Leggi qui tutti i racconti erotici di: coppiahot

Il mese scorso siamo stati invitati ad una festa, Io mio marito due coppie e alcuni singoli, con una delle coppie ci eravamo sentiti per telefono la sera prima, era da tempo che volevamo incontrarla, la casa era un villetta carina, siamo stati i primi ad arrivare, ad attenderci Paolo e Antonio i due ragazzi che avevano organizzato l’incontro, ci sediamo e iniziamo a conoscerci.

Ci offrono da bere, dopo poco meno di una mezzoretta ci telefona la coppia che avevamo sentito, hanno un imprevisto e non possono più venire, si scusano, peccato, Paolo prova a contattare l’altra coppia, ma non risponde, si sa come vanno queste cose, i ragazzi sono mortificati, fanno le loro scuse e ci chiedono se vogliamo restare, dico di si, male che vada gioco io con i due ragazzi, in fin dei conti sono simpatici e davvero carini.

L’atmosfera si è scaldata i discorsi si sono fatti audaci, mio marito mi sta deliziando delle sue attenzioni, scoprendomi sempre più le gambe, io sono eccitata e lo agevolo, il vestito scopre completamente la mia natica.

Paolo si avvicina, si inginocchia, mi apre le gambe, lascio fare, la sua lingua si insinua tra le mie cosce, la sento saettante, mi fa impazzire come si sofferma sul clitoride e poi affonda in mezzo alle labbra che si bagnano sempre di più.

Sento la mano dell’altro sfiorarmi le gambe, aiutato da mio marito mi toglie vestito e reggiseno, mi stringono le tette titillando i miei capezzoli, si spogliano anche loro, ci spostiamo in camera da letto, inizio a fare un pompino ad Antonio mentre Paolo riprende a leccarmi, sento suonare alla porta, forse è arrivata l’altra coppia, faccio per ricompormi, Paolo dice non ti fermare, vado io a vedere, si assenta, lo vedo tornare dopo poco, non è la coppia ma altri due amici!!!

Quando entrano nella stanza io sono ancora intenta a spompinare Antonio, sono imbarazzata, mi ricompongo chiudendo le gambe ancora aperte ‘No no, non se ne parla, altri due no, quattro sono troppi per me’ dico ‘dai su proviamo non vorrai mandarli via’ dice uno Paolo, lasciali almeno guardare.

La situazione è imbarazzante, io sola con quattro uomini, cinque con mio marito, lo guardo, so che a lui piacerebbe vedermi alle prese con quattro uomini, sono troppo eccitata per mettermi a discutere e farli andare via, dopo che mi hanno già visto nuda e all’opera non mi sembra carino ‘ok proviamo ma quando dico basta smettiamo’ un pò preoccupata riprendo a fare il pompino al ragazzo.

In un attimo anche gli altri due hanno preso possesso del mio corpo, li lascio fare compiaciuta e lussuriosa come non mai.

Sento mani e lingue ovunque, sulle mie tette, sulla pancia, sulle cosce, mi allargano le gambe, mentre uno mi lecca la figa un’altro mi poggia una verga di dimensioni per me non consuete sul viso, lascio il lavoro di bocca che stavo facendo.

Afferro anche il nuovo e me lo ficco in bocca, inizio una fellatio degna della più consumata pornostar, me lo gusto bene trattenendolo in bocca a fatica.

Mentre mio marito guarda e fotografa estasiato, gli altri tre si divertono a frugarmi ovunque, tette culo e parti basse, mi mandano in estasi, l’eccitazione è altissima, mi piace essere al centro delle loro attenzioni, non riesco a capire chi mi tocca ma le sensazioni sono intense e piacevoli.

Iniziano a pomparmi, la preoccupazione è passata, anzi adesso ho voglia di sentire i loro sessi dentro di me a volontà, inizio a gemere di piacere mentre mi pompano sia nella figa che in bocca.

Uno dei due ragazzi, quello con il cazzo grande, si sdraia sul letto, mi dice di montarlo, dopo averlo provato in bocca, voglio sentirlo dentro, me lo infilo lentamente per gustarlo meglio, comincio a dondolarmici sopra, è veramente notevole ‘Sei un gran vacca’ mi dice ‘hai la figa che è un lago, sei così bagnata che faccio quasi fatica a starti dentro’

Tentano una doppia penetrazione, ano vagina, per riempirmi meglio, ma rifiuto, incitati anche da mio marito mi fanno provare una doppia penetrazione in figa, prima con dolcezza, lentamente, poi con sempre più foga, inizio a godere sempre di più dal piacere, mi sfondano, sono troppo eccitata per avere un atteggiamento razionale, sono totalmente nelle mani della lussuria e delle voglie di 4 ragazzi, vengo’.

Uno dei ragazzi che sto spompinando mi viene in gola costringendomi ad ingoiare tutto, mentre sento contemporaneamente venire uno dei due cazzi che ho in figa, toglie il profilattico e me lo da in bocca da ripulire, un’altro cazzo si sostituisce, mentre sono impegnata a ripulire bene i due cazzi appena venuti.

Mi scopano, con una foga inaudita perfettamente sincronizzati come un unico grosso cazzo, colo umori come una fontana, sono fuori di testa, sto per godere ancora, sento una delle due cappelle uscire e puntare il mio buchetto vergine, non ho il tempo di ribellarmi, sento per un attimo un gran dolore quando uno viola la mia ultima verginità, sarà l’eccitazione ma non sento il male di quando ci prova mio marito, la sensazione è così intensa che vengo , godo come non ho mai fatto, ansimo, anche loro stanno per venire, escono mi fanno sdraiare di sfilano i profilattici e in contemporanea mi spruzzano addosso il loro piacere.

Vogliono fare il bis, ma sono troppo distrutta, ho bisogno di andare in bagno a rinfrescarmi, tornando sento i ragazzi e mio marito che stanno parlando di me i commenti nei miei confronti,sono molto positivi, esausta entro nella stanza e mi sdraio sul bordo del letto. Gli altri due ragazzi si presentano formalmente, si chiamano Aldo e Giorgio, hanno iniziato nuovamente a titillarmi i capezzoli e Aldo, quello con il cazzo grosso, comincia a farmi un ditalino.

‘no ragazzi non ce la possa fare ‘ ma non ho la forza di reagire, comincio a ‘sbrodare’ di nuovo. Aldo si alza in piedi a fianco al letto la sua mano mi sta masturbando la figa e quando inizia a passare i miei umori dalla figa al buco del culo non mi ci vuole molto a capire che intenzioni ha, mi fa mettere su un fianco mi solleva una gamba che appoggio sulla sua spalla e mi incula per la seconda volta nel giro di poco tempo.

Ormai sverginata non sentivo dolore, sembrava che il suo cazzo mi arrivasse alla gola, mi sentivo completamente piena, ma il momento più esaltante è stato quando per la prima volta nella mia vita un cazzo mi è venuto nel culo.

In tutto questo mi sono dimenticata di mio marito, lui non ha partecipato, ma si è divertito a guardare, sulla strada del ritorno gli ho fatto un pompino per fargli scaricare l’eccitazione che avevo cumulato.

Non avrei mai immaginato di farlo con quattro uomini, e di prenderlo due volte nel culo, è stato più bello di quanto immaginavo, mi sono davvero divertita, Che serata da sballo.

Autore Pubblicato il: 15 Settembre 2008Categorie: Orgia0 Commenti

Lascia un commento