Leggi qui tutti i racconti erotici di: Il_Maestro

Sarah ora era decisamente eccitata quella cazzo dentro di lei la stava scopando divinamente e lei come suo solito con il suo amato fede cominciava a mugolare di piacere come una gatta in calore.
Il marinaio sentendola mugolare aumento la velocità e la portata dei suoi colpi sempre più eccitato, in fondo erano 8 mesi che non si faceva una bella scopata ed avere a disposizione sarah con i suo bei seni penzolanti davanti la sua faccia e vederli rimbalzare ad ogni colpo e poi i mugolii facevano il resto
Ora sarah muoveva il suo bacino alla ricerca di quel meraviglioso cazzo dentro di lei i due erano una cosa sola orami presa salla situazione e il suo amato fede in quel momento non esisteva più
S-ssiiiiiiii così sfondami mmmm
Kabir-mmmm si puttana fammi godere sei la mia schiava
I colpi di kabir ora erano poderosi e la fichetta di sarah era un lago ad un tratto kabir si irrigidi e sborrando copiosamente dentro il sesso di sarah esclamò:
k-mmmm si ti metto incinta troia!!!
Sarah senti il cazzo di kabir pulsare dentro di lei e riempirla di sperma caldo e provò in tutti i modi di separarsi, non prendeva pillola e il rischio di ritrovarsi con un bel pancione nel giro di qualche mese era elevato.
Ma fù un tentativo vano kabir la teneva ferma al suo petto in una morsa infernale con le sua poderose braccia
S-ti prego esci da dentro non prendo pillola rischi di mettermi incinta
k-ah ah ah beh così avrai un bel ricordo di me per tutta la vita
sarah bloccata e rassegnata sperava solo che il danno non fosse già compiuto
intanto gli altri marinai a turno si fecero avanti per aver succhiata l’uccello da sarah che rassegnata si adoperava uno dopo l’altro al piacere dei marinai il primo dopo alcuni minuti di servizio tirà fuori il cazzo dalla bocca calda e umida di sarah e gli venne sui seni.
L’altro con molta meno delicatezza inizio a scoparle la bocca nel vero senso della parola con colpi energici, sarah inizio a far fatica con la bocca la mandibola le iniziava a dolere poi l’altro marinaio affondo due colpi decisi nella bocca di sarah e venne copiosamente nella sua gola immobilizzandola e le fece ingoiare tutto il suo seme.
Non era la prima volta per sarah con federico le capitava di ingoiare ma tutto quel seme e con quella modalità non era mai capitato ebbe come un conato, ma fù colpita da un poderoso schiavo nel suo bel viso mediterraneo
Mustafah con voce perentoria le disse-troia che fai devi ingoiare tutto
Sarah allo fece un bel respiro e degluti tutto la guancia le bruciava dovevano essere ben visibili stampate sul suo volto le cinque dita di mustafah, in un attimo gli occhi da cerbiatta di sarah si riempirono di lacrime e una lacrima scese sul suo viso.
Era il turno dell’ultimo marinaio presente che si avvicino a sarah le carezzo il suo bellissimo culo tondo sodo ed un brivido percorse la schiena della mal capitata cosa le sarebbe capitato ora? Cosa voleva quel marinaio il suo culetto ?
Sarah non era più vergine dietro con federico avevano provato i piaceri dell’anale ma poche volte a lei non piaceva molto era ancora abbastanza stretta dietro e le dava dolore il pensiero di essere penetrata da quegli energumeni con la loro delicatezza la fece rabbrividire.
Mustafah-che fai quello non si tocca
Con fare dittatoriale mustafah riprese il collega che forse per un attimo aveva accarezzato l’idea di gustarsi quel magnifico culo.
Gli altri marinai fecero un sorrisetto quasi diabolico, Sarah non capiva come mai l’avevano usata in bocca nel sesso senza ritegno ma il suo bel culetto che faceva gola a molti uomini non era oggetto di attenzioni da parte di quegli uomini?
Iniziò a pensare che forse per qualche motivo quel sesso anale da molte culture ritenuto innaturale quindi peccato, le avesse risparmiato quella tortura o chissà per quale motivo ma la cosa importante era che il suo bel culetto era salvo.
Ora finito di soddisfare tutti i marinai sarah venne lasciata in pace fù rifocillata e le venne dato da mangiare il peggio sembrava passato.
Era seduta sul letto quando dalla porta arrivo il comandante
Il comandante-allora spero che i miei marinai non siano stati troppo irruenti e che abbiano provveduto a darle da mangiare
s-si signore-disse con voce flebile
il comandante -non abbiamo avuto modo di presentarci come si deve piacere il mio nome è Karim il mio nome significa generoso e lo sono sotto molti punti di vista
fragorosa scoppio la risata tra i marinai e sguardi ed ammiccamenti tra loro
il comandante era un uomo dalla carnagione scura altro 1.95 cm robusto un bell’uomo se fosse stata in una altra circostanza probabilmente sarah sarebbe stata molto attratta da quel uomo
il comandante si avvicino a sarah le porse la mano come in un gesto molto galante e la condusse verso un letto un po’ più grande degli altri la fece sedere e le disse di rilassarsi poi inizio a spogliarsi l’uomo aveva una mascella volitiva coperta da una barbetta curata si levò la camicia che indossava e sotto come si poteva intuire aveva dei muscoli scultorei pettorali gonfi e addominali scolpiti non un pelo
ora con fare quasi teatrale si slaccio i pantaloni e li abbassò sarah rimase senza parole il membro del capitano era qualcosa che non aveva mai visto lungo molto grosso e nodoso con le vene pulsanti ben delineate una cappella enorme color ebano
il comandante-beh ora capisce perché i miei uomini hanno riso quando ho detto che il mio nome significa generoso in tutti i sensi
poi si sdraia sul letto e fa salire sarah sopra il suo corpo statuario e comincia a carezzarla, lei da prima irrigidita pina pino si scieglie ed inizia ad eccitarsi lui la bacia sulla bocca poi scende sul collo sino ai seni le succhia i capezzoli che sono ormai due chiodi ora lei inizia a muoversi e palesemente eccitata
lui allora le sussurra all’orecchio- ora sei pronta per me per essere marchiata da me e dal mio poderoso cazzo?
Sarah sente il cazzo di karim sotto il suo sesso fradicio sembra un piccolo braccio da quanto è grosso, lentamente la cappella si posizione davanti la fichetta di sarah e lentamente comincia ad entrare sarah si sente piena poi inizia a scorrere dentro di lei lentamente ed arriva sino alla sua cervice sembra come una farfalla infilzata da uno spillone.
Altrettanto lentamente torna ad uscire ora i movimenti sono sempre più decisi e lei sempre più bagnata ad un tratto con il suo tipico mugolio sarah viene e in un attimo sente un calore intenso sul suo sesso e poi colare giù copiosi i suoi umori.
Incredibile quel l’uomo con un paio di affondi era riuscita a farla squirtare copiosamente…
continua

p.s. per commenti pareri o altro contattatemi al mio indirizzo masterfill72@gmail.com

Autore Pubblicato il: 23 Gennaio 2023Categorie: Racconti Cuckold, Racconti di Dominazione0 Commenti

Lascia un commento