Leggi qui tutti i racconti erotici di: xxmartinaxx

Moglie di un marito cuckold

Buongiorno vorrei iniziare con una mia presentazione, mi chiamo Martina sono sposata voglio omettere il nome di lui ora ho 65 anni e mio marito idem da quando ci siamo sposati, lui dopo il matrimonio ha dimostrato sempre di essere geloso assillante geloso tanto da controllare anche i miei vestiti se erano trasparenti, Ma quando arrivai ad avere 40 anni ha tentato di farmi fare sesso di gruppo o comunque con una terza persona Io ho sempre evitato questa cosa anche se denteo di me la cosa mi sarebbe piaciuta,ma lui non demorde mai, notai che la sua gelosia era scomparsa per per fare posto ad altre persone nel nostro letto,capite, la trovavo molto anomala anche perché non sono mai stata una donna libertina, lui vedendo tutti i miei rifiuti cercava in ogni modo di coinvolgermi, in chat erotiche, dicendomi di voler andare a fare nudismo, anche in spiaggie tessili lui era sempre lì pronto a studiare ogni situazione infatti verso sera quando io mi allungavo mettendo gli occhiali scuri lui si avvicinava sempre a me Spalmando olio solare sui seni nudi perché comunque ero in topless, ma non si limitava a questo,dopo i seni, scendeva sul mio inguine e rotolando già il mio piccolo costume tentava sempre di mettermi in imbarazzo scoprendo il mio pube, a me oiaceva ma non volevo ammetterlo, ovviamente quando lo faceva non c’erano persone o bambini erano andati sempre quasi tutti via,erano rimaste soltanto alcune coppiette che bruciavano del sesso veloce.
Una di queste sere mentre eravamo a prendere il sole si avvicina un ragazzo senegalese in cui ci dice al mio lui che ero una bellissima donna e avevo le forme proprio come piacciono a lui, io e mio marito non sapevamo ne se incazzarsi, ne se ridere, lui continuo come se fossimo persone che ci conosceva da sempre invitandoci la sera ad uno stabilimento che si trovava circa un chilometro più avanti dov’è la sera avrebbero fatto musica sulla spiaggia con entrata totalmente gratuita, è importante era fare qualche consumazione ci disse che ci avrebbe aspettati se saremmo andati.
Quando andò via poco dopo , mio marito non confermò che saremmo andati comunque ci avremmo pensato ed eventualmente ci saremmo visti li.
Passa un’altra ora erano già le 20 e mio marito mi dice che era il caso di fare i bagagli per andare via, preso tutte le nostre cose e tornammo in macchina, dopo partiti mio marito mi disse ma vuoi andare nella spiaggia da quel tizio a sentire musica?
Io dissi veramente sarei tentata per due motivi uno non mi va di tornare a casa due e anche un bel ragazzo unico problema che non vorrei che mettesse strane idee per la testa, mio marito mi rassicura dicendo Non credo che usi violenza in mezzo a centinaia di altre persone e disse magari siamo un pochino vediamo la situazione Se non ci piace andiamo via, e così abbiamo fatto ci fermiamo entriamo come scendiamo sulla spiaggia lo vediamo seduto a un tavolo ci viene incontro riconoscendoci ed era molto felice che eravamo andati , poi mio marito ordina altre tre birre anche una per lui e le paga lui gentilmente ci invita a sedersi nel suo tavolo, beviamo la birra circa un’ora dopo verso le 21 lui ci dice perché non facciamo un bel bagno ora lo posso fare anch’io che buio non mi vedono perché la nostra religione non ci permette di stare nudi a noi, io Martina ingenuamente dissi Ma non abbiamo con noi il costume, chiedo scusa prima non l’ho specificato noi stavamo praticando nudismo, e lui risponde ma qui non serve costumi dai venite seguitemi e si avvia allontanandosi dal punto affollato e da dove era illuminato con le luci e si ferma vicino un battello di salvataggio dei bagnini, si spoglia appoggiando tutti i suoi vestiti lì sopra incitava noi dai dai venite spogliatevi facciamo un bagno tutti e tre io guardo mio marito e gli dico guarda in che situazione mi fai trovare, lui con aria di normale routine mi dice ma che vuoi che sia ci sta invitando soltanto a fare un bagno, E così anche noi ci spogliamo completamente nudi e facciamo il bagno lui si chiamava per andare più al largo ma io gli faccio capire che ho paura e non so nuotare, lui si avvicina e dice prova a fare morta a galla devi stare solo ferma se ti muovi vai a fondo se sei ferma resti a galla, io