Leggi qui tutti i racconti erotici di: Vecchi Racconti

Cinzia, già solamente lo scrivere il suo nome mi fa eccitare da morire. Lei è una ragazza molto provocante, ha uno sguardo che ti può anche fulminare. Ho conosciuto Cinzia alla scuola media ma allora era abbastanza ponchia che non riusciva nemmeno a sedersi bene. Io non ero attratto da lei, mi piaceva molto il suo culo rotondo è ben fatto. Un giorno ero così particolarmente eccitato che durante la ricreazione, mentre lei parlava con una compagna, mi avvicinai a lei abbracciandola da dietro e piano piano la strinsi fino a che il mio uccello si mise in mezzo al suo culo. Restammo in quella posizione per quasi tutta la ricreazione, lei era molto disinvolta e con il suo sguardo mi faceva capire che la cosa gli piaceva. io non osai andare oltre, ero molto timido e mi accontentai di farmi una sega nel bagno.
Incontrai Cinzia dopo circa dieci anni, lei lavora nel negozio di suo padre, è bellissima, magra, un culo da favola, rimasi sconvolto. Non potei fare a meno di entrare, lei si ricordò di me, mi presentò il suo ragazzo, che abita in un paesino vicino ad Enna, la mia città. Un giorno andai con un amico al cinema, notai con grande piacere che lei era là con il suo ragazzo, non potei fare a meno di avvicinarmi, lei indossava un paio di pantaloni attillatissimi bianchi, ed un maglioncino scollato e sotto un reggiseno di pizzo nero. Non potete nemmeno lontanamente capire come mi sentivo in quel momento, sarà stato l’effetto della canna ma ero completamente pazzo di lei. Con disinvoltura mi avvicinai fino a far toccare il mio uccello al suo culo, mi sentivo al settimo cielo. Lei rimase tutto il tempo ferma: non c’era dubbio, avevo rischiato di brutto ma a lei piaceva. Quando entrammo, per vedere il film mi sedetti dietro di lei durante tutto il primo tempo cercai di fare di tutto per fargli capire di alzarsi ed andare in bagno, quando si alzò mi alzai e la seguii dopo circa un minuto. Senza neanche pensarci, come se tutto fosse normale, entrai nel bagno dove era lei: mi aspettava, la misi contro la parete, le abbassai i pantaloni e con grande passione la feci mia. Non potrò mai dimenticare quel momento.
Forse una cosa così non mi capiterà mai più in tutta la vita.

Autore Pubblicato il: 12 Giugno 2022Categorie: Racconti Erotici0 Commenti

Lascia un commento