, cade dal cielo quell’acquolina fastidiosa che non può definirsi pioggia. Ma bisogna uscire. “Devo essere alle 16 a Milano, accidenti. Dovrò correre con la mia auto attraverso il traffico che inevitabilmente a quell’ora riempie la città”. Luca è un brillante ingegnere edile, si sta specializzando nella valutazione dell’efficienza energetica delle case. Alle 16 in punto deve essere dalla sig.ra Elena, una cliente che lo ha contattato per una valutazione della sua casa. Si veste [...]

Startrail con Dolomiti – 6

Fase 6 Pubblicazione sui social Nelle puntate precedenti: È l’ultimo giorno che posso trascorrere con Emma prima che lei torni a casa sua, lasciandomi solo. Cazzo, è una cosa che mi butta a terra, e la foto con le stelle che formano delle linee nel cielo sopra le cime di Lavaredo è il dono che ho per lei, sebbene Emma si dimostri più interessata ad avere un’altra raffica di orgasmi come addio. Mi sono sempre ripromesso che non dovrei soddisfare ogni capriccio delle donne, ma per lei mi dico di fare un’eccezione. Onestamente, Lucio dovrebbe accontentarsi: alla fine la foto [...]

Torna in cima