Leggi qui tutti i racconti erotici di: angelborn_1

E lei continua …

Oggi venerdì 17, mentre preparava il pranzo era con la camicetta legata intorno alla vita con le tette libere dentro di ondeggiare. Il culo nudo che agitava mentre si muoveva per provocarmi ma io non la monto per farla caricare … si dice “affamare la bestia” … dopo pranzato le ho detto : adesso esci a portare la spazzatura, così solo mettiti il perizoma. Lei: ma no daiii .. io le ho detto che doveva uscire così fuori dal cancello, che l’avrei avvisata quando stava arrivando un furgoncino o camioncino, che tanto alle 14 per quella strada non c’è anima viva, nessuno altro l’avrebbe vista in quello stato … le ho sistemato il perizoma tirato su in mezzo alle labbrone della passera tirando bene fuori il pelo dai lati, pelo castano ben visibile sulle sua pelle bianchissima e perizoma color carne. Lei si era messa come le ho ordinato, era ferma dietro il cancello, tenendo i sacchetti della spazzatura, ad attendere che le facessi segno di uscire fuori sul marciapiedi, dentro era comunque coperta dalla siepe che fiancheggia tutto il marciapiedi, dalle villette non potevano vederla che aspettava le facessi il segnale dalla finestra del primo piano da dove si vede tutta la strada. 10 metri circa da percorrere su sandali con tacco che fanno scuotere il culo ad ogni passo e sul davanti pelo a vista … in pieno sole lungo il marciapiedi fino ai cassonetti. Vedo un furgoncino e le faccio cenno di uscire ed esce. Non la vedo camminare nascosta anche a me dalla siepe, ma vedo il camioncino tirare una frenatona … dopo un attimo, pochi secondi, la vedo salire dal lato del marciapiedi, i furgoni hanno la guida a sinistra e prima che il tizio parta, la vedo aprire il finestrino e mi ha fatto la linguaccia. Non è ancora tornata dopo tre ore. Mi ha solo telefonato che va tutto bene, che è con il tizio che l’ha portata da altri suoi amici .. e che si sta divertendo tanto .. lo so che uno solo di solito non le basta … Ho chiesto ma dove era e lei : non lo so abbiamo fatto parecchia strada, non vedevo la strada perché lo spompinavo e lui guidava, siamo comunque in un semi interrato arredato bene. Mi han fatto un poco di tutto … sono gentili .. hihi … e un ruttino .. Quando è rientrata, me l’ha scaricata davanti casa alle 20 ed era buio, era nuda senza camicetta, con i soli sandali e perizoma, tette dondolanti e si è infilata subito nel cancello per non esser vista comunque. E’ entrata ed era visibilmente provata … ha la sua età e non regge più bene come una volta .. che culone magnifico che ha … che sapevo era stato usato e riempito .. adrenalina. Dovevo levarle la mela perché le avevano infilato una mela su per il culo, spinta ben dentro con la mano tanto che non riusciva ad espellerla … e mandata via così …

2
1
Autore Pubblicato il: 6 Luglio 2022Categorie: Racconti Cuckold, Racconti Erotici, Racconti Erotici Etero1 Commento

Commenti per questo racconto

  1. angelborn_1 7 Luglio 2022 at 07:41

    per contatto : angelborn-2@outlook.it

Lascia un commento

2
1