Leggi qui tutti i racconti erotici di: maxxximm

Premetto che quando ho iniziato con la mia ragazza a ricercare esperienze trasgressive ed altamente erotiche non c’erano ancora riviste per scambio coppie o ricerca singoli (almeno noi non le conoscevamo) ed internet era proprio agli inizi, pertanto le nostre prime esperienze nascevano casualmente e provocando altre persone come nel caso che vado a raccontarvi.
Era un settembre con belle giornate di sole ed ancora calde e, quindi, la nostra voglia di mare ci aveva spinti a trascorrere un bel w.e. sulla Riviera Romagnola che era comoda sia per la poca distanza che per il fatto che avevo un piccolo appartamento che faceva da base; inoltre, la sera, le molte discoteche ci facevano passare belle serate e talvolta anche serate trasgressive.
Anche quel sabato sera decidemmo di andare a cena in un ristorante/pizzeria nella zona di Riccione per poi dirigersi verso una discoteca molto famosa e per l’occasione la mia ragazza indossò un mini abito che oltre ad essere veramente molto mini si allacciava nella parte alta al collo lasciando la schiena completamente nuda fino al sedere; ovviamente, niente reggiseno perché si sarebbe visto, perizoma con filo tra le chiappe e sandali con tacco.
Era uno schianto !
Durante il tragitto verso la nostra destinazione le confidai che ero già su di giri per il suo abbigliamento sexy anche perché avrebbe sicuramente fatto rizzare molti cazzi in discoteca e lei mi rispose con un sorriso malizioso ed un semplice “speriamo !”.
La cosa che ancora non sapevo era che quella sera non saremmo andati in discoteca come programmato e che la nostra serata sarebbe finita in un appartamentino vicino al ristorante.
Giunti al ristorante che si trovava proprio sulla spiaggia, il cameriere, dopo aver fatto i raggi X alla mia donna, ci fece accomodare in un tavolo vista mare, un pò distante dai tavoli con famiglie e bambini ma vicino ad un tavolo con cinque ragazzi di circa 20/22 anni.
Questi ragazzi, non appena ci avvicinammo al nostro tavolo, come per un incantesimo, smisero di parlare e si fermarono ad osservare attentamente la mia ragazza la quale rivolse loro un gran sorriso.
Durante la cena la situazione era un pò imbarazzante in quanto, al di là del cameriere che veniva in continuazione a chiederci se andava tutto bene o se gradivamo qualcos’altro solo per guardare la mia ragazza, anche i cinque amici non facevano altro che guardarla, lanciare sorrisini e parlottare fra loro a bassa voce per non farsi sentire.
Feci presente la cosa alla mia ragazza che sorridendo mi chiese se la cosa mi dava molto fastidio o se in un certo senso mi faceva piacere …
Non potei negare che mi elettrizzava vedere cinque maschi che sbavavano per lei e che avrebbero fatto carte false per averla tra le loro mani …
Lei con un sorriso malizioso mi disse: “Li farò morire … vedrai … !” e muovendosi un pò sulla sedia fece in modo che il vestito, già di per sé corto, andasse ancora più su mettendo in bella mostra le sue belle gambe abbronzate; naturalmente ai ragazzi non sfuggì la possibilità di vedere le cosce della mia donna ancora di più.
Agli sguardi e sorrisini dei ragazzi, la mia ragazza rispondeva con altrettanti sorrisi come se io non fossi presente e la cosa in un certo senso mi umiliava, ma ormai il gioco era partito ed io non ero in grado di fermarlo.
Giunti a fine cena, la mia ragazza mi disse che andava in bagno e poi saremmo andati via; a quel punto, allontanatasi, uno dei ragazzi (sicuramente il più sveglio e sfacciato) mi guardò e sorridendo mi disse: “complimenti … proprio una bella gnocca !” …. Ringraziai e chiusi lì la conversazione pensando che da lì a pochi minuti saremmo andati via e non li avremmo più visti … ma ancora non immaginavo il seguito …
Vidi la mia ragazza uscire dal bagno e venire verso il tavolo ancheggiando in modo provocante e giunta in prossimità del tavolo dei ragazzi allungò il braccio ed aprendo la mano chiusa a pugno fece cadere tra i loro bicchieri e piatti il suo perizoma ….
