Skip to main content
Erotici RaccontiTradimento

VIP: Alessia..

By 21 Marzo 2024No Comments

Oggi vi racconterò un sogno erotico ricorrente durante le ultime notti, si tratta della bellissima Alessia.
La TikToker è una mia fissa da anni e nel mio sogno riesco finalmente a godere di lei.

Mi chiamo Filippo ho 22 anni e vivo a Bergamo (in provincia), lavoro in una nota catena di cosmetica, sono alto 180cm per 80kg di peso (leggermente fisicato). La mia vita sessuale è abbastanza attiva, non ho una relazione visse ormai da 4 anni anche per una mancanza di tempo, vabbè forse anche di impegno 😅

È sabato sera, i miei amici mi invitano ad andare in una nota discoteca di Brescia per festeggiare il compleanno di Ilaria, una ragazza della nostra comitiva fidanzata di Paolo che per i suoi 25 anni aveva prenotato un tavolo in questa nota discoteca in cui, caso vuole, quella sera stessa fu ospite (special Guest) una nota TikToker “Alessia”.
Alle ore 23 entriamo in discoteca, io camicia bianca e jeans neri insieme ad i miei amici e compagni di merende Paolo e Matteo con relative fidanzate Ilaria (biondina “piccolina” tutta pepe, vestita per il suo compleanno con abito bianco che sotto la luce forte lasciava intravedere l’intimo nero sottostante) e Marta (Mora, capelli lunghi, vestita con camicetta nera e jeans attillati che mettevano in risalto un culo da favola su cui tutti noi almeno una volta abbiamo fatto cattivi pensieri).

Una volta entrati in disco ci sistemiamo per bene al tavolo, appoggiamo giacche e borse e poi ci buttiamo in pista, c’è caldo, molto caldo ed iniziamo a sudare davvero molto.
Passa qualche ora tra balli sensuali e toccatine varie, fatte e ricevute.

È quasi mezzanotte quando arriva l’ospite della serata che dal palco accende la serata insieme al Dj, è davvero bellissima, capelli biondi mossi, vestito nero mooolto corto e tacco 12 ad allungare la sua bellezza.
Alle 1.00 Alessia scende dal palco ed inizia la fila per fare le foto, è vicina al nostro tavolo, la vedo bere, poi bere e bere ancora. Il suo manager cerca di mettere un freno a questa cosa ma con scarsi risultati. Alessia è super eccitante, cosce scoperte e seno piccolino ma molto sodo con caduta naturale, messo bene in risalto dal vestito da cui si può intravedere che non indossa reggiseno, sembrano proprio due pere pronte alla maturazione.

Ad una certa vedo Alessia sussurrare qualcosa al proprio manager e dirigersi verso il bagno, seguo con lo sguardo e dopo 2 minuti mi avvio verso il bagno anche io per rinfrescarmi un pochino con la speranza di incrociarla nel percorso.
Passando davanti al bagno delle ragazze sento una persona che con versi gutturali sembra stia vomitando, non mi faccio scrupoli ed entro, penso e spero possa essere Alessia, sento i versi ma non capisco da quale cabinotto vengano, vedo sotto nel terzo cabinotto i tacchi di Alessia, mi avvicino e busso:

“Alessia tutto bene? Vuoi una mano?”

Sento aprire la porta e la piccola Alessia aprire tutta barcollando, capisco che è lucida ma sta molto male, la prendo sottobraccio e cerco di sciacquare il volto della piccola al lavandino, si lascia guidare quasi abbandonata.

Le esce un “grazie” sottovoce.

Ad un certo punto si stacca da mio braccio e corre nuovamente davanti al WC per vomitare, ma non esce nulla.

Nel piegarsi davanti alla turca mi regala una visione incredibile, il vestito si è completamente sollevato e vedo la parte finale del suo fondoschiena completamente scoperta con un vistoso perizoma nero di pizzo a tagliare in due le natiche. Rimango fermo immobile dietro di lei per godere di quella visione.

Dopo poco mi avvicino e mi piego vicino a lei.

“Stai bene? Posso aiutarti”?

Sentiamo dei passi avvicinarsi al bagno.
Alessia mi guarda con occhi sgranati

“ Chiudi subito la porta, se mi vedono in queste condizioni è un casino”.

Mi alzo ed obbedisco.

La situazione diventa improvvisamente intima ed imbarazzante, ci guardiamo in silenzio per capire se i passi si avvicinano o meno, sembrano essere ormai in entrata.

