Skip to main content
Racconti erotici sull'Incesto

mio figlio , che pennello !!!!!

By 1 Settembre 2010Dicembre 16th, 2019No Comments

Ciao a tutti . sona maria sono sposata ed ho un figlio di 18 anni . ha un gran bel fisico e nonostante faccia molto sport ha il cazzo sempre eccitato. a volte quando esce dalla doccia mi chiede di asciugargli la schiena ‘.poi però le mie mani gli asciugano anche il resto del corpo e se gli tocco il cazzo s’impenna , glielo asciugo e se non sto attenta mi sborra addosso .
.Ieri mattina , appena svegliata . ho scovato su internet un sito U S A di solo sesso esplicito’che bei cazzoni e che troie ‘si gustano certi cazzoni a me fanno venire il vomito solo al pensiero di prenderli in bocca ed io non ho trovato di meglio che sgrillettarmi . quel sottile piacere non è bastato per spegnere i miei bollori e per calmarmi del tutto , mi sono fatta la doccia quasi fredda .
Ho indossato solo il tanga ed un corto grembiulino molto sexi che conteneva a malapena le mie belle tettone .. la sera precedente avevo avuto ospiti amici ed amiche di mio figlio ed abbiamo fatto tardi . mio figlio ha accompagnato a casa la sua ragazza ed altre amiche .conoscendolo , ho immaginato che prima di lasciar scendere la sua raga si sia fatto fare almeno un bel pompino. Dopo essermi bevuta un caffé doppio per svegliarmi ,mi sono messa a lavare tutto . non mi piace ma fa parte dei doveri di una donna di casa .ascoltavo la radio con il volume basso per non svegliare il mio bambino… in silenzio mio figlio si è messo alle mie spalle baciandomi sul collo e strizzandomi i seni ‘ciao mamma come sei bella peccato tu sia la mamma ‘- ‘ tesoro mi hai spaventato credevo dormissi ancora ‘ continuando a massaggiarmi le tette mi palpava il culo ,mi faceva dei succhiotti sul collo mi accarezzava la figa ‘ ho tanta voglia di te mamma ‘ i suoi succhiotti sul collo mi procuravano dei brividi e sentivo la figa fremente mentre lui continuava imperterrito a stuzzicarmela. mi ha messo una mano sul culo e l’altra sulla figa ‘com’è bella calda mamma vediamo se ti piace un mio dito ‘ l’ha fatto scorrere sulle grandi labbra, poi l’ha infilato dentro . mi ha stuzzicato e strapazzato il grilletto lavavo i piatti muovendomi per gustare quel piacere sottile . poi però ho smesso di lavare i piatti ed ho allargato le gambe ‘ così forse sei più comodo tesoro mio ‘ ha messo le mani sui seni accarezzandoli , palpeggiandoli ‘ ti vorrei tutta per me ‘ ho sentito il viso avvamparmi , desideravo mio figlio ma allo stesso tempo volevo allontanarlo’mi ha baciato sul collo palpandomi i seni che si erano già induriti , mi ha sfilato il tanga e si è divertito a stuzzicami la figa che ben presto si è riempita del mio succo ‘ come sei bella bagnata chissà se il mio pisello affogherà nei tuoi umori ‘ e senza dire altro mi ha messo in mano il cazzo ‘ infilatelo , non vorrei essere troppo violento e farti male ‘ come l’ho preso in mano l’ho sentito caldo grosso e fremente l’ho scappellato ed ho messo la cappella tra le grandi labbra. l’ha spinto dentro con un colpo secco e deciso ‘me lo sono sentito nell’utero da tanto mi aveva penetrato ‘ ohhhh amore di mamma come sei stato bravo lasciamelo gustare poi ti lascerò fare tutto quello che vuoi ‘ sentivo il cazzo gonfiarsi e pulsare nel mio ventre era una sensazione magica e mentre mi lavorava la figa mi baciava sul collo facendomi dei bei succhiotti ,mi strizzava i capezzoli e mi palpava le tette .sentivo la figa fremere , pulsare e non riuscivo , o forse non volevo , controllarla . senza sfilare il cazzo l’ho sentito abbassarsi e farmi delle penetrazioni lente ma profonde ,le faceva con forza e mi sentivo i coglioni sbattere contro il culo . mi teneva per i fianchi e quel lavoro di penetrazione ha raggiunto un ritmo indiavolato , lo sentivo abbassarsi ed alzarsi per pomparmi la figa e poi alzarsi per strusciare il cazzo sulle pareti vaginali. Era una sensazione di piacere assoluto .più mi pompava e più lo volevo in fondo sempre più in fondo ‘ sii amore della mamma mi stai spedendo nel mondo dei sogni , sto godendo come una troia pompami ,sfondami tutta , tuttaaa’
