Schiava di Padrona Laura

Come cominciare ,a dire che da una chat nuova ho conosciuto una persona che ha ridimensionato la mia vita di essere schiava ed usata a suo piacimento. Mi trovavo in casa, e non sapendo che fare navigo in questa chat nuova, e mi trovo un messaggio firmato da Laura, che mi dice " ho visto il tuo profilo e mi piacerebbe incontrarti sei la persona che cercavo " Incuriosita gli scrivo gli dico che mi chiamo Monica , e passata a descrivermi anche in maniera provocante, al punto che lei rispondendomi mi dice " senti cagnetta ,avevo gia' capito che [...]

Estate sicula pt.6

Così passano le giornate in questo primo mese caldo, in quest’aria piena di salsedine e di ormoni che stanno stravolgendo le nostre vite. Nelle ultime due settimane tra scappatelle in hotel, fughe nel parcheggio desolato e sveltine a lavoro siamo diventati amanti insaziabili e inseparabili. La nostra chat di whatsapp è più calda di una linea telefonica di wall street e lo scambio di immagini, di frasi, di provocazioni e di desideri rasenta l’osceno. Dall’altra Gaetano continua la sua quasi conclamata love-story che è sulla bocca di tutti e ormai quasi a cielo aperto, come le loro scopate che sul [...]

Servizio finito

Morgan e Jasmine …...la prima marachella. Il nostro amarci fu tanto improvviso quanto travolgente, ancora oggi a distanza di oltre 20 anni la freschezza del nostro rapporto stupisce più noi di chi ci vive accanto, perché per gli amici ,oggi come allora era solo questione di aspettare il momento giusto, quello in cui saremmo usciti insieme,forse non mano nella mano, ma usciti insieme si, non era in discussione che sarebbe successo, e successe per nostra fortuna, le nostre anime si fusero senza preavviso al calor bianco della passione e fu subito amore, tanto travolgente e sconvolgente per noi da condurci [...]

Di |2021-08-01T20:47:09+02:001 Agosto 2021|Racconti di Dominazione, Trio, Voyeur|

Il debito da pagare 2

2) La conferma Claudio, l’usuraio la chiamò all’ora di pranzo del giorno dopo. Si era chiuso nel negozio, dopo aver telefonato alla moglie a casa che aveva da completare la riparazione di un orologio, che era più complicato di quanto aveva immaginato. Era stato secco e chiaro “Gloria, bella mia, vieni alle 2, bussa sulla serranda che ti faccio entrare. Hai un’altra rata da pagare, capito ?” Voleva ribadire subito la sottomissione di quella bella e debole donna e non darle il tempo di ripensare su quello che era successo. Gloria scese, attraversò la strada e percorse quelle decine di [...]

Di |2021-08-01T20:39:51+02:001 Agosto 2021|Racconti di Dominazione, Racconti Erotici|

Linda la nerd – Capitolo 23

Per commenti, critiche o ricevere il racconto completo in PDF, potete contattarmi via email Nelle puntate precedenti: Tommaso, malgrado i suoi sforzi, non riesce a smettere di soffrire perché il pensiero delle foto di Linda posseduta analmente da tre dei quattro giudici della gara di pompini sembra aver preso dimora nella sua mente. L’amore che continua a provare nei confronti della studentessa, nonostante abbia tradito la sua fiducia partecipando a quell’oscena competizione, impedisce a Tommaso di dedicarsi come dovrebbe a Tania, e la pazienza di quest’ultima sembra prossima a terminare, paventando il rischio che possa ripetersi il dolore devastante che l’abbandono [...]

L’inizio della fine: 9° capitolo

Le parole di Catia gli rimbombavano nel cervello. Quel “Ti amo” aveva riacceso in Marcello la voglia di avere accanto a sé la sua donna, nonostante tutto quello che era successo. Le aveva mandato qualche messaggio e stavolta aveva avuto una risposta. Le aveva proposto di ricominciare insieme e lei aveva accettato. Doveva portarla via a Roberto ma non aveva idea di come fare. Provò a pensarle tutte, arrivò anche ad ipotizzare di cercare qualcuno che fosse disposto a dare un segnale molto chiaro a Roberto, ma come già successo in passato, all’inizio di quella voragine in cui aveva gettato [...]

L’inizio della fine: 8° capitolo

Marcello ci avrebbe scommesso: Roberto non gli avrebbe reso la vita facile. Catia ebbe un sussulto quando vide entrare Marcello nella stanza. Non lo vedeva da tempo, non aveva risposto ai pochi tentativi di chiamata che lui le aveva fatto nei momenti di solitudine dopo la fine del loro matrimonio. Travolta dalle nuove sensazioni che Roberto le regalava con quella specie di bastone che aveva tra le gambe ma soprattutto con la sua decisione e la sua capacità di comandarla, si era quasi dimenticata di essere stata sposata. Restò senza parole nel vederlo e si chiese cosa lui pensasse di [...]

L’inizio della fine: 7° capitolo

Marcello non aveva potuto fare altro che arrendersi di fronte alle sue responsabilità ed accettare le condizioni che gli erano state imposte da Roberto più che da Catia. Quell’uomo sembrava esercitare su sua moglie una influenza che andava ben oltre la gioia che sapeva darle con quel cazzo di larghezza spropositata sul quale l’aveva vista impalarsi. Ed in effetti le cose stavano proprio così. Con i soldi versati da Marcello, Roberto comprò un locale adiacente al negozio per ampliarlo e per offrire un servizio aggiuntivo alla clientela. Infatti, chiunque fosse incuriosito dal funzionamento di un accessorio o avesse voluto vedere [...]

L’inizio della fine: 6° capitolo

La vita sembrava avere un nuovo sapore per Marcello ora che non si sentiva più schiavo di Roberto. Sul lavoro era molto più sereno e concentrato, al mattino si svegliava allegro come prima che quell’incubo iniziasse. Si sentiva come rinato, soprattutto perché erano passati i giorni e le settimane ed effettivamente non aveva ricevuto alcuna richiesta. A casa, tuttavia, le cose non erano ancora del tutto sistemate. Catia si era mostrata molto disponibile la sera del compleanno, ma era ancora arrabbiata con lui per la storia del costume. Ne avevano parlato e lei aveva chiarito che la cosa che l’aveva [...]

L’inizio della fine: capitolo 5°

Il giorno seguente, Marcello si assentò dal lavoro ed andò all’appuntamento fissato con la ragazza. Era un appartamento in una serie di villette a schiera con un piccolo cancello di accesso. Pochi secondi dopo aver suonato il campanello sentì il rumore del cancello che veniva aperto elettricamente e dopo pochi metri si trovò dentro un appartamento carino, arredato con poche cose essenziali. Veronica capì cosa si stesse domandando. “Questo è un appartamento che uso solo ogni tanto, era dei miei zii. Non faccio venire spesso uomini qui, ho voluto fidarmi di te, sembri a posto. Per fortuna i vicini sono [...]

Torna in cima