Guardo Alessia e le indico le sue scarpe, facendole capire che avrebbero potute vederle e riconoscerle.

Le mi fa 👌 e si sfila i tacchi in tempo 0, nel farlo il vestito si alza ancora e per qualche frazione di secondo intravedo la parte anteriore del perizoma, trasparente con in bella mostra la sua vulva con una striscia folta di peluria. Io sono imbarazzato e il mio eccitamento si fa notare.

Alessia respira con affanno finché non le cade l’occhio proprio lì.
Mi sento morire, vorrei sparire subito ma non posso, le due ragazze sono già nel bagno.

Mi vede sofferente, goffo e sudato. Passano altri 3 minuti ma il membro non scende e le ragazze in bagno hanno iniziato a fumare.
Alessia mi guarda scherzosamente e mi indica le mie parti basse ridendo.
Il mio primo istinto è coprirmi con le mani, mentre lei scoppia a ridere.

Io faccio spallucce come per dire “non posso farci nulla” e lei con sguardo complice mi toglie le mani dal davanti.
Si avvicina al mio orecchio e mi sussurra “tranquillo, guarda che sono grande, capisco la situazione, se vuoi sfogarti io mi giro dall’altra parte così hai la tua intimità”.

Io di pronta risposta “ no no, figurati, è che sei super sexy con questo vestito, ma non voglio peggiorare la situazione”

Alessia mi guarda con comprensione e mi dice “ tranquillo, davvero, mi giro”

Io penso, quando mi ricapita di segarmi con Alessia davanti ai miei occhi ? Prendo coraggio e faccio un cenno di assenso.
Mentre lei si gira io mi sbottono i jeans.
Osservo il suo culo come un maniaco, tiro giù le mutande e comincio a menarmi il cazzo, non sono super dotato ma è molto molto largo.
Lo agito sempre più forte cercando di cogliere i dettagli del perizoma di Alessia sotto il vestito.
Passano 3 minuti e sono eccitatissimo, vedo Alessia muoversi ma non capisco bene cosa stia facendo, non voglio rovinare tutto e quindi sto nel mio continuando la masturbazione.

Vedo il suo vestito alzarsi un pochino scoprendo ancora la parte bassa delle natiche, sto impazzendo.

I suo movimenti mi sembrano più chiari, credo si stia masturbando anche lei, penso di poter morire dopo aver vissuto questa situazione, non credo che qualcuno mi crederebbe nel raccontarla.
Ad un certo punto la sento respirare con più affanno e i movimenti si fanno più decisi, credo stia venendo, si gira all’improvviso con la testa e mi dice “oh,hai finito ?” Nel farlo guarda in basso e vede il mio pene rosso fuoco ancora in tiro, sgrana gli occhi e si gira completamente verso di me. Vedo la sua mano dentro le mutante e dal dettaglio trasparente possono notare bene le dita che massaggiano le grandi labbra.

Alessia è super eccitata come me, ha lo sguardo fisso sul mio pene, allarga le gambe e le flette leggermente per aprire meglio la figa restando quasi accovacciata, così facendo avvicina però il volto al mio cazzo.
Mi avvicino lentamente mentre lei si masturba, con una mano continuo a fare su e giù sul mio membro mentre con l’altra le accarezzò i capelli, poi il viso.

Non voglio venire, voglio godermi questa sega il più possibile, lei credo sia già venuta almeno una volta, continua a fissare il mio cazzo come ipnotizzata.

Ad un certo punto, con delicatezza passo la mano sulla spalla di Alessia per poi insinuarmi nel vestito dalla parte alta, arrivo alla tetta desta e comincio a massaggiarla lentamente, Alessia ribalta gli occhi all’insù , sta godendo ed io con lei.

Le tocco il capezzolo e comincio a giocarci, lei chiude gli occhi e si gode quel massaggio.
Apre leggermente la bocca e si lecca le labbra, io mi avvicino sempre più con il mio cazzo alla sua bocca fino a sfiorare con la cappella il suo naso, lei percepisce tutto e inaspettatamente apre la bocca e inghiotte il mio cazzo, fa fatica, la vedo districarsi ma il diametro è importante.

Con la mano sinistra lascio il mio cazzo e spingo la testa di Alessia contro di me mentre con la destra le abbasso il vestito nella parte alta scoprendo le sue due belle pere sode e bianche.

Volete che continui con il mio sogno?

11
Mecol

Leave a Reply