Leggi qui tutti i racconti erotici di: saimon_2014

LA PRIMA VOLTA CON E DEL MIO RAGAZZO

Sono una donna di 30 anni, con una storia alle spalle di convivenza con un uomo con quale ho scoperto il mondo del sesso”&egrave stato molto bello solo che durante la nostra convivenza lui si (forse io non gli bastavo, ma penso che, la mancanza di fedeltà da parte sua, fosse solo un suo capriccio) si procurava piaceri in altri, diciamo, siti’..quando me ne sono accorta l’ho mollato in seduta stante’

Ci sono stata anche male, ma non potevo certamente sopportare che lui mi dividesse con altre donne, quindi ognuno per la propria strada.

Dopo questa spiacevole parentesi, mi si &egrave presentata l’occasione di rifarmi una vita ed essa si &egrave materializzata in un ragazzo amico di famiglia (molto più giovane di me) il quale quando &egrave venuto a conoscenza della mia storia ha incominciato a frequentarmi e a farmi una corte piuttosto assillante’.io all’inizio non volevo cedere, sapete la differenza di età non &egrave da non prendere in considerazione, però alla lunga, visto la sua assiduità e il suo amore dimostrato nei miei confronti, ho accettato la sua corte e, diciamo, ci siamo messi insieme.

Tra l’altro, nonostante la differenza di età, anche i nostri genitori erano contenti della soluzione.
I primi tempi sono trascorsi con dei bacetti e piano piano sono diventati veri e propri baci di passione e, lui, ogni volta che ci baciavamo mi palpava i seni, infilava le sue mani in mezzo alle mie gambe cercando di insinuarsi dentro alle mie mutandine, cosa che io facilitavo allargando un po’ le gambe’..lo vedevo voglioso ma sicuramente non sufficientemente esperto, però non facevamo sesso’.

Un giorno ci siamo trovati da soli in casa sua, come al solito abbiamo cominciato a sbaciucchiarci sul divano e il solito ritornello, ha infilato una mano in mezzo alle gambe, l’ho facilitato ad arrivare alla meta allargando sufficientemente le gambe e lui si &egrave impossessato del mio scrigno d’amore, accarezzandola e giocando con i peli che la ricoprono, gli ho chiesto di giocare un po’ di più con le dita, lo ha fatto u n po’ goffamente ma mi ha eccitata moltissimo, anzi il saperlo e scoprirlo abbastanza inesperto mi ha mandata su di giri totalmente”.
Gli ho chiesto di andare in camera sua e lui non se l’&egrave fatto ripetere, siamo andati in camera e lui era davvero emozionato, non riusciva a muoversi e a connettere, allora ho cerato di toglierlo dall’imbarazzo e mi sono spogliata, mi guardava con gli occhi fuori dalle orbite’..piano piano sono rimasta in reggiseno e mutandine”lui, ripeto, non nera in grado di fare niente …mi sono avvicinata a lui e ho iniziato a spogliarlo, gli ho prima sfilato la maglietta e subito dopo gli ho tirato giù i pantaloni, sotto le mutandine un rigonfiore che denotava tutta la sua eccitazione, glie le ho tirate giù, liberando quel bell’uccello dalla sua gabbia’..mi si &egrave presentato ponderante e minaccioso come una spada pronta ad infilzarni, non lo avevo mai visto nudo completamente, nostatnte me lomavesse fatto sentire attraverso i apnataloni e io più di una volta glie lo avevo palpato, però vederlo così dal vivo mi ha fatto davvero impressione (positiva, naturalmente), sapete avevo lì a disposizione un cazzo di 10 anni più giovane di me’.vi sembra poco?…… allora mi sono spogliata completamente, togliendomi il reggiseno e le mutandine’..quando lui ha visto la mia patata ricoperta di bei peli neri &egrave sbiancato, poi &egrave diventato tutto rosso’..balbettava”ci siamo distesi sul letto e ho finito di denudarlo, per farlo rilassare un po’ ho l’ho accerzzato e baciato sul collo, poi sul petto e infine sono arrivata al tesoro’..lìho baciato, leccato, infilato un po’ in bocca e anche un po’ succhiato’mi sono resa conto che così facendo lo avrei portato subito all’orgasmo, quindi l’ho lasciato e lui ha cominciato ad accarezzarmi, baciarmi’..mi sono distesa supina sul letto ho retratto un po’ le gambe e le ho allargate, gli ho messo davanti agli occhi, a sua disposizione, la mia figa vogliosa di essere penetrata, lui si &egrave incuneato fra le mie cosce, l’ho indirizzato verso l’obiettivo dandogli dei consigli su come doveva fare, &egrave stato davvero un bravo allievo, tanto che poco dopo aveva infilato il suo cazzo dentro la mia figa, facilitato anche da me per come mi ero posizionata e per quanto ero bagnata, &egrave scivolato dentro come uno squalo e ha cominciato a cavalcarmi’..&egrave durato poco, povero amore mio, era la prima volta, ha goduto inarcando la schiena indietro facendo in modo che il suo cazzo entrasse tutto ma proprio tutto e ha scaricato con un flutto tutto lo sperma che aveva dentro, schizzi caldi per me”.bellissimo!!!!!!!

Sono passati due anni, stiamo insieme lui adesso &egrave abbastanza esperto e non gli basta mai, vorrebbe farlo in continuazione e, io, fino a quando reggo il ritmo (ma lo reggo abbastanza, non mi creo e non ci sono problemi sotto quell’aspetto) lo assecondo.

Forse un giorno ci sposeremo anche, per adesso sto bene così, poi si vedrà”

Autore Pubblicato il: 7 Febbraio 2014Categorie: Racconti Erotici Etero0 Commenti

Lascia un commento