Io rimasi basito ed i ragazzi a bocca aperta non toglievano lo sguardo da quell’indumento intimo, poi, una volta che lei fu seduta, uno dei ragazzi prese il perizoma, lo annusò e se lo mise in tasca.
A quel punto, un pò scocciato dalla situazione, chiesi alla mia ragazza di andare via e quindi andammo verso la cassa a pagare … non vedevo l’ora di uscire da lì anche perché qualcuno, compreso il cameriere, poteva aver visto la scena, ma, mentre finivo di pagare, arrivò uno dei ragazzi per pagare anche lui il conto e dopo un ennesimo sorriso guardò la mia ragazza e la ringraziò per il regalo.
Una volta usciti, chiesi alla mia ragazza se era impazzita e lei mi rispose che era solo un gioco e voleva farli impazzire …. poi aggiunse: “ …. ti immagini come avranno i cazzi duri e cosa mi farebbero ?”
Ed io: “Ti piacerebbe essere presa da tutti e cinque vero ?”
Lei: “Non so se ne sarei capace … non l’abbiamo mai fatto … ma sarebbe certamente molto eccitante anche per te … vero ?”.
In quel momento uscirono dal ristorante i cinque ragazzi e la mia ragazza mi prese per mano e si diresse verso la spiaggia dicendomi: “Vediamo se ci seguono ….”.
Ovviamente ci seguirono e mentre noi ci fermammo vicino all’acqua intenti a baciarci e toccarci, loro si fermarono sui lettini della prima fila a guardarci e parlottare.
Dopo un pò, la mia ragazza che ormai voleva dirigere quel gioco senza neanche consultarmi, si diresse verso i ragazzi e chiese se potevano dare una controllata alle nostre scarpe perché voleva sentire l’acqua ed aveva paura che qualcuno ce le portasse via (!?); naturalmente i ragazzi furono ben felici ….
Messi i piedi in acqua, lei mi abbracciò e mi baciò con passione ed io iniziai a toccare il suo sedere ormai quasi completamente scoperto (essendo il vestitino venuto su), sentivo i sui capezzoli turgidi sotto la stoffa e quando la toccai in mezzo alle gambe era bagnatissima …
“Sei proprio una troia !” le dissi e lei: “… e tu il mio porco !” ….
A quel punto, anch’io eccitato, mi resi conto che lei voleva andare avanti con quel gioco (come lo aveva definito) ed io, di fatto, volevo vedere fino a che punto sarebbe arrivata.
Usciti dall’acqua, lei corse verso i lettini dove erano i ragazzi e si sedette sul lettino dove uno dei ragazzi era appoggiato con le gambe aperte e, come se fosse la cosa più naturale del mondo, si appoggiò con la schiena al ragazzo, il quale, impacciato non sapeva cosa fare e guardava me e gli amici.
Io mi sedetti su un altro lettino e cercai di rompere l’imbarazzo generale iniziando a parlare del più e del meno ma, ad un certo punto, la mia ragazza fece segno ad uno dei ragazzi di sedersi vicino alle sue gambe perché iniziava a sentire un pò di freddo e così, mentre quello dietro di lei l’abbracciava e le accarezzava le braccia, l’altro iniziò timidamente ad accarezzarle i piedi salendo su per le gambe fino alle cosce.
L’atmosfera si stava scaldando sempre più ed io imbarazzatissimo sotto lo sguardo dei ragazzi non sapevo più cosa dire …
Dopo poco, uno degli amici propose di andare su in casa a bere una birra e stare più comodi; la mia ragazza, che si stava godendo il massaggio a quattro mani, non se lo fece ripetere due volte e, palesemente felice della proposta, si incamminò verso la casa dei ragazzi tenendo i suoi due massaggiatori per mano.
L’appartamento dei ragazzi era poco lontano e non ci volle molto ad arrivare; appena entrati la mia ragazza si mise seduta su un divano proprio in mezzo ai due ragazzi che l’avevano massaggiata e riscaldata in spiaggia, mentre io e gli altri tre amici eravamo seduti intorno ad un tavolo di fronte al divano a chiacchierare e sorseggiare birra.
Ad un certo punto, vidi i ragazzi al tavolo con me distratti da qualcosa … la mia ragazza stava baciandosi lingua in bocca con uno dei due sul divano mentre la mano di lui ormai era già sotto la gonna e l’altro le stava toccando i seni ed i capezzoli turgidi ….
Io, come gli altri tre amici, ero ammutolito ed imbarazzato ma mi stavo eccitando come non mai !