dicevo no no no paura lui dice a mio marito ti prendermi per la testa e tenermela ferma in modo da non bere acqua, lui si posiziona al mio lato e tenendomi da sotto il sedere mi spinge in aria, non potete immaginare il mio imbarazzo quello sconosciuto anche se un bel ragazzo era con le sue mani sotto il mio sedere nudo oddio mio pensai, continuava a dirmi di non muovermi di restare ferma, non potete immaginare il mio imbarazzo e sinceramente pensavo, se succede qualcosa mio marito se l’è cercata, visto che ci ha sempre provato evidentemente gli piacerà essere cornuto ho pensato, il ragazzo era sempre sempre tra le mie gambe ora mi teneva all’altezza delle ginocchia,forse piu verso la coscia, all’improvviso un sussulto e lui mi dice Non muoverti o vai giù, Come faccio a non muovermi Ho sentito la sua Verga strofinata sulle labbra della mia figa la cosa che non riuscivo a capire era se mio marito si accorgeva di questa cosa oppure no, improvvisamente mentre mi teneva dalle ginocchia sento tirarmi verso di lui e la sua grossa asta la sento scivolare dentro la sentivo davvero grande, di larghezza parlo e la sentivo entrare sempre più giù finché non sento che premeva sulle pareti della vagina o sull’utero mi sentivo molto bagnata ma non parlo del mare ovviamente dei miei umori, mando la testa indietro verso mio marito e non sapendo cosa dire gli dico dai che facciamo, la sua risposta fu rilassati e stai tranquilla, e nella mia testa pensavo tranquilla cosa a fare una morta a galla o farmi riempire da questo sconosciuto certo non potevo dirle mi ha messo la sua Verga nella figa credo lo sospettasse ma io non ce la facevo a dirlo.
Erano passati circa 15 minuti forse 20 anche sento il tizio che lo esce e io dissi tra me stessa meno male, ero al settimo cielo per piacere mai provato cosi intensamente finora,mi fece rialzare mi prese la mano e me la porto sul suo arnese era davvero grosso e lungo ora eravamo nelle acque più basse e notai che gli arrivava sotto il ginocchio, ovviamente a quel punto capii che anche mio marito era consenziente un po’ dall’eccitazione un po’ dalla voglia che avevo lo presi con due mani e sembra che non avevo preso nulla quanto era lungo cominciai con un suo giù cercando di farlo venire era anche scomodo farlo e per questo lo masturbavo col suo cazzo che era verso la sabbia abbassato e io in ginocchio dentro l’acqua, Ma questo non viene mai pensai erano passati altri 5-10 minuti da quando lo avevo in mano all’improvviso sento lui avere dei mugolii, capisco che sta per venire e quindi cerco di essere più veloce ma sono sincera mi facevano male le mani a fare quel movimento vidi lui prendere il suo enorme cazzo con una mano e dirigerlo verso il mio viso, io dissi no no cosa fai e lo abbassai non avevo risolto il problema perché comunque era sul mio seno è un secondo dopo lo sento schizzare i suoi fiotti caldi sul mio seno sul mio collo anche continuare a masturbarlo sentivo le vibrazioni e lui a testa indietro che gemeva e mio marito lo sento dire sì sì continua così non ti fermare poi mi dice lo vorresti leccare, Io incazzata le rispondo Ma sei mica scemo e lui mi fa perché no a me lo fai a queste parole il ragazzo me lo Piazza in bocca non volevo questo ma oramai era nella mia bocca lo ha fatto entrare mentre parlavo a quel punto mi sono divertita a farlo entrare più possibile nella mia ugola mentre vedevo mio marito masturbarsi e dire sì sì vedi com’è bello Sono sicuro che la prossima volta lo farai più volentieri È più libidine.
Poi tutti e tre andammo in acqua è un pochino più alte ci siamo sciacquati puliti poi tornare in spiaggia asciugati rivestiti andati via.
Con mio marito non ho parlato fin quando non siamo arrivati a casa e neanche lui disse nulla, unica cosa che fece durante tutto il tragitto mettermi una mano sotto il vestito e mi diceva amore Ancora stai godendo sei tutta bagnata e io risposi sì lo so Lei fa tutto da sola che posso farci.
Arrivati a casa ci buttiamo sul letto e cominciamo a scopare con molta libidine come non accadeva da molto tempo confesso che anche io avevo molta voglia di sesso ancora, poi ci addormentammo entrambi nudi senza neanche lavarci per la stanchezza.

9
8
Autore Pubblicato il: 23 Giugno 2022Categorie: Racconti Cuckold0 Commenti

Lascia un commento

9
8