Leggi qui tutti i racconti erotici di: paolo40

Dopo la prima scopata Anna (ormai la chiamerò cosi )era diventata la mia amnate fissa. Non appena avevo un attimo libero andavo da lei a scoparla, tanto la troia aspettava solo il cazzo di suo figlio. Mai mi sarei immaginato che Anna, una vecchia di 65 anni fosse cosi baldracca. Si una vecchia baldraccona. Da quando la scopai per la prima volta le imposi di comprare abiti osceni. Minigonne cortissime, e scarpe con zeppe altissime, col sughero da vera zoccolona. A lei la cosa non dispiaceva. Una sera, combinata come una prostituta, trucco pesante, gonna cortissime e zeppe di 8 cm, la portai in un priv&egrave, dove la feci fottere da almeno 10 singoli. Quando si mise a letto odorava ancora di buona sborra la vecchia troia. Una sera la portai a battere su una strada periferica della mia città. Feci fare a lei, le dissi devi essere piu vacca possibile. Anna si conciò i capelli a caschetto biondi ossigenati, una minigonna cortissima, zeppe da 10 cm trucco pesantissimo, non mise nemmeno le mutande la vecchia baldracca. Non vedeva l’ora di assaggiare cazzi la puttana. Rimasi per un po ad osservarla, faceva su e giu per il viale e le macchine si fermavano a decine per quella vecchia zoccola. Anna era come le puttane di una volta che battevano fino a 70 anni, basse, grasse col culo e le tette cadenti, ma piene di esperienza. Poi la ripresi all’alba. Anna mi disse di aver preso decine di cazzi era rossa dalla libidine.Chissà come aveva goduto la vacca e mi disse che voleva ripetere l’esperienza.

Autore Pubblicato il: 13 Febbraio 2007Categorie: Racconti erotici sull'Incesto0 Commenti

Lascia un commento