Poco dopo, la mia ragazza, incurante della mia presenza e di essere sotto lo sguardo attento di altri maschi, si stacca dalla bocca di uno ed inizia a baciare sempre lingua in bocca l’altro che le stava toccando i seni …
A quel punto, il ragazzo che le stava toccando in modo evidente la figa solleva il vestitino e allarga le gambe della mia ragazza per far vedere bene agli amici la sua figa depilata e bagnata ….
Non passa che una frazione di secondo ed un altro degli amici, che fino a quel momento si era goduto lo spettacolo, si avvicina alla mia donna ed inizia a leccarle la figa …
Non si sente più una parola … solo i sospiri di lei che con gli occhi chiusi si sta godendo la situazione …
Ma lei vuole sentire i cazzi dei ragazzi ed inizia a massaggiarli da sopra i pantaloni … è il segnale che autorizza tutti a fare di lei quello che vogliono !
I due ragazzi ai suoi lati si tirano giù i jeans e lei inizia a segare i due cazzi già duri … anche gli altri due amici mi lasciano al tavolo da solo e si avvicinano alla mia donna per toccarla ….
Adesso la mia donna è circondata !
Due cazzi in mano, una lingua che le lecca la figa e dieci mani che la toccano dappertutto !
Lei gode in modo sonoro ed i ragazzi sono fuori di testa per ciò che sta accadendo … dopo un pò si danno il cambio a leccarla ed uno dei due ai suoi lati si alza in piedi e le mette il cazzo in bocca …. ormai si è perso ogni controllo e, senza neanche considerare il fatto che ero lì presente, la prendono in braccio e la portano in camera su un letto matrimoniale ….
Era solo l’inizio della prima gangbang della mia ragazza ….
Era una situazione surreale !
La mia ragazza era ormai completamente nuda, sdraiata sul letto e circondata da cinque ragazzi eccitati che la stavano leccando e baciando ovunque !
Avevo già visto la mia donna fare la porca con altri maschi ma vederla alle prese con tutti quegli uomini contemporaneamente era quasi sconvolgente e pensavo cha da un momento all’altro si alzasse per chiedermi di portarla via …. ma così non fu !
Mentre un ragazzo continuava a leccarle la figa (cosa che lei adora) altri due le sbattevano i loro cazzi in faccia e lei passava la sua lingua da un cazzo all’altro come se fosse la cosa più naturale del mondo, mentre altri due nel frattempo le toccavano i seni e gli ciucciavano i capezzoli … non c’era una parte del suo corpo che non riceveva il tocco di una lingua, di una mano o di un cazzo fino a poche ore prima assolutamente sconosciuti ….
Dopo un pò lei, ansimando, prese tra le mani la testa del ragazzo che la stava leccando e guardandolo negli occhi gli disse: “Scopami ! … Voglio sentire i vostri cazzi dentro …. Voglio essere la vostra troia stasera !”.
Ai ragazzi non sembrò vero sentire quelle parole … erano il lasciapassare per poter soddisfare completamente le loro voglie e quelle della troia che avevano sotto di loro.
Io, in un angolo della stanza, non venivo assolutamente considerato ed era come se stessi vedendo un film porno dove però la protagonista era la mia donna … a quel punto, eccitato, mi spogliai ed iniziai a segarmi.
Era incredibile vedere come i ragazzi si capissero solo con uno sguardo o un colpetto sulla spalla … mentre due tenevano le gambe aperta e sollevate della mia donna, uno la scopava e altri due si facevano sbocchinare; poi, per evitare di venire, quello che scopava lasciava il posto ad un altro e così di seguito per un bel pò.
Per me era quasi incredibile vedere come la mia dolce ragazza accogliesse cinque cazzi diversi per lunghezza e grossezza nella sua vagina come se nulla fosse … pensai che sarebbe rimasta slabbrata dopo quella sera !
Ad un certo punto, uno dei ragazzi la fece girare alla pecorina e così mentre uno la chiavava da dietro gli altri le sbattevano il cazzo in bocca, ma sempre torturandole i seni ed i capezzoli.
Uno dei ragazzi che la stava scopando alla pecore iniziò anche a giocherellare con il buchetto del culo ed iniziò ad infilare prima un dito, poi due facendo notare la cosa agli amici che, quasi impazziti dalla cosa, iniziarono anche loro ad infilarle le dita nell’ano …. ci fu un momento che aveva tre dita che le allargavano il buco del culo e solo con l’aiuto degli umori abbondanti presenti lì.
