Leggi qui tutti i racconti erotici di: LittleAngel

 

Ciao a tutti, mi chiamo mattia, ho 20 anni e questo è il primo racconto che scrivo.

Ho deciso di scriverlo per condividere con voi quello che mi è successo qualche settimana fa.

Sono insieme ad una bellissima ragazza da circa un anno di nome Laura (il suo è un nome fittizio), la mia ragazza è alta circa 1.65, capelli lunghi castani, sedere da favola e sopratutto una sesta naturale di seno, che d’estate quando mette le magliette scollate tutti si girano a guardare. Il nostro è quello che si definisce il “vero amore” andiamo daccordo su tutto e abbiamo tanti interessi in comune. L’unico aspetto “negativo” x i primi 6 mesi è stato il fatto che lei nn voleva saperne di fare l’amore. Era ancora vergine e voleva che la prima volta fosse speciale e quindi abbiamo continuato a rimandare fino all’estate. Finalmemte al mare siamo riusciti, e in 2 giorni di vacanza l’abbiamo fatto ben 10 volte!!!

Con il passare delle settimane Laura è diventata sempre più vogliosa dal punto di vista sessuale. Abbiamo iniziato a scopare ogni volta che ci vedavamo, in ogni luogo, cinema, auto, centro commerciale…ovunque!!! E in più è stata lei la prima a farmi un pompino, io nn avevo il coraggio di chiederglielo xchè pensavo che non fosse d’accordo, invece mi stupì prendendo lei l’iniziativa.

Insomma in pochi mesi aveva recuperato 19 anni di completa inesperienza.

Alla fine dell’estate io incomincia a lavorare e lei a cercare lavoro, e lo trovò dopo qualche settimana in una pizzeria d’asporto vicino a casa, come addetta alla cassa e alle prenotazioni telefoniche.

La pizzeria è gestita dai due pizzaioli, Marco e Luca, che danno anche il nome al locale, Marcos e Lucas.

Laura si trovò subito a suo agio in quella mansione e tra di noi andava tutto a meraviglia. Io quando uscivo dal lavoro (sono un tecnico di una società di telecomunicazioni) andavo a casa, cenavo e andavo a prenderla quando staccava, verso le 22.30 e stavamo insieme un po’.

Un giorno però decisi di farle una sorpresa. Al lavoro c’era stato un black-out e ci avevano mandato a casa subito dopo pranzo perchè non si poteva continuare a lavorare. Così decisi di farle una sorpresa e di andarla a prendere, visto che finiva verso le 14 il turno di mezzogiorno.

Alle 13.40 ero davanti alla pizzeria e notai con stupore che le saracinesca era abbassata. Pensai di essere arrivato tardi e stavo x andarmene quando sentii dei rumori all’intero. pensai che aveva appena finito e stava x uscire quindi andai sul retro del locale x aspettarla li.

Li mi accorsi che la porta era socchiusa ed entrai per farle una sorpresa, ormai con i proprietari eravamo diventati amici e spesso mi facevano stare nel retro del negozio ad aspettare laura quando andavo a prenderla.

Appena entrai non nulla, il piccolo retrobottega era vuoto, ma mi accorsi che erano accese le luci nella piccola sala da pranzo e sentivo delle voci. Mi avvicinai alla porta e l’aprii leggermente pensando che si trattasse di una rapina o qualcosa di simile.

Ma quello che vidi era tutt’altro che una rapina…e restai stupito!!!

Laura quel giorno indossava un paio di stivaletti, una gonna fino a metà coscia e una camicetta bianca che metteva in risalto il suo prorompente seno.

Laura era seduta su una sedia, aveva le gambe aperte, la gonna alzata e gli slip leggermnte abbassati. Marco era inginocchiato per terra con la testa in mezzo alle gambe della mia ragazza. Luca invece era in piedi, accanto a lei e con il cazzo fuori dai pantaloni, anzi per l’esattezza dentro la bocca di Laura, che lo stava spompinando avidamente, una mano di lui le teneva la testa mentra l’atra aveva sbottonanto la camicetta e stava perlustrando i suoi abbondanti seni.

Lei non l’avevo mai vista godere così…Marco la stava facendo impazzire con la lingua nella figa.

Io in teoria sarei dovuto andare su tutte le furie, andare li a dividerli, prendere a schiaffi quella puttana e pestare a sangue quei due…invece no.

La cosa mi eccitava e pure tanto, appena vidi quella scena la mia erezione fu istantanea e vigorosa come non mai.

