Skip to main content
Racconti erotici sull'IncestoRacconti Trans

Sorpresa al cugino

By 9 Novembre 2023No Comments

Dopo l’esperienza del sabato mattina con Enzo, cugino trentenne che, senza tanti giri di parole, mi aveva fatto indossare l’intimo della moglie, per poi farsi fare un pompino e incularmi per la prima volta, tanto da farmi godere a tal punto che gli avevo schizzato un’abbondante sborrata proprio quando mi stava chiavando tenendomi per le caviglie, decisi per la domenica di ripetere l’esperienza di mia iniziativa. Certo che non vi fosse la moglie a casa, rovistando nell’intimo di zia, trovai un completino bianco con dei pizzi, calze auto reggenti e un vestitino estivo adatto a me. Purtroppo di scarpe o sandali con il tacco non c’è ne erano, pertanto restai in ciabatte e mi coprii con un accappatoio per salire al piano superiore. Essendo domenica, di prima mattina, non incontrai nessuno… giunto alla porta e dopo aver suonato, Enzo con sorpresa mi apri’, invitandomi ad entrare.
– ciao! E’ arrivata la troietta che hai scopato ieri e che ha tanta voglia di essere inculata!
– ma che sorpresa!…
Slacciato l’accappatoio, mi sono portato nello sgabuzzino alla ricerca di un paio di scarpe sexy della moglie che completassero la mise… uno splendido paio di sandali aperti, tacco 12 e fibietta… uno schianto!
Una volta indossati e tornato in sala volevo dirigere le danze, stuzzicarlo…eccitarlo camminando in modo accattivante, con il mio cazzo trattenuto a stento nelle mutandine!
– adesso osiamo, … apri la porta e andiamo sul pianerottolo… voglio farti un pompino e sentirmi la tua troia!
– ma sei matto! E se esce qualcuno?
– lo sentiamo e rientriamo!
Preso per mano, aperta la porta, appoggiato dell’ascensore, mi sono chinato e ho iniziato a succhiarglielo… mi accarezza la testa, gemeva trattenendosi, per poi iniziare ad incitarmi…
– adesso mi alzo, e tu da dietro mi fai come ieri… un ditalino nel buco del culo, e poi me lo infili questo bel cazzo duro!
Stupito e desideroso, faceva ciò che chiedevo, senza più timore della comparsa di qualche condomino!
In piedi, chinato in avanti e tenendomi per la ringhiera, ho sentito la sua cappella spingere sul mio buchino…. Subito dopo ho sentito la sua lingua ammorbidirmi per poi finalmente entrare con tutto il cazzo e iniziare a montarmi!
Intanto che lo prendevo da dietro mi osservavo con le calze auto reggenti e tacchi, eccitandomi e godendo per il solo fatto della vista e di come mi stava montando!
Volevo però cambiare posizione e, dopo averlo fatto rientrare in casa, mi sono steso a pancia in su sul tavolo in cucina, invitandolo a incularmi stando in piedi davanti a me!
Intanto che mi montava tenendomi alzate le gambe e sbaciucchiandomi i piedi, ha iniziato a farmi una sega e a dirmi che mi desiderava, che ero una femminuccia porca come piaceva a lui!
Prima di venirmi dentro insisteva nel farmi una sega e farmi venire…. Non resistevo più’ … gemevo e, dopo averlo pregato di rimettermelo nel culo, dal mio cazzo sono partiti dei flutti di sborra sul suo torace… solo in quel momento l’ho sentito ancora dentro di me, … aumentava i colpi con cui mi scopava…. Gemeva e mi sussurrava che amava incularmi, che mi voleva sentire venire!
– vengo Enzo, vengoooooo!…
– siiiiii
Sentivo dentro di me gli schizzi di sborra e una sensazione stupenda! Mi sentivo donna… mi sentivo troia e pronta per un’altra scopata!

15
4

Leave a Reply