Quelle mie parole l’hanno fatto scatenare in una chiavata frenetica quasi animalesca finché ho percepito il cazzo gonfiarsi , fremere e spararmi nella figa tutto il suo caldo liquido vizioso .. Avevamo fatto tutto stando in piedi , ero sfinita ma anche mio figlio era stravolto dalla fatica . l’ho portato in bagno , gli ho lavato il cazzo e siamo andati a letto per riprendere le forze .Mio figlio mi ha baciato ,coccolato’e mi sono addormentata . non so quante ore erano trascorse , mi ha svegliata una sua mano che mi palpava il culo .ad occhi chiusi ho allungato una mano il suo cazzone era eretto e duro , mi sono girata e mentre ci baciavamo glielo scappellavo. lo sentivo fremere in mano e la mia voglia di cazzo mi ha sopraffatta .lentamente glie l’ho scappellato , lo sentivo duro e pulsante . lo volevo, lo volevo ancora ‘ tesoro della mamma ti voglio ancora ma vorrei farti un bel pompino . con tuo papà mi sono specializzata non vuoi trovare a chiavarmi la bocca? ‘ mentre mi veniva a cavalcioni , mi picchiettava il cazzo sul corpo , saliva pian piano finché mi sono trovata la sua cappellona davanti alla bocca ..
Con una mano l’ho scappellato e con l’altra gli spremevo i coglioni. Tutto il suo corpo era teso e vibrante .desideravo quel bel pezzo di carne fremente ,ho iniziato a lavorarlo con la lingua .guardavo il suo viso sorridente poi ha iniziato a muoversi . ad ogni mia succhiata i suoi occhi sembravano quel un ubriaco , volgeva la testa da tutte le parti , sospirava , rantolava finchè è esploso in un rauco ‘ vengo , mamma vengooo , ti vengo in boccaa ‘ Le mie labbra e la lingua hanno fatto il resto avvolgendo la cappella con la lingua come se fosse un cono di gelato ma caldo ,molto caldo percepivo le vene gonfie e rugose . sentivo la cappella pulsare freneticamente .il piacere ed il desiderio del mio bambino mi hanno fatto scatenare in un pompino..ci ho messo tutta la mia passione e quando si è accorto che stava per venire ‘ mamma stai ferma ti finisco io ‘ e con delle superbe penetrazioni me l’ha fatto sborrare in bocca che bei fiotti ,caldi ,violenti ,gli strizzavo i coglioni sperando di spremergli tutto il suo nettare caldo. me l’ha sfilato dalla bocca e con la cappella ha percorso tutto il mio corpo . poi si è steso. era ansimante . mi accarezzava il viso ‘ sono stato bravo mammina? ‘ non sapevo cosa dire e cosa fare . dopo essersi calmato e rilassato ha messo una gamba tra le mie . mi coccolava , mi baciava , mi prendeva in bocca i capezzoli mordicchiandoli e succhiandoli . le ore erano volate ed era ormai ora di pranzo ‘ stai qui amore della mamma , riposati e ricarica le batterie io intanto vado a preparare il pranzo ‘ quel bel pompino mi aveva reso allegra e felice.. avevo accontentato il mio bambino’dopo aver apparecchiato la tavola sono andata a svegliarlo .dormiva nudo come un angioletto , il cazzo moscio era ripiegato sul ventre e sembrava una grossa virgola . la tentazione è stata quella di prenderlo in bocca e svegliarlo con una bella succhiata, non l’ho fatto, gli avevo già prosciugato ogni goccia del suo nettare , doveva riposarsi per potermelo gustare nel pomeriggio’se il mio ragazzo era d’accordo .
Dopo pranzo mi sono riposata ,la mattina era stata goduriosa ma molto faticosa , il mio bambino mi aveva spremuto come un limone .
Abbiamo dormito nudi e mi ha svegliato una sua mano che mi accarezzava il culo .
