PREGNO DIVENTA

Titillati i capezzoli, Tesoro, girali intorno, stringili schiaffeggiali; eccitati, sfiorandoti leggera le erotizzate punte! Tra l'indice e il pollice , pinzali; accresci e allenta la pressione che, violenta, ti devasti, ti laceri e contorca. Turgido diventi il dolente tubercolo mentre il duro attrezzo che sbandieri, intanto, si prolunga, mostrandosi, fra le gambe ritto, dal basso ventre. Mentre sulla coscia sbava e batte a campana la testa a cappella, fino alle viscere, denso, penetra il misterioso dono di languore pieno. Prelude all'intenso godere la posa che tu assumi; prono attendi silenzioso, in trepidante fluire che si consumi, celere, la presa della [...]

Cartomanzia – 11ma parte -Come va la festa in villa

Paolino era entusiasta della festa che gli aveva organizzato Jack, anche se un po' sorpreso: sì, si conoscevano, erano amici ma… non erano L’Amico (quello speciale, con la maiuscola!) l’uno dell’altro: solo membri della stessa compagnia… E invece… invece tre giorni prima gli aveva detto che c’era una bellissima sorpresa, che la sua festa di compleanno sarebbe stata trasferita nel magnifico parco con la piscina di una villa appena fuori città, che ci sarebbe stata una donna («Una donna vera, “grande” e molto troia, disponibile per farsi fare di tutto da chiunque, anche chiavarla, anche il culo!’) ed un sacco [...]

Ossessione (parte II: il primo bacio omosex)

La curiosità spasmodica che derivava dalla mia ossessione per i grossi cazzi e i maschi muscolosi mi stava letteralmente facendo uscire di testa. Sul finire del mese di luglio 2006, di fronte all'impossibilità di costruire l'occasione perfetta, stavo iniziando a percepire un senso di frustrazione via via sempre più crescente. Mi rendevo conto di essere un bel ragazzo (piacevo sia alle donne che agli uomini, come avevo avuto modo di vedere nei locali gay-friendly frequentati) ma, come già detto nel racconto precedente, non riuscivo a "farmi andare bene" il primo che passava e, nonostante nessuno che mi conoscesse lo avrebbe mai [...]

GODO

Ricettivo: Sì, leccami così…, fammi sentire la ruvida tua lingua…, Lo so, parole dolci dire molte non ne sai, ma, come dipingi tu con la tua lingua… mi allarga il cuore, immensa mi fai sentire…; una distesa di crespe alla tua bocca s'apre… che stimolo infinito…! … dolce languore…! Chiudo gli occhi, li stringo ad ogni acuto che tu mi doni… Umido avverto il prensile sportello, l'orifizio gentile, che innanzi a te prostrato, la sua capienza mostra. Il rimming ora s'arresta, la bava alla tua bocca schiuma e, belva, ti scateni; il teso randello innanzi a te ballonzola, duro s'erge, [...]

Sverginato

Dopo aver provato con un pompino la mia tendenza bisex, volevo provare a farmi sverginare il culetto. Avevo provato con dei dildo, ma ne volevo uno di carne. Guardo su un sito d'incontri e trovo un uomo attivo della mia zona. Qualche email, ci scriviamo cosa vuole Lui e cosa vorrei provare Io, gli chiedo se mi vorrebbe vestito da zoccoletta, visto che devo fare la donna, meglio farlo bene, ci accordiamo e lo raggiungo. Mi fa accomodare, ci spogliamo, mi infilo un paio di autoreggenti nere e un paio di sandali con i tacchi. Mi dice di raggiungerlo in [...]

Di |2021-07-19T09:49:57+02:0019 Luglio 2021|Racconti Gay|

Ossessione (parte I: la ricerca del primo cazzo)

Nota: i nomi utilizzati sono di fantasia L'eccitazione provata per quel video gay iniziò ad avere effetti sempre più strani sulla mia sessualità. L'immagine di quel cazzo nero (stupendo) che apriva in due un culo bianco mi fotteva il cervello di continuo. Mi capitava di pensarci all'università durante le lezioni e di immaginare le mie compagne di corso alle prese con maschi superdotati. Mi capitava di pensare di tutto e mi eccitavano diverse situazioni, situazioni nelle quali potevo essere protagonista passivo o spettatore ma al centro delle mie fantasie c'era sempre un enorme cazzo nero. Il dominatore di tutte le [...]

Gita al mare, lei, il bull, cuck ed alcuni accessori

Questo racconto è frutto di fantasia, dopo aver pubblicato su Milù, indicando che ero disponibile a scrivere racconti, sono stato contattato da alcune coppie , una di queste desiderava una storia che li vedesse protagonisti nell’area della dominazione. Mi hanno dato qualche elemento per cui nel racconto ci saranno verità ma soprattutto la mia fantasia che seguirà la traccia fornita. La coppia gradirebbe commenti, se vorrete farne mandateli al mio indirizzo email nadiagang@libero.it io li girerò a loro e se vorranno vi contatteranno. Siamo Luigi e Cristina, una coppia navigata sia per il numero di anni da cui stiamo insieme, [...]

Prima volta in bocca

La voglia di succhiare un cazzo l'avevo sempre avuta, di provare a vedere cosa si provava ad avere un membro di carne in bocca, ma poi non se ne era mai fatto niente. Mi infilo dei dildo in culo, mi piace moltissimo, ma il mio desiderio era di ciucciane uno vero. Stamattina leggo su un sito d'incontri gay della zona che un attivo ospitale ha il desiderio di farselo spompinare, chiedo via email di dove e dopo qualche email lo raggiungo. Mi apre già in slip e maglietta, mi fa accomodare, il mio cuore batte nervoso, chissà se ce la [...]

Di |2021-07-11T13:20:13+02:0011 Luglio 2021|Racconti Gay|

Giugno 2006, verso la bisessualità

nota: i nomi usati sono tutti di fantasia. La scoperta della mia bisessualità iniziò nell'estate del 2006. Avevo da poco compiuto 19 anni ed avevo la fidanzatina, come la cultura borghese alla quale veniamo abituati sin da piccoli in modo più o meno diretto. La mia non vuole essere una critica a questo stato delle cose, ma una constatazione necessaria: il fatto di essere abituati a vedere la sessualità non come un qualcosa da esplorare, ma come qualcosa di già "confezionato", relegando altre esperienze alla sfera della "trasgressione", porta a non farsi domande e a prendere per certo tutto quello [...]

Esperienze (gay) – La fisioterapista

La signora Nora, la fisioterapista. La mamma dovette ricorrere a lei per farmi curare i postumi di una frattura. Era una donna sui 55anni, lavorava in ospedale dove era molto apprezzata. Alta, magra, legnosa; il viso e l’espressione severa, la voce energica, i capelli tagliati cortissimi credo per comodità professionale. Sembrava un po’ mascolina e aveva mani grandi ed abilissime. Doveva curarmi una spalla e dovevo andare da lei di pomeriggio, a casa sua dove aveva un piccolo studiolo con un tavolo ortopedico. Mi fece sedere su una sedia e mi aiutò a togliermi tutto a mezzo busto. Poi guardò [...]

Di |2021-07-02T13:06:40+02:002 Luglio 2021|Racconti Cuckold, Racconti Gay|
Torna in cima