Leggi qui tutti i racconti erotici di: Joe

Surprise di Joe

Ero rientrato con una voglia di chattare incredibile, dopo le prime esperienze”mature” non riuscivo a fare a meno di entrare su quella chat. Il mio nick era esplicito e diretto porcellino goloso e le mie richieste chiare, cerco maturi vogliosi.
Spesso la chat é un po’ la fiera dell’illusione molte chiacchere ma al momento del fat’dico incontro c’é sempre qualcosa che va storto.
Le chat spesso nascondono uomini seminudi intenti a scrivere sui tasti alternando frenéticamente la tastiera all’autoerotismo.

Era agosto a Roma non c’era quasi nessuno ed io esigevo un compagno maturo complice e voglioso.Si aprono svariate finestre sulla mia chat , lo specchietto per le allodole ha funzionato:nella richiesta ho aggiunto culetto burroso ed affamato.

Si é fatto vivo Gianni 55 da Portuense, non é fluido nello scrivere , diciamo pure un po’ “ruvido” ma mi piace, fa proposte audaci dice che é in chat da 2 ore e non é successo niente.
Mi dice che mi vuolo annusare ,leccare, succhiare scopare, wow la serata si fa interessante.
Ci scambiamo il cell, lui mi chiama, ha la voce virilissima mi dice di fare in fretta….mi aspetta in accappatoio, io gli ho promesso di andare con una tuta leggera e niente sotto.

Non ho il tempo di farmi un bidet, lui insiste” dai vieni ” ti aspettiamo.
Ti aspettiamo?Forse ho capito male.

Arrivo sotto casa sua in 10 minuti, la strada é vuota lo chiamo al cellulare , lui mi da le indicazioni e finalmente dopo un interminabile viaggio in ascensore con il cuore a mille suono il campanello.

Eccolo arriva, accappatoio con un po’ di pancia in vista, peloso parecchio stempiato e grigio sembra piu’ vecchio dei suoi virtuali 55 anni.
Mi fa i complimenti, mi bacia la guancia e simult’neamente passa con la sua mano rugosa sul mio culetto coperto solo da una leggerissima tuta.
Mi fa accomodare in salotto, la tele é accesa, faccio ancora un passoe ……..

Sorpresa c’é un’altro uomo ,un suo coet’neo che mi saluta sorridendo io ricambio un po’ imbarazzato.Gianni mi tranquillizza dicendomi che é un suo amico ed ha “i nostri stessi gusti” e chiaramente se non mi va lui toglie inmediatamente il disturbo.

Io non so che dire, non l’ho mai fatto a tre. Prendo tempo, dico a Gianni che non mi sono fatto il bidet, ma non funziona , lui mi guarda intensamente e mi dice “adoro il profumo degli ormoni dei ragazzi” e si apre l’accappatoio. Non é ancora eretto ma io non ce la faccio piu’.
Mi prende per mano e mi porta in camera, Franco rimane in salotto .
Io mi inginocchio davanti al suo letto e lo prendo in bocca , ha una bella capella succhio, lecco , lecco e succhio , poi lui mi mette sul letto alla pecorina ed inizia ad annusarmi il culo , si eccita come un pazzo, me lo lecca a lungo ,io sono in estasi.
Non mi accorgo nemmeno di Franco che é entrato ed é nudo a lato del letto a masturbarsi guardandoci, ci incita a fare ancora di piu’ i maiali.
Sale sul letto e mentre Gianni mi infila un dito nel culo ,Franco si mette alla pecorina davanti a me, ho la sua rosetta pelosa e odorosa di muschio, mi tuffo con la faccia in mezzo le sue natiche, e lecco come un pazzo, il mio muso sa di uomo, del suo sudore.

Spero che Franco sia attivo.Dopo alcuni minuti ne ho la conferma é minidotato ma adora scopare e si mette dietro a me, mi allarga le chiappe ed entra, ovviamente non mi fa male, anzi e comunque ho tutto il cazzo di Gianni in bocca.
Dopo pochissimo sento Franco gemere sempre piu’ rapidamente e poi lo sento sfilarsi dal mio culo facendo cadere lo sperma sulle mie gambe e sui polpacci, poi arriava con il suo cosino davanti al mio viso per farselo pulire io godo a sentire i miei ed i suoi umori;i due cazzi mi schiaffeggiano le guance, Gianni si masturba davanti al mio viso e poco dopo viene copiosamente….ho la faccia madreperlacea, i due ridono a vedermi completamente coperto di crema.

Mi dico che peccato é stato tutto troppo veloce. Uno dopo l’altro andiamo in bagno per ricomporci.
Gianni mi propone uno spuntino per riprenderci, si mette a fare delle bruschette e noi nudi stiamo in salotto tutti nudi sul divano davanti alla televisione al plasma.
Franco con piena padronanza della casa , dalla librer’a prende un DVD, e facendomi vedere la copertina inequivocabilmente hard, lo mette nel lettore e cerca frenéticamente qualcosa, lo conoce bene il video , dopo un po’ si vedono 4 orsetti intenti a scopare un ragazzo in carne ma glabro.

Franco si rianima e dopo pochi minuti é di nuovo dur’simo, anch’io lo sono, vorrei essere quel ragazzo glabro del film, lo stanno scopando leccando infilando in tutti i modi, dall’ano non pulitissimo entrano ed escono tutti e 4 gli orsetti maturi.

Guardiamo attenti e arrapati , mangiamo distrattamente le bruschette, poi gianni mi prende e mi lecca il culo a lungo , lo sento grufolare , gemere ed arraparsi.
Ho voglia di lui lui prende un asciugamano si siede sul divano e mi propone una smorzacandela, io allargo le gambe e scendo lentamente, sento un leggero bruciore e poi si infila tutto
Mmmmmmmm
La pr’stata sobbalza ogni volta che scendo sull’asta, poi lui lo fa uscire ci sputa sopra abbondantemente e tutto va piu’ rapido.Franco si butta in mezo tra le mie cosce e quelle di gianni e lecca avidamente,mi spompina, poi leva il cazzo di Gianni dal mio intestino e lo lecca tutto e dice che odora del mio culo,mmmmm
Io sono fuori controllo godo da matti, gianni rientra dentro e dopo qualche minuto di su e giu’ esplode dentro di me, Franco lecca tutto , pulisce il mio culo ed il suo uccello mentre dalla tele arrivano i gemiti di quel giovane porcello.

Ora é settembre e ricevo spesso un SMS che recita cosi’ come diceva Napoleone ad Antonieta, cara sto arrivando, ti prego non lavarti………

Autore Pubblicato il: 4 Gennaio 2006Categorie: Racconti Gay0 Commenti

Lascia un commento