Leggi qui tutti i racconti erotici di: maxxximm

Mi trovavo con la mia ragazza sulla Riviera Romagnola ed una sera decidemmo di andare in una famosa e molto conosciuta discoteca vicino a Riccione.
Per la serata Lei decise di indossare una minigonna leggera, un top bianco con la pancia scoperta e dei sandali alla schiava; ovviamente, sotto solo un micro perizoma bianco e niente reggiseno.
Era bellissima !
Premetto che la mia ragazza è alta un metro e settanta, bionda, con un bel sedere ed una terza di seno.
In auto, mentre andavamo verso la discoteca, le disse che era uno schianto e che avrebbe avuto gli occhi addosso di tanti ragazzi e lei, con sorrisino malizioso, mi chiese come doveva comportarsi se ci fosse stato qualcuno di interessante …
Senza pensarci due volte le dissi che aveva campo libero ma che volevo in qualche modo vedere e quindi di essere sempre a portata di vista … Lei mi sorrise e mi diede del porco accarezzandomi il pacco.
Arrivati a destinazione, come immaginavamo, era pieno di gente ma il posto era molto bello e la musica eccezionale … ovviamente, c’erano molte coppie ma anche molti ragazzi da soli e quindi, dopo un pò, invitai la mia ragazza ad andare in pista da sola per vedere se qualche ragazzo ci avesse provato ed io controllavo la situazione dal bancone del bar.
Lei, sculettando, si infilò nella mischia ed iniziò a ballare da sola.
Non passò molto che diversi ragazzi iniziarono a ballarle intorno ed ad un certo punto notai due ragazzi molto carini (alti e con fisico atletico) che si avvicinarono di più e sorridendo, ogni tanto, le dicevano qualcosa nell’orecchio e la mia ragazza rispondeva con grandi sorrisi.
Con il passare del tempo e con il cambio dei brani potei notare che uno dei due ragazzi era sempre più vicino alla mia ragazza e si strusciava apertamente contro il suo corpo … ora davanti … ora dietro … ad un certo punto, con la scusa di dirle qualcosa all’orecchio, era completamente appoggiato contro il culo della mia ragazza ed abbracciandola da dietro le baciava i capelli ed il collo.
Io ero sempre al bar a bere qualcosa ma guardando la mia porcellina che si stava facendo rimorchiare da uno sconosciuto avevo un’erezione notevole che a fatica riuscivo a contenere nei pantaloni.
Dopo un pò vidi il ragazzo prendere per mano la mia ragazza ed andare fuori dalla pista da ballo … li seguì con lo sguardo e li vidi andare verso un divanetto dove c’era l’amico con una bottiglia in ghiaccio e tre bicchieri … a quanto pare i due ci sapevano fare e messa la mia ragazza in mezzo a loro due brindarono a non so cosa ed iniziarono a parlare anche se spesso le loro mani scivolavano sulle gambe della mia ragazza o sulle sue spalle.
Dopo un paio di calici di bollicine vidi la mia ragazza allontanarsi e venire verso di me al bar … sorridendomi mi disse che uno dei due (il più carino secondo lei) l’aveva invitata a fare un giro fuori nel giardino che di fatto fungeva da parcheggio e lei aveva accettato ma, prima, doveva avvertire il suo amico (cioè io … non aveva detto che era lì con il ragazzo) per paura di essere lasciata a piedi.
Le chiesi se era sicura e tranquilla e mi disse unicamente … è un fico niente male !
A quel punto sorrisi e capite le sue intenzioni le dissi che era proprio una puttanella.
Lei tornò dai due ragazzi e, dopo qualche parola, vidi il ragazzo che aveva ballato appiccicato alla mia ragazza alzarsi, fare un cenno al suo amico ed allontanarsi con la mia donna … non volevo perderli di vista e così stando ad una certa distanza li seguì e così, nascondendomi tra le auto e dietro cespugli ed alberi, potei vedere questo ragazzo che abbracciava la mia ragazza e la baciava intensamente.
Dopo un pò di girovagare, baci e palpatine il ragazzo si appoggiò ad una golf nera e strinse a sé la mia ragazza e mentre la baciava iniziò ad infilarle le mani sotto la gonnellina palpandole vistosamente il sedere … poi, aprì l’auto ed entrò nella parte posteriore trascinandosi dentro la mia ragazza che naturalmente non si oppose …
