Leggi qui tutti i racconti erotici di: youngman

Capitolo 1

I fatti che sto per raccontarvi sono accaduti quattro anni fa e, come potete immaginare, visto che ho deciso di raccontarveli, sono fatti che hanno sconvolto la nostra vita di giovane coppia.
All’epoca avevamo entrambi 24 anni ,risalendo la nostra conoscenza e frequentazione ai tempi del liceo ed eravamo sposati da due anni
Un matrimonio felice, tra due persone che si erano innamorate solo alcuni mesi prima , pochi, penserete voi ,per prendere una decisione così importante come sposarsi, ma sufficienti per capire che eravamo fatti l’uno per l’altra.
Erano tante le cose che ci univano, come, ad esempio, il ceto sociale delle rispettive famiglie, il grado d’istruzione limitato, per entrambi ,al liceo, l’educazione severa impartitaci dai nostri genitori,
e , quello che risulterà determinante , l’inesperienza di tanti aspetti della vita che, in una coppia, risultano determinanti come , ad esempio, l’esperienza sessuale, sulla quale entrambi eravamo assolutamente ignoranti e sprovveduti
Non solo non avevamo alcuna esperienza per quanto riguardava i rapporti sessuali tra di noi , non avendo avuto alcun tipo di rapporto al di fuori del bacetto che ci scambiavamo incontrandoci , ma non avevamo avuto alcun rapporto neanche al di fuori della coppia, né prima né dopo esserci conosciuti e questa nostra purezza, alla lunga, avrebbe rappresentato un problema.
Che lei fosse vergine ed inesperta poteva considerarsi anche una qualità positiva, ma ,che lo fossi anch’io a quasi 25 anni , era meno scontato e quasi dannoso, perché qualcuno che potesse guidare la coppia alla scoperta di quel mondo affascinante che è la vita sessuale sarebbe stato quasi indispensabile.
Fu così che, sin dalla prima notte di matrimonio, incominciò ,per noi, il complicato, ma piacevolissimo compito di crearci la nostra sessualità di coppia, che doveva tenere conto, non solo del proprio piacere che, ben presto, ognuno dei due avrebbe incominciato a conoscere e controllare ,ma anche, e direi, soprattutto, del piacere dell’altro , specialmente nel mio caso ,dove i suoi orgasmi erano per me motivo d’orgoglio e di immensa soddisfazione, al punto che, se fosse stato necessario, avrei volentieri rinunciato ai miei per favorire i suoi
Ci documentavamo su libri e filmini vari, ma , soprattutto, in internet ,dove agli articoli scientifici preferivamo istruirci sui tanti siti porno che consultavamo come due affamati di sesso, scoprendo le tante posizioni della penetrazione, le pratiche della masturbazione ,i piaceri del rapporto orale, ma anche il dolore delle prime penetrazioni anali, ed il disgusto del primo ingoio della sborra da parte della donna, piccoli aspetti negativi che, però, nel nostro caso, si sarebbero ben presto trasformati in piaceri incredibili per lei e per l’uomo che le stava accanto
Fu così che passammo il primo anno di matrimonio, con piena soddisfazione di entrambi e sempre alla ricerca di cose nuove che potessero, s’è possibile, migliorare la nostra intesa sessuale, già arrivata a livelli che molta gente non riesce a trovare neanche in tutta la vita .
Naturalmente l’entusiasmo iniziale procuratoci dalla progressiva scoperta delle varie pratiche sessuali, ognuna portatrice di fantastici piaceri sempre più intensi e di una continua ed inesauribile voglia di sesso, alla fine del primo anno incominciò a dare segni di stanchezza, dovuta , almeno così credevamo, a quel morbo maledetto ed inevitabile della “ consuetudine “ del sempre “uguale “ del sempre” lo stesso “
Invece non era proprio così, perché le ragioni della reciproca insoddisfazione erano molto più profonde e, per la nostra inesperienza, non siamo stati in grado di rendercene conto, almeno sino al giorno in cui non ci abbiamo sbattuto contro il naso , ed allora era troppo tardi per tornare indietro e non ci sarebbe stata altra soluzione che accettare la nuova realtà e quel giorno arrivò molto presto.
Così, quando in quel primo anno arrivò il momento di pensare alle prossime vacanze, le prime da passare assieme, anche senza che ne avessimo parlato assieme, credo che entrambi contavamo di sfruttare quel mese per rinsaldare e rinvigorire il nostro rapporto sessuale, non avendo altro che ci distogliesse dal nostro desiderio di ritornare quelli d una volta o ,magari, ancora più desiderosi l’uno dell’altra
E finalmente arrivò il momento delle ferie
Né discutemmo a lungo, raccogliendo dépliant e listini prezzi, finché raggiungemmo l’accordo di
passare quel primo mese di vacanza in Dalmazia , dove i luoghi sembravano essere bellissimi ed i prezzi contenuti, sia che scegliessimo l’albergo, sia che decidessimo per un appartamento in casa privata, così ,armati di buoni propositi e di desideri inconfessabili, il primo giorno d”agosto partimmo per il nostro meritato mese di riposo
Optammo per la casa privata, perché meno impegnativa per quanto riguardava il rispetto delle regole in fatto di orari, che, in un albergo, ci avrebbe obbligato ad alzarci ad una certa ora ,di cenare ben vestiti e entro un certo tempo ed, a letto, di non fare troppo rumore per non disturbare il vicino di camera.
Trovammo una splendida sistemazione in una villetta unifamiliare , fronte mare, con giardino, un po’ costosa , ma che soddisfaceva tutte le nostre esigenze, soprattutto quella di permetterci, se lo avessimo voluto, di passare tutto il mese a letto a scopare.
Una precisazione: sino a quel momento della nostra vita di giovani amanti,, ogni azione, ogni rapporto, ogni scoperta che riguardasse il sesso ed i rapporti sessuali , era avvenuta tra noi due ,nelle lunghe ore che dedicavamo al sesso ed alla reciproca conoscenza e scoperta del nostro corpo , aiutati da testi e figure che trovavamo in internet, ma era sempre rimasta una cosa privata.
Nessun tipo di rapporto era stato consumato con altri o in presenza di altri ,ma ciò non voleva assolutamente significare che nessuno dei due covasse, in segreto, il desiderio di provare l’emozione
di giacere con una persona diversa che potesse portare nel rapporto qualcosa di nuovo, di diverso di più eccitante e piacevole fosse anche solo il piacere della trasgressione e del proibito.

7
4
Autore Pubblicato il: 22 Luglio 2022Categorie: Racconti Cuckold, Voyeur0 Commenti

Lascia un commento

7
4