Erotici Racconti

Home/Erotici Racconti

L’autobus

Premessa: questo racconto è il resoconto di quanto realmente avvenuto nel ormai (purtroppo) lontano 1988. L'ho già pubblicato su altre piattaforme. Questa è l'ultima versione riveduta e aggiornata. Spero vi piacerà. ****************************************************************************** Se una qualsiasi tra le persone che conosco, e con le quali condivido la mia vita di tutti i giorni, riuscisse a riconoscere in me il personaggio di questo racconto, costui o costei non esiterebbe a pensare che io possa essere dotato di una doppia personalità. Non sono granché bravo a scrivere, ma voglio cogliere l'utilità di questo spazio per raccontare una mia esperienza realmente vissuta. Era il [...]

La reunion del Cavalieri

Ogni volta che si conficca dentro di me, la fica va in fiamme. Sarà il sesto o settimo che mi scopa questa sera e sono consapevole che non sarà l’ultimo. La fila fuori da quella porta è ancora lunga. Tutta colpa della mia linguaccia e di quella arroganza adolescenziale che ti spinge a contraddire tutto e tutti. Qualcuno mi spinge il bocca la punta del suo cazzo. Si spinge giù fino in gola provocandomi un conato, afferrandomi per i capelli così da richiamare la mia attenzione. Lo fisso. Vuole che lo pompi, che glielo succhi fino a farlo venire. Deglutisco [...]

Di |2023-01-24T02:30:53+01:0028 Gennaio 2023|Erotici Racconti, Orgia, Racconti Erotici|

La Coperta [1]

Questo è uno di quegli aneddoti che più si raccontano, più ci si rende conto di quanto siano assurdi e sembrino un plagio di qualche trama di un film hard. Tuttavia, servono anche a ricordare di quante volte siamo stati incoscienti e fin troppo imprudenti solo per lasciarci abbandonare al piacere del momento. Il tutto si svolse in una normale ma freddissima serata invernale, sotto Natale, in quel periodo in cui tutto inizia a brillare di luci e oggetti a tema. Sotto uno di questi, infatti, inizia la storia. “Certo che quei Babbo Natale appesi alle finestre fanno proprio impressione”, [...]

Di |2023-01-24T02:29:46+01:0027 Gennaio 2023|Erotici Racconti, Racconti Cuckold, Tradimento|

zia Anna 18°

MAX Seguo come un rabdomante la mappa disegnata sullo smarthone da google e arrivo sotto una palazzina elegante con tante belle piante tropicali nel giardino. Faccio partire la chiamata, senza nemmeno che arrivi risposta si apre il cancello pedonale ed il portone. Salgo le scale guardando le porte se ne ve fosse stata qualcuna aperta. Salgo fino all’ultimo piano dove l’unica porta che c’è sul pianerottolo è socchiusa. Apro, entro: “è permesso?” dico stupidamente. L’ingresso in penombra, fresco, aria condizionata a palla in forte contrasto con la canicola esterna. “sono qua” sento la voce di Chiara provenire dall’interno della casa. [...]

le cagne dell’ufficio: il malavitoso a casa di Valeria e Camillla

chi mi vuole contattare può scrivere a padronebastardocontatti@gmail.com Un paio di giorni dopo vidi la figlia del notaio in ufficio dal padre e il malavitoso per un rogito. Prima di andare via comunicammo alle interessate i passaggi di proprietà che avevamo concordato. Camilla era delusa, ma le avevo fatto capire che essere la donna di un malavitoso di quel livello le avrebbe dato solo vantaggi. La madre Valeria invece era al settimo cielo: vide la cosa come una promozione sul campo. La figlia del notaio rimase frustrata, perché aveva assaggiato il mio cinismo e mi guardò con dispiacere e comprendeva [...]

le cagne dell’ufficio al festino con i malavitosi

chi mi vuole contattare può scrivere a padronebastardocontatti@gmail.com Ormai la fama delle mie schiave diventate escort era diventata quasi di dominio pubblico: Chiara, Alessia, Marika, Barbara, Alessandra e Christine non riuscivano per niente a nascondere il cambiato tenore di vita che si potevano permettere essendo state messe a fare le escort e la voce si sparse in tutta Milano. Sempre più ragazze contattavano Marika per diventare escort del mio giro. Lei spiegava loro che dovevano diventare mie schiave prima e il mio esame era diventato sempre più selettive dato l’elevato numero delle richieste. La cosa arrivò all’orecchio anche di un [...]

LA MIA FATINA

LA MIA FATINA Era una mattina dell’anno 1985, una giornata di sole. Mi trovavo in auto quando mi vidi all’improvviso attraversare la strada da una ragazza stupenda, capelli lunghi e biondi, come i raggi del sole, viso dolcemente truccato, con gli occhi circoscritti dalla matita, il tutto con vari colori come un arcobaleno. Era bellissima proprio come una Fatina. Frenai guardandola negli occhi, io ero come impietrito, folgorato, rimasi proprio incantato da quella straordinaria bellezza. Intanto le auto che erano dietro di me ferme, attendevano la mia ripartenza che non veniva mai, e così si iniziava a sentire qualche suono [...]

Di |2023-01-20T23:52:49+01:0021 Gennaio 2023|Erotici Racconti, Racconti 69, Tradimento|

le cagne dell’ufficio : Marika diventa mia amante e reclutatrice

chi mi vuole contattatare può scrivere padronebastardocontatti@gmail.com Marika aveva capito che essendo l’ultima arrivata sarebbe stata trattata nel peggiore dei modi tra le mie schiave , finché mi confidò che questo mio modo di fare la affascinava enormemente in quanto le avevo fatto capire quella che era la sua vera natura, quella di essere una sottomessa e schiava e mi chiese di diventare la sua amante. Io restai un po’ meravigliato di questa affermazione facendole notare che non vedevo il motivo per promuoverla da schiava ad amante visto che non poteva darmi molto di più. Marika mi disse che anche [...]

le due cagne dell’ufficio e la schiavizzazione di Erica

chi mi vuole contattare può scrivere a padronebastardocontatti@gmail.com Quando parlai con Chiara e Alessia in pieno centro a Milano, notai che in lontananza una loro amica Erica ci aveva visto. Dovevo trovare un modo per ridurre in silenzio Erica altrimenti il progetto che avevo messo in piedi rischiava di saltare subito dopo neanche un giorno. Erica era molto diversa dalle altre due ragazze: molto seria, religiosa, non era mai stata vista accompagnarsi con un ragazzo, ma era descritta come seria e professionale da tutti quanti. Qualche ora dopo mandai un messaggio al cellulare di Chiara e Alessia dove ordinavo loro [...]

le due cagne dell’ufficio

chi mi vuole contattare può scrivere a padronebastardocontatti@gmail.com Come ogni mercoledì mi trovavo per lavoro a Milano, ne approfittai come sempre per bere un drink con un mio carissimo amico, il fratello di una mia schiava nella terrazza dell’Hotel Savoia vicino Piazza della Repubblica in un locale che si chiama Radio rooftop Bar, un posto molto cool dove si possono fare conoscenze interessanti dell’altro sesso. Quel giorno però, non c’era tantissima gente, quindi decido di accompagnare Francesco (il mio amico) in ufficio. Entrati nello stabile vado in bagno, mentre sto per uscire sento dei rumori di tacchi femminili con delle [...]

Torna in cima