Io cercai di avvicinarmi il più possibile e riuscii a nascondermi dietro ad un folto cespuglio proprio dietro l’auto del tipo … da quella posizione potevo vedere abbastanza bene e notai che dopo qualche altro bacio la testa della mia ragazza scomparse … aveva sicuramente iniziato uno dei suoi pompini fantastici !
Dopo circa cinque minuti vidi lei tirarsi su e dopo essersi sfilato il top salire a cavallo sul ragazzo … era evidente che avevano iniziato a scopare anche perchè l’auto si muoveva e si sentivano i gridolini di godimento della mia donna !
Passarono circa dieci minuti quando sentii dei passi avvicinarsi e mi presi anche un pò di paura pensando fosse la sicurezza, ma, di fatto, era l’amico che guardingo si avvicinò all’auto e dopo aver sbirciato dentro bussò al finestrino.
Il finestrino si abbassò e lui chiese se poteva entrare … non sentii la risposta, ma vidi che si abbassava i pantaloni e tirato fuori il cazzo vidi la mano della mia ragazza prenderlo ed iniziare una sega … intanto la macchina iniziò nuovamente a muoversi e con il finestrino giù potei sentire chiaramente la mia ragazza godere.
Dopo un pò di quel trattamento vidi la mia ragazza sporgersi fuori dal finestrino e prendere quel cazzo ormai duro in bocca, ma era altrettanto chiaro dai movimenti che l’altro ragazzo dentro la stava scopando.
Io non ce la facevo più ed iniziai a segarmi come un guardone !
Ad un certo punto, il ragazzo fuori aprì la portiera ed invitò la mia ragazza a uscire e lei, in ginocchio, continuò il servizietto mentre gli infilava un preservativo … poi, si girò a novanta gradi ed iniziò a farsi sbattere fuori dall’auto dal nuovo arrivato mentre ricominciò con un bel servizietto di bocca con l’altro rimasto sul sedile.
Sembrava impossibile ma era tutto vero … la mia ragazza stava facendo godere due sconosciuti incontrati poco prima !
Ad ogni modo, adesso potei notare che effettivamente il primo ragazzo aveva un cazzo notevole ed anche l’altro si difendeva …
Passarono altri interminabili minuti quando il ragazzo in auto iniziò a godere in modo evidente e tenendo la testa della mia ragazza le disse: “… ingoia tutto troia …”.
Anche l’altro iniziò a stantuffarla più forte e dopo un pò, tenendola stretta dai fianchi, la riempì.
Io, non facendocela più, sborrai per terra ….
La mia ragazza ripulì per bene il cazzo che le aveva appena sborrato in bocca, poi si girò verso l’altro e sfilato il preservativo pieno ripulì anche l’altro cazzo.
Si sistemarono i vestiti e rientrarono in discoteca.
Anch’io mi sistemai un pò e rientrai … cercai la mia ragazza e la vidi uscire dai bagni delle donne … era bellissima … salutò con un bacio i due ragazzi che l’aspettavano lì fuori e si diresse verso di me dicendomi di andare …
In auto le chiesi come era andata e lei di tutta risposta tirò fuori dalla borsetta il preservativo pieno di sborra dicendomi: “… secondo te ? …” poi aggiunse: “… mi dispiaceva lasciare a bocca asciutta l’amico e così me li sono fatti tutte e due … ti dispiace ? …”
Assolutamente no le risposi (senza dirle che avevo visto tutto) … l’importante che ti abbiano fatto godere … e lei: “… erano fighi ed erano entrambi ben messi … ho goduto molto e sono soddisfatta … ma adesso tocca a te …”.
Mi baciò in bocca e potei sentire un sapore strano, diverso … allora facendo sempre finta di non sapere nulla le chiesi se uno le aveva sborrato in bocca e lei mi disse: “… certo … ed ho ingoiato tutto … non mi sono risciacquata la bocca perchè volevo che tu sentissi il sapore dell’altro …”
“Quanto sei troia …” le dissi e lei: “… sono la tua puttana personale e ti ho portato le prove della mia troiaggine … il sapore di sborra in bocca ed il preservativo pieno …”.
Arrivati a casa scopammo come non mai e potei godere dentro alla sua figa ancora larga dalla precedente chiavata … ero sempre più cornuto e ne godevo …

17
4
Autore Pubblicato il: 9 Maggio 2022Categorie: Racconti Cuckold, Racconti Erotici, Trio0 Commenti

Lascia un commento

17
4