;

Il locale sbagliato

241 0

Usciamo di casa che sono le 19.30. L’idea &egrave quella di cenare in un ristorantino e poi in giro per qualche locale. Io vestita con un abitino svasato a manica corta, stivali e sotto una tuta di quelle che fanno anche da calze, che arriva fino ai seni, aperta sotto e senza mutandine, senza reggiseno, come mi ha chiesto mio marito. Magari ci scappa qualche gioco per strada… Lui in giacca pantaloni e camicia, bellissimo. Dopo cena decidiamo di andare in un primo locale, beviamo qualcosa al banco, riesce ad infilare una mano sotto il mio vestito e inizio già a bagnarmi. Giochiamo, ridiamo, flirtiamo come ragazzini. Via, altro locale… Ci ricordiamo di uno dove andavamo spesso anni fa, ma dove? Iniziamo a cercarlo vagando per le stradine della città finché ci sembra di averlo trovato. Un portoncino rosso, ma c’&egrave un campanello che non ricordavamo. Proviamo a suonare… Apre la porta un signore elegante che ci fa cenno di entrare. L’aspetto &egrave più di una hall di albergo che di bar, il tipo ci prende i cappotti e ci dice che possiamo accomodarci al bar nell’altra sala. Incuriositi ci avviamo, la sala &egrave grande e ci sono diverse persone. Alcuni divanetti, alcuni tavoli, luci soffuse e clima da…club prive… Ordiniamo da bere ridendo, alla fine ci siamo tornati in un posto così, senza volerlo… Vediamo cosa succede, ci diciamo. Mentre siamo lì si avvicina una donna, elegante, sulla cinquantina. Ci chiede se siamo nuovi. Si. Vorreste diventare soci? Ci guardiamo, vogliamo sapere i costi… Sono bassi, ma c’&egrave una procedura. Non dice quale ma accettiamo e dice di seguirla. Tocco il cazzo a mio marito sopra i pantaloni, &egrave eccitatissimo…io sono fradicia. Entrambi in ansia per cosa potrebbe succedere. Ci fermiamo davanti ad una porta, tira fuori due bende e dice che non dobbiamo toglierle, ma di stare tranquilli. Ci guardiamo un attimo e accettiamo. Dopo un secondo nessuno dei due non vede più nulla…
Stiamo entrando, la stanza &egrave calda e profuma. Sembra sia buio, ma con la benda non posso dirlo con certezza. Mio marito mi tiene la mano, ogni tanto me la stringe come ha dire …sono qui… Ci avviciniamo e ci baciamo, piano poi sempre più eccitati. Le sue mani intorno a me, le mie intorno a lui… Poi sento… Qualcuno mi sta togliendo gli stivali. Rimango un attimo senza fiato, mio marito mi chiede che succede e glielo dico. Sta tranquilla sussurra. Sono scalza, e sento un altra mano tra noi. Qualcuno sta slacciando i suoi pantaloni. Poi di nuovo su di me, due mani abili mi tolgono il vestito. Cerco di nuovo mio marito dopo averlo perso un attimo. Mi accerto sia lui, ora &egrave nudo, completamente. Io con la tutina, quindi nuda… Sento ancora mani, mi accarezzano le gambe, sono due, no quattro… Capisco che altre mani toccano lui. I nostri respiri accelerano, sono donne ma anche uomini. Una mano &egrave arrivata alle tette, le sfiorano, prendono i capezzoli tra le dita. Ogni tanto continuo a baciare mio marito, mi da sempre la mano. Cerco il suo cazzo, c’&egrave una mano che lo sega, la prendo nella mia e accompagno il movimento. Qualcuno sfiora la mia fica, la accarezza come fosse il mio viso. Poi le dita si soffermano sul clitoride, lentamente lo massaggiano…poi allargano, la fica aperta e accarezzata… Ho un brivido in tutto il corpo, sento un corpo dietro di me, dei seni sulla schiena che premono, poi una bocca sul collo… Baci, piccole leccate sulle spalle… Mi staccano da mio marito ma so che &egrave li vicino a me. Non ha più una mano sul cazzo, ma una bocca lo sta succhiando, sento il rumore e lui che geme… Vengo fatta mettere in ginocchio, qualcuno si infila sotto di me e una lingua si fa strada nella fica, poi uno schiaffo la colpisce ed emetto un grido di piacere… Lecca ancora e ancora schiaffo… Poi quella bocca se ne va, arriva un’altra, uomo o donna…forse uomo adesso… Lecca violento, entra dentro, una mano mi tocca il culo, lo colpisce, altro schiaffo sulla fica… Arriva un altra bocca, sulle tette ora, le lecca e succhia… Sento mio marito, sta godendo, chissà quante lo hanno succhiato… Quante gli avranno messo la figa in faccia… Continuano a succhiarmi le tette, mentre invece delle lingue sulla figa sento le dita…entrano…due dita, ma non mano diverse…tre…quttro dita… Urlo… Mi scopano così… Altra mano ma sul culo, che allarga le chiappe e affonda la lingua…la infila sempre più dentro… Continuano così a lungo, finché figa e culo non sono larghi abbastanza e io non sono completamente bagnata e in preda all’estasi… Sento qualcosa di duro sul culo, non &egrave un cazzo…forse un plug… Lo capisco quando entra, mi riempie il culo ma fino a metà… Un uomo da dietro mi afferra i fianchi e mi sbatte il caZzonella figa… Sbatte piano, ma mentre lo fa con la pancia affonda anche il plug…come avesse due cazzi… Sento qualcuno prendermi la mano, mio marito…me la stringe e sento che sussurra…mi stanno scopando… Anche a me rispondo ansimando… Un attimo e sento una figa appoggiata alle mie labbra, sono talmente fuori di me che tiro fuori la lingua e Lecco…mi sbattono da dietro e lecco la figa…&egrave bagnata, calda, dolce… Le entro dentro, voglio sentirla… Lascia il posto ad un cazzo, che mi sfiora il viso prima di infilarsi nella mia bocca… Poi anche lui va via e torna una figa, un’altra…sa di sperma, probabilmente ha scopato il cazzo di mio marito, la lecco ancora più attentamente… Poi tirano fuori il plug e anche il cazzo dalla mia figa esce… Mi sollevano e sento che mi fanno sedere sopra a qualcuno, la mia schiena contro il suo petto, mi impala entrando nel culo, non &egrave dolce come l’altro, mi sbatte con forza, mi tiene le gambe spalancate… Altra lingua sulla figa, un cazzo in culo mentre qualcuno me la lecca…esplodo in un orgasmo infinito… Sento un altro cazzo, si infila dentro nella figa…due…mi scopano… Sono sfinita, dopo almeno 15 minuti così mi riportano sul pavimento, stesa a pancia in su, qualcuno si fa strada su di me, dentro di me… Lo riconosco, mi abbraccia ed entra, mi scopa come un ossesso, mi bacia, vengo due volte almeno, poi viene anche lui, urlando…si… Si accascia su di me. Sentiamo i passi allontanarsi, aspettiamo un po poi ci togliamo le bende. Siamo soli. Ci baciamo felici e soddisfatti. Quando usciamo la signora di prima ci consegna una tessera. Siamo nel club…

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.