Leggi qui tutti i racconti erotici di: saro

La mia ragazza ha diviso per alcuni mesi un’appartamento con la sua amica Gloria, persona molto forte, spesso arrogante. La loro amicizia aveva sempre visto Daniela la mia ragazza, sottomessa alle stranezze di Gloria e una fantasia erotica diDany era sui piedi della sua amica. La coinvivenza era difficile, le ragazze litigavano spesso e una sera Dany urlò contro la sua amica che nn sopportava più la puzza dei suoi piedi e delle scarpe che lasciava in giro. Gloria reagì violentemente prendendola a schiaffi e insultandola, le disse che sapeva benissimo cosa le piaceva, l’aveva vista più volte annusare le sue scarpe e masturbarsi leccando le sue pantofole odorose. Dany pianse e per la vergogna crollò a terra chiedendo perdono all’amica, che invece di calmarsi continuò con un tono arrogante e le ordinò di annusarle e baciarle i piedi. Dany immediatamente eseguì annusando e alternando baci e leccate. Gloria si sdraiò sul divano e fece mettere per terra Daniela che come una cagnolina leccava le piante dei suoi grossi piedoni volgari, era bagnatissima e con la lingua ci sapeva fare. Da quella sera ogni giorno Dany doveva leccare e annusare i pioedi della sua amica che spesso, non li lavava per giorni. Un fine settimana un ragazzo venne a trovare Gloria e rimase a dormire. La sera pomiciavano indisturbati e Dany faceva un po’ da cameriera portando da bere e da mangiare alla coppia. Gloria tirò fuori il cazzo del suo amico e lo prese in bocca senza curarsi della presenza di Daniela, alla quale ordinò di leccare i piedi del suo amichetto. Daniela solitamente eseguiva nuda questo compito e per la gioia dell’ospite si spogliò e prese a leccare i piedi nudi del giovanotto cazzuto. Gloria si divertiva a masturbare l’amico con i piedi e ordinò a Daniela di aiutarlo a sborrare leccando contemporaneamente piedi e cazzo. La mia ragazza colava di piacere, leccare un uccello intrappolato tra i piedi della sua padrona era la cosa più bella che le potesse capitare. Il ragazzo sborrò tra i piedi di Gloria e il viso di Daniela che ripulì le piante dei piedi della sua amica con voracità e dedizione. Il tizio davanti a tanta troiaggine rinvigorì subito, così Gloria per chiudere in bellezza ordinò a Daniela di farsi inculare. A quattro zampe sul pavimento prese il cazzo che aveva appena leccato e mentre mugolava di piacere per la perversa inculata, Gloria le piazzò i suoi piedi in faccia e lei prese a leccarli… leccava e si sbatteva su quel cazzo, raggiungendo un orgasmo travolgente! Mentre succhiava le dita dei piedi di Gloria lo sconosciuto ragazzo le riempì il cuilo di sborra tirandola per ia capelli come una cavalla…

Autore Pubblicato il: 22 Gennaio 2005Categorie: Racconti di Dominazione0 Commenti

Lascia un commento