Mi sono girata pigramente ..com’è bello il mio bambino ,mi guardava sorridendo , una sua mano si è insinuata tra le chiappe , mi accarezzava il buco del culo , poi ha introdotto una falange facendola girare dentro ‘ questo buco non l’ho mai visitato , ma visto che ti sei riposata , potresti fare uno sforzo e farmelo provare ‘ mi ha girato a pancia sotto ,mi ha alzato il ventre facendomi piegare le gambe . ero in ginocchio con il culo al vento , ha fatto scendere un po’ di saliva e con la cappella l’ha spalmata su tutto il buco , quel lieve sfregamento mi ha fatto venire i brividi , mi accarezzava ‘ mamma rilassati , vedrai che non ti faccio male e quando avrai dentro tutto il mio bel bastone ti piacerà ‘ lui non poteva saperlo , ma mio marito mi aveva già rotto il culo’ho finto di soffrire con dei gridolini strozzati , gli dicevo di fare adagio , di non sfondarmelo con un solo colpo che angelo di figlio e quando la cappella ha oltrepassato lo sfintere mi ha stretto bene le chiappe ed ha iniziato una danza lenta ma continua penetrando sempre più in profondità.. ormai sentivo i coglioni contro il culo ‘ figlio mio più di così non potrai entrare ,sento i coglioni contro le chiappe ‘ si è piegato baciandomi la schiena e sentivo il cazzo muoversi nel culo ed avanzare che bel cazzone , sicuramente mi avrebbe fatto godere come una troia . ‘ mamma adesso ce l’hai tutto nel culo , ti ho fatto male ? ti piace averlo in culo ? ‘
‘ nooo amore della mamma fammi godere ‘ ha preso saldamente in mano le natiche che piacere sentire il cazzo stantuffarmi lo sfintere ,lo faceva con una facilità e velocità lo sentivo ansimare ma senza perdere la forza e l’energia ‘ mamma di faccio male ? ‘ ‘ ‘ nooo tesoro ,nooo continua rompimelo tutto ma fammi godere’ spingeva come un toro ,lo sentivo respirare con affanno ma mi pompava divinamente . poi ho percepito i fremiti del cazzo stretto in quel poco spazio
‘ vengo mamma vengooo , si mamma ti vengo in culooo , ahhh vengoo, vengooo ‘
mi ha tenuta schiacciata contro il suo addome sparandomi nell’intestino caldi fiotti di sborra . lo sentivo respirare affannato ‘ che bello tesoro della mamma , mi è piaciuto ma tu ti sei divertito ? ‘ pian piano ha sfilato il cazzo ho sentito il mio buco del culo restare spalancato e poi piano ,piano richiudersi .. mi sono lasciata cadere sul letto respiravo a fatica il culo mi faceva un po’ male ma se pensavo a quanto avevo goduto’mio figlio si è adagiato su di me . mi accarezzava , mi baciava , mi palpava le tette . mentre ci baciavamo a lingua in bocca mi accarezzava , mi coccolava dicendmi parole dolcissime ‘sei il mio maschiaccio ma ti ho fatto un gran bel cazzo ‘ il mio maschiaccio mi ha baciato tutto il corpo , mi succhiava le tette strizzandole..poi è sceso sulla figa facendomi un lento e profondo ditalino . se al mattino avevo goduto , adesso era doppiamente eccitata e non ho potuto fare a ameno che mettermi a 69 prendere in bocca il suo bel cazzone e succhiarlo fino a farlo inturgidire ‘lo vedevo oscillare da solo , cercavo di prenderlo con le labbra ma sembrava un pesce vivo che sguscia fuori dalle mani ‘ mamma mettiti bene a pecorina non resisto più me l’hai fatto tirare e adesso devi smollarmelo ‘ ma io volevo guardare il suo viso quando godeva ho spalancato le cosce e la figa ‘ ti voglio vedere godere chiavami e basta ‘
ha impugnato il cazzo sfregandolo energicamente sulle grandi labbra , poi con de dita le ha aperte ‘ ecco mamma lo vuoi in figa ? prendilo tutto ‘
si è messo a braccia tese chiavandomi come una furia , sentivo il cazzo scorrere velocemente nella vagina , lo faceva con un ritmo incredibile ‘ e pensare che l’aveva giò fatto sborrare non so quante volte . vedevo il suo viso sudato , le gocce di sudore cadevano si di me ma ha continuato imperterrito a chiavarmi fino a donarmi un’ultima bella sborrata . quando ha sfilato il cazzo si è steso sul letto .ansimava come una locomotiva , gli ho asciugato il viso ‘ grazie amore della mamma grazie e adesso riposati ‘ gli ho dato un bacio sulla bocca ‘ sogni d’oro angelo mio ‘

2
1

Leave a Reply