Leggi qui tutti i racconti erotici di: HellseX

– Quando e come &egrave nato lo pseudonimo che hai scelto per firmare i tuoi racconti e perché lo hai adottato?
Appositamente per il primo racconto su ‘I racconti di Milù’ . E’ una storpiatura in chiave sessuale del nickname che uso di solito in Internet.
– Descriviti!
(&egrave possibile mentire ma solo un po’)
Alto, capelli neri fisico asciutto. Sintetico nevvero?
– Quando hai scritto il tuo primo racconto erotico e’ com’&egrave nato?
I primi che ho scritto sarebbero dovuti diventare delle storie a fumetti. Ma non li ho mai realizzati’
– Quali letture ti hanno ispirato, o ti ispirano, maggiormente?
Di solito non leggo letteratura erotica, ma solo perché non ne ho l’occasione.
– Cosa ami leggere di solito nelle diverse occasioni?
Leggo di tutto’fumetti, libri giornali. Non mi faccio mancare nulla
– Scrivi unicamente storie erotiche o ti dedichi anche ad altro tipo di scrittura?
Scrivo anche soggetti per fumetti che realizzo e pubblico online
– Secondo te esiste una differenza tra pornografia ed erotismo? ‘ Quale?
La pornografia non si serve di storia o allusioni per creare eccitazione, ma si basa sulla bellezza intrinseca del corpo che si espone. L’erotismo si ottiene anche senza mostrare i genitali o l’atto sessuale. Nella letteratura direi che &egrave la stessa cosa, cambiando l’esposizione con la descrizione.
– Parlaci delle tue fantasie erotiche’ su, senza timidezza!
Andare a letto con donne mature, farlo con due ragazze, masturbarmi mentre due ragazze lo fanno, e inoltre tutti gli ammennicoli fetish (latex scarpe).
– ‘ ma quanto c’&egrave di vero nei tuoi racconti? (siate sinceri!)
Le mie fantasie’

– Chi legge i tuoi racconti oltre ai lettori ‘virtuali” amici, parenti o affini?
Non ne ho idea.
– Qual &egrave il più bel commento che hai ricevuto da un lettore?
Ancora non ho ricevuto alcun commento riguardo il mio racconto.
– E’ il commento che non avresti mai voluto ricevere?
Idem come sopra.
– Esiste un limite ai ‘giochi’ erotici, se Sì’ quale?
Non coinvolgere i bambini in nessun caso. E gli animali, solo perché mi fa schifo l’idea.
– Scrivi per un pubblico femminile o maschile?
Mi piacerebbe che a leggerlo fossero soprattutto donne.
– Chi &egrave il tuo lettore ideale?
Chi ama immedesimarsi nelle storie erotiche con ironia e coinvolgimento. Anche chi non &egrave ipocrita.
– Essere un’autrice/un autore di racconti erotici influisce in qualche modo sulla tua sessualità?
No.

– Esiste qualcosa meglio del sesso (più appagante, divertente, eccitante)?
Al momento non mi viene in mente nulla. Il sesso &egrave l’unico tarlo che se inizia a scavare non può essere placato. Al pari dei bisogni primari come sete e fame ad esempio.
– Quanta ipocrisia c’&egrave intorno al sesso nel mondo reale?
Moltissima anzi troppa. Troppe false imposizioni tradizionali e radicate nella società, vengono infrante sempre da chi le rivendica o porta avanti. Mi piacerebbe un mondo meno schiavo della vergogna. MA io non sono da meno, visto che uso uno pseudonimo.
– Ti senti libera/o di esprimere la tua sessualità nella vita di tutti i giorni?
Non mi pongo il problema.

– Ora conosciamoci meglio: cosa preferisci fare nel tuo tempo libero?
Disegnare, ascoltare musica, video giocare e leggere.

– Qual &egrave il tuo cibo preferito?
Pizza.
– La bevanda preferita?
Acqua
– Cibo ed eros’ in che rapporto stanno secondo te?
Sono in buoni rapporti’
– Come ti prepari per: uscire con gli amici, uscire per lavoro, una serata di folle passione, andare in spiaggia, uscire a ‘caccia’ di compagnia, una cena con il partner che ti sta facendo sognare? (liberi di aggiungere altro)
Come sempre’
– La tua musica preferita e il tuo autore preferito?
Heavy Metal. Punto.
– Il film che ti &egrave piaciuto di più, quello che ti ha fatto sognare, quello che ti ha fatto piangere, quello che non vorresti mai aver visto?
Vorrei non aver mai visto ‘Vita Smeralda’ di Jerry Calà, quello che mi &egrave piaciuto di più &egrave stato ‘Pulp Fiction’, mi ha fatto sognare ‘Guerre Stellari’ mentre invece il film che mi ha fatto piangere adesso non mi viene in mente, ma ce ne sono molti.
– Il libro che vorresti sempre portare con te?
Non saprei, a caldo potrei rispondere ‘Il Signore degli Anelli’.
– Il libro che non hai letto ma che ti riprometti di leggere al più presto?
Proprio in questi giorni sto leggendo Moby Dick per la prima volta, con grande soddisfazione.
– Il libro che hai iniziato ma hai chiuso e lanciato dalla finestra?
Bastogne di E. Brizzi.
– C’&egrave un oggetto da cui non ti separi mai?
Un anello che porto al pollice, simbolo di una forte delusione.
– Se esiste la reincarnazione’ cosa vorresti rinascere? (maschio, femmina, animale e quale)
Una bella ragazza dai capelli corvini, solo per vedere com’&egrave dall’altra parte il sesso.

Autore Pubblicato il: 13 Agosto 2007Categorie: Interviste Erotiche0 Commenti

Lascia un commento