La mia ragazza non diceva nulla … li lasciava fare e mugolava con un cazzo sempre in bocca !.
La situazione era incandescente e, ad un certo punto, il ragazzo che aveva il cazzo in bocca della mia donna iniziò a respirare sempre più forte e con un urlo liberatorio le sborrò in bocca …. lei cercò di ingoiarne il più possibile ma era talmente tanta che in parte le uscì dal lato della bocca, scivolando sul mento ….
A quel punto, la fecero sdraiare su un lato ed uno dei ragazzi, messosi dietro, iniziò lentamente a penetrarla nel culo mentre un altro, tenendole la gamba sollevata, iniziò a masturbarla e gli altri a mettergli il cazzo in bocca; non passò molto che la mia ragazza aveva tutto il cazzo nel culo fino alle palle e due dita in figa che la sconquassavano e la facevano godere come non mai.
Un altro ragazzo era arrivato alla fine e chiedendole di tenere la bocca aperta la riempì di sborra che lei, dopo un attimo, prontamente ingoiò …
Subito dopo, senza neanche prender fiato, tolse le due dita che aveva in figa e chiese al tipo di metterci il cazzo e così, dopo qualche tentativo, si ritrovò con un ragazzo sotto che le aveva messo il cazzo in figa, uno dietro con il cazzo in culo e, per non farsi mancare nulla, uno in bocca.
Gli altri due che erano già venuti andarono a prendersi una birra e passandomi vicino mi guardarono con un’aria di compassione lì in piedi con il cazzo in mano e mi chiesero se ne volevo una anch’io, ma scossi la testa in senso di rifiuto perché volevo solo continuare a guardare e segarmi …. dopo un pò, uno dei due tornò vicino a me e mi chiese se la mia ragazza prendeva la pillola … lo guardai con fare interrogativo e risposi che, ovviamente, prendeva la pillola ma non capivo il perché della domanda e lui con un sorrisino mi rispose: “vedrai….”.
Capii poco dopo quando vidi il ragazzo fare segno con il pollice in su agli amici che si stavano prendendo in doppia la mia donna … aumentarono il ritmo e quasi in contemporanea vennero dentro al suo culo ed alla sua figa … a quella esplosione interna la mia ragazza venne urlando: “siiii …. siii … riempitemi tutta …. sono una puttana…” ed anche il ragazzo che si stava facendo sbocchinare si segò un attimo e le sborrò copiosamente in faccia ….
Io ero impietrito ma, pur avendo interrotto la sega, dal mio cazzo uscirono fiotti di sperma come mai prima.
Il silenzio scese nella stanza … si sentiva solo il nostro respiro ed un forte odore di sesso ….
Uno dei ragazzi prese delle birre e la mia ragazza si riprese lentamente dal godimento, ma non commentò il fatto che le avevano sborrato dentro senza chiederle il permesso; solo in quel momento mi guardò negli occhi e con un sorriso mi chiese davanti a tutti se avevo goduto …
Di fatto, lei stava dando a tutti la conferma che ero un cornuto e che mi piaceva vederla fare la troia …
Non risposi, anche se la mia sborrata per terra parlava da sola …
Si era fatto tardi ed invitai la mia ragazza a lavarsi per andare via, ma i ragazzi dissero che non era così tardi e che potevamo fare un altro giro … di cosa ? … di birra ? ….
No ! …. volevano fare un altro giro nei buchi della mia donna e lei ridendo disse solo che erano degli insaziabili maiali …
Così, senza neanche farla pulire, ricominciarono a scoparla ed incularla fino a quando, tutti esausti, rimasero sdraiati sul letto con lei in mezzo, piena di sborra in viso, sulle tette e soprattutto in figa e culo …. l’avevano veramente riempita per bene ed in ogni senso !
Tornammo verso casa che era già l’alba e lei era veramente provata, ma alla mia domanda se le era piaciuto tutto della serata, mi rispose: “assolutamente si ! … da rifare quanto prima ….”
Nel tempo seguirono altre gangbang ed alcune anche più particolari ed estreme.

9
1
Autore Pubblicato il: 19 Maggio 2022Categorie: Orgia, Racconti Cuckold, Racconti Erotici0 Commenti

Lascia un commento

9
1