Loro nel frattempo cambiarono posizione, Luca si sedette sulla sedia e Laura si sedette su di lui facendosi entrare tutto il cazzo dentro. Il ragazzo era messo veramente bene, aveva una bel cazzone da 23/25 cm con un buon diametro. La mia ragazza continuava a dimenarsi e a saltellare per sentirlo tutto dentro. Marco invece aveva tirado fuori il suo arnese, più piccolo rispetto a quello dell’amico di circa 5 cm ma con il doppio di diametro. Laura appena lo vide si girò verso di lui e aprì la bocca, facendolo scomparire tutto al suo interno.

Continuarono così per circa una decina di minuti quando quando Marco annunciò che stava x venire, lei nn si scompose minimamnete e anzi aumentò il ritmo del pompino finchè lui gli venne in bocca ed ingoiò tutto senza fare una piega. Era diventata veramente una troia!!!

Io intanto, per poter guardare sempre meglio avevo preticamente aperto tutta la porta e quando loro si spostarono da quella posizione Laura mi vide. In un primo istante arrosì ma poi i nostri sguardi si incrociarono e capì che nn ero arrabiato, anzi. Allora si avvicinò a me, mi prese e mi baciò appasionatamente, poi mi fissò e mi sussorò “Ti Amo”. io le risposi “anch’io ti amo amore mio”! Marco e Luca furono sorpresi nel vedermi e fecero x rivestirsi imbarazzatissimi. Ma Laura li fermò e disse che voleva scopare con tutti e tre insieme!!!

Noi non ce lo facemmo ripetere due volte e in pochi istanti eravamo tutti e tre completamente nudi e con i nostri cazzoni in tiro. Lei sorrise e si lasciò spogliare da noi. Mentre la denudavamo io le leccavo la figa e bevevo tutti i suoi umori, Luca si occupò del sedere e marco del seno.

Poi incominciò a spompinarmi come non aveva mai fatto, in poci istanti non resistetti più e le venni in  bocca, lei sorrise e bevvè tutto, pulendomi con cura l’uccello.

Poi disse: “Bene, ora scopatemi come una puttana!!!”.

Marco si sdraio x terra e lei si sedette sopra al suo cazzo corto ma molto spesso facendolo entrare tutto dentro la sua figa bagnata, io mi misi alle sue spalle e con un colpo secco le entrai in culo…Laura emise un grido di dolore ma pochi secondi dopo era diventato un gemito di piacere. Luca invece si mise davanti alla sua faccia e iniziò letterelmente a scoparla in bocca.

Ci muovevamo in sincronia, Laura sembrava assatanata, non l’avevo mai vista così…e pensare che ci aveva messo 6 mesi x darmela la prima volta!!!

Ad un certo punto si accorse che Luca stava x venire e gli disse di rallentare, poi fece lo stasso con me anch’io in procinto di sborrare; noi nn capimmoil perchè ma lei ce lo spiegò subito: “Voglio che sborriate tutti e tre contemporaneamente dentro di me”. Noi ci mettemmo di impegno e dopo qualche minuto siamo venuti all’unisono!!!

Ci staccammo da quella posizione e ci sdraiammo sul pavimento esausti.

Dopo pochi minuti Laura aveva gia ripreso le forze e ci chiamò vicino a se. Iniziò a farci un pompino a tutti e tre contemporaneamente. I nostri cazzi si ripresero subito e tornarono più duri che mai. Lei era bravissima e riuscì nuovamnete a farci venire tutti e tre insieme…sborrammo nello stasso momento dentro la sua bocca, riempendole di schizzi il volto. Laura bevve tutto il nostro caldo succo e si leccò via gli schizzi dal viso. E sorrise soddisfatta.

Ci rivestimmo e ci salutammo, Luca e Marco mi chiesere se mi dava fastidio se ogni tanto dopo il lavoro scopavano un po con Laura e io dissi che non c’erano problemi…a patto che qualche volta partecipavo anch’io.

Nel tornare a casa Laura mi disse che per farsi perdonare potevamo organizzare una scopata di gruppo con un paio di sue amiche a mia scelta.

La cosa iniziava a farsi veramente interessante!!!

Continua…

 

Per commenti, suggerimenti, critiche e appunti scrivetemi —> b.gualanduzzi@libero.it!!!

 

Autore Pubblicato il: 4 Novembre 2010Categorie: Racconti Cuckold, Racconti Erotici Etero, Trio0 Commenti